TOGHE INTOCCABILIResponsabilità civile, l'Anm è sulle barricate

Il sindacato delle toghe minaccia il parlamento: "Le modifiche non bastano. L'emendamento Pini va stralciato subito". Il Pdl denuncia la politicizzazione delle toghe

"Le modifiche non bastano". La nuova serrata del sindacato delle toghe arriva contro la norma che introduce la responsabilità civile per i magistrati. Da parte dell'Anm c'è infatti la presunzione che, nell'ordinamento italiano, i giudici siano intoccabili. "L'emendamento Pini che prevede la responsabilità diretta - ha spiegato la delegazione dell'Anm durante l'audizione alla commissione Giustizia a Palazzo Madama - va stralciato per garantire autonomie e indipendenza dei magistrati". Adesso il Senato dovrà presentare un parere sulla legge Comunitaria.

Secondo il sindacato delle toghe, l'emendamento alle legge comunitaria, già approvato a Montecitorio, minerebbe "la terzietà, l’indipendenza e l’autonomia dei magistrati e quindi il principio di uguaglianza dei cittadini di fronte alle legge". Nell'ambito dell’indagine conoscitiva sulle problematiche connesse alle responsabilità civile dei magistrati, l’Associazione nazionale magistrati ha chiesto la completa eliminazione dell'emendamento a prima firma del leghista Pini: "Anche le semplici correzioni non risolvono il problema". Secondo l'Anm, il parlamento "non può arretrare sui principi di civiltà giuridica di autonomia e indipendenza della magistratura", ma ha il dovere di salvaguardare "la libertà del giudizio".

Immediata la reazione del Pdl che ha subito replicato all'Anm escludendo la possibilità che la norma venga cestinata dal parlamento. "Con buona pace dell’Anm, la norma non sarà cancellata ed è spiacevole che si venga in parlamento a fare una richiesta di abolizione così drastica e poco rispettosa dell’attività del Parlamento", ha dichiarato il presidente del gruppo Pdl a Palazzo Madama Maurizio Gasparri spiegando che "i tanti errori compiuti dai magistrati e l’eccesso di politicizzazione e di atteggiamenti più che discutibili" impongono la conservazione di una norma che "tutela il cittadino". Ricordando che il Pdl resta per la certezza della pena e l’applicazione dei principi di legge ed ordine, Gasparri ha fatto presente che "in un sistema equilibrato" deve esserci una norma come quella introdotta dalla Camera.

Commenti

Massimo Bocci

Mar, 20/03/2012 - 15:23

Senno faranno intervenire......gli ERMELLINI,....e ci penseranno loro a CASSARE I CONTRARI !!!!

vince50_19

Mar, 20/03/2012 - 15:26

Se è vero che questo emendamento non piace alle toghe, quest'ultime hanno due vie da seguire: adeguarsi alle leggi che il parlamento - nella sua potestà costituzionale ratifica, provare a fare ricorso alla consulta oppure, cosa saggia e giusta, tacere e attenersi alle disposizioni. Stare con un piede in due scarpe differenti, volere a tutti i costi tutelare un insopportabile status quo, magari ricorrendo a noti mezzi "persuasivi", fa apparire questo ordine come una casta sempre più intoccabile, "insensibile" all'art 3 della costituzione.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 20/03/2012 - 15:27

Che ne diciamo con un bel REFERENDUM. Al popolo la voce. Pezzenti.

toroseduto20

Mar, 20/03/2012 - 15:31

ma siamo matti, il parlamento non può farsi ricattare. Il Parlamento è sovrano e bisogna ricordarlo a questa categoria, loro non posso essere al di sopra della legge, loro sono la legge, e queste le fa il parlamento eletto dal POPOLO SOVRANO. In tutta Europa le leggi sono di esclusiva competenza dei parlamenti, loro non vengono eletti, ma vengono assunti con concorso pubblico e quindi sono funzionari dello Stato. Per favore non accettate questi ricatti, altrimenti la democrazia rappresentativa muore

silvio frappa

Mar, 20/03/2012 - 15:31

Ma di cosa ci si meraviglia ? i dipendenti statali sono malati rispetto al resto della società lavorativa... un normale statale non viene livcenziato nemmeno se RUBA alla propria amministrazione, o se prende a calci in bocca il proprio superiore... figuriamoci quindi se la peggiore categoria di statali, quella dei giudici che sono in genere la meno produttiva, la più pagata, la più protetta, e la meno efficente per risultato alla collettività, può accettare O CAPIRE che chi sbaglia deve pagare. O MEGLIO CHE CHI LAVORA DEVE STARE ATTENTO A NON SBAGLIARE.

damiaenego

Mar, 20/03/2012 - 15:32

cari magistrati dovete farvene una ragione, se veramente siete terzi nei vostri giudizi, non dovrete avere paura, la responsabilità e comune in tutti i paesi civili chi sbaglia paga,cosa che finora voi avete schivato, la legge esiste anche per voi, non e ammissibile che nel 2012 voi difendete l'indifendibile.

benny.manocchia

Mar, 20/03/2012 - 15:33

Toghe untouchables...soltanto in Italia. Ma chiediamo alla ANM:che cosa faranno se l'emendamento non sara' stralciato? Anni fa i controllori a terra di volo scioperarono in massa.Reagan rispose:"State mettendo in pericolo la difesa della nazione",.Poi li licenzio' tutti e un po' alla volta ripopolo' quel settore dell'aviazioen statunitense. Urla,marce,minacce,corte...alla fine vinse Reagan. Ci insegna nulla? Un italiano in USA

Gianfranco Napo...

Mar, 20/03/2012 - 15:36

Hanno la faccia di bronzo (vorrei però poter usare il termine che mi viene più spontaneo!).L’emendamento Pini stabilisce che “chi ha subito un danno ingiusto per effetto di un comportamento, di un atto o di un provvedimento” di un magistrato “in violazione manifesta del diritto o con dolo o colpa grave nell’esercizio delle sue funzioni o per diniego di giustizia”, possa rivalersi facendo causa sia allo Stato che al magistrato per ottenere un risarcimento! Di quale indipendenza parlate allora !!!!! L'unica indipendenza è quella di volersi porre ad di sopra di tutto e tutti , di poter fare quello che volete! Questa non è solo una ingiustizia, ma una vergogna senza pari!! Ma voi come fate a guardare in faccia un cittadino che avete condannato “in violazione manifesta del diritto o con dolo o colpa grave nell’esercizio delle sue funzioni o per diniego di giustizia”?

superetendard

Mar, 20/03/2012 - 15:37

Voi dell'ANM saprete certamente che ciò che invocate "... salvaguardare "la libertà del giudizio ..." ha un sinonimo in lingua volgare: PARACULI!" Ma visto che invocate tanto il rispetto delle leggi, non sarebbe ora che imparaste voi per primi a rispettare la LEGGE COMUNITARIA? O pensate che all'Italia debba essere comminata una sanzione che NOI CITTADINI dovremo pagare a causa vostra che vi ritenete AL DISOPRA DEI CITTADINI? Andate a zappare i campi!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 20/03/2012 - 15:42

Se le toghe impazzano è perché Napolitano probabilmente ha qualcosa da farsi perdonare. Conosciamo l'elemento: esce proprioda quelle botteghe oscure dove stava per entrare l'investigatore, ancor giovane campagnolo dalle mani pulite, Di Pietro... Oggi l'unico capace di fermare Napolitano è Berlusconi, a maggior ragione perchè ingiustamente perseguitato. Infatti il governo Monti dà segni di cedimento a cominciare dalla Fornero... Perché allora il giovane Di Pietro si fermò? Perché non fece scattare le manette ai polsi del capataz comunista? Probabilmente fu corrotto proprio da lui, cioè Napolitano (Dio ce ne scampi e liberi). In quanto a Berlusconi, speranza dell'Italia, che Dio lo benedica e gli conservi la vista (E anche il Battista).

vittoriomazzucato

Mar, 20/03/2012 - 15:47

Sono Luca. Sono la casta degli "intoccabili". GRAZIE.

lu56

Mar, 20/03/2012 - 15:52

L'Anm stavolta ha ragione.La responsabilità diretta non esiste in nessun paese europeo. un ex leghista indignato

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 20/03/2012 - 15:52

In tutto il mondo occidentale “non possono dare luogo a responsabilità l'attività di interpretazione di norme di diritto e quella di valutazione del fatto e delle prove”. Nei paesi che prevedono la responsabilita’ civile (come in Italia adesso), la si applica soltanto in caso di mancanza intenzionale particolarmente grave, dolo intenzionale, frode del giudice. La responsabilita’ civile tout court, come proposta oggi, rende sempre conveniente per il giudice assolvere l'imputato piuttosto che condannarlo, se vuole vivere tranquillo. Con l’aggiunta che la parte lesa, in questo caso, rimane fregata due volte: oltre a non godere di un giudizio imparziale, non ha la possibilita’ di ricusare i giudici come l’imputato. Se questa ennesima legge pro imputati passasse, i suddidi pro cav bellachioma che difendono queste porcherie si meriterebbero di essere parte lesa in un processo penale, cosi’ forse capirebbero. Ma ci sono dubbi al riguardo.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 20/03/2012 - 15:53

Domanda ai geni del forum: e se l’accusa del condannato verso i giudici si rivelasse inesistente? Come la risolviamo la faccenda? Con un buffetto e arrivederci alla prossima? Ma non capite gli effetti deleteri se potenzialmente tutti i condannati potessero ricusare i giudici nella speranza di cavarci qualcosa (ingolfando ancora di piu’ la giustizia), anche se in realta’ non ci sarebbero fondati motivi per ricusarli? Invece, un condannato che ricusa i giudici, qualora avesse torto, deve pagare una multa salatissima con annessa condanna penale. Infine, lo stesso diritto di ricusazione deve valere anche per la parte lesa, con gli stessi principi: i giudici si ricusano solo se si hanno fondati motivi. Se avete qualcosa da obiettare, rispondete nel merito, cari sudditi. Se non avete argomenti, lasciate perdere.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 20/03/2012 - 15:54

A seguire voi pecoroni sembra che un cospicuo numero di sentenze sia sbagliato perche’ i giudici lavorano poco, sono prevenuti, non conoscono il diritto, sono politicizzati, o sono in dolo. E guarda caso e’ solo l’imputato condannato che puo’ ricusare il giudice, non la parte lesa. Questi decelebrati dovrebbero invece capire che casi di giudici in dolo sono infinitesimali. E la giustezza di una sentenza, nei casi piu’ complicati, non si potra’ mai sapere. Ma questo fa parte della logica intrinseca della giustizia, su cui questi pecoroni sono manipolati come piace a lor signori.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 20/03/2012 - 15:56

E se saltasse fuori che la prescrizione del vostro sultano sul caso Mills e l’annullamento del processo di Dell’Utri sono decisioni politiche, quindi dolose, come la mettiamo?

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 20/03/2012 - 15:57

E se saltasse fuori che la prescrizione del vostro sultano sul caso Mills e l’annullamento del processo di Dell’Utri sono decisioni politiche, quindi dolose, di certe toghe azzurrissime, come la mettiamo?

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 20/03/2012 - 15:57

Quanti di voi espertoni di diritto potrebbero svolgere il proprio compito con una spada di Damocle che ti pende sulla testa? La lentezza dei procesi a chi va imputata al potere esecutivo e al potere legislativo o al potere giudiziario? La scarsezza di giustizia in questa orribile e terribile italietta non è forse dovuta alla sterminata galassia di leggi vigenti? Come al solito proponete soluzioni che servono solo a complicare ulteriormente il problema anzi di risolverlo. Ma perchè il problema non si vuole risolvere cosi i delinquenti con le prescrizioni ci sguazzano.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 20/03/2012 - 15:58

L’ennesima bestialita’ giuridica proveniente da chi ha goduto (cav bellachioma e cricca) e sostenuto (legaioli) leggi ad personam, avvocati parlamentari ad personam, ministri della giustizia ad personam esperti di leggi incostituzionali ad personam, parlamento che vota per le nipoti di Mubarak ad personam. Da che pulpito, direi, viene la riforma.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 20/03/2012 - 15:59

Sulla faccenda sono giorni che continuo a ripostare i miei quesiti in attesa che qualche cloro-loboto-forumista mi risponda, invece di insultare o dire che sono corbellerie senza entrare nel merito. Ecco di nuovo le mie domande: 1) Come mai in tutto il mondo occidentale la responsabilita’ civile tout court prevista dalla riforma non esiste (cioe’ l'attività di interpretazione di norme di diritto e quella di valutazione del fatto e delle prove non possono dare luogo a responsabilità)? 2) Perche’ solo il condannato puo’ ricusare il giudice, e non lo puo’ fare la parte lesa? 3) Cosa succede se l’accusa del condannato verso i giudici si rivelasse inesistente? 4) Di chi e’ la colpa se la giustizia non funziona? Della magistratura o della politica?

david19650

Mar, 20/03/2012 - 16:01

Loro Sono Il Regime, Loro Decidono Tutto, Sono Intoccabili, L'arroganza è Off Limits, Questa è La Nostra Costituzione Di M........... Dux Mea Lux

Ritratto di kinowa

kinowa

Mar, 20/03/2012 - 16:04

All'ANM rispondo: anch'io vorrei non pagare l'ICI, ma dovro pagarla e quindi non ci rompano e "vadino" (alla Fantozzi), finalmente a LAVORARE!!!!!!!!! Anzi per la serie "esiste l'obbligatorietà dell'azione penale, facciano inchieste perche a tutt'oggi non è stato rispettato il referendum da noi votato circa la responsabilità penale dei giudici.

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 20/03/2012 - 16:05

Si parla tanto di responsabilita’ civile per magistratura inquirente e giudicante nei casi di errore. Allora seguendo questo ragionamento anche gli altri due poteri dello stato, il governo e il parlamento, devono essere messi alla stregua della magistratura: se sbagliano, devono pagare. Governo e parlamento approvano una legge incostituzionale? Bene, vanno puniti. Approvano una legge che non risolve un problema, magari aggravandolo? Bene, vanno puniti.

are

Mar, 20/03/2012 - 16:06

L'emendamento Pini che prevede la responsabilità diretta dei magistrati va approvato dal Senato tale e quale come lo fu a Montecitorio. Alfano non deve autorizzare nessuna modifica. Se si perde anche questa occasione allora si che i giudici saranno e rimarranno intoccabili chissà per quanto tempo......e il danno per il paese immenso. Aggiungo che se ci sarà inciuccio su questo tema, non voterò più per il pdl. Insciallah

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 20/03/2012 - 16:06

Loro, i professionisti delle leggi ad personam (spesso anticostituzionali) hanno pure il coraggio di intimare “chi sbaglia paga”. Giusto, che comincino loro a pagare per tutte le leggi fuorilegge che hanno cercato di farsi approvare in parlamento. Altro che responsabilita’ civile dei magistrati, questi si che finirebbero con l’andar a zappar la terra (con tutto il rispetto per gli zappatori che non si meritano tale accostamento)...

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 20/03/2012 - 16:07

Chi deve pagare e’ il presidente del consiglio che ha fermato il processo Mills con una legge incostituzionale. Come cittadino italiano mi sento pare lesa di questa enorme bestialita’ giuridica: un premier che si confeziona una legge che ferma il suo processo come presunto corruttore mentre quello del corrotto va avanti e arriva a sentenza di condanna. Poi tale legge che fermo’ il processo del premier salvandolo da condanna si rivela incostituzionale. Come la mettiamo cari sudditi? Una legge incostituzionale e’ fuori legge, cosi come una sentenza sbagliata di un giudice. Il ragionamento non fa una grinza, a meno che non si ragioni un tanto al chilo. Nevvero?

Ritratto di llull

llull

Mar, 20/03/2012 - 16:11

Io propongo che anche per i medici venga eliminata la responsabilità civile per i casi di dolo e colpa grave. Volete mettere... come fa ad operare tranquillamente un chirurgo sapendo che se sbaglia poi dovrà pagare? Ne va della sua tranquillità. Ma poi, non ci vogliamo mettere anche i comandanti di navi, aerei e autobus? Per non parlare di chi ti progetta un palazzo che poi ti crolla sulla testa. Come si fa a lavorare tranquillamente sapendo che in caso di colpa poi sei tenuto a pagare il danno cagionato?

SandroST

Mar, 20/03/2012 - 16:13

le toghe, rosse bianche e gialle, sono meri servitori dello stato e non eletti da nessuno..la riforma sull'articolo 18 della piagnucolante Fornero è talmente capziuto (di fatto non cambia nulla, demanda sempre ad un giudice e già come pirma) che mi vien un sospetto..il governo sta tattattando con le toghe come se fosse un ente politico

Ruy Diaz

Mar, 20/03/2012 - 16:18

All' Anm occorre RESISTERE RESISTERE RESISTERE.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 20/03/2012 - 16:21

Per signor sotutto alenovelli. L'emendamento Pini prevede espressamente : "il cittadino può rifarsi direttamente sul giudice che sbaglia non solo per “per dolo o colpa grave”, ma anche per aver commesso una “manifesta violazione del diritto". Se ti sembra poco non ti resta che emigrare a tua scelta a Cuba oppure in Nord Corea. ciao.

bruno Giulio Mario

Mar, 20/03/2012 - 16:22

questa è una casta intoccabile mentre la ns politica se stralcia l'emendamento pini dimostrerebbe proprio la propria debolezza - per lo stessa ragione dovrebbero restare impuniti anche eventuali errori di chirurghi ecc

giusto1910

Mar, 20/03/2012 - 16:22

Scrivi qui il tuo commento

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Mar, 20/03/2012 - 16:23

Ha ragione l'Anm! Si deve anche mettere a disposizione dei giudici l'ordalia (il Giudizio di Dio o, meglio, di Palamara), istituire la "Magistra Inquisizione" su modello di quella spagnuola ed, a morte avvenuta, imbalsamare il magistrato ed adorarne la mummia, qualunque siano stati il suo comportamento, i suoi giudizi, il suo invaghimento politico ed i suoi danni provocati per "distrazione", spocchia e tessera di partito. Ma per favore! Cerchiamo di civilizzarci eliminando le cricche di ogni genere.

mariolino50

Mar, 20/03/2012 - 16:26

Chi farebbe il giudice sapendo che se condanna può a sua volta essere denunciato dall'imputato, contrariamente a qualsiasi altro lavoro, ma non è un lavoro come un altro,è un potere fondamentale dello stato, la possibilità di emettere un giudizio sbagliato è del 50%, nel rischio fossi io a quel punto tutti assolti a meno di non averlo visto con i miei occhi, con buona pace della giustizia verso le vittime e risate dai delinquenti, e poi vorreste la legge dura, per chi vi pare a voi, questa sarebbe la sua fossa, non riuscite a rendervene conto che la certezza assoluta di colpevolezza o innocenza non cè mai, sono solo probabilità salvo casi rarissimi, l'errore è sempre dietro l'angolo, il dolo e la persecuzione sono altra cosa, ma anche difficilmente dimostrabili, gli avvocati con norme simili andrebbero a nozze, il contenzioso non avrebbe mai fine.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mar, 20/03/2012 - 16:27

Diamo l'immunità anche ai chirurghi, alle forze dell'ordine, ai giornalisti, ai parlamentari, agli avvocati ai direttori responsabili degli ospedali e chi più ne ha più ne metta.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 20/03/2012 - 16:28

C'È uno che neanche nomino (per non farlo sentire importante) che su 25 postati finora comparsi, ne ha scritti ben 10 !!!! E dai contenuti di questi 10 si può facilmente evincere che trattasi di soggetto ANTIBERLUSCONIANO!! Malgrado ciò, la redazione che ringrazio, glie li ha pubblicati tutti. Ma come non era che questo GIORNALE è SERVO di qualcuno che quelli come Lui sempre hanno scritto??? NEL CASO NON L'AVESSE CAPITO, CARISSIMO questo Le dovrebbe insegnare cosa vuol dire essere DEMOCRATICI!!! Saludos

giusto1910

Mar, 20/03/2012 - 16:30

Scrivi qui il tuo commento

elpilagro

Mar, 20/03/2012 - 16:32

questa è gentaglia che va presa a sprangate sulla testa e basta! Vedrete che quando si vedranno rotolare una decina di teste gli altri staranno buoni e zitti.

pittariso

Mar, 20/03/2012 - 16:33

#25 alenovelli-Il governo e il parlamento hanno la cd. responsabilità politica (rispondo all'elettorato che ha il potere di non rieleggerli) mentre i magistrati essendo inamovibili devono essere responsabili civilmente delle loro azioni:una soluzione potrebbe essere,come mi augurerei, l'elezione popolare dei magistrati e a tempo determinato. Forse sbaglio,ma penso che Lei sia di sinistra e pubblico dipendente Le sarei grato se me lo confermasse.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 20/03/2012 - 16:36

x logorroico ALENOVELLI. Per tua memoria il referendum sulla responsabilità civile dei magistrati del 1987 fu votato da oltre il 80% dei cittadini italiani e poi disatteso dal non compianto Vassalli. Erano tutti berlusconiani e "bananas" antelitteram???? Avevano tutti la sfera di cristallo e prevedendo l'arrivo del cavaliere volevano fargli trovare una legge "ad personam" preconfezionata?? Un po' di onestà intellettuale, sempreché tu sappia cosa é, non farebbe male. Non fosse altro che per evitare che la faziosità diventi troppo evidente. Ultima cosa, sempre meglio bananas che trinariciuti! ciao

paci.augusto

Mar, 20/03/2012 - 16:38

Come al solito, questa cricca disonesta e in mala fede, pretende ' l'assoluta ' irresponsabilità ( sic??!!!), naturalmente sostenuta da tutti gli ottusi trinariciuti fanatici come questo frescone, alenovelli. Le toghe rosse, le più parziali e politicizzate, entrate in magistratura per attaccare tutto quanto non è favorevoli ai compagni, se ne infischiano della tanto invocata ' volotà popolare '. Infatti, il referendum sulla responsabilità dei magistrati registrò il voto favorevole dell'80%! Fu addirittura un plebiscito ma la disonestà progressista dirottò la responsabilità dai magistrati allo stato, cioè pagano i cittadini! Evidentemente questi disonesti, nella piena consapevolezza di comportarsi come tali, faranno qualsiasi cosa pur di non rispondere della loro smaccata partigianeria. E la ANM che somiglia molto alla FIOM è l'espressione sindacale più politicizzata di questa categoria!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 20/03/2012 - 16:39

non andrebbe attribuita nessuna responsabilità ai giudici in quanto non sono presenti ai fatti e se riesci a dimostrare che le tue bugie sono più dimostrabili di altre ti darà ragione. il problema sta nel fatto che in tribunale non si portano i fatti, non c'è la verità piuttosto si propongono idee di quanto è accaduto. e basta seguire qualche lezione di giurisprudenza nel tempo libero per capire che se vuoi essere libero davvero non devi avere nulla a che fare con la legge. nel bene e nel male

Allen

Mar, 20/03/2012 - 16:41

Se potessi ricominciare studierei per diventare magistrato e rimanere impunito a vita. Questa è l'unica forma di dittatura in uno stato democratico.

mariolino50

Mar, 20/03/2012 - 16:41

#7 Benny Manocchia proprio un bell'esempio, è una delle dimostrazioni che al giorno d'oggi la democrazia vera non esiste, un solo uomo eletto con un sistema arcaico che lo rende simile al re sole, che diceva lo stato sono io, si permette di distruggere la vita di migliaia di persone impunemente, a parte che ha anche il potere di ammazzarci tutti avendo la famosa "valigetta" sempre appresso, quello che ha nominato faceva l'attore, a mio avviso era un burattino manovrato da altri nell'ombra, magari gli stessi del Bilderberg che ci hanno mandato Monti.

Random64

Mar, 20/03/2012 - 16:41

"la terzietà, l’indipendenza e l’autonomia dei magistrati e quindi il principio di uguaglianza dei cittadini di fronte alle legge" a quanto pare i magistrati NON si considerano "cittadini"..lo ribadisco questi hanno poco da cianciare visto che la loro posizione li vede in "africa"..cioè una magistratura da terzo mondo..e questo a Prescindere da Berlusconi o non Berlusconi, da toghe rosse o no...

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 20/03/2012 - 16:42

Una, domanda al censore, ma questo é il blog di alenovelli? oppure di tutti noi? SU 25 COMMENTI 10 SONO DI QUESTO CRETINO! # alenovelli.Comunque, alla tua domanda se nel mondo c,é la responsabilitá dei magistrati, ti posso rispondere io alenovelli! QUI IN GERMANIA I GIUDICI; NON VANNO IN FERIE É LASCIANO LA GENTE CHE ASPETTA PER ESSERE INTERROGATA, IN GALERA COME IN ITALIA! E NON COMPRONO PUTTA..E E MAFIOSI PER INFANGARE I PREMIER! LA GIUSTIZIA QUI IN GERMANIA E SOTTOPOSTA AL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA; É NESSUN GIUDICE VÁ A CONGRESSI DEI COMUNISTI A DIRE CHE LUI É UN PARTIGIANO!. QUESTA LEGGE É RICHIESTA DALLA UE! É NON DA BERLUSCONI O DAL PDL; É SE TU NON SARESTI COSÍ IGNORANTE LO SAPRESTI GIA DA SOLO, TU SCRIVI 10 COMMENTI UNO PIU STUPIDO DELL;ALTRO; É IGNORI CHE IN ITALIA CI SONO PIU DI 9 MILIONI DI PROCESSI SENZA ESITO; E PIU DI 900 MAGISTRATI E GIUDICI HANNO SPERPERATO 500 MILIONI DI EURO PER DARE LA CACCIA A BERLUSCONI; SENZA UNA CONDANNA! LA LEGGE É UGUALE PER TUTTI! I PM PURE!

vince50_19

Mar, 20/03/2012 - 16:47

Al LOGORROICO Alenovelli - Ha letto "L'ultracasta dei magistrati" di Livadiotti??? Le sta bene che il 99,3% dei magistrati venga assolto dai loro colleghi della sez. penale del Csm ivi compreso quel magistrato accusato di pedofilia ed assolto perchè tre anni prima aveva preso una botta in testa (una delle tante assurdità)? Processo costato all'erario 70milardi delle vecchie lire!!! Le pare normale? Chi fa le leggi, il parlamento o ANM? (ho scritto parlamento..) Dopo essersi deberlusconizzato e aver lasciato da parte la verve tipicamente travagliesca (su Il fatto avrebbe molto successo..), rifletta ulteriormente. Il pecorone, infine, se lo tenga per lei, per la sua maleducazione, arroganza e per la bile che le fuoriesce da un cervello sui generis. Mi faccio più in là..

pinocchioudine

Mar, 20/03/2012 - 16:52

palamara, volutamente minuscolo, sei comico!

puntaala

Mar, 20/03/2012 - 16:54

Alenovelli, ma non hai niente altro da fare che rompere gli zebedei a chi non la pensa come te ? Evidentemente sei un trinariciuto con tanto di fette di salame sugli occhi. Sveglia, siamo nel 2012 e Stalin è morto da quel dì !

alberto51

Mar, 20/03/2012 - 16:56

Tutte le dittature sono così, INTOCCABILI sino a che non c'è rivoluzione e si ricomincia. Non toccate il MAGISTRATO PER FAVORE, si deve esprimere e fare qualsiasi cosa in nome della DEMOCRAZIA, peccato che nessuno lo ha eletto.CORAGGIO LA DITTATURA , DI QUALUNQUE GENERE NON E' GARANZIA POPOLARE.

Ritratto di blackcat51

blackcat51

Mar, 20/03/2012 - 16:58

alenovelli sempio vedo che ai terminato le tue ferie dal CIM

Giovanmario

Mar, 20/03/2012 - 17:03

Ieri da Aldo Forbice un giornalista ha detto che i giudici non possono essere responsabilizzati altrimenti non sarebbero sereni nelle sentenze, specialmente se ad essere giudicati fossero personaggi importanti tipo politici, perchè in caso di errore le richieste di risarcimento sarebbero da loro insostenibili.. ma che ca...ta gigantesca.. ma come .. non sono i giudici quelli che decidono quanto spetta di risarcimento ad un danneggiato? non sono giudici quelli che hanno stabilito che a cdb spetta quasi un miliardo di risarcimento? allora.. di che parliamo.. se certi giudici volutamente sbagliano a condannare una persona per un reato prescritto incaponendosi a prendere per buona una tesi che qualunque studente di giurisprudenza si rifiuterebbe persino di pensare (tanto c'è la cassazione!).. ben vengano condannati a pagare..quella somma che risulterà dovuta in corso di causa.. perchè alla fine il prezzo lo decide il loro collega del palazzo e a pagare comunque sarà l'assicurazione

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 20/03/2012 - 17:07

L’Anm scrive che “la terzietà, l’indipendenza e l’autonomia dei magistrati e quindi il principio di uguaglianza dei cittadini di fronte alle legge”. Il fatto è che essi pretendono di non essere “uguali” agli altri cittadini, ma pretendono la “irresponsabilità”, naturalmente non per il loro bene, ma per il bene dei cittadini, che vedrebbero minata “la terzietà, l’indipendenza e l’autonomia” di chi li giudica. A me sembra una faccia tosta incredibile. Ma si sa, loro sono magistrati e quindi non sbagliano mai.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 20/03/2012 - 17:07

E' come se noi cittadini ci riunissimo in un sindacato ANC (Associazione Nazionale Cittadini) e pretendessimo di decidere quali tasse abolire: dipendesse da noi le aboliremmo tutte, senza alcun problema! E' totalmente assurdo che una parte in causa possa anche solo argomentare su provvedimenti che la riguardano! Quanto alla "terzietà, indipendenza e autonomia dei magistrati", come fanno in tutti quei Paesi (la quasi totalità) occidentali in cui la responsabilità civile dei magistrati è in vigore da sempre? E come la mettono, i signori della anm, con il fatto che TUTTI gli altri professionisti rispondono del loro operato per negligenza o colpa grave? Sono veramente dei farabutti! Spero (anche se ci credo poco) che il pdl tenga duro su questo punto, a costo di sfiduciare il governo, se necessario. Di certo riguadagnerebbe molti dei voti persi fin qui.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 20/03/2012 - 17:16

Rettifico. L’Anm scrive che “la terzietà, l’indipendenza e l’autonomia dei magistrati e quindi il principio di uguaglianza dei cittadini di fronte alle legge” sono minacciate dalla legge in itinere che vorrebbe stabilire la loro responsabilità per gli errori commessi, principio applicato a tutti gli altri dipendenti dello Stato. Quindi, secondo la Anm mantenendo la irresponsabilità civile dei magistrati (in spregio ad un risultato referendario) si tutelerebbero i cittadini. Tutto da ridere. Il fatto è che essi pretendono di non essere “uguali” agli altri cittadini, bensì esigano la “irresponsabilità”, naturalmente non per il loro bene, ma per il bene dei cittadini stessi, che altrimenti vedrebbero minata “la terzietà, l’indipendenza e l’autonomia” di chi li giudica. A me sembra una faccia tosta incredibile. Ma si sa, loro sono magistrati e quindi non sbagliano mai.

vabenetuttook

Mar, 20/03/2012 - 17:21

alenovelli l'instancabile.. ma non lavori?

Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 20/03/2012 - 17:21

Massa di vacche sacre (con tutto il rispetto, ovviamente, per le vacche)

Kalaritanum

Mar, 20/03/2012 - 17:22

Già, i vari ingroia, boccassini,de pasquale e tutti i magistrati sinceramente democratici, fanno il bello e cattivo tempo, alla faccia della Costituzione che quotidianamente sventolano ai quattro venti. Ma vorrebbero continuare a usare i tribunali per scopi anche ideologici. E' una vergogna! i loro errori errori sono troppi e gravi(la giustizia italica occupa l'indecorosa umiliante 159^ posizione nel mondo. Peggio persino del Burkina-Faso). Ai compagnuzzi sinistrati-repubblicones-travagliati, va di traverso se gli si ricorda che la giustizia nostrana è una delle peggiori del pianeta. Non lo dice Berlusconi, lo dicono istituzioni ufficiali internazionali preposti. In qualsiasi altro paese i giudici che sbagliano si fanno carico dei loro errori. La legge è uguale per tutti, tranne che per loro!

Ritratto di dicosololaverità

dicosololaverità

Mar, 20/03/2012 - 17:25

ANM sulle barricate? Mandiamogli subito i celerini coi manganelli ed i lacrimogeni. Se non dovesse bastare, anche gli idranti. Sgombriamo immediatamente le barricate. ci mancano solo le barricate dei giudici per far ridere il mondo intero. Almeno la Magistratura ci facesse vesere, finalmente, un pò di decenza.

rossini

Mar, 20/03/2012 - 17:28

Come può la Politica sottostare ai diktat spocchiosi e prepotenti della Supercasta? L'ANM spinge la sua tracotanza fino a confondere indipendenza con terzietà (quest'ultima significa imparzialità). Proprio quella qualità che dovrebbe essere la dote principale di ogni giudice, della quale i Magistrati Italiani tutti giorni dimostrano di essere carenti quando mettono il loro immenso potere a disposizione di questa o di quella parte politica (prevalentemente di sinistra) e poi, dopo qualche tempo, passano alla cassa per riscuotere il premio (nomine a deputato, senatore, sindaco, assessore, governatore di regione). I nostri deputati trascurano che, con l'introduzione di nuovi reati in materia di corruzione (ad es. la corruzione fra privati) consegneranno nuove armi nelle mani dei giudici i quali, se non dimostreranno assoluta imparzialità nell'esercizio dei nuovi poteri, continueranno ad avvalersene, come hanno fatto fino ad ora, per fini privati. L'emendamento Pini non dev'essere toccato!

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 20/03/2012 - 17:27

Rettifico. L’Anm scrive che “la terzietà, l’indipendenza e l’autonomia dei magistrati e quindi il principio di uguaglianza dei cittadini di fronte alle legge” sono minacciate dalla legge in itinere che vorrebbe stabilire la loro responsabilità per gli errori commessi, principio applicato a tutti gli altri dipendenti dello Stato. Quindi, secondo la Anm mantenendo la irresponsabilità civile dei magistrati (in spregio ad un risultato referendario) si tutelerebbero i cittadini. Tutto da ridere. Il fatto è che essi pretendono di non essere “uguali” agli altri cittadini, bensì esigano la “irresponsabilità”, naturalmente non per il loro bene, ma per il bene dei cittadini stessi, che altrimenti vedrebbero minata “la terzietà, l’indipendenza e l’autonomia” di chi li giudica. A me sembra una faccia tosta incredibile. Ma si sa, loro sono magistrati e quindi non sbagliano mai.

topogigio100

Mar, 20/03/2012 - 17:28

x alenovelli oooohhhh vedi che c'e' l'asino che vola!!!! e' vero? questo e' ciò che la sinistra inculca fin da neonati ai loro bambini forse tu sei uno di questi fatti in serie come le automobili hahahahah!!!! rifletti testina!!!!

Carlo Ferrari

Mar, 20/03/2012 - 17:31

Basta! come tutti i cittadini, anche i magistrati devono rispondere direttamente dei loro errori, così come ne rispondono avvocati, medici, ingegneri, insomma tutti. Non è concepibilre che gli appartenenti a una casta siano esenti da ogni responsabilirà diretta.

Raul Novi

Mar, 20/03/2012 - 17:31

Cos'hanno i magsitrati di diverso da noi? E' per caso una casta scesa dal cielo? Mi pare proprio di no! Io aggiungerei la responabiltà, anche penale a certe toghe. Un medico, un primario, vengono radiati dall'albo, spediti in galera se sbagliano, i cittadini rispondono civilmente, penalmente dei loro errori. Questi non pagano mai? Deve sempre pensarci lo stato a risarcire i cittadini lesi da questi signori? Lo Stato siamo noi, paghino di tasca loro, siano giudicati come tutti. Certi processi spettacolo, certe bagginate avrebbero fine!

rossini

Mar, 20/03/2012 - 17:33

Signori Deputati, abbiate uno scatto d'orgoglio, mandate a quel paese questa Supercasta di onnipotenti irresponsabili. Basta pochissimo perché passi la MADRE di tutte le riforme in materia di giustizia. Basta tener duro al Senato e l'emendamento Pini passerà a grande maggioranza (molti della sinistra lo voteranno specialmente se ci sarà lo scrutinio segreto). L'occasione non si ripeterà. Se svenderete al ribasso la responsabilità civile DIRETTA dei magistrati non vi lamentate poi di aver contribuito ad intrecciare la corda con cui sarete impiccati.

Profe

Mar, 20/03/2012 - 17:37

Ecco chi comanda veramente in Italia, insieme alle Banche e alle mafie!!!

Kalaritanum

Mar, 20/03/2012 - 17:46

Ho postato 4 commenti(tentato di postare..), ma non me ne è stato pubblicato nemmeno uno. Invece c'è un imbecille(fortunato?) a cui gliene pubblicano a raffica. Dal contenuto maleducato, volgare e estremamente offensivo verso chi la pensa in modo diverso, e contro gli stessi redattori. Questo forum sta diventando impraticabile. I responsabili di questa redazione a cosa stanno pensando? Ma non si accorgono dei gravi insopportabili insulti che vomitano i tanti alenovelli che qui fanno il bello e cattivo tempo? O si deve pensare che questi alenovelli hanno santi protettori? Sta diventando una vergogna inaccettabile! ALMENO QUESTA VERRA' PUBBLICATA?

Il giusto

Mar, 20/03/2012 - 17:44

Sono d'accordo sulla responsabilità dei giudici.Ma anche quella degli a.d.che mandano in fallimentoaziende e poi ricevono comunque liquidazioni milionarie.Ma anche quella di politici che con le loro scelte errate distruggono il nostro futuro e quello dei nostri figli.Vi ricordo che un giudice decide per una persona,ma un presidente del consiglio decide il futuro di milioni di persone.Secondo voi chi è piu' importante non sbagli? 1 invio 17.44

enzo1944

Mar, 20/03/2012 - 17:47

I Magistrati sono dipendenti dello Stato che hanno come compito quello di "APPLICARE LE LEGGI"!!Punto e basta!....Come tutti i dipendenti ,se sbagliano pagano,sì PAGANO come tutti nelle attività della vita di ogni giorno!!..... In Europa,tutti i Magistrati che sbagliano vengono rimossi e pagano,anche sanzioni pecuniarie se in loro c'è stata" mala fede o dolo"! Quindi,visto che siamo al 139 posto nel mondo per efficienza della Magistratura,è necessario ed indispensabile INTERVENIRE nell'amministrazione della Giiustizia,capito Palamara e Cascini!!!!...........e,.se serve,è indispensabile MANDARE A CASA E FAR CAMBIARE MESTIERE ai Magistrati Politicizzati(dichiarati e non)!...capito alenovelli del c..lo!!

Izdubar

Mar, 20/03/2012 - 17:55

Questi "intoccabili" sono i primi responsabili della pietosa condizione della giustizia. Ho saputo di un giudice che faceva 1 (una) sentenza all'anno, e restava bellamente al suo posto. In compenso, si dice che giocasse molto bene a tennis. Di che si lamentano i magistrati? Super pagati, lavorano quando vogliono, possono sbatterti in galera quando vogliono, non rispondono a nessuno delle loro azioni. Ma per favore!!!

pieropomiga

Mar, 20/03/2012 - 18:00

basterebbe introdurre un'assicurazione come si fa con i medici, che garantisca il cittadino e comunque non vada a toccare il patrimonio dei magistrati e si salverebbero capra e cavoli. Non ci vorrebbe poi molto

Il giusto

Mar, 20/03/2012 - 18:02

Sono d'accordo sulla responsabilità dei giudici.Ma anche quella degli a.d.che mandano in fallimentoaziende e poi ricevono comunque liquidazioni milionarie.Ma anche quella di politici che con le loro scelte errate distruggono il nostro futuro e quello dei nostri figli.Vi ricordo che un giudice decide per una persona,ma un presidente del consiglio decide il futuro di milioni di persone.Secondo voi chi è piu' importante non sbagli? 1 invio 17.44 2 ìnvio 18.00

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mar, 20/03/2012 - 18:03

Guarda,guarda,i palamaroti ermellinati vogliono continuare ad assegnare rigori senza fallo.Quale altra categoria lavorativa al mondo hà un simile trattamento? o meglio che pur sbagliando si assolve?Presidente ron-ron a quando una presa di posizione su questi strapagati dipendenti statali?Penso questi credano di essere nel Medioevo ed essere tanti Savonarola qui a comminarci tutto e di tutto senza venia.E ora di dire basta!Vediamo se i professori al governo del Presidente avranno l'ardire di far approvare la legge.Consiglio di prendere l'elmetto a scanso di lancio di oggetti,magari scatole delle scarpe o piedistalli.

Wolf

Mar, 20/03/2012 - 18:08

ANM è un'associazione eversiva e non ha titolo per condizionare il Parlamento. Si vada avanti altrimenti, io che sono un ingegnere, pretendo la stessa immunità, così anche per medici e tutti...aboliamo la Responsabilità Civile, aboliamo le assicurazioni RC e paghi lo Stato.

Ritratto di dicosololaverità

dicosololaverità

Mar, 20/03/2012 - 18:09

Per i Giudici che sbagliano propongo la Legge De Andrè: che siano chiusi in una cella in compagnia di un gorilla in calore e poi...vinca il migliore.

Il giusto

Mar, 20/03/2012 - 18:10

Sono d'accordo sulla responsabilità dei giudici.Ma anche quella degli a.d.che mandano in fallimentoaziende e poi ricevono comunque liquidazioni milionarie.Ma anche quella di politici che con le loro scelte errate distruggono il nostro futuro e quello dei nostri figli.Vi ricordo che un giudice decide per una persona,ma un presidente del consiglio decide il futuro di milioni di persone.Secondo voi chi è piu' importante non sbagli? 1 invio 17.44 2 ìnvio 18.00

handy13

Mar, 20/03/2012 - 18:17

...minerebbe la libertà dei giudici a giudicare..?.. x paura di sbagliare...?...NO dovrebbe avere solo più prove "contro"...non solo concetti campati in aria,... sue interpretazioni, non poteva non sapere,...parole di pentiti delinquenti,..(pentiti dopo essere presi naturalmente,...) non come L'INNOMINATO che si pentì prima,...

Giovanmario

Mar, 20/03/2012 - 18:18

#56 vabenetuttook.. ma sì che lavora.. lui.. il caro sandrino (ale sta per alessandro).. lavora molto di mano.. e siccome è mancino ha la mano sinistra molto ..ma molto più grande.. perchè l'uso sviluppa ..l'arto.. del resto ..con tutto il tempo che perde a scrivere ..se la scorda una vera sc..

cast49

Mar, 20/03/2012 - 18:20

#26 alenovelli, e non parliamo della legge che si non fatti quando hanno posdatato il momento in cui l'eventuale passaggio di denaro è stato compiuto, il tutto per non arrivare alla prescrizione senza aver condannato sia mills che B.; i comportamenti malsani delle toghe rosse non l'hai notato? sei uno str....zo o no?

jack1

Mar, 20/03/2012 - 18:22

c'è qualche eccelsa mente togata che mi spiega cosa c'azzecca l'autonomia e l'independenza con la responsabilità ???? mah , se sono tutti come Di Pietro stiamo freschi (e pensare che ci sono decerebrati che gli danno pure il voto) Che gentaccia

lallo1045

Mar, 20/03/2012 - 18:23

Chi mi paga per i danni causatimi dai magistrati? La sentenza in sunto: "Hai ragione, devi essere pagato. Vai a prenderti i soldi dal debitore". Io rispondo: "con quali mezzi posso obbligare il debitore a pagarmi?" Non ho potere coercitivo per far valere la sentenza. Anzi, non posso "violare la privacy(Befera si) per cercare il malloppo". Ed allora? Vale la legge del menga: Chi l'ha preso nel cul se lo tenga. E questa la chiamano GIUSTIZIA. Senza contare quando il giudice, seppur con ragione, ti da torto. tanto per la SUA SENTENZA non gli puoi far niente. Fino ad ora; spero che cambi in fretta. La nostra giustizia così amministrata sarebbe già onorata se parzialmente utilizzata in Bourkina Faso. Certamente in un paese che si dichiara civile come l'Italia fa semplicemente SCHIFO.

enzo1944

Mar, 20/03/2012 - 18:23

Le leggi le fa il Parlamento,così dice la Costituzione della Repubblica Italiana,pertanto cari Cascini e Palamara,dovete accettare questa realtà della DIVISIONE DEI POTERI DELLO STATO!...Voi dovete solo applicarle le Leggi(non interpretarle per ragioni politiche contro i vostri avversari,come fanno molti di Voi!)...VIETTI E NAPOLITANO,fate applicare le Leggi del Parlamento ai vostri Magistrati(siete Voi i Capi della Magistratura)!....alenovelli,per me è un MAGISTRATO ROSSO IN PENSIONE,ma da molto tempo!!.........e solo fuori di testa e dal mondo!...disciu....ti!!

APG

Mar, 20/03/2012 - 18:25

Ormai l'Italia è nelle mani dei magistrati, i padroni sono loro. Peccato che ce ne accorgiamo solo adesso, Berlusconi è da almeno quindici anni che lo dice e tutti, a cominciare naturalmente dalla sinistra, a dargli palate sui denti. Chissà se la sinistra se ne rende conto, mah? La madre di quegli imbecilli è sempre incinta.

prodomoitalia

Mar, 20/03/2012 - 18:24

alenovelli - come vedo un tuo commento lo salto "appièpari".... tanto valgono quanto l'anima del fagiolo che sale al cielo ! Ne resta solo il tanfo !

jack1

Mar, 20/03/2012 - 18:24

toh dopo 10 giorni la presentazione dell'emendamento della Lega sulla responsabilità dei magistrati , guarda caso , a Milano è scoppiato il sistema di tangenti PDL-LEGA con indagati vari ....che strana coincidenza.... Palamara & soci tod de cazzzzz, please

tofani.graziano

Mar, 20/03/2012 - 18:28

47 VINCE 5O-46 PASQUALE ESPOSITO-36 HERNANDO 45- il sig. alenovelli che interviene in modo massiccio su questo forum e su tutti gli argomenti, peraltro spesso in maniera volgare e offensiva, e' famoso per non avere la minima cognizione di quello che dice.Voi in maniera e con argomenti chiari avete cercato di confutare le sue farneticanti affermazioni.Mettetevi l'animo in pace egli non e' in grado di distinguere una responsabilita' per dolo da un errore umano che chiunque anche un giudice puo' fare,non e' in grado di distinguere le ferie di un impiegato da quelle di chi lascia a marcire in carcere una persona,e infine per democrazia egli intende solo la propria arroganza e non la liberta' che anche a lui viene concessa di esprimere le sue opinioni

jack1

Mar, 20/03/2012 - 18:32

34 mariolino50 poretto non capisci proprio una cippa eh?????? incredibile ...la domanda è perchè esisti ????? Deficiente la responsabilità è anche a senso inverso , capito demente ??? Te lo spiego , se un giudice mette in libertà un delinquente che commette un'altro reato deve esserci la possibilità di punirlo che sia il cittadino o lo stato la responsabilità è indispensabile ....capito cretino ???? Un consiglio , vai a postare su L'Unità che lì sei in buona compagnia...

carygrant

Mar, 20/03/2012 - 18:32

se questo governo è un governo serio metta un freno alllo strapotere delle caste e delle lobby in genere. Alla Casta dei magistrati in quanto non sono immuni da errore e se sbagliano DOVRANNO da ora in avanti pagare ma dovranno anche pagare di tasca loro le intercettazioni perchè non è più giusto che le paghi lo stato cioè tutti noi. Quanto a pagare i loro errori i magistrati dovranno pagare non in denaro perlomeno non direttamente ma trattenendo loro dei soldi in busta paga tanto hanno superstipendi, finora La crisi la stanno pagando solo le classi meno abbienti. Per tutte le altre caste non ultima quella dei petrolieri qui vorrei davvero vedere se il Governo perchè se se la fa sotto allora meglio che se ne vada e subito. Soprattutto se è solo capace di mettere solo tasse, tasse e ancora tasse...e i partiti che lo sostengono si sveglino anche loro e diano un aut aut: altre tasse e faremo masncare il ns appoggio

bojeri

Mar, 20/03/2012 - 18:45

ci sono troppi matti in giro , hanno anche loro il diritto di parlare, e quindi anche di scrivere commenti deliranti.... cercando di essere seri ( per quel che serve in Italia ) , sarebbe ora che anche la Magistratura faccia un po di conti . avere una sentenza è anche un diritto . se non la fai o sbagli non solo devi pagare , ma dopo alcuni errori devi essere interdetto e vai a cercarti un'altra occupazione come succede a tutte le persone normali.

lirero

Mar, 20/03/2012 - 18:47

E' davvero singolare la motivazione che i magistrati adducono per schivare la responsabilità. Anche loro, come scalfaro, in sostanza proclamano "Noi non ci stiamo". Ovvio, stessa stoffa. Essi dicono che non sarebbero liberi, ma condizionati, e pertanto eviterebbero di emettere giudizi rischiosi. A parte il fatto che giudizi rischiosi e non ben provati sarebbero comunque da evitare, vorrei sapere perchè ad un chirurgo, professionista valido quanto un magistrato, di fronte ad un intervento assai rischioso, magari su un giudice a rischio di vita, non sia consentito astenersi senza incorrere in guai sicuramente pesanti, mentre un giudice potrebbe lavarsene le mani ed emettere sentenze "comode", senza rischi, e tirare a campare e magari continuare ad essere riverito.

scipione

Mar, 20/03/2012 - 18:48

On.Gasparri non mollate per nessuna ragione . " Autonomia e Indipendenza " di certi magistrati??????....ma che siamo su schrzi a parte?!?!? Da scompisciarsi dal ridere.Facce di m...a.

bojeri

Mar, 20/03/2012 - 18:54

oggi il popolo Italiano è praticamente fallito sotto una montagna di debiti. Non riusciremo mai a risollevarci. La politica con la magistratura ci ha intrattenuto con il rubygate ( pur disdicevole ) e processi simili ,come se fossero l'unico problema del paese . Oggi la stessa politica scappa e chiede a Monti di fare ciò che non ha fatto quando era possibile ( mettere i conti a posto ) ma dove hanno guardato sino ad ora i magistrati ? se corruzione , spreco e tutto il peggio che abbiamo hanno messo le radici dobbiamo ringraziare loro. oltre a quella civile dobbiamo imputargli anche quella morale.....

cast49

Mar, 20/03/2012 - 19:03

#67 Kalaritanum , bravo, hai ragione a incavolarti, lo faccio anch'io tante volte che mi sono stufato veramente, a quel co...ne viene permesso tutto, avrà certamente i santi in paradiso o in redazione o tra quelli che controllano i nostri commenti, il solito do ut des???

precisino54

Mar, 20/03/2012 - 19:07

Immaginavo che i giudici, supremi difensori della Costituzione, con cui continuamente sfilano e alla quale “partigianamente” si richiamano, avessero fatto sapere al Parlamento di non arretrare sul principio di indipendenza dello stesso e della sua capacità legislativa. Sino ad ieri conoscevo i tre principali iter parlamentari della formazione delle leggi, non mi pare che ci fosse tra queste la possibilità per i magistrati di fare dettati o peggio intimazioni, probabilmente non conosco bene la questione ...... o no? Complimenti a #61 02121940 condivido totalmente. X #40 giovanni PERINCIOLO espressioni quali onestà intellettuale sono antitetiche a persone quali Alenovelli in primo luogo perché lo stesso da tempo ha rottamato il suo cervello, per l’onestà poi lasciamo perdere! X #36 hernando45 ma che dici? vuoi spiegare a qualcuno cosa vuol dire essere democratico ma sai a chi stai parlando?

Ritratto di mario.leone

mario.leone

Mar, 20/03/2012 - 19:07

Se non erro, c'è un referendum che ha approvato la responsabilità civile dei giudici. Ovviamente, siccome è il popolo bue, non SOVRANO, ad aver deciso, vada a fare in quel posto, e così la norma non è stata votata dal Parlamento e non è entrata in vigore ed i giudici se ne fottono altamente. Così, invece do applicare la legge, la interpretano con i risultati che tutti conosciamo. A proposito, ANM esiste solo quando si sfiorano i loro privilegi?

antonio54

Mar, 20/03/2012 - 19:10

Devono essere puniti come tutti i cittadini, non hanno nulla di speciale. Se non gli sta bene possono sempre cambiare mestiere.

voce.nel.deserto

Mar, 20/03/2012 - 19:11

Non servono chiacchiere.La magistratura va rifondata su basi elettive garantendone l'autonomia e la terzietà.

precisino54

Mar, 20/03/2012 - 19:16

X #85 jack1, no non è un caso, è la riproposizione di mani pulite che ebbe inizio non dall’arresto di Mario Chiesa come sempre è stato detto, ma dall’arresto di P. Greganti tesoriere della sede milanese del pci; il resto venne dopo per mascherare quanto fatto dagli “onesti”. Lo stesso sta avvenendo ora con inquisiti per ipotetici piatti di pasta per oscurare la vicenda Penati che stranamente si trascina da mesi ma ancora nessuna richiesta di misure cautelari strano vero?

precisino54

Mar, 20/03/2012 - 19:28

X #86 tofani graziano – “47 VINCE 5O-46 PASQUALE ESPOSITO-36 HERNANDO 45- il sig. A ..... che interviene spesso in maniera volgare e offensiva, e' famoso per non avere la minima cognizione di quello che dice”. Io credo che questo cret..o, che anch’io ho cercato di istruire su educazione e sulle questioni su cui sproloquia continuamente sia la dimostrazione del censore di cosa significhi DEMOCRAZIA. Sono certo che ciò non venga recepito specie perché immagino che l’inarrivabile A appartenga a quella categoria che da se stessa si definisce democratica, liberale depositaria della cultura e di tutto quanto di positivo ci sia nel creato, altro che Baudo questi si credono di aver creato loro il mondo.

Rigoletto

Mar, 20/03/2012 - 19:46

#20 alenovelli prima di scrivere, fai uno sforzo: non bere a garganella vodka o grappa a 85° gradi per schiarirti le idee; farai migliore figura. PROSIT.

giottin

Mar, 20/03/2012 - 20:10

Se Vittorio Feltri istituisse oltre che il premio bamba anche il premio "garifula", provate a indovinare chi ne vincerebbe uno al giorno? Sì bravi avete fatto centro, è proprio lui, alenovelli.

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 20/03/2012 - 20:16

Vorrei proporre al Censore/Redazione che dopo ogni 10 uscite di tale ALENOVELLI sullo stesso articolo, gli sia richiesto d'inviare copia scan del documento comprovante di aver scopato il mare almeno durante un'ora ininterrotta prima della prossima elucubrazione.

pescecane

Mar, 20/03/2012 - 20:14

#26 alenovelli - La colpa per le mirabolanti fesserie(è un eufemismo) che continua a scrivere non è sua. E' dei colleghi dell'ospedale psichiatrico che l'hanno fatto uscire anzichè chiuderlo in una stanza priva di spigoli per non fare male a sè ed agli altri. La colpa di tutto poi è della legge Basaglia che ha chiuso i manicomi e pensare che ai suoi tempi ero anche d'accordo!Berlusconi non ha promulgato nessuna legge che ha consentito la prescrizione di un processo che è arrivato alla conclusione di primo grado dopo 16 anni. Sono i fancazzisti dei giudici che come Caselli vanno dappertutto tranne che ion ufficio a lavorare. Io faccio il medico , opero quotidianamente e non mi spavento di affrontare le mie responsabilità in caso di errore. Ma i magistrati appartengono ad una razza superiore. Come lei. A proposito se vuole le fornisco i nomi di qualche collega che può curtarle quel poco che rimane del suo cervello. Se non bastassero loro può sempre rivolgersi a Padre Amorth, l'esorcista.

mariolino50

Mar, 20/03/2012 - 20:33

#87 jack1 io in genere non offendo nessuno ma visto che comincia il cretino e demente sarà lei, io conosco degli avvocati e già si fregano le mani al pensiero che venga approvata una ******* del genere che non esiste al mondo, il giudice non deve avere condizionamenti di alcun genere nello svolgere la sua opera, che non è un mestiere qualsiasi ma uno dei tre poteri dello stato, inoltre solo l'imputato può fare causa al giudice e non le parti lese, parlate di cose di cui non avete la minima idea o credete davvero che la giustizia sia una scienza esatta come la matematica, ada alti livelli è opinabile anche quella, vorrei vedere molti di voi in tribunale a decidere del destino di chi avete davanti cosa fareste, già è difficile di suo, con una cosa del genere praticamente impossibile.

chiachia75

Mar, 20/03/2012 - 20:35

Per il moderatore...MA SEI AMICO DI ALENOVELLI PER CASO? A lui ne pubblichi 40 al minuto agli altri 1 se ti và?

scipione

Mar, 20/03/2012 - 20:44

Kalaritanum,caro amico,non te le prendere per i deliri di quel cretino BANANAS SINISTRO.Gli dai troppa soddisfazione , sai benissimo che il " MAGGIOR DISPREZZO E' LA NONCURANZA". Percio' ignoralo come merita un fetido erede della ideologia criminale che ha infestato il mondo e ,in modo criminale, ha sterminato,al pari del nazismo, milioni di uomini e donne inermi. Lascialo latrare alla luna come un coyote rabbioso.

Ritratto di Giuseppe da Basilea

Giuseppe da Basilea

Mar, 20/03/2012 - 20:45

Eh si egregio " alenovelli " leggendo i Suoi post se ne deduce che Lei da piccolo e´stato tenuto troppo poco in braccio.

Giovanmario

Mar, 20/03/2012 - 21:00

#71 pieropomiga... già.. ma è proprio quello che non vogliono i magistrati.. pagarsi un'assicurazione che, con tutte le caxxate che fanno.. gli costerebbe metà dello stipendio.. pensiamo solo a tutte la cause prescritte per loro inadempienza

cast49

Mar, 20/03/2012 - 21:11

#26 alenovelli, e ti pareva che non mettessi in mezzo Berlusconi? perchè non dici che le toghe rosse si sono comportate malissimo? si tagliano i testimoni a favore altrimenti arriva la prescrizione? e non si mette sotto processo penati ma si aspetta la prescrizione? e questo è valso per bassolino ed altri dopo tutto ciò che ha combinato a napoli...tornando a mills, B. non ha fatto un ***** di niente e mills fu ritenuto colpevole solo per piacere ai magistrati e per asseverare la loro linea che diceva che se mills è stato corrotto ci doveva essere per forza il corruttore;non ti è venuta in testa l'idea che i magistrati si sono comportati così per voler per forza condannare B.? Dal processo si evince non l'avvenuta prescrizione ma il fatto che B. fosse innocente,anche se per te non è così,lo volevi in galera,vero? e fottiti adesso,testa di ***** che non sei altro e figlio di ******a...

Ritratto di Piergiorgio Gelli

Piergiorgio Gelli

Mar, 20/03/2012 - 21:13

Gasparri non mollare ....non molllare...non mollare .....non fatevi sovrastare dalla Anm, loro non devono avere il potere di condizionare il Parlamento, devono applicare la legge con imparzialita'. E dal momento che nel passato hanno commesso molti errori soprattutto voluti, perche' politicizzati o per interesse privato e' giusto che in futuro vengono stabilite delle norme secondo le quali i magistrati potranno essere perseguiti per gli errori che dovessero commettere. Questa e' imparzialita' i cittadini devono sentirsi protetti da questa casta che incute terrore ai cittadini onesti e solleva i delinquenti.

giovannib

Mar, 20/03/2012 - 21:26

un potere dello Stato che, dovrebbe applicare le leggi, si oppone al potere del Parlamento che rappresenta il POPOLO SOVRANO ed emana le leggi, deve essere riformato se non completamente modificato. Và ricordato a questi neri sbandieratori della Costituzione che loro sono soggetti alla legge come TUTTI I CITTADINI anzi hanno più responsabilità SIAMO IN DEMOCRAZIA!!!!!!!!!!!!! RICORDATELO AI MAGISTRATI che forse hanno dimenticato in che Paese siamo

Il giusto

Mar, 20/03/2012 - 21:37

Nessun dubbio che vadano riformate leggi e magistratura.Ma certo non poteva essere uno come silvio a farlo...come lo facesse riina...1 invio 21.36

beale

Mar, 20/03/2012 - 22:11

Siamo ormai all'anarchia ovvero alle dittature degli apparati. La democrazia, la sovranità del popolo sono argomenti buoni per le citazioni di Napolitano.Ciascuno difende le proprie prerogative anzi cerca di allargare la sfera d'influenza. Tutti si tengono vicendevolmente per i m....ni compreso il governo dei professori. E allora? Autogoverno per tutti, alla Cetto Laqualunque oppure azzeramento e ricambio generazionale di tutti i vertici in tutte le istituzioni. Ma don Abbondio il coraggio non ce l'ha!

piertrim

Mar, 20/03/2012 - 22:32

"L'emendamento Pini che prevede la responsabilità diretta - ha spiegato la delegazione dell'Anm durante l'audizione alla commissione Giustizia a Palazzo Madama - va stralciato per garantire autonomie e indipendenza dei magistrati". Mi sembra che introducendo una responsabilità diretta del magistrato sia maggiormente garantita l'autonomia ed indipendenza del magistrato ed una maggiore garanzia anche per il cittadino! E non il contrario.

precisino54

Mar, 20/03/2012 - 23:36

Anche questo già inviato inutilmente ore fa, 2° tentativo X #85 jack1, no non credo sia un caso, è la riproposizione di mani pulite che ebbe inizio non dall’arresto di Mario Chiesa come sempre è stato detto, ma dall’arresto di P. Greganti tesoriere della sede milanese del Pci; il resto venne dopo per mascherare quanto fatto dagli “onesti”. Lo stesso sta avvenendo ora con inquisiti per ipotetici piatti di pasta e così oscurare la vicenda Penati che stranamente si trascina da mesi ma ancora nessuna richiesta di misure cautelari strano vero?

ferraridoc

Mer, 21/03/2012 - 08:37

Perchè non abolire anche la responsabilità dei Medici, minerebbe la loro "terzietà, l’indipendenza e l’autonomia" e poi perchè non quella degli Avvocati, degli Ingegneri, dei Giornalisti e così via....

Tina Ferrari

Mer, 21/03/2012 - 12:22

Speriamo che i parlamentari non mollino, la responsabilita' dei magistrati e' assolutamente giusta. Sono loro a dire che tutti i cittadini sono uguali x la legge. Allora che anche loro si prendano delle responsabilita'. Troppo comodo, parlano bene e razzolano male. Anzi malissimo, e' ora che si mettano a lavorare e chiacchierino meno.

Tina Ferrari

Mer, 21/03/2012 - 12:25

Speriamo che i parlamentari non mollino. La legge sulla responsabilita' dei magistrati e' piu che giusta e equa. Sono i magistrati stessi che dicono che la legge e' uguale x tutti. Allora che anche loro paghino se sbagliano, sarebbe un mondo di denaro che noi cittadini risparmiamo. Gia questo sarebbe sufficiente. Si facciano un'assicurazione, come fanno i medici, gli avvocati e tutti i professionisti.

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 21/03/2012 - 16:09

#75 dicosololaverità (338) 20.03.12 18:09 scrive: "Per i Giudici che sbagliano propongo la Legge De Andrè: che siano chiusi in una cella in compagnia di un gorilla in calore e poi...vinca il migliore" - - - Approvo; sarebbe una giusta contrapposizione e compensazione della Legge Del Menga fatta subire ai cittadini. – (4° invio)

piertrim

Mer, 21/03/2012 - 20:07

Caro ALENOVELLI, può postare anche 100 commenti ma non convince nessuno. Guardi che lei sembra l'ultimo dei giapponesi rintanato nella giungla, non ha sentito l'avviso che la guerra è finita o non lo vuole sentire? La stragrande maggioranza degli italiani non la pensa come lei e l'hanno dimostrato con il referendum, per cui lasci perdere e si metta il cuore in pace.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 22/03/2012 - 01:25

La responsabilità personale farebbe scendere i magistrati dall'olimpo che i sono costruiti per evitare le noie che affliggono qualsiasi altro professionista. Accampano la scusa di un attentato alla loro indipendenza. Al contrario, sapendo di dover pagare per errori o per superficialità, saranno costretti a lavorare con più coscienza. Prima di sbattere in galera la gente ed andare in ferie fregandosene del dramma vissuto ad esempio da Cagliari che si è suicidato per essere stato "dimenticato" a san Vittore dal pm De Pasquale, questi "indipendenti" avranno modo di riflettere di più sulle decisioni da prendere.

paci.augusto

Gio, 22/03/2012 - 17:27

Ho appena visto il video che sbugiarda in modo assolutamente innegabile questo farabutto, ipocrita, bugiardo simpatizzante comunista del terrorismo rosso. Questa donna gli mostra impettita la maglietta con evidente espressione di fierezza, mentre l'ipocrita mentitote la guarda compiaciuto. Poi parla con un'altra compagnaccia con un cartello offensivo e quindi si coccola queste due gentildonne, abbracciandole con calore! Un vigliacco, smaccato mentitore simile è stato certamente il più vergognoso ministro della giustizia che abbia avuto l'Italia!!!!

voce.nel.deserto

Sab, 07/04/2012 - 23:25

La magistratura non offfre nessuna tutela ai cittadini onesti vittime di delitti di sangue.Per le donne violentate ed accoltelate poi siamo alla vergogna nazionale. Intanto da subito bisogna dimezzare tutti gli stipendi dei magistrati. . La retribuzione di un insegnante di scuola media deve bastar loro ed avanzare.

voce.nel.deserto

Sab, 07/04/2012 - 23:25

La magistratura non offfre nessuna tutela ai cittadini onesti vittime di delitti di sangue.Per le donne violentate ed accoltelate poi siamo alla vergogna nazionale. Intanto da subito bisogna dimezzare tutti gli stipendi dei magistrati. . La retribuzione di un insegnante di scuola media deve bastar loro ed avanzare.