Toghe scatenate: i carabinieri dal Cav

Tempi ad personam per Berlusconi: già emesso e notificato il decreto di carcerazione. Revocato il passaporto

Milano - Altro che procedura ordinaria. Neanche il tempo che si asciughi l'inchiostro sulla sentenza, e la Cassazione mette il turbo alla macchina destinata a eseguirla e a privare Silvio Berlusconi del seggio di senatore, della possibilità di espatriare e - alla fine, non si sa come né quando - della libertà. Le sentenze sotto i cinque anni di solito viaggiano da Roma a Milano per posta ordinaria, e anche in questo caso tutti si attendevano che la prassi venisse rispettata. Invece alle 20 e 31 di giovedì dalla cancelleria della sezione feriale della Cassazione il fax con la condanna parte per l'ufficio di Manlio Minale, procuratore generale a Milano: dove però a quell'ora non c'è nessuno, proprio perché nessuno si aspettava tanta fretta. Ieri mattina, alle 7 e 59, un cancelliere insolitamente mattiniero della Cassazione rimanda il fax: stavolta al numero dell'ufficio esecuzione della Procura generale. Gli impiegati lo trovano poco dopo, arrivando in sede. È il segnale del via. La macchina dell'esecuzione è partita.
Perché tanta fretta? Cinque o sei giorni non avrebbero cambiato niente. L'unica spiegazione possibile è che a Roma o a Milano qualcuno fosse convinto che Berlusconi si preparasse a scappare, e che per questo fosse urgente ritirargli il passaporto. Per questo si è voluto tagliargli le vie di fuga verso una sua personale Hammamet.
La Procura di Milano, vista la rapidità d'azione della Cassazione, si mette al passo. Il sostituto procuratore generale Antonio Lamanna legge il fax e lo trasmette al piano di sopra, nelle mani di Ferdinando Pomarici: 71 anni, uno dei grandi vecchi della Procura milanese, il pm dei processi a Prima Linea e del caso Calabresi. Duro era e duro è rimasto. Vicino alla pensione, Pomarici si occupa di un ufficio usualmente defilato, l'ufficio esecuzione. Che però in questo caso diventa un ufficio delicato. Pomarici non perde tempo. Apre un fascicolo intestato a «Berlusconi Silvio». Emette il decreto di carcerazione, e subito dopo il decreto che sospende l'esecuzione della pena per dare il tempo al condannato di chiedere misure alternative. Poi fa partire tre copie del provvedimento. Una è per i carabinieri, che devono mettersi alla ricerca di Berlusconi. Uno è per la questura di Milano, che ha rilasciato il passaporto al Cavaliere e che deve revocarlo. Il terzo, ed è quello che arriva per primo a destinazione, è per il Senato, perché provveda - in applicazione del decreto legge anticorruzione del governo Monti, che porta la firma di Angelo Alfano e che molti avevano accusato di essere troppo morbido - a dichiarare decaduto l'ex presidente del consiglio dallo scranno di Palazzo Madama.
Subito dopo è la questura di Milano a dare immediata esecuzione all'ordine della Procura. Il passaporto rilasciato al cittadino Berlusconi viene revocato «su ordine dell'autorità giudiziaria». A farsi riconsegnare materialmente il documento provvederà la questura di Roma, dove - secondo quanto ha verificato in tempo reale la Procura - il Cavaliere ha trasferito da poco la sua residenza. Ma la revoca del passaporto è già stata inserita nel database delle forze di polizia. Se oggi Berlusconi cercasse di espatriare - anche per una vacanza o un impegno politico - si vedrebbe respinto alla frontiera. Anche il passaporto diplomatico di cui gode, rilasciato dal ministero degli Esteri, verrà revocato in queste ore.
Sono misure a loro modo burocratiche, ovvie. Ma che segnano una svolta epocale nel percorso giudiziario, umano e politico di Berlusconi. Di visite dei carabinieri il Cavaliere ne ha già ricevute tante, a partire dal giovane ufficiale che il 22 novembre 1994 gli portò a Napoli il primo avviso di garanzia. Ma la visita di ieri del generale Maurizio Mezzavilla a Palazzo Grazioli racconta tutta un'altra storia. Nel foglio che gli consegna il generale gli viene comunicata la sua prima sconfitta. Certo, c'è la sospensione della pena, ci sono trenta giorni di tempo - che poi diventeranno più di settanta per via delle vacanze - per decidere le prossime mosse. Ma il foglio era intestato: «Ordine di esecuzione». Non deve essere stato un bel momento.

Commenti

Michele1955

Sab, 03/08/2013 - 08:45

Una bellissima e solerte magistratura, ligi al dovere operosi al massimo, instancabili, faticano da mattina a sera, ma intanto del caso Montepaschi nessuno fa sapere niente, del caso Ilva tutto tace. Sono d'accordo con Berlusconi anche se in parte non approvo.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Sab, 03/08/2013 - 08:47

che schifo , datemi il nome di un paese dove posso chiedere asilo politico . possibile che questi vecchi rinco da 8000 euro al mese solo di pensione , ma non si vergognano e non possono pensare alla loro salute ? anche il passaporto gli rubano ? ma signori siate seri , va bene che la vostra vetustà ve lo vieta ma dove è la credibilità della legge ?

retnimare

Sab, 03/08/2013 - 09:00

Quando facevo la facolta' di giurisprudenza, tra i colleghi quelli piu' complessati, che da bambini avevano subito angherie o comunque piu' cattivi d'animo, ecco quelli dicevano che avrebbero intrapreso la carriera in magistratura. Sono una casta di talebani complessati e guai a chi li tocca.

giovauriem

Sab, 03/08/2013 - 09:03

lo fanno a posta per umiliarlo,ma non ci riusciranno,per umiliare una persona bisogna essere dei puri e questa razza si è estinta tanti anni fa

giovauriem

Sab, 03/08/2013 - 09:10

gentaglia di sinistra e grillini,ci vediamo alle urne a brevissima scadenza,per emettere la nostra sentenza

bruna.amorosi

Sab, 03/08/2013 - 09:26

poi dicono che è BERLUSCONI che si fa leggi ad personam per questo povero cristo addirittura i magistrati fanno il lavoro straordinario contro ad.personam

lamwolf

Sab, 03/08/2013 - 09:27

Se tanta celerità fosse anche per mafiosi, criminali, assassini e delinquenti, non saremo negli ultimi posti della classifica mondiale per giustizia. E mi starebbe anche bene!!!!

Ritratto di depil

depil

Sab, 03/08/2013 - 09:33

I carabinieri eseguono gli ordini della procura? Tanti Priebke che ubbidiscono.

Ritratto di depil

depil

Sab, 03/08/2013 - 09:37

adesso statene certi che il generale potrà cambiare il suo cognome da Mezzavilla a Villaintera (le toghe hanno tanti soldi per ringraziare i loro ---).

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Sab, 03/08/2013 - 09:45

xbruna amorosi. Le leggi a personam sono una realtà. Questo povero cristo ha rubato soldi agli italiani. Se a te va bene così a me no. I magistarti fanno il loro dovere, quello che il tuo capo non ha fatto perchè pensava solo a se stesso e ai suoi divertimenti.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Sab, 03/08/2013 - 09:56

Anche da questo fatto traspare con EVIDENZA CHIARA il grande ACCANIMENTO (In nome del Popolo Italiano ??) contro un grande Lider Politico. Ed a pensare che milioni di procedimenti civili e penali DORMONO IMPOLVERATI negli scaffali in ATTESE ULTRAVENTENNALI (Particolarmente i PENALI nella grande VORAGINE della PRESCRIZIONE). Contenti di tutto ciò il Grande CAPISSIMO del COLLE, EPIFANI,BERSANI, DALEMA ed ALTRI (Tutti ROSSI KGB)continuano felici nei loro "piani" per il raggiungimento della VITTORIA DEFINITIVSA.Già anche loro sono Straricchi ma non gli farebbe MALE...molto di più. E al POPOLO ANCHE QUELLO ROSSO ?...UN Pò DI "NERBATE" TRA CAPO E COLLO E LO PORTERà ALLA CONSAPEVOLEZZA della libertà Comunista.

CALISESI MAURO

Sab, 03/08/2013 - 09:58

filippo agostani, quali soldi ha rubato agli italiani? per precisione non e' il mio capo e non ho mai votato PDL. Tuttavia sono curioso di sapere. Poi dato che e' cosi sicuro e zelante, mi dica come vanno considerati i 14 miliardi ( di euro) spariti da MPS. Quelli erano i suoi soldi P...a

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Sab, 03/08/2013 - 10:06

X filippo agostani: Talmente ottusi che non sapete manco scegliere chi frega i soldi agli italiani e chi invece ha contribuito alla ricchezza del paese. I vostri kompagnucci che vivono sulle tangenti e prima con i dollari russi fregati alla povera gente che non aveva di che vivere, li ritenete onesti. Fate funzionare il piccolo neurone che avete nel cervello, non conservatelo solo per non sentire il rimbombo nella scatola cranica.

Triatec

Sab, 03/08/2013 - 10:12

filippo agostani @ Questo povero cristo ha rubato soldi agli italiani... senza nessuna prova, ma è sufficiente il convincimento dei giudici. Questo modus operandi, alcuni la chiamano giustizia!!

villiam

Sab, 03/08/2013 - 10:17

colpo di stato ,preparato ed eseguito da certa magistratura,troppo da nascondere ,non vogliono riforme per il potere assoluto ,ripeto è un colpo di stato puro e smplice ,sta al popolo italiano ribellarsi!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Sab, 03/08/2013 - 10:20

Decisioni rapide, come quelle del giudice Hoyle a favore di Concannon e dell'Arcidiocesi, nel " Verdetto " di S. Lumet.

villiam

Sab, 03/08/2013 - 10:21

filippo agostani quello che pensi tu non ha prove ,sono i magistrati di sinistra che hanno creato reati ad personam!!!!!!!!!!

bruna.amorosi

Sab, 03/08/2013 - 10:29

filippo Agostani a quando sembra tutte le leggi che ha fatto a personam questo uomo i tuoi schifosi magistrati li hanno usati proprio contro di chi tu pensi sia favorito perciò prima di parlare aziona il cervello .( se lo hai ).

Giangi2

Sab, 03/08/2013 - 10:32

Un grande complimento alla nostra magistratura, sono stati fantastici, hanno ridefinito un nuovo standard sulle procedure e tempistica. Adesso però che estendano all'altro 99,9% dell'utenza. La nuova procedura ad personam dovrebbe e doveva essere cosi da 50 anni....... Mah forse stanno facendo le prove tecniche di velocizzazione. Intanto però succede che facciano scadere i termini per la custodia cautelare oppure faccia o decadere un'arresto per vizio di forma per un pericoloso stupratore seriale. Avanti cosi resistere resistere resistere companeros

ZIPPITA

Sab, 03/08/2013 - 10:36

Volevo ricordare al Sig. RUTELLI che a suo tempo disse "io non ero a conoscenza..." che non importa, anche lui DEVE andare in PRIGIONE e avere lo stesso trattamento che ha ricevuto il Cav Berlusconi. OGGI SI E' CREATO UN BEL PRECEDENTE E TUTTI I COMUNISTI CHE HANNO SBAGLIATO FINIRANNO DENTRO. O PER VOI NON VALE???

Giangi2

Sab, 03/08/2013 - 10:38

Ah dimenticavo, adesso che hanno condannato Berlusconi sono rimasti disoccupati. Il Male assoluto e' stato debellato ma non del tutto. Rimangono i votanti, si potrebbe iniziare a perseguirli anche nei vari forum, chi dice qualcosa contro la magistratura o a che solo a favore di Berlusconi dovrebbe beccarsi dai 5 Ai 15 a anni di reclusione a secondo della gravità delle dichiarazioni. Cosi la democrazia la trionferà

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 03/08/2013 - 10:45

filippo agostani: scusi la mia ignoranza, ma mi dica quali soldi ha rubato Berlusconi agli Italiani, e quindi anche a me, perché non mi risulta e invece mi risulta che abbia dato da lavorare a decine di migliaia di famiglie e, mi dica anche per quale ragione i "suoi" magistrati farebbero il loro dovere lasciando perdere tutte le malefatte dei "suoi" capi della sinistra da Dalema a Penati, dal MPS a UNIPOL, dalle COOP ai sindacati e non ne scrivo altri in quanto sarebbe troppo lungo l'elenco. Mi erudisca per piacere e mi dica chi ha veramente rubato agli Italiani come me e non come i rom (ladri di natura) o gli extracomunitari che non lavorano e quindi rubano e che ormai hanno sia casa che sussidi pagati da noi Italiani mentre noi Italiani siamo alla fame. Grazie.

doris39

Sab, 03/08/2013 - 10:49

I giudici hanno usato la Ferrari solo con Berlusconi,nel 2008 Giuseppe Salvatore Riina, figlio del capo dei capi di Cosa nostra,venne scarcerato per decorrenza dei termini. Nel 2011 quattro imputati condannati per aver aiutato Bernardo Provenzano durante la sua latitanza vennero scarcerati perché dopo due anni dalla sentenza di secondo grado non era ancora arrivato il pronunciamento della Corte di Cassazione. Chiamatela giustizia! De Benedetti ,che deve pagare una multa di 227 milioni di euro a causa di imposte non pagate,quindi ha evaso,è ricorso in Cassazione.Vedremo come andrà a finire,se nuovamente sarà graziato.

beep

Sab, 03/08/2013 - 10:51

guardare l'operato di questi magistrati mi viene da vomitare. Esseri spregevoli che si nascondono dietro il grande potere che una nazione, sorda e disattenta ,gli ha regalato. Ora questo potere non si toglie facilmente e per tornare ad essere un paese normale ci costerà caro.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 03/08/2013 - 10:53

Le toghe che decideranno sulla condanna del Cavaliere sarebbero tutte "conservatrici". Questo il titolo di Libero alcuni giorni fa. Ora sono diventate tutte toghe rosse... Mettetevi un po' d'accordo tra di voi.

Ritratto di utentegiornale12

utentegiornale12

Sab, 03/08/2013 - 10:54

Ma se li avesse consegnati lui spontaneamente e immediatamente? Se si dimettesse lui dal parlamento? Se dichiarasse subito se vuole i domiciliari? Questo piagnisteo non si addice a una persona adulta: sa benissimo che tutto questo e' inevitabile.

Ritratto di Giuseppe da Basilea

Giuseppe da Basilea

Sab, 03/08/2013 - 10:58

Dopo la seconda guerra mondiale, 3 sono stati i cancri,,che hanno messo l' Italia in ginocchio. " La Sinistra,i Sindacati, e la Magistratura. "E ve lo dice uno che vive in una Nazione, dove la sinistra quasi non esiste,i Sindacati collaborano con l'Industria, e la Magistratura, fa bene il suo lavoro.

Efesto

Sab, 03/08/2013 - 11:01

Carissimo Filippo Agostani, mi richiamo a Lei per tutti quelli che pensano a Berlusconi come ladro degli italiani e che non si accorgono che lo sforzo maggiore dell'Italia è quello di autoflaggellarsi economicamente. Il Presidente Berlusconi ha promosso il SOUTH STREAM con la collaborazione di GAZPROM. I nostri governanti e pseudo intellettuali di sinistra sono riusciti a creare difficoltà diplomatiche con il Kazakistan (fornitore per una ipotesi di 10 miliardi di m³ di metano per anno) e mettere agli arresti il promotore del metanodotto. Complimenti, solo i microcefali verificano i quattrini degli altri anche a costo di finire nel terzo o quarto mondo inneggiando alla rivincita. Pirro ne fu un esempio. PS - comincio a credere che la strategia di questi signori salottieri della sinistra evoluta vogliano impoverire l'italia per meglio soggiogarla. Il povero si compra con un pezzo di pane.

tonipier

Sab, 03/08/2013 - 11:04

" LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA" Come potranno farla questa riforma, se tutti,dico tutti, i compagnos sono collegati con le più grosse ditte di appalti pubblici, è quindi predisposti alla grande pappatoia?.

Triatec

Sab, 03/08/2013 - 11:04

ZIPPITA @ E' evidente che la magistratura nel nome del popolo italiano, condanna con questa formula magica "non poteva non sapere" che peraltro funziona solo per una parte politica. Forse nel centrosinistra sono del tutto stupidi, e quindi la formula non funziona, oppure la giustizia orba guarda solo da una sola parte.

tonipier

Sab, 03/08/2013 - 11:04

" LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA" Come potranno farla questa riforma, se tutti,dico tutti, i compagnos sono collegati con le più grosse ditte di appalti pubblici, è quindi predisposti alla grande pappatoia?.

Giacinto49

Sab, 03/08/2013 - 11:08

Questo ennesimo autogol della magistratura conferma una volta di più l'attenzione morbosa che c'è stata nei confronti di Silvio Berlusconi. Elettoralmente più efficace di un passaggio tevisivo a reti unificate. Forza Silvio!

Triatec

Sab, 03/08/2013 - 11:13

Memphis35 @ Hai sbagliato indirizzo, chiedilo a quelli di Libero.

mau57

Sab, 03/08/2013 - 11:13

cosa piú semplice per lui con carta identitá attraversare il confine svizzero, che quasi sempre senza controlli e in faccia alla magistratura di merda rossa

Ritratto di drazen

drazen

Sab, 03/08/2013 - 11:18

Per i magistrati - tutti - occorre una epurazione, come per i fascisti nel dopoguerra: chi in qualunque modo abbia manifestato, con parole, scritti, appartenenze, ecc. simpatie politiche - di sinistra o di destra - va subito radiato.

Ritratto di drazen

drazen

Sab, 03/08/2013 - 11:18

Per i magistrati - tutti - occorre una epurazione, come per i fascisti nel dopoguerra: chi in qualunque modo abbia manifestato, con parole, scritti, appartenenze, ecc. simpatie politiche - di sinistra o di destra - va subito radiato.

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Sab, 03/08/2013 - 11:20

Memphis35 torna a dormire...

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 03/08/2013 - 11:21

IN ITALIA LA INQUISIZIONE CHE FU DI JAGODA, EZOV E BERIA. C´é troppa superficialitá e ignoranza che non sa e meglio detto non vuole collegare tra loro gli eventi. Succede cosi che la interpretazione della realtá é meschina, distorta e volutamente falsata. É menzogna al servizio della mafia piú autentica ... La Veritá é che la "giustizia italiana" alla caduta del Muro di Berlino serví ad eliminare il riformismo di Craxi e a subbissare di processi quel Centro Destra che si metteva in alternativa ad una Sinistra ortodossa che era quella che la caduta del Muro indicava dovesse essere riformata. La riforma della Sinistra comunista che avveniva in tutto il mondo, esemplare il caso della Cina di Mao, in Italia veniva impedita e non c´é mai stata. Al suo posto si, una reazione poliziesca che con la persecuzione prima di Craxi, poi di Andreotti e quindi di Berlusconi (in mezzo a quelle di altri infiniti sconosciuti) da 23 anni bussa forte alla porta del potere del Paese. La doverosa evoluzione che chiede la onestá intellettuale di un De Gregori non é quella retorica e formale dell´abbandono della dizione di "comunista" nel nome del partito ma quella sostanziale dell´abbattimento dello statalismo e quella del cambio radicale di tutti i suoi dirigenti che in Italia, unica Sinistra al mondo, non sono mai avvenute. Se c´é un significato nella caduta del Muro di Berlino che é stato colto in tutto il mondo, ma non si vuole in Italia, é quello che non si puó accettare che un apparato burocratico statale opprima e sottometta il Paese reale e i suoi Lavoratori, e addirittura per "legge". Questo é quello che avvenne nei regimi del socialismo reale, che decretó il loro fallimento, quello che sta avvenendo in Italia da 23 anni. Con una spesa e un debito pubblici di uno intoccabile stato burocratico, struttura mafiosa e parassita sopra la pelle dei Lavoratori, sopra la voglia di vita e di futuro di tutto un Paese. C´é ancora chi non lo ha capito e chi si oppone con tutti i mezzi per affossare la Veritá. La Veritá in Italia é quella rivoltante di una inquisizione che con tutti i suoi mirabolanti pretesti é quella che fu di Jagoda, Ezov e Beria. Una inquisizione che da 23 anni avvelena il Paese, lo spinge alla cieca e totale distruzione.

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Sab, 03/08/2013 - 11:54

Ci si indigna contro le scarcerazioni facili e poi, una volta che la giustizia si muove per assicurare un colpevole al suo destino, si grida al complotto.

Ritratto di alexaria10

alexaria10

Sab, 03/08/2013 - 11:55

Berlusconi e' un frodatore, certificato da tre gradi di giudizio. La sua prima condanna (poi amnistiata) risale a molto prima della discesa in campo. Leggi ad personam e diverse prescrizioni hanno evitato che altre condanne arrivassero prima e, mi spiace per la disinformazione di alcuni, ma i milioni frodati erano piu' di 300, di sui sulla maggior parte e' caduta la prescrizione. Chi froda e evade e' un ladro e ruba soldi a noi tutti. Il fatto che sia il piu' grande contribuente, non cambia niente, cosi come non cambia che dia lavoro a tante persone. Anche la mafia da lavoro a tante persone. Io non sono affatto comunista, ma l esercito di silvio questo non riesce a capirlo...

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Sab, 03/08/2013 - 11:58

X utentegiornale12: Ho capito, vi mancano argomenti nuovi, le veline rosse sono scarse e volete il nuovo per sparare cazzate. Sappiamo che qualsiasi cosa sceglierà non vi andrà bene, perché non lo costringete alla vostra scelta! Tanto voi di "democrazia" capite tutto.

unosolo

Sab, 03/08/2013 - 11:58

mai tanta celerità verso i boss o assassini ( cattivoni ) mai la velocità vista per togliere dalla vita politica un avversario sempre leale con tutti comprese le opposizioni , eppure dà fastidio quale motivo ha indotto ad usare tutti i canali disponibili ? semplice non vogliono che si tocchi la riforma della giustizia , motivo lampante è essere liberi di decidere in base a chi gli capita sotto , sveglia la giustizia è stata abbattuta dai sessantottini , altrimenti non ci sono altre spiegazioni , è il PCI che ora ha in mano la giustizia e per questo che non hanno mai voluto cambiare con la scusante della legge a persona , cioè solo per il grande Berlusconi , i diritti dell'uomo sono stati abbattuti, ( uomo buono ) restano da incastrare i cattivi che girano e smuovono pedine come gli fa comodo liberamente in quanto la giustizia evita certi processi dando scappatoie come sappiamo .

drittz69

Sab, 03/08/2013 - 12:06

sono daccordo con filippo agostani in pieno. in piu` il pregiudicato ex cavaliere ha rovinato e calpestato tutti i principi di un leader: thrust, honesty, intergrity and commitment. vivendo all`estero sono piu` che incazzato nel vedere una becera farsa nel dissentire ad una condanna di fatto, tutti i pregiudicati e i condannati, di fatto, che si ritrovano in galera o ai domiciliari anche a loro e` stata calpestata la democrazia? liberi tutti? il cervello fa brutti scerzi a una certa eta`, invece di utilizzare avvocati farebbe bene a farsi rivedere da uno specialista, ce ne sono di molto bravi in italia alcuni sono anche precari, da ex parlamentare dovrebbe saperlo ma a quanto pare pensa solo hai suoi interessi. Nulla poena sine lege scripta.

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Sab, 03/08/2013 - 12:07

Sono d'accordo con la signora Benita...Avanti o popolo, alla riscossa...

Ritratto di silendo_libertatem_servo

silendo_liberta...

Sab, 03/08/2013 - 12:11

Siamo all'epilogo della democrazia. Il comunismo più becero, anche peggiore dei regimi cubano e nord coreano, è riuscito a sovvertire ancora una volta la vita politica di questo paese. I magistrati, semplici impiegati dello stato, vincitori di concorso grazie a commissioni gestite dalla sinistra, mantenuti negli studi e sobillati ideologicamente dalle sezioni del PCI delle loro città, hanno calpestato con una sentenza assurda e priva di ogni logica giuridica, il volere espresso nelle urne da milioni di italiani. Questo di oggi è un subdolo colpo di stato. E questa sentenza è un monito, da parte di questa frangia irriducibile di magistrati politicizzati a tutta la classe politica ...state attenti ..non contate nulla ..ed anche voi compagni state in campana, perché possiamo distruggervi come e quando vogliamo, quindi rigate diritto. Tutto questo è terribile. Povera Italia, ultimo e unico paese europeo dove il comunismo imperversa da sempre. I pochi e veri statisti che abbiamo avuto sono stati spazzati via dalle sinistre ..Mussolini, dai partigiani comunisti ..Moro, dai compagni che sbagliano ..e poi con l'avvento delle toghe rosse: Craxi morto in esilio, Andreotti tacciato come mafioso per una vita, ed ora Berlusconi. ..meditate gente ..e sopratutto svegliamoci. Andiamo a votare tutti la prossima volta, non facciamoci calpestare, altrimenti si mette male. Fate in modo che il cane più grosso non si svegli di soprassalto incazzato nero.. Poi si che sono cazzi amari

mrwatson52

Sab, 03/08/2013 - 12:15

Pomarici, 71 anni, Berlusconi 76, i due fanno parte di tre categorie. Magistrati, imprenditori, e politici. Elemento che accomuna le tre categorie e le fa diventare simili è la mancanza della fretta di andare in pensione e il contestuale piacere di tenere in pugno le persone!! Da loro,....meglio stare alla larga!

fcf

Sab, 03/08/2013 - 12:17

Complimenti ai magistrati che si occupano di Berlusconi ! Fulgido esempio di rapidità, certezza del diritto, inflessibilità di giudizio e correttezza nell'applicazione della legge! E tutto questo in Italia ! Veramente esemplari esattamente come fanno con tutti e in tutte le cause ! la stima e il rispetto per la magistratura cresce ogni giorno e ad ogni processo a Berlusconi. Avanti così che andate bene.

fcf

Sab, 03/08/2013 - 12:18

Complimenti ai magistrati che si occupano di Berlusconi ! Fulgido esempio di rapidità, certezza del diritto, inflessibilità di giudizio e correttezza nell'applicazione della legge! E tutto questo in Italia ! Veramente esemplari esattamente come fanno con tutti e in tutte le cause ! la stima e il rispetto per la magistratura cresce ogni giorno e ad ogni processo a Berlusconi. Avanti così che andate bene.

drittz69

Sab, 03/08/2013 - 12:18

nulla poena sine lege scripta, ex cavaliere. come suana male....

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 03/08/2013 - 12:41

Prima di commentare la condanna di Berlusconi, ho dovuto mettere in ordine una ridda di pensieri pieni di sgomento, rabbia, incredulità, paura per il futuro, voglia di rivalsa... Avevo più volte scritto che non solo mi aspettavo, ma mi "sognavo" che Berlusconi venisse condannato. In realtà ero convinto che la solita vigliaccheria rossa avrebbe alla fine scelto la "non decisione" di semplicemente rimandare tutto indietro a Milano per rifare il processo di 2° grado e ottenere così il doppio vantaggioso risultato di non dare fuoco alle polveri e di riuscire a tenere inchiodato in tribunale Berlusconi per ancora qualche anno con ripresa del continuo infangamento, delegittimazione, mortificazione, ecc... Evidentemente non avevo sufficientemente considerato l'ossessione patologica di gran parte dei gerarchi rossi di disfarsi una volta per tutte e a qualsiasi costo dell'unico Italiano che è stato in grado di stoppargli il totale, incontrastato, micidiale, assoggettamento e la conquista definitiva di tutte le istituzioni, di ogni governo (nazionale e locale), di ogni potere dello Stato, con susseguente riduzione in schiavitù ideologica di ogni cittadino Italiano e occupazione-dissanguamento di ogni risorsa finanziaria-economica-patrimoniale-sociale nazionale. Vent'anni di accerchiamento giudiziario alla fine hanno ovviamente raggiunto il sognato risultato di eliminare (vedremo...) il "nemico" che non erano mai riusciti a cancellare nelle urne. Una spina nel fianco che li ha fatti uscire di senno, al punto da accettare di consegnare alla storia una condanna costruita sul "non poteva non sapere"! Sull'indecente pagina di in-giustizia ci sono mille altre cose da dire, e per fortuna moltissime voci si stanno alzando per stigmatizzare e spiegare tutto questo. A me interessa soprattutto il "dopo"; ciò che DOVREBBE e DEVE succedere da ora in avanti. La "politica dimessa", le "vibrate proteste", le "proteste simboliche" che hanno caratterizzato gli ultimi anni di contrasto al continuo e strisciante tentativo di golpe rosso, DEVONO essere completamente accantonate. "Si pace frui volumnus, bellum gerendum est" ("se vogliamo godere della pace, bisogna fare la guerra" - Cicerone; motto divenuto famoso anche come "si vis pacem, para bellum"). Siamo dal dopoguerra ostaggi sottomessi all'ideologia rossa in tutti i comparti della nostra società e la loro determinazione a eliminare il "nemico" deriva dalla triste ma evidente verità che una volta fatto fuori lui, ci vorranno decenni prima che un altro soggetto di pari potenza possa anche solo disturbarli. Nel frattempo avranno portato a compimento il completo prosciugamento di ogni bene e risorsa dell'Italia con inevitabile distruzione, saccheggiamento, annichilimento della Nazione e di tutti noi! Basta "confronto politico", basta "dialogo moderato", basta "opposizioni democratiche"... Da oggi, ogni parola, atto, progetto deve essere basato sul "tiro ad alzo zero"; gli Italiani devono essere messi davanti a scelte prive di qualsiasi compromesso e/o mediazione. Gli Italiani devono scegliere e assumersi TUTTI le conseguenze delle loro scelte. Deve essere ricondotto in ambiti democratici lo strapotere intoccabile della magistratura; devono essere rimossi tutti i legacci che impediscono all'economia di risollevarsi; deve essere adeguata ai tempi la Costituzione (cambiamento della forma di governo -che deve essere in grado di governare e dare risposte immediate alle necessità- e vincolo di mandato in primis); devono essere tagliati con l'accetta gli indecenti costi dello Stato; si devono ridiscutere tutte le regole europee franco/germano-centriche, e in caso di impossibilità a farlo si DEVE uscire dall'Euro (prima) e dall'Europa (poi ed eventualmente); l'immigrazione selvaggia DEVE essere completamente e con ogni mezzo fermata, così come l'islamizzazione strisciante della nostra società; la piovra rossa passata e presente deve essere finalmente denunciata, perseguita e condannata; il Popolo deve riprendersi il controllo della Nazione anche attraverso l'ammissione di referendum propositivi, deliberativi e legislativi. GIU' IL GOVERNO E VOTO SUBITO!!! E poi vedremo... vedremo anche il pronto inciucio Napolitano-Pd-M5S per fermare la minaccia (per loro) di sparire e dover finalmente entrare nei tribunali come imputati senza poter più contare su una magistratura complice.

nonmi2011

Sab, 03/08/2013 - 12:47

Chiunque mi conosca sa che sono un moderato. L'unica eccezione che mi consento è quella di considerare i bananas dei decerebrati assoluti (parlo dei bananas normali e non dei delinquenti e dei servi che rappresentano la spina dorsale del PDL) e complici inconsapevoli, nella loro ignoranza, di un delinquente. Però sono anche convinto che anche un bananas medio, con un po' di buona volontà, potrebbe finalmente capire chi sia silvio berlusconi e cosa sia la sentenza qui discussa, collegandosi qualche minuto al sito del Fatto Quotidiano. Troverete un intervento di Marco Travaglio, senza alcun dubbio il miglior giornalista italiano, che spiega pacatamente tutta la storia, partendo dalle 64 società create nei paradisi fiscali dal piccolo duce di Arcore. Ascoltate e capirete anche voi, forse e finalmente, in quale baratro di ignoranza vi abbia trascinato in questi ultimi 20 anni questo piccolo signore che da troppi anni fa i suo porci comodi grazie alla vostra ignoranza ed alla vostra stupidità. Fatelo, lo dico per voi.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 03/08/2013 - 12:54

Da leggersi nell'ordine inverso, partendo dal 1° brano. 7°brano sulle CONCLUSIONI DI CAIANIELLO- RESPONSABILITA' CIVILE DEL PUBBLICO MINISTERO NEL PROCESSO PENALE, ai sensi dell'art.28 della Costituzione come era prima del referendum in base all'art.74 cpc, che limitava espressamente la sua IRRESPONSABILITA' SOLO NEL PROCESSO CIVILE; UNA LEGGE DELLO STATO CHE DISCIPLINI I CRITERI DI PRIORITA' PER L'ESERCIZIO DELL'AZIONE PENALE, DA ATTUARSI SOTTO L'ALTA DIREZIONE DEL PROCURATORE GENERALE DELLA CORTE DI CASSAZIONE, E ATTUATA DAI PROCURATORI GENERALI, RESTITUITI ALLA LORO DIGNITA'. TUTTO QUESTO A COSTITUZIONE INVARIATA.-..- ISTITUZIONE DI UNA CORTE DISCIPLINARE INDIPENDENTE, SEPARATA DAL CSM, COMPOSTA DA PERSONALITA'-GARANTI DI ALTISSIMO PROFILO PER GIUDICARE IL COMPORTAMENTO DEI MAGISTRATI. -...- UNA VOLTA "un magistrato televisivo" disse che i politici sono tutti ricattabili. Come presagiva Carlo Arturo JEMOLO, fu assolto in sede disciplinare: Il Potere Politico non reagì come avrebbe dovuto.- HO SACRIFICATO PAGINE PREZIOSEPER NON ABUSARE DM 6°brano su CAIANIELLO- Sorvolo su moltissime pagine SACRE. Caianiello nelle conclusioni :- Sono questi solo alcuni degli aspetti del marasma derivato dalla difformità del modello reale rispetto a quello voluto dalla Costituzione e che bisogna immediatamente ripristinare. ORDINE e non POTERE-CORPO SEPARATO; APOLITICITA' DELLA FUNZIONE DEI GIUDICI; DIVIETO DI ISCRIZIONE A PARTITI POLITICI E DI PARTECIPAZIONE O COLLEGAMENTO AD OGNI ATTIVITA' DI QUESTI ULTIMI; NATURA ESCLUSIVAMENTE AMMINISTRATIVA DELLE FUNZIONI DEL CSM ELENCATE NELL'ART 105, E DIVIETO DELL'ORGANO DI OCCUPARSI DI ARGOMENTI DIVERSI DA QUELLI SCRITTI IN COSTITUZIONE; ROTTURA DEL CORDONE OMBELICALE DI QUEST'ORGANO AMMINISTRATIVO CON LE CORRENTI DI POTERE DEL SINDACATO TORNANDO AL VECCHIO SISTEMA ELETTORALE UNINOMINALE SE MAI INTEGRATO DAL SORTEGGIO; NETTA SEPARAZIONE DELLE CARRIERE DEI MAGISTRATI DI ACCUSA DAI GIUDICI, SENZA MEZZI TERMINI, PURCHE' ENTRAMBE AMMINISTRATE DAL CSM IN BASE ALLA LEGGE ORDINARIA;..RESPONSABILITA' SE 5°brano su CAIANIELLO-GLI OLIGARCHI si ritengono la Magistratura, in giro perenne tra convegni, tavole rotonde, dibattiti televisivi, per precostituirsi future carriere politiche, e coloro che attendono GIUSTIZIA si chiedono insistentemente dove poi trovino il tempo per svolgere le loro funzioni. Una occupazione che somiglia a quella degli HYKSOS che stava per condurre alla rovina l'Impero dei Faraoni, che riuscirono ad un certo punto a sottrarsi al giogo dei 're pastori'. Prenda esempio la stragrande parte sana dei magistrati. Anche nella articolazione organizzativa dell'ordine giudiziario, la Costituzione si ispira fortemente a Montesquieu, che nella sua concezione del Giudice, non poteva neppure lontanamente immaginare uniti in una stessa organizzazione i funzionari di accusa con il giudice. UNA INNATURALE COMMISTIONE dal punto di vista organizzativo di una delle parti del processo penale con il giudice, che vanifica la sua posizione di terzietà del secondo rispetto alle parti.SEGUE 4°brano su CAIANIELLO-OLIGARCHIA AUTOREFERENZIALE DI QUALCHE CENTINAIA DI PERSONE CUI I MAGISTRATI NON POSSONO SOTTRARSI PERCHE' PERDEREBBERO I LORO REFERENTI NEL CSM PER I PROBLEMI CHE CONCERNONO LE LORO CARRIERE. Lo negano sempre i mestieranti di questa politica in sedicesimo, ma emblematica è la nomina di Primo Presidente della Corte di Cassazione, magistrato di eccezionale valore, NICOLA MARVULLI, avvenuta...CHI, in difesa dei magistrati, della loro indipendenza interna, del loro prestigio, osa stigmatizzare questa sconcertante occupazione della magistratura da parte dell'oligarchia sindacale, è accusato dal suo capo, come mi è accaduto in un recente dibattito radiofonico, di "fare la consueta requisitoria contro i magistrati". Frutto del delirio di onnipotenza dell'OLIGARCHIA che identifica se stessa con i magistrati. Chi difende i magistrati dall'OLIGARCHIA SINDACALE che li strumentalizza, E' NEMICO DELL'ORDINE GIUDIZIARIO. Gli OLIGARCHI si ritengono la Magistratura, in giro SEGU 3°brano su CAIANIELLO- " La Costituzione definisce la Magistratura un ORDINE, giustapponendolo così nell'art. 104 agli altri POTERI. Cioè, a differenza dei secondi che sono un POTERE-APPARATO (in senso soggettivo), un POTERE-FUNZIONE, proprio come voleva Montesquieu. La trasformazione definita del CSM da organo di amministrazione della carriera dei magistrati, in ASSEMBLEA POLITICA, che pretende addirittura di condizionare ed interferire nella SOVRANA FUNZIONE DEL PARLAMENTO, attribuendosi compiti estranei a quelli previsti dalla Costituzione, e che, se compiuti da altri organi amministrativi, sarebbero reati (quis custodet custodes?), ha raggiunto le più alte vette per effetto della modifica del sistema elettorale a metà anni 70, da uninominale in proporzionale. L'organo di amministrazione delle carriere, è divenuto così il terminale delle correnti del sindacato di categoria. Oligarchia autoreferenziale di qualche centinaia di persone cui i magistrati non possono sottrarsi perchè SEGU 2° branoSU CAIANIELLO-o nell'ambito di Montecitorio. So di andare controcorrente (concludeva Jemolo) insorgendo così contro quelli che per molti miei amici sono valori della democrazia, e che per me sono gli idoli di una falsa democrazia; ma non mi è possibile tacere:-"- Continua Caianiello, Per essere organo di autogoverno, sarebbe stato necessario che i componenti del CSM fossero rieleggibili per avere il riscontro di fiducia dei loro elettori, che essi provenissero esclusivamente dal Corpo separato arroccato in se stesso, mentre la Costituzione prevede che il CSM sia composto anche da persone elette dal Parlamento ed estranee alla Magistratura. Dai lavori della Costituente emerge in modo nettissimo che questa commistione era stata concepita proprio per evitare che la magistratura si trasformasse in contropotere avulso dalle Istituzioni. Ma per porre altra barriera a questa allora solo paventata eventualità poi malauguratamente realizzatasi, la Costituzione definisce la Magistratura SU IDEAZIONE DEL gen-feb 2002, il compianto ILLUMINATO VINCENZO CAIANIELLO, Emerito Presidente della CONSULTA, nel suo dottissimo articolo :-GIUSTIZIA, Torniamo alla Costituzione-: .." .. Carlo Arturo Jemolo, la più alta coscienza morale del Novecento, ne parlò nel Convegno su 'Lo sperpero del danaro pubblico', a fronte di chi invocava un organo di autogoverno della Corte dei Conti. Jemolo rispondeva con riferimento al già costituito CSM -: Non nascondo che guardando la realtà italiana ogni auto-governo mi fa paura; non ho mai visto nè facoltà universitarie, nè ordini professionali non dico avere severità, ma esercitare il richiamo al senso del dovere verso gli appartenenti che sgarrano. Spossessare l'esecutivo, spossessare il Parlamento, mi sembra una distruzione dello Stato. Gli autogoverni generano le caste chiuse, le mentalità gelose dei propri privilegi, le paratìe stagne, per cui ci si separa dal sentire della massa, più ancora che non si resti separati in seno alla burocraziaSEG

killkoms

Sab, 03/08/2013 - 12:56

@filippoagostani,sinistroimbelle,perchè non hanno perseguito cdb per i disastri che nha combinato(non solo olivetti)?perché non hanno persweguito prodi,che tra le tante cessioni(a regalo)delle aziende dell'iri ,stava vendendo a cdb il gruppo sme,ad un quarto di quello a cui fù poi venduto (a spezzatino) ?e tenendo presente che quando il cdb predetto la stava comprando a poco più di 450 miliardi del vecchio conio(in comode rate ventennali!),la predetta azienda aveva in cassa ancora 500 miliardi di lire?hai comprato te una ex casa popolare a 45 milioni di vecchie lire e sapendo che ha dentro una cassaforte con 50 miioni del medesimo conio?o mla verità è che a qualcuno è concesso delinquere e qualcun altro paga solo per i teoremi giudiziari?

agosvac

Sab, 03/08/2013 - 13:00

Ma allora sono proprio deficienti! Berlusconi ha già detto che non ha alcuna intenzione di "scappare" come ha fatto a suo tempo Craxi. Lui è di ben altra pasta, lui resta e combatte e non se ne andrà finchè non avrà risposto colpo su colpo alla magistratura d'assalto! L'unico modo che avrebbe avuto "certa magistratura" di liberarsi di lui sarebbe stata la reintroduzione della pena di morte. Non essendoci questa arma letale nelle loro mani, hanno molto potere indiscriminato ma non quello di uccidere materialmente, dovranno sorbirsi Berlusconi per molti anni ancora. Ora il problema è ad un altro livello: vincerà una magistratura autoreferenziata, padrona delle sorti dei politici avversi alla loro parte politica, oppure vinceranno l'Italia e tutti gli italiani che di questo potere indiscriminato non ne possono più??? La risposta la daranno i referendum prossimi dei radicali! E questa volta non finirà come l'ultima volta quando pur avendo vinto i referendum gli italiani non sono riusciti ad ottenere niente, questa volta la magistratura politicizzata e di parte, di una sola parte, ha i giorni contati. Credo che anche loro, "certi magistrati" se ne rendano conto e sappiano che questi sono i loro ultimi giorni di gloria.

agosvac

Sab, 03/08/2013 - 13:13

Egregio filippo agostani, guardi che lei è del tutto fuori strada, anzi fuori di senno. Berlusconi non ha rubato soldi a nessuno. Intanto dà da vivere a molte decine di migliaia di famiglie con le sue aziende. Poi paga di tasse qualcosa come 500 milioni di euro l'anno. Questa evasione di soli 7 milioni è da dementi, nessuno che paga già 500 milioni cerca di evaderne 7! Il reato di cui è accusato è solo nella testa malata dei Pm di Milano. Lo vuole sapere chi è realmente un ladro che ha rubato soldi al Governo italiano? è nient'altro che il vostro grande ingegnere, quello che prima di portare l'Olivetti al fallimento mettendo sulla strada svariate migliaia di famiglie aveva venduto allo Stato materiale obsoleto ed inutilizzabile e se l'è fatta franca con l'aiuto dei suoi amici di sinistra, ma guadagnandoci svariati miliardi delle vecchie lire( magari distribuendone un po' anche a questi "amici"). Prima di dire castronerie, si informi un po' meglio.

AEDO

Sab, 03/08/2013 - 13:28

SINISTRI! Siete solo dei poveri cornuti cronici, pederasti conclamatii, sodomiti incorreggibili, negristi da strapazzo e traditori della patria. Prima o poi la vostra pacchia finirà! Si comincerà a mettervi in prigione, a farvi condannare per tutte le ruberie passate, e sarà solo l'inizio. Cosa avete portato all'Italia? Per prima cosa il tradimento per venderla ai Sovietici (Vedi pietro secchia e togliatti ecc.) , poi la corruzione e le bugie e menzogne continue, poi avete diffuso la pornografia, la droga coi vostri giovani tossicomani marci, il lazzaronismo dei vostri centri sociali, l'"amore libero" con le ammucchiate d'ogni tipo fra di voi sin dagli anni 60, la puttanaggine delle vostre donne ovunque e la felicità dei cornuti quali siete come mariti, gli incesti nelle famiglie e la libertà per tutti i delinquenti, la sporcizia nelle città e nelle strade, l'immigrazione più selvaggia e sbracata , la sodomia fatta legge e vita normale, la svendita della nazione a negri, cinesi, arabi, ed a chiunque pur di fare morire gli italiani,le vostre cooperative sempre fallimentari, il vostro odio per l'iniziativa privata, il vostro incitamento all'amoralità nelle scuole e ovunque, il materialismo più misero e rozzo, poi le porcherie nelle banche e le tasse ammazzatutto. Avete impoverito l'Italia derubandola in tutti i modi. Ricordatevi che il diavolo fa le pentole maa non i coperchi. Prima o poi dovrete rendere conto delle vostre azioni.

andri75

Sab, 03/08/2013 - 14:06

Non ho mai votato Berlusconi e/o PDL e alle prossime elezioni sara' la prima che lo faro' perche' per cambiare l'Italia l'unico modo e' cambiare radicalmente questa giustizia inequa e eliminare una volta per tutte le tante caste che rendono immobile il nostro Paese. Chiunque abbia avuto a che fare con la "giustizia" Italia da una parte o dall'altra sa che questi tempi non sono compatibili non solo con la norma ma non si sono mai visti neppure per reati gravissimi. Questa e' una aggressione di una gravita' inaudita ed e' chiaramente intimidatoria nei confronti di un cittadino, sia colpevole o meno. Ormai l'Italia e' arrivata al livello dell'Ucraina e non solo per avere il leader del piu' grande partito in carcere ma perche' pochi si sono arrogati il diritto di comandare i piu' e chi non si conforma finisce male. Dalla rappresentza sindacale dall'alto bisogna passare a quella dal basso, dal controllo delle banche al controllo sulle banche, dalla casta dei Magistrati al collegio giudicante fatto da cittadini e togati, dal CSM ad un organo indipendente fatto da cittadini e probi viri. E' arrivato il momento di fare una nuova Italia!

Giuseppe Borroni

Sab, 03/08/2013 - 14:31

ma Cav di che'? che gli sia tolta l'onorificenza per indegnita'.

roby55

Sab, 03/08/2013 - 14:44

Toghe pagate profumatamente per perdere 20 anni di lavoro dietro a Berlusconi, lasciando centinaia di migliaia di cause arretrate. Hanno imbastito 40 processi per riuscire a condannare di frode fiscale uno che fa guadagnare ogni anno al fisco più di mezzo miliardo di euro. Meriterebbero lo stesso trattamento (tardivo) ricevuto da Ingroia.

killkoms

Sab, 03/08/2013 - 15:18

@nonmi2011,parla di decerebrati il classico comunista che ha portato il cervello all'ammasso!

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 03/08/2013 - 17:00

L'interruzione del buonismo, del politically-correct, dell'equità a senso unico, della pavidità, ecc.. deve essere totalmente applicata anche da IlGiornale (una delle due UNICHE testate non schierate e prone a sinistra). Siamo in un momento tremendamente grave per l'Italia; e anche la redazione de IlGiornale deve dare il suo contributo a dare voce a chi non si riconosce più in questa indecenza rossa. Non dovete censurare nessun commento di chi non ci sta a essere quotidianamente e incessantemente eliminato, infangato, aggredito dalla solita violenta arroganza-prepotenza rossa e al tempo stesso dovete eliminare sistematicamente ogni latrato-grugnito dei mille rossi stipendiati per intasare con le loro idiozie il "nostro spazio". Certo, grideranno alla "censura fascista" (come gli piace usare questo termine che ormai ha significato solo nelle loro teste bacate), ma nessuno di loro potrà dire di non avere altri posti dove vomitare i loro slogan e diktat... hanno decine e decine di testate, blog, forum, completamente okkupati da loro (e dove viene accuratamente bannata ogni voce contraria). IlGiornale non deve più avere paura di essere una cosa pulita non allineata al potere rosso e non deve più dare l'impressione ai suoi lettori (state certi che non vendete una sola copia a quei minus-habens che vengono qui a "lavorare" a favore dei loro mandanti). Abbiamo davanti giorni cupi e dovete riconoscerci il diritto di "contarci" e di non essere intralciati, contaminati, infangati da questi individui figli delle Boccassini, delle Boldrini, delle Kyenge, di Letta, Bersani, Epifani, Franceschini, Bindi, Vendola, Napolitano, Camusso, ecc.. ecc.. vari. Cominciate, per favore, col non censurare questo commento! Grazie.

Alepredo

Sab, 03/08/2013 - 18:08

Il cancelliere insolitamente mattiniero, sta a significare che stava aspettando la missiva??? Troppo veloci, ma la colpa è anche nostra: se non avesse tanti, troppi consensi, non sarebbero così solleciti. Vincerà le prossime elezioni. LUI o chi per LUI presiederà Forza Italia, LUI rimarrà Padre Fondatore e tutto si farà alle Sue regole. Non si rendono conto di una cosa. Più lo inseguono per distruggerlo e più consensi avrà. Il Popolo non è scemo come all'inizio!!! La gente è stanca di troppe accuse fondate sul nulla e niente per quanto riguarda i casi targati Pd, FONDATISSIMI, come l'ultma MPS. Troppi consensi significa: Forza Italia o come si chiamerà al comando e questi pagliacci sinistri che, non sapendo come sconfiggerlo politicamente lo hanno fatto, lo fanno e continueranno a farlo, a distruggerlo con la "giustizia", che gli è rimasto soltanto il nome, ma che di giustizia non ha un emerito ca@@o. Perché per NON POTEVA NON SAPERE NON SI MANDA IN GALERA NESSUNO. Devono stare ai fatti, che in questo caso e in tutti, i fatti non ci sono mai stati. Per pregiudizi creati ad hoc non si manda in galera nessuno e non si distruggono vite e POPOLI. I SINISTRI VOGLIONO IL COMANDO PER POTERCI SVENDERE COME VOGLIONO E CON SILVIO NON POSSONO FARLO. austerity ci sta affondando, ma vedono uno spiraglio.....NON HO CAPITO PER CHI....FORSE SEMPRE LA SOLITA GERMANIA??? SPERIAMO CHE QUESTO GOVERNO FINISCA PRESTO, TANTO PRESTO COME E' INIZIATO.

ABU NAWAS

Dom, 04/08/2013 - 01:19

MA QUANTO SONO BRAVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! SE CI RIUSCISSERO CON MATTEO MESSINA DENARO, ALLORA SI' CHE AVREBBERO IL CONSENSO DEGLI ITALIANI.