Per le toghe Berlusconi è l'unico che "non poteva non sapere"

La formula usata per condannare l'ex premier non vale per gli altri politici. Da Bersani con Penati a Rutelli con Lusi passando per Di Pietro con Maruccio

Qualcuno doveva «per forza» sempre sapere e qualcun altro poteva «tranquillamente» non sapere. È una curiosa filastrocca, quella che si sente oramai recitare spesso in certe aule di giustizia. Dove la giustizia naturalmente è uguale per tutti. Uno che per esempio deve, doveva, e, presumibilmente, dovrà sempre sapere «per forza» ciò che accade attorno a lui, anche se qualcosa accadesse a mille chilometri di distanza da lui medesimo, è il Cavaliere, il solito, predestinato, colpevole di tutte le malefatte di questo Paese, Silvio Berlusconi. Per contro, la lista di coloro che invece possono, potevano e, presumibilmente, potranno non sapere anche in futuro, è piuttosto lunga e quindi, per non trasformare l'edizione odierna del nostro Giornale in una sorta di dizionario, prenderemo giusto qualche lettera a caso dell'alfabeto dei personaggi politici per offrire solo qualche esempio significativo.

Vi ricordate Filippo Penati? Massì, certo, l'ex braccio destro di Pier Luigi Bersani ed ex vice presidente del Consiglio regionale lombardo. Quando rivestiva la carica di presidente della Provincia di Milano, Penati comprò a prezzi stratosferici le azioni della Serravalle dall'imprenditore Marcellino Gavio che sembra proprio che ricompensò a sua volta, il partito mettendo a disposizione 50 milioni di euro di plusvalenza per la scalata dell'Unipol alla Bnl. Affare non proprio chiarissimo di cui si è parlato discretamente sui giornali. Ma il leader del Pd, Pier Luigi Bersani, che pure non ha mai negato di aver messo Penati per un anno a capo della segreteria politica, si è affrettato solo e sempre a dire: «Io? Io non lo sapevo. Non ho mai saputo niente su che cosa faceva lassù in Lombardia». D'accordo, Penati non era il tesoriere dei democratici ma in questo caso i magistrati si sono sempre fidati della parola del Pier e del suo «non sapevo niente». «Occhio perché io querelo - ha persino detto via radio e sui giornali Bersani - perché sul mio rapporto con Penati sento fanfaluche incredibili».

Perché non credergli dunque?
E perché non credere ad un altro integerrimo come l'esterrefatto degli esterrefatti, Gianfranco Fini a proposito della sua estraneità alla ben nota vicenda della casa monegasca. Pensate che Gianfry, anche messo sotto pressione dal nostro quotidiano, anche inchiodato dall'evidenza ha sempre ripetuto: «La vendita dell'appartamento è avvenuta il 15 ottobre 2008 ma sulla natura giudica della società acquirente e i successivi trasferimenti non so assolutamente nulla. Qualche tempo dopo la vendita ho appreso da Elisabetta Tulliani che il fratello Giancarlo aveva in locazione l'appartamento. La mia sorpresa ed il mio disappunto possono essere facilmente intuite. Non sapevo che la casa di Montecarlo fosse stata ristrutturata e affittata a mio cognato». Buona fede, no?
E che dire delle dichiarazioni di Francesco Rutelli, sempre giudicate attendibili dalla Procura di Roma a proposito dell'attività di un suo discreto conoscente: Luigi Lusi, il suo ex tesoriere alla Margherita: «Le attività di Lusi sono state condotte solo per il suo tornaconto personale, al di fuori di ogni mandato, e a totale insaputa mia e del gruppo dirigente della Margherita». Una questioncella di appropriazione di 18-20 milioni di cui si può ben non sapere nulla. A maggior ragione se Lusi è sempre stato considerato un collaboratore fidatissimo di Rutelli tanto che è stato proprio lui ad affidargli le chiavi della tesoreria del partito e a insediarlo poi nella stanza dei bottoni del Partito democratico.

E il rigoroso Antonio Di Pietro? Si è beccato persino il tapiro dalla banda di Striscia la notizia per il candore di «uomo che non sapeva nulla». Già, perché è rimasto «sorpreso, stupito e sconcertato» nello scoprire che Vincenzo Maruccio, capogruppo dell'Idv al Consiglio regionale del Lazio e suo stretto collaboratore fosse indagato per peculato. All'esponente regionale dell'Idv, in particolare, sono stati contestati assegni, prelievi in contanti e bonifici non proprio trasparenti, Pensate che lo stesso Tonino ne aveva sponsorizzato la candidatura con grandi attestati di stima. Quindi la sua sorpresa è comprensibile. Soprattutto quando allarga le braccia e dice: «Mi è dispiaciuto molto».

Commenti

cast49

Sab, 27/10/2012 - 07:57

i detrattoti di B. dovrebbero imparare a memoria questo articolo, altrimenti la memoria si accorcia sempre di più.

maxmello

Sab, 27/10/2012 - 08:26

La cosa che più mi turba è che gli ultimi "fedeli" del miglior uomo politico degli ultimi 150 anni ritengono a prescindere da fatti(sentenze), comportamenti significativi (prescrizione breve, ex Cirielli, depenalizzazioni, lodi e leggi ad personam vari) o da semplici ragionamenti di causa ed effetto( il PDL è oggettivamente un parito di ladri la cui ragione sociale e criminogena quando non propriamente mafiosa) per voi quell'individuo sarà sempre e comunque innocente ed impunibile. Capisco la rabbia di dover ammettere dopo anni di difese sperticate che quest'uomo altro non è che un ignobile criminale, specialmente quando il resto del Mondo de dell'Italia se ne era reso conto tanti e tanti anni fa. Mi domando cosa dovrebbe fare o dire per farvi ammettere che quell'uomo era e rimarrà marcio? Sarei curioso di saperlo perchè almeno così definiamo i limiti del ridicolo.

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Sab, 27/10/2012 - 08:40

L'Italia è ancora una Repubblica Parlamentare? Un Comunista strillava“In questo mondo di ladri“infatti,nulla tenenti,senza studi i Kompagnuzzi si sono tutti arricchiti(Mitrokhin affossata come il piano Solo)andando in giro con scarpe firmate,yacht,Mercedes,Vigne,cellulari con Sim Card Elvetiche intercettamento,affossando il Diritto ed auto assegnatosi case Patrimonio Pubblico ad eco canone,svendendo gioielli di Stato con promozione alla UE e Onu,senza contare che tutti i leader Comunisti,erano Culo$Camicia col l'Urss nemici dell'Italia!Cosi dopo gli anni di piombo regalando do fatto tutti i poteri alla Magistratura sino a nominare,senza un voto dei Cittadini lo scranno più alto ad un Comunista.Viceversa,chi ha creato Aziende dal nulla dando da mangiare oltre 80nl famiglie,costruite Città moderne oggetto di visita di ingegnerie architetti e Università da tutto il mondo,mentre questi Politicanti hanno fatto costruire (Cattedrali del Deserto Rosso dei Tartari,tanto che il leader Almirante dichiarerà che erano costruite con calce e sabbia e Sindaco di Pisticci Matera,l'On.le Nicola Cataldo,Comunista“soldi trasportati col paranco che cadono lungo il percorso Roma-Sud”naturalmente sostenne il Governo Prodi-D'Alema.Ecco la scuola sempre okkupata cadere nell'oblio con teorie cloaca di Mao e Soviet fino a nominare Napolitano a “Re Giorgio I”col risultato che la 4^ carica dello Stato unica eletta dal Popolo conta meno di una 3^ incollata con Saratoga!Berlusconi costretto a dimettersi e scacco matto come Al Capone,ma scusate,ma la Fiat,quanti sudori e miliardi ha rastrellato con la gabola della Cig non complici anche i Sindacalisti pronti ad entrare nella Casta producendo prodotti solo danni,ma incassati da Leggina fatta da Prodi milioni in Spese Elettorali da verificarsi che così fan tutti,ma paga solo uno che ne ha rimessi miliardi?

antoniosta

Sab, 27/10/2012 - 08:44

Spero che dopo il ritiro e dopo questa sentenza la destra moderata ritrovi finalmente un senso, una motivazione, che non sia la 'lotta contro il comunista'. Che le persone motivate, non i portastuole del re, e le persone capaci siano in grado di 'scendere in campo'.

a.zoin

Sab, 27/10/2012 - 08:53

Quando c`è gente,che cerca di cambiare un sistema,fatto per -UNA CASTA- CORROTTA , ARROGANTE e BUGIARDA, il risultato lo si vede nella persona di Burlusconi. Ci sono leggi fatte: Per gli AMICI, altre per i NEMICI dei propri IDEALI, ed altre per gente come BERUSCONI. -------CIÒ VUOL DIRE CHE LA LEGGE NON È UGUALE PER TUTTI.-------- I veri ladri, gli imbroglioni, i mascalzoni,sono quelli che ci impongono di vivere come vogliono loro, CI DANNO LO ZUCCHERINO, POI GIÙ BASTONATE. Se la popolazione è contenta di essere trattata così ??? Perchè poi si lamenta???

paci.augusto

Sab, 27/10/2012 - 08:54

' Calunnia, calunnia, qualcosa resta!'. Alla fine, dopo centinaia di incriminazioni finite nel nulla e centinaia di milioni di euro spesi inutilmente ma a carico dei contribuenti, il farabuttame togato, politicizzato è riuscito ad ottenere il primo risultato, sia pur forzatissimo, contro l'odiato nemico che si era permesso di battere la ' gioiosa macchina da guerra ' comunista di Occhetto che festeggiava una possibile vittoria elettorale dopo mani pulite. ' Non poteva non sapere ' il dogma rosso che, come sempre per i compagni, vale per gli altri ma non certo per loro!

ric42

Sab, 27/10/2012 - 08:58

Tutta la mia stima e solidarieta al Presidente Berlusconi. Qualcuno deve fermare questa giustizia, prima che sia troppo tardi, ne va della nostra democrazia.

Ritratto di la fuga di logan

la fuga di logan

Sab, 27/10/2012 - 09:09

Presidente, hai governato a lungo e non sei riuscito ad arginare questa deriva giustizialista, ricordo che era una priorità riformare la magistratura e il sitema giudiziario nel programma del tuo governo e invece siamo messi peggio di prima!

piero1939

Sab, 27/10/2012 - 09:19

per fortuna che ci sono i giornalisti grazie a loro possiamo valutare come si esprime la giustizia in italia. negli altri paesi non mi interessa. sono a casa loro. da noi si respira aria di rivoluzione francese. la fine e' gia' segnata. peccato che non ci sia la ghigliottina. mi chedo solo dov'e' la differenza. il popolo e' abbandonato a se stesso e siamo talmente frustrati ed intimoriti che non sappiamo piu' come porre fine a questo stato arrogante e a questa classe politica propagandista di valori virtuali e non concreti. siamo sbandati e derubati dei nostri valori. peccato veramente peccato. attualmente ci fanno vivere solo di scoops

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Sab, 27/10/2012 - 09:33

Finalmente la vendetta di Montezuma è arrivata e non solo quella! Addirittura l'interdizione dai pubblici uffici, che, poi, era proprio il traguardo da raggiungere! Bisognava vietare al Cavaliere ogni velleità da rientro quale premier o altra carica in un "pubblico ufficio"!!Immagino il numero di bottiglie di champagne stappate in certi ambienti giudiziari (certi magistrati non saranno al lavoro per almeno tre giorni!), ove, naturalmente, è pronta la scala per far raggiungere agli "artefici" le più alte cariche! Del resto è giusto: una condanna di Berlusconi vale molto di più di qualsiasi medaglia d'oro al merito!

Il giusto

Sab, 27/10/2012 - 09:37

Purtroppo anche questo,come tutti i suoi processi,finirà in prescrizione, e mentre per voi sarà perciò innocente,per gli onesti sarà il colpevole che sfugge alla giustizia!!!

Ritratto di Y93

Y93

Sab, 27/10/2012 - 09:38

E' una VERGOGNA....QUESTA NON E' DEMOCRAZIA MA UNA DITTATURA ....tutto il mondo è rimasto allibito... Il ministro di GRAZIA e " GIUSTIZIA " deve intervenire e se non bastasse ancheil presidente della repubblica !!!

rinci

Sab, 27/10/2012 - 09:39

Un tribunale ha emesso una sentenza e questa deve essere rispettata, mai strumentalizzata.

rossini

Sab, 27/10/2012 - 09:44

Altro che leggi ad personam. Qui si è trattato di un processo e di una sentenza ad personam. Le forzature sono evidenti: dalla lettura contestuale della motivazione, alla mancata attesa della decisione della corte costituzionale sul conflitto di attribuzioni, alla terminologia lombrosiana usata nella sentenza. A questo punto il Centrodestra non può più porgere l'altra guancia. A la guerre comme a la guerre! Si approvi immediatamente l'emendamento Pini sulla responsabilità civile diretta dei magistrati all'esame del Senato. La maggioranza c'è e, se si voterà a scrutinio segreto, sarà rinforzata da molti Senatori del Centrosinistra, stanchi di un Potere Giudiziario che ha posto sotto tutela tutti gli altri Poteri dello Stato. La responsabilità civile diretta per i magistrati è come l'aglio per i vampiri. Se non ora, quando?

Ritratto di falso96

falso96

Sab, 27/10/2012 - 09:44

Mi rivolgo ai sinistrorsi, guardate che quello che succede OGGI a B. sono solo le prove tecniche per eliminare anche chi di Voi non la penserà alla loro maniera. Si è già visto con tanto di acclamazione dal popolo.

ferdinando55

Sab, 27/10/2012 - 09:45

La situazione è a dir poco delirante!!! L'articolo dimentica un episodio di pochi giorni fa: LA SEGRETARIA DI BERSANI, DIPENDENTE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA LAVORAVA TRANQUILLAMENTE A ROMA PER IL PARTITO (Bersani stesso, n.d.r.) E PERCEPIVA LO STIPENDIO DALLA REGIONE. BERSANI NON POTEVA FORSE NON SAPERE CHE LA "SUA" SEGRETARIA ERA INVECE UNA DIPENDENTE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA??!? Ricordo, per chi se lo fosse dimenticato, che il compagno Bersani è stato in precedenza Governatore della Regione Emilia-Romagna!!! Mi stupisco che i giornali ("Il Giornale" in primis) non abbiano sottolineato adeguatamente tale situazione!

Il giusto

Sab, 27/10/2012 - 09:47

...con una sola ,piccolissima differenza:i soldi di questi "affari"finivano sui conti esteri di al cappone!Poteva non sapere?

Il giusto

Sab, 27/10/2012 - 09:48

Ovunque nel mondo si stanno stappando milioni di bottiglie per festeggiare!Io,la mia,la tengo ancora in cantina in attesa della sua,spero presto e dolorosa,dipartita!!!

Il giusto

Sab, 27/10/2012 - 09:50

y93...se leggi i giornali stranieri ti renderai conto che nessuno si è scandlizzato!Anzi...

Claudio53

Sab, 27/10/2012 - 09:56

Caro Presidente Berlusconi : grazie per il sogno che ci hai regalato in questi ultimi anni; grazie per aver tentato di arginare una deriva Komunista della peggior specie; grazie per aver passato la mano ad un governo tesnico che per quanto criticato tiene a freno i pazzi scatenati della sisistra. A questo punto, se mi posso permettere, si goda i suoi soldi; la sua bellissima famiglia; la sua azienda meravigliosa. Dio aiuti l'Italia !!

idleproc

Sab, 27/10/2012 - 09:57

Finiamola di prendercela coi magistrati. A massimo sono strumento consapevole o inconsapevole. Pensate che un tizio come Bersani o un Casini o un Finito, contino veramente qualcosa, al massimo possono fare i tirapiedi per raccattare il consenso dei polli. Ora stanno mollando anche la vecchia gestione catto-stalinista del PD, hanno individuato in Renzi il manichino perfetto per questa fase. Il sistema finto-politico che dovrà avere l'Italia lo avevano progettato a tavolino ancora prima di buttare giù il Berly come l'operazione ti spenno l'Italia per salvare i banksters globali. Nel cosiddetto centro destra non hanno ancora trovato il manichino adatto. Non hanno nemmeno molta fantasia. Il fatto è che tranne pochi non avete un minimo di coscienza nazionale, molti inneggiano alla svendita di beni degli Italiani e di settori strategici agli stessi che hanno distrutto il nostro apparato produttivo e finanziario. Non vi preoccupate nemmeno di dove è il nostro oro quanto è e che fine sta facendo. Come il resto, è il prodotto del sudore e del sangue dei nostri padri e delle nostre madri. Una manica di generazioni senza onore sia di destra che di sinistra. Invece di unirci per mandarli tutti fora dae bal e decidere poi insieme l'Italia che vogliamo, stiamo a mercanteggiare i nostri singoli interessi mossi dalle invidie sul vicino e sul se muore lui mi salvo io. Una vergogna. Possiamo solo vergognarci.

Accademico

Sab, 27/10/2012 - 10:02

Con la condanna di Berlusconi la magistratura ha dimostrato che "la Legge NON è uguale per tutti" e non starò a fare l'elenco della miriade di impuniti quaquaraquà che avrebbero meritato nel tempo condanne ben superiori a quella inflitta all’ex premier. In questo round, per il momento, ha “vinto” il branco, ma non finisce qua.

Ritratto di afrikakorps

afrikakorps

Sab, 27/10/2012 - 10:05

Scusate ma nessuno del cdx che si ponga la domanda: e se fosse veramente colpevole?

Ritratto di Paolo-49

Paolo-49

Sab, 27/10/2012 - 10:05

Penso che questa sentenza voluta fortemente dai giudici rossi per debellare definitivamente il PDL sarà invece il collante di una nuova forte motivazione degli elettori moderati per ricompattarsi e tornare sulla scena politica da protagonisti.E' un grosso autogol per la sinistra visto che questa sentenza (non poteva non sapere)potrà ora essere portata a motivo per le pendenti cause Penati(Bersani), Lusi (Rutelli) e Niki Vendola.

Prameri

Sab, 27/10/2012 - 10:06

Se Berlusconi non è utile per l'Italia stacchi immediatamente la spina. L'Italia ha tanti altri nomi intorno a cui coagulare energie, fantasia e passione. Lo faccia. Infondo è stato detto che la grandezza dei grandi uomini sta anche nel riconoscersi piccoli. Che tutti quelli che sono riusciti a costruire grandi cose hanno anche grandi difetti, come i loro nemici. Non si conquistano medaglie d'oro senza rischiare la fucilazione. E' stato anche detto poveri gli uomini che abbattono i leaders del proprio paese (come è accaduto a Cesare e a Kennedy e a tantissimi altri in modo meno tragico). A un condannato non si possono chiedere altri passi o favori. Stacchi.

teramano

Sab, 27/10/2012 - 10:12

Stranamente, ma non così tanto, Berlusconi è anche il proprietario dell'azienda che, facendo questi giochetti, si intascava tutti quei bei soldi in nero e su cui non pagava le tasse, con danno per i contribuenti ONESTI, cosa poi ne facesse di quei soldi è facile immaginarlo, la condanna di ieri non è ad un uomo politico ma ad un imprenditore senza scrupoli. Capisco che per voi è difficile scrivere che Berlusconi è anche, e soprattutto, il proprietario del vostro giornale.

Giorgio Piras

Sab, 27/10/2012 - 10:14

la macchina mediatica della "persuasione che crea consenso" stavolta è partita in ritardo, a condanna emessa. Oltretutto visto che Berlusconi si è appena defilato dalla scena politica andrebbe un po' rivista questa strategia persuasiva, la massa rischia di rendersi conto che il processo ha poco o nulla a vedere con la politica ma riguarda la gestione finanziaria "creativa" di aziende private.

Ritratto di randel

randel

Sab, 27/10/2012 - 10:15

@ maxmello è un mistero anche per me. Pervade il buon senso. L'unica spegazione è nella deriva bipolare che ha spinto l'elettorato tipico a "tifare" per uno schieramento o per l'altro. E, si sà, alla propria squadra si perdona sempre tutto. E' comunque il caso si svegliarsi e di non farsi sempre usare.

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 27/10/2012 - 10:16

4 anni ridotti a 3 alla fine non farà neanche un minuto ....... la sua giustizia ( vedi leggi ad personam ) è segnata dai tempi lunghissimi dei suoi processi che hanno fatto e stanno facendo decadere automaticamente accuse e condanne .......Arriverà la prescrizione e dirà che è stato assolto....

Massìno

Sab, 27/10/2012 - 10:17

Un tribunale ha appurato che B frodava scientemente. E' triste sapere di essere stati governati da un uomo che rubava allo Stato.

STRAZZACAPPA

Sab, 27/10/2012 - 10:18

Sono usciti allo scoperto! Le toghe rosse sono i veri soci occulti del marxismo. Contro di loro sembra persa ogni tipo di battaglia, sono una vera e propria dittatura.Siamo senza difese: distruzione della stampa di centro-destra attraverso le condanne assurde di Feltri,Sallustri ed altri e distruzione della politica di centro-destra con l'abnorme condanna inflitta al Cavaliere. Ci salverebbe da questo orrore soltanto un secondo 28 ottobre, ma dubito che ciò possa evvenire!...

rossini

Sab, 27/10/2012 - 10:18

Caro Paolo-49, la sua è una pia illusione. I magistrati fanno quello che vogliono perché non pagano mai. Ai nemici la legge la applicano, per gli amici la legge la interpretano. Vedrà che tutti gli esponenti di sinistra saranno assolti con squilli di tromba e potranno anche dire: avete visto? Si ricordi che la peggiore dittatura è quella dei giudici; ed in Italia è in pieno svolgimento una dittatura dei giudici.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Sab, 27/10/2012 - 10:21

Gli altri offrono seggi alle Camere.

Ritratto di dbell56

dbell56

Sab, 27/10/2012 - 10:23

Se Berlusconi colpevole o innocente lo diranno gli altri gradi di giudizio. Scommettiamo che in appello, che guarda caso, si svolgerà a Milano e quindi con gli stessi giudici per orientamento politico della procura ambrosiana che lo hanno giudicato in primo grado ora, sarà confermata questa condanna? E scommettiamo che in Cassazione a Roma sarà assolto per insufficianza di prove o perchè il fatto non costituisce reato? Se così dovesse essere, come non pensare nel primo e nel secondo grado che non si sia trattato di sentenze in cui le norme giuridiche sono state interpretate da questi giudici a fini politici? E tu, il giusto (così ti scrivi), ricorda che tutti quanti noi siamo sotto questo cielo e che non è dato a te il potere di decidere quando una persona potrà morire oppure no ovvero, se uno morirà prima di te o no. Ricorda anche che quella bottiglia che vorresti stappare alla morte di Berlusconi per festeggiare potrebbe rimanerti pure "in canna" (in gola) perchè magari potresti tu precederlo nel gran salto da questa valle di lacrime. E non odiare! L'odio potrebbe distruggerti. Ma aspetta che tutto si compia; negativamente o positivamente per come la pensi tu.

Accademico

Sab, 27/10/2012 - 10:24

Sig PRAMERI- Suggestiva la realtà romanzesca raccontata qui da Lei, oggi, alle ore 10:06. Mi fa per favore UN SOLO NOME "intorno a cui coagulare energie, fantasia e passione" ? Grazie!

Ritratto di asarum

asarum

Sab, 27/10/2012 - 10:25

Leggo i commenti e c'e chisa tutto colpevole ..innocente ma mi domando come fate a saperlo,avete accesso alle carte???...io non sò se merita 4 anni o 8 anni ...ma a dir la verita il DePasqule mi piace poco e anche gli altri giudici.........meglo perderli che trovarli

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 27/10/2012 - 10:25

Secondo quanto riferisce Plutarco pare che Cesare abbia ricevuto 23 coltellate, una da ognuno dei congiurati. Credo che Berlusconi ne abbia ricevute quasi altrettante, prima di ricevere l'ultima, questa volta certamente "mortale". Non ho elementi di valutazione sulla realtà dei fatti e sono cosciente che il trasferire gli utili delle multinazionali nei paesi a minore incidenza fiscale è abituale nel mondo e soprattutto in Italia. Però la motivazione è orripilante: "non poteva non sapere", “non può non essere colpevole”, mentre l'amministratore della società incredibilmente viene assolto. Una sentenza che ricorda quella recentissima che ha condannato gli scienziati che non hanno previsto la scossa "distruttiva" che ha annientato L'Aquila. Solo che in questo caso l’abnorme valutazione è aggravata dal sospetto, subito sollevato, che abbiano inciso in modo determinante pregiudizi politici. Se fossi solo e giovane non avrei dubbi e lascerei il “bel paese”: ci vuole molto poco per trovarne un altro dove si respiri un’aria meno mefitica.

hyspanicus

Sab, 27/10/2012 - 10:29

Ma io mi domando se la forza politica del Centrodestra facente capo elettoralmente a un PDL quasi imploso ha ancora la capacità di alzare i toni della voce in Parlamento per indirizzare ogni sua mossa e atteggiamento politico contro l'invasione "territoriale" da parte di una Istituzione non più paritetica ma debordante nella sfacciataggine oramai consolidata di "Attaccare" piuttosto che di "giudicare". Oppure, caro Alfano,quelli che ancora occupano le "poltrone" di questo partito non hanno più "le palle" per farsi sentire? In questo momento, non interessa assolutamente che ci si entusiasmi e che ci si vesta delle "democratiche" Primarie per costruire la fiera delle vanità! In questo momento chi ha ancora schiena diritta deve soltanto far capire che ad un deficit economico non si tollera più nessun ulteriore deficit democratico! E la difesa di colui che ha dato paternità di esercizio politico a tanti di voi è, io credo, priorità assoluta!!

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 27/10/2012 - 10:30

Ribadisco. Una sentenza che per certi aspetti ricorda quella recentissima che ha condannato gli scienziati che non hanno previsto la scossa "distruttiva" che ha annientato L'Aquila. Solo che in questo caso l’abnorme valutazione è aggravata dal sospetto, subito sollevato, che abbiano inciso in modo determinante pregiudizi politici. Se fossi solo e giovane non avrei dubbi e lascerei il “bel paese”: ci vuole molto poco per trovarne un altro dove si respiri un’aria meno mefitica.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Sab, 27/10/2012 - 10:31

Ma non sento più quella bella canzoncina: ...meno male che silvio c'èèèè.

Ritratto di Paolo-49

Paolo-49

Sab, 27/10/2012 - 10:32

Caro Rossini, la penso esattamente come lei. Mi lasci però sperare che esiste ancora una via d'uscita ed un giudice, dico uno, a Berlino che possa farci sentire ancora una democrazia ed un Paese libero. Lo so forse sto solo sognando......

unosolo

Sab, 27/10/2012 - 10:34

appunto dicevo , la legge va interpretata a secondo chi capita sotto tiro.Per questo che alcuni processi durano molti anni altri scadono senza conseguenze e senza causare ripercussioni politiche . é strano ma guarda caso a pochi giorni dal Sallusti esce su Berlusconi , è strano ma fa pensare male , come diceva l'Andreotti , qualche volta ci si azzecca .

Ritratto di dbell56

dbell56

Sab, 27/10/2012 - 10:35

X afrikakorps. E se invece fosse innocente? Te la sei mai fatta questa domanda? Certo immagino la tua delusione in questo caso. Comunque a te la risposta!

Atlantico

Sab, 27/10/2012 - 10:38

Non è esatto dire che B. non poteva non sapere. Semmai B. era l'unico che poteva decidere che gli acquisti dei diritti non si sarebbero più operati direttamente dalle controparti statunitensi ma da controparti che li acquistavano dalle major americane e poi li rivendevano alla Fininvest. Se poi si scopre che questi intermediari appartenevano a B. altro che Silvio non poteva non sapere: era lui che aveva organizzato il tutto.

vince50_19

Sab, 27/10/2012 - 10:40

Maxmello -due domande: primo, come si fa a fare una legge ad persona/contra personam (sa che esistono proposte contra personam dedicate al suo incubo ventennale, vero?), visto che la costituzione lo vieta espressamente; Seconda domanda: esiste un articolo della costituzione, l'art. 27, che - oltre al fatto che le responsabilità penali sono individuali, considera innocente qualsiasi imputato fino al raggiungimento di un verdetto definitivo e non più appellabile. Ne è a conoscenza? Per il suo .. fegato, mi pare un pò e ad oggi "recalcitrante" - visto quel che scrive e come lo scrive a mio avviso, se la sentenza dovesse essere ribaltata nei gradi superiori.. Questo lo affermo e co0n forza a fattor comune, per tutti gli indagati eccellenti, a 360° - che in questo periodo sono sulla bocca di tutti e nei titoloni di tutti i quotidiani. Il rispetto di queste regole è basilare, a mio avviso, altrimenti si pratica l'arte del forcaiolismo che non dovrebbe appartenere al alcuna persona equilibrata e di buona volontà. Buon prosguimento.

Noel66

Sab, 27/10/2012 - 10:49

Mamma mia maxmello,sei peggio di torquemada...hai le piena certezza che Berlusconi sia stato,e presumo lo sia tutt'ora,un criminale assoluto,al soldo della mafia,ladro,corruttore,pedofilo...dimentico qualcosa? Io non so se sia colpevole di tutto,in parte o per niente...quello che mi inquieta e' che fino al 1994 nessuno si sia interessato ai suoi affari e che a partire da quella data sia stato sottoposto ad un accerchiamento da parte dei procuratori,e questo cdo sia innegabile. A me interessa sapere perche',se Berlusconi fosse stato un pericoloso soggetto, i governi di sinistra(quelli di Prodi e D'Alema) non abbiano fatto una legge che impedisse ad un imprenditore di candidarsi in politica,per un evidente(loro)conflitto di interessi. Ne hanno avutomle possibilita',ed anche il numero,per farlo...invece,nulla. E se io fossi un elettore di quella parte,ne chiederei i motivi,perche' se mi indicano un nemico,responsabile di tutti i mali italiani,devono poi spiegarmi perche' io lo devo combattere mentre i vertici del mio partito ci vanno a pranzo assieme. Ma per fare queste domandine,serve quello che notoriamente manca all'elettorato di sinistra: la liberta' di pensiero. Saluti

abocca55

Sab, 27/10/2012 - 10:51

Non si può condannare l'essere umano senza avere prove. Se avessero avuto le prove tutto sarebbe stato giusto e accettabile, ma senza prove si insinua la giustizia dei sogni e dell'immaginazione perversa. Senza prove è una sentenza che offende e impaurisce i cittadini. Dovremmo tutti fare ricorso al tribunale dell'Aia, perché vi sono molti modi di essere criminali contro l'umanità, e non solo quello fisico.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Sab, 27/10/2012 - 11:09

Mi sa tanto che lo scopo di questa magistratura deviata è quello di far svendere le migliori aziende del nostro paese agli stranieri... Hanno chiuso l'Ilva, stanno distruggendo Finmeccanica facendola crollare in borsa con le indagini che finiscolo sui giornali, ed ora si inventano una sentenza contro Berlusconi, per far crollare mediaset in borsa... Che accadrebbe ora se gli azionisti chiedessero i danni? Berlusconi dovrebbe svendere? Intanto Bersani è tutto contento, con le sue primarie truccate e l'eliminazione politica dell'avversario con possibile distruzione del suo patrimonio.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 27/10/2012 - 11:11

Ribadisco. Una sentenza che per certi aspetti ricorda quella recentissima che ha condannato gli scienziati che non hanno previsto la scossa "distruttiva" che ha annientato L'Aquila. Solo che in questo caso l’abnorme valutazione è aggravata dal sospetto, subito sollevato, che abbiano inciso in modo determinante pregiudizi politici. Se fossi solo e giovane non avrei dubbi e lascerei il “bel paese”: ci vuole molto poco per trovarne un altro dove si respiri un’aria meno mefitica.

gustavo

Sab, 27/10/2012 - 11:16

Se ce ne era bisogno ieri ne abbiamo avuto la conferma. Chi comanda in Italia sono certi magistrati. Ci sono voluti 18 anni per incastralo ma alla fine ci sono riusciti, hanno vinto loro. Guai a mettersi sulla loro strada. Berlusconi era un nemico da abbattere ed è stato abbattuto. Per quale motivo dobbiamo andare a votare? Se il candidato eletto non gli aggrada basta un avviso di garanzia. E' così facile, basta andare a scavare e scavare e alla lunga qualcosa si trova. Se non si trova c'è sempre qualche rivelazione di un pentito compiacente. La legge Alfano giustamente andava bocciata perchè avrebbe rimandato il giudizio dopo la legislatura, troppo tardi. Eh no! non ci siamo, almeno le più alte cariche dello stato vanno salvaguardate. Quale sarà la prossima vittima? Forse Renzi perchè è troppo moderato? Il bello è che la Sinistra è compiacente con questi giudici. Forse ci meritiamo veramente il comico Grillo. Da parte mia, se rimane questo stato di cose, non andrò a votare.

Libra

Sab, 27/10/2012 - 11:21

A Noel66: per fortuna che voi avete libertà di pensiero. Siete così liberi che ancora credete alla favola che B. prima del 1994 non sia stato indagato e poi, dopo la famosa "discesa in campo" la magistratura lo abbia preso di mira. In realtà, se solo aveste la curiosità intellettuale di andare a rispolverare la storia di quegli anni, scoprireste, voi liberi, che la magistratura aveva già indagato su B. e su Fininvest nel 1992 e poi ancora nel 1993 (per le tangenti sul centro commerciale Le Gru di Grugliasco). In questa seconda indagine, B. avrebbe dovuto presentarsi ai magistrati nel 1993 per essere ascoltato. Ma, rinviando per mesi, lo farà solo il 19 aprile del 1994, dopo aver vinto le elezioni. Quindi, semmai, è vero esattamente il contrario: B. è entrato in politica quando la magistratura è arrivata a lui è non potendo più godere della protezione di Craxi, decise di difendersi da solo. e con leggi ad personam e abusi di potere, che per chiunque di noi comuni mortali sarebbero impensabili, è riuscito a farlo per 20 lunghissimi anni. Ora la condanna (che comunque non è la prima, ricordiamolo) e di nuovo il progetto di ricandidarsi. Per evitare di nuovo che giustizia venga fatta!!! SVEGLIA, GENTE!!!

chinawa58

Sab, 27/10/2012 - 11:21

chinawa58:Capisco l'entusiasmo dei sinistroidi ma voglio ribadire che per gioire del tutto e raccontare cavolate inutili e menzogne artifiziose bisogna rispettare i tre gradi di giudizio,sempre che qualcuno dimentica la giuridizione attuale.Il verdetto emesso da un giudice in 1°grado può essere stravolto nei alri due gradi salvo pervenuta prescrizione e quindi annullerebbe tutto.Al fatto della frode fiscale credo che ancora ci sono molte ombre che mi farebbero pensare:"ho Berlusconi era un fesso,o effettivamente non era a conoscienza delle manovre,poichè i veri malfattori insegnano e nella sinistra ce ne tanti e anche bugiardi (se io sò d'aver frodato una cifra cosi esorbitante quale gli attribuiscono a Berlusconi) non me ne sarei stato qui in Italia e aspettare che venissi condannato più l'aggravante dell'interdizione dai pubblici uffici.Quindi tutto ciò lo trovo talmente artifizioso e credo effettivamente persicutivo nei riguardi del Presidente BERLUSCONI,al quale va tutta la mia stima e l'esorto a lottare per la sua persona prima del partito.

Ritratto di Marco Tullio C.

Marco Tullio C.

Sab, 27/10/2012 - 11:31

La sensazione che si ha, e non parlo tanto del caso Berlusconi, anche per il caso Parolisi, anche per Vendola se sarà condannato per abuso d'ufficio vale lo stesso discorso, è che non esiste più la garanzia insita nel principio "in dubio pro reo". Il principio basilare, che afferma che si condanna se e solo se non esiste un ragionevole dubbio sulla colpevolezza, non vale più; viviamo in un'epoca di giustizia sommaria, e buona parte della magistratura si è calata in questa realtà. L'apogeo di comportamento poco equilibrato ma consono a questo clima, da parte dei giudici, si è avuto con la sentenza contro la commissione tecnica della protezione civile, dove anche un giustizialista dotato di buonsenso dovrebbe ammettere che non si può valutare sul piano tecnico-scientifico l'operato di costoro, trattando di un argomento come la prevedibilità dei fenomeni sismici, ben lontano da certezze consolidate. Condannando un presunto colpevole si placa la sete di vendetta, sete comprensibile sul piano umano ma non per questo cardine della giustizia. Condannando si ha il titolo in prima pagina, assolvendo un trafiletto in cronaca: una civiltà dove tutto si basa sull'apparire piuttosto che sull'essere è per sua natura spietata e feroce; un torto di Berlusconi è sicuramente quello di avere contribuito a costruirla, questa civiltà.

Ritratto di Zago

Zago

Sab, 27/10/2012 - 11:33

E' mai possibile che un uomo come Berlusconi che si è fatto dal nulla, che ha creato il suo impero con idee nuove e tanta abnegazione, possa essersi compromesso durante ul suo mandato di Presidente del Consiglio con questo caso di pubblicità ? Sarebbe da stupidi a pensarci bene. Cosa che non hanno condiviso i PM rossi, ma che alla fine ci sarà un giudice che capirà come si sono svolte le cose e scagionerà il Cavaliere. La cosa è sicura è solo questione di tempo.

Ritratto di dbell56

dbell56

Sab, 27/10/2012 - 11:35

E' triste sapere che tu Massìno non sia alla ricerca della verità ma che sia solo un giustizialista da quattro soldi, alla Di Pietro, tanto per intenderci!

gianni.g699

Sab, 27/10/2012 - 11:40

E MENO MALE CHE LA LEGGE è UGUALE PER TUTTI !!! SE NON ERA COSI COME STAVAMO ADESSO ???

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Sab, 27/10/2012 - 11:47

Chiedo conferma su questa notizia, è vero che vogliono proclamare il 26 ottobre la festa della giustizia? Ho sentito che anche le escort si fermeranno questo giorno per celebrare la festività.

marvit

Sab, 27/10/2012 - 11:56

Atlantico. Accidentaccio,lei sa tutto.Si poteva fare a meno del tribunale di Milano. Forza:quanti quattrini erano?? In che data li ha incassati??Su che banche li ha incassati e su quali C/C?? Chi operava agli sportelli??...altro,ma basta e avanza così.Per favore,ci conforti con la sua scienza e conoscenza.Aspettiamo

Ritratto di gino5730

gino5730

Sab, 27/10/2012 - 11:59

Dire che non è una sentenza politica e temporizzata significa essere o in mala fede o essere carichi di odio personale verso Berlusconi. Avete ragione ,solo lui non poteva non sapere ? Vendola con la direttrice della ASL,Bersani con la sua segretaria,Di Pietro con l'assessore del Lazio,Rutelli con quello che svuotava le casse. Ma non ci prendete per il cu....saremo pecoroni ma non cretini integrali. n

onurb

Sab, 27/10/2012 - 12:02

In ogni caso il teorema del non poteva non sapere, che più che un teorema è un assioma, infatti i teoremi vanno dimostrati, gli assiomi vengono assunti come verità assolute che non richiedono di essere dimostrate perchè evidenti di per se stesse, è già stato dichiarato non assumibile come prova logica in altri procedimenti penali. Dunque, anche questo sarà destinato a fare la stessa fine e sarà l'ennesima dimostrazione che a certi giudici non interessa fare giustizia, ma solo sputtanare Silvio Berlusconi.

onurb

Sab, 27/10/2012 - 12:08

maxmello. Argomentando con la sua stessa logica, tutti i partiti, compreso il PD, si possono definire oggettivamente partiti di ladri; o per caso si è scordato di tutte le inchieste che interessano i politici dei vari partiti, tra cui i signori Penati, Errani, Tedesco, ecc.?

Ritratto di elio2

elio2

Sab, 27/10/2012 - 12:10

Invece per l'amico vendolino che nel 2009 guidava una giunta di ladri, poi sciolta per decreto, poteva esserne all'oscuro, lui essendo comunista poteva non sapere di star guidando un massa di delinquenti. Adesso vediamo con la nuova incriminazione, cosa tireranno fuori dalle pieghe della loro giustizia per salvargli il C...o, non è che possono dire ancora che non ne sapeva niente, visto che è lui personalmente incriminato.

Massìno

Sab, 27/10/2012 - 12:10

Invece di continuare con le ciarle bisognerebbe spiegare perché aveva la disponibilità dei conti sui quali finivano i soldi frodati. Però qui si preferisce parlare di comunisti..

Pazz84

Sab, 27/10/2012 - 12:30

@Noel66 ma che cavolate stai dicendo? Guarda che l'imprenditore Sig. Berlusconi Silvio ha subito processi anche prima del 1994, e come disse Dell'Utri è entrato in politica per scampare alla giustizia. Senza dimenticare ovviamente la tessera 1816 della loggia massonica P2 assegnata al Cavalier Berlusconi

Ritratto di kinowa

kinowa

Sab, 27/10/2012 - 12:33

E' giusto, avrebbe dovuto sapere perche fra tutti è il piu intelligente,

michpaler

Sab, 27/10/2012 - 12:34

Berlusconi, secondo me, ha avuto per quasi venti anni la possibilità di mettere la Giustizia in condizione di funzionare secondo un tempismo ed un garantismo certo. E se n'é disinteressato. Basti vedere che cosa ha fatto, anzi non ha fatto, il suo Ministro Alfano. Berlusconi, di fatto, si é sempre preoccupato esclusivamente - a ragione oppure a torto - di attaccare la classe dei Magistrati, creandosi delle inimicizie che avrebbe potuto benissimo evitare. Questi sono i risultati e non vedo con chi possa prendersela.

enzo1944

Sab, 27/10/2012 - 13:00

...............e,naturalmente il napoletano che sta al Colle,con il vietti del CSM,non hanno nulla da dire!!..........Zitti come le mummie e non vedono nè sentono cosa succede attorno!.....troppo intenti e concentrati a salvare il PD ed i suoi uomini dai loro amici magistrati rossi!......perchè loro NON POTEVANO SAPERE TUTTO!......mentre per S.Berlusconi,vale il principio NON POTEVA NON SAPERE!.......ah,la legge è UGUALE PER TUTTI,meno che per il PD,ed i suoi tirapiedi e numerosi sciacquini!!Buffoni

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 27/10/2012 - 13:27

L'incazzatura che mi ha provocato B. Ultimamente con le sue decisioni politiche e con la sua inefficace azione di governo non posso mischiarla allo schifo della sentenza nei suoi confronti. La giustizia, con la G maiuscola e' semplice, porti prove certe e condanni, sia un normale cittadino che B., ma condannare su supposizioni sono l'anticamera della dittatura.

liberale32

Sab, 27/10/2012 - 13:38

Cari commentatori c'e qualcuno tra Voi con un minimo di cognizione giuridica che mi spieca l'interdizione ai Pubblici uffici nella condanna per frode fiscale? la spiegazione è insita nella sentenza stessa si può capire l'interdizione alla direzione d'impresa privata ma cosa c'entra l'interdizione ai pubblici uffici se c'e qualcuno che me la spiega o mi trova una sentenza simile gli pago una vacanza in Russia !aspetto grazie .

agosvac

Sab, 27/10/2012 - 13:41

Egregio maxmello, forse lei ha ragione a dire che il Pdl è un partito di ladri, però si dimentica che è dimostrato come Pd e Idv, nonchè Sel, sono partiti di delinguenti!

gregorio.padula

Sab, 27/10/2012 - 14:11

E chi avrebbe dovuto sapere????....Forse Topolino!!!...Ma per favore!!! Continuate a voler sostenere un sistema per privilegiati, di cui ovviamente fa parte non solo Berlusconi, ma è in bella compagnia con i vari Formigoni, Penatti, Scajola, Vendola, Fiorito, Dalema, Bossi, ecc....! Non sono un giustizialista, ma sarebbe ora di finirla con chi ha confuso la politica come un mezzo per curare unicamente i ca@@i propri!!!

Stan75

Sab, 27/10/2012 - 14:25

maxmelo, rassegnati. di fronte alla fede non c'è argomentazione che può funzionare. ad ogni modo ci proverò..magari anche in questo blog trovo qualcuno con un barlume di raziocinio che si asterrá dal darmi del comunista statlinista e vorrá pacatamente discutere della situazione. Noel66 afferma che a partire dal 94 c'è stato un accanimentompolitico nei confronti di berlusconi. non conosco nel dettaglio la sua storia giudiziaria. mi documenterò, ma è plausibile. temo sia cosi. ciononostante, tra l'affermare che ce stato accanimento politico e l'affermare chr berlusconi sia uno stinco di santo ce ne passa. il sistema giudiziario italiano ha sicuramente molte pecche, adiniziare alla lentezza e dalla squilibrio a vantaggi di chi ha le risorse per potersi permettere di rallentare i processi finoma farli prescrivere. detto ciò va detto chr l'azione politica di berlusconi non poteva, on può e pn potrá mai risolvere queste lacune per via dei troppi interessi personali e delle apporccio "ad personam" che berluscon aveva nei confronti delle riforme dlla giustizia. riforme che apaprentemente sono state la sua unica preoccupazione in questi ultimi lungh anni di governo di cdx.il suo progetto politico era dunque destinato a fallire, secondo me per due ragioni fondamentali: azione politica incentrata esclusivamente sulla riforma della giustizia al fine di porteggere se stesso e i propri interessi. assenza di un partito politico "vero" alle sue spalle. quest'utlimo punto è un altra questione.(ma visot come vanno le cose nel cdx, è evidente che senza berlusconi rimane il nulla). tornando alla giustizia, io credo in generale che berlusconi avrá la possibilitá di difendersi e lo fará in tutti i modi. non credo che sia una persona onesa e dunque credo che primo o poi faccia una brutta fine (forse l'etá lo salverá dal carcere). poi sonnpronto a discutere di tutto. anche della mancata legge sul conflitto di interessi (come sottolineato da noel66). sbagli che credo pochii elettori di csx abbiano perdonato a prodi / d'alema. non sono d'accodo invece con noel riguardo la libertá di pensiero: questa è una cosa seria. ritoeni seriamente, non ce ne sia a sinistra?

rataplan73

Sab, 27/10/2012 - 14:36

cast49, stai attento che ti parte la valvola mitralica ahhhaahahahh

Cosimino64

Sab, 27/10/2012 - 14:54

Prima di qualsiasi considerazione il sig. Gabriele Villa, per onesta intellettuale, non dovrebbe scrivere certe considerazioni nel suo articolo. Perche' ad esempio scrive che il " non poteva non sapere" vale per Berlusconi e non per altri politici? Il Cavalier Berlusconi ha commesso questi fatti nelle vesti di capo di un'azienda, con movimenti fi fiumi di denaro e, proprio per il suo status di capo non poteva non sapere. Cosa c'entra la politica in tutto cio'?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 27/10/2012 - 14:56

Berlusconi, non si fará neppure un giorno di galera, ma chi é che pagherá per questa giustizia italiana saranno i figli degli italiani costretti ad emigrare per trovare un lavoro é questo e merito di una giustizia che impedisce investimenti esteri in italia. Io, leggo che ci sono dei sinistrosi che vogliono stappare bottiglie di vino per festeggiare la condanna di berlusconi, cari sinistrosi stappate pure le vostre bottiglie ma non vi lamentate se state con le pezze in kulo, questa crisi amara vi lascerá talmente poveri che una bottiglia di vino rosso sará un lusso per voi, Berlusconi mal che vada ha i suoi Miliardi per consolarsi mentre i vostri figli faranno la fame, festeggiate per l,equita Dell,Ingiustizia Italiana che punisce chi ha pagato 5,44 Miliardi di euro in 5 anni All,Erario Italiano é premia chi ha evaso Miliardi di Euro in Svizzera!!!. Anche, io festeggeró con un Brunello di Montalcino Riserva di 15 anni, l,idiozia di chi é talmente idiota da festeggiare chi ha la maggiore colpa se in Italia da 50 anni non ci sono piú Investimenti Esteri!, cari Sinistrosi festeggiate la gloriosa Giustizia Italiana che é al 158 posto nel Mondo e morite di fame!. ps, la Francia é la Germania ringraziano la Giustizia Italiana per i Capitali Esteri investiti in casa loro! VIVA! LA GIUSTIZIA ITALIANA!OLE!!!.

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 27/10/2012 - 14:56

Maxmello: lei è già ridicolo.

futuro libero

Sab, 27/10/2012 - 14:59

Quando succede qualcosa di grave a dx Berluscni doveva sapere tutto. A sx invece non sanno mai niente. Questo è molto grave e mi fa pensare molto. Se al governo vanno coloro che non sanno cosa fa la mano destra come possiamo fidarci di queste persone? Permettono ai loro amici segretarie compagni di rubare i nostri soldi e poi si scusano con io non ne sapevo niente. Ma che persone ignoranti e incapaci sono se non sanno osa fanno? Come possono governare se non iescono nemmeno a vedere cosa succede sotto i loro occhi? Pensavo di non andare più a votare perchè nauseata da tutti, ora invece sarò orgogliosa di andare a votare e voterò per Berlusconi o il suo partito. Evviva la vittoria di Pirro di bersani e di pietro.

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 27/10/2012 - 15:00

Il giusto: per lei la giustizia è l'onestà dei sinistri.

rossono

Sab, 27/10/2012 - 15:01

Non illudetevi la responsabilità civile diretta dei magistrati i sinistrati non la voteranno mai,se per sbaglio lo facessero, subito dopo questa specie di magistrati mangiapaneatradimento aprirebbero gli armadi ed uscirebbero tutti i scheletri che hanno nascosto in tutti questi anni ai sinistrati..Un paese che vuole cambiare bene, prima di tutto riforma la giustizia,che non funziona, se alcuni studiosi si condannano perche sbagliano sui terremoti,non si capisce perche se sbaglia un magistrato (vedi il caso Tortora)si promuove,non credo che siano loro i mammasantissima,e fanno finta di cercarli altrove??

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 27/10/2012 - 15:02

Paolo 439: concordo in pieno e tutti a votare.

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 27/10/2012 - 15:07

Mark 61: guardi che sono 4 anni ridotti a 1. Se non sa nemmeno leggere torni a scuola, le serali sono aperte. E finitela con le leggi ad pesonam, siete stati i primi a farle: ricorda ???

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 27/10/2012 - 15:09

Massìno: perché, gli altri politici italiani invece cosa fanno? rubano con la complicità tacita della magistratura amica.

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 27/10/2012 - 15:15

Cosimino64: ma lei ragiona o vaneggia? lo volevano far fuori dalla politica da quel lontano 1994 quando il signor "canale 5" li ha battuti sul loro terreno.

uprincipa

Sab, 27/10/2012 - 15:17

Ma che articolo è??? Che c'entra che il capo di un'azienda non sappia cosa faccia la sua azienda con il fatto che un politico non sappia cosa faccia una persona che è stata suo segretario? Ma il bravo imprenditore, come ha sempre detto Berlusconi di essere, non è anche bravo perchè ha sotto controllo tutta la sua azienda? A questo punto o è un cattivo imprenditore o sapeva...

uprincipa

Sab, 27/10/2012 - 15:18

Ma che articolo è??? Che c'entra che il capo di un'azienda non sappia cosa faccia la sua azienda con il fatto che un politico non sappia cosa faccia una persona che è stata suo segretario? Ma il bravo imprenditore, come ha sempre detto Berlusconi di essere, non è anche bravo perchè ha sotto controllo tutta la sua azienda? A questo punto o è un cattivo imprenditore o sapeva...

silvano45

Sab, 27/10/2012 - 15:31

la giustizia italiana sempre piu' vicina a qella dei soviet risultato i delinquenti sono i martiri extracomunitari anche se spacciano o delinquono sono martiri i cittadini italiani sono tutti aprofittatori e in particolare se si difendono o peggio votano berlusconi in questo caso sono superdelinquenti.I vertici del pd sanno tutto quello che ha fatto penati e c ma loro non poetvano sapere.. per berlusconi invece saà condannato anche perchè non poteva non sapere il terzo mistero di fatima...... che schifo di giustizia .....stanno riuscendo a far scappare imprese e imprenditori

conenna

Sab, 27/10/2012 - 15:38

Il ragionamento proposto da Villa mi sembra il "teorema Moggi". Facevano tutti così, perché se la prendono proprio con me? E' una persecuzione. Ora, le persone adulte sono responsabili di quello che fanno. Se la magistratura, non la Procura più o meno ostile, ma una giuria condanna, lo fa sulla base di prove. Non per sentito dire. E' perché vengono esibite prove. Se poi, in appello o in cassazione ci saranno novità, le sentenze potrebbero variare. Ma non ci saranno altre sentenze perché, dopo aver trascinato per anni (ricordate un certo Ministro Castelli che impediva le rogatorie dagli USA proprio per questo processo?) con cavilli vari, tra cui il legittimo impedimento, il processo, dopo questa sentenza ci sarà, more solito, la prescrizione che verrà presentata come assoluzione. E, ovviamente sarà colpa dei giudici che, per anni, hanno cercato di portare a termine un processo e non chi lo avrà, volutamente, impedito.Comunque bene che Silvio torni in politica, per chi pensava che l'avrebbe mai lasciata. E' sceso in campo per salvarsi dai processi e dai debiti e torna in campo con le stesse motivazioni.

romacentro

Sab, 27/10/2012 - 15:43

Mi dispiace per Berlusconi perché la sentenza è davvero sconcertante. Sono tuttavia dell'avviso che egli poteva tentare di fare qualcosa quando godeva di una maggioranza portentosa, che credo non avrà più. E allora, come si fa a riformare questo sistema giudiziario, imbolsito e malato se non si ha una grande maggioranza? Maggioranza che può anche non bastare: devi avere anche i media che ti assistono, e un Presidente della Repubblica che non ti ostacoli. Coincidenze, queste, quasi impossibili per il centro desta. La riforma forse avverrà solo quando la sinistra ne avrà assoluta necessità, che per il momento non si intravede avendo ottimi rapporti con la magistratura.

Ritratto di StefOmega

StefOmega

Sab, 27/10/2012 - 16:01

Vorrei porre l'attenzione sul titolo dell'articolo: se è vero che per le toghe "Berlusconi è l'unico che non poteva non sapere", è anche vero che Berlusconi è l'unico, in un processo (Medusa Cinemtaografica) che potrebbe essere troppo ricco per accorgersi dei fatti contestati. Quindi, per favore, PER FAVORE, smettiamola di essere ridicoli.

rataplan73

Sab, 27/10/2012 - 16:05

cosimino64, eh ma così non vale, gli rovini il gioco! che fai, scusa, usi la logica??

lamwolf

Sab, 27/10/2012 - 16:22

Vedremo se i Lusi, Penati, Vendola avranno lo stesso trattamento. Io già so come andrà a finire una bolla di s.......

giovanni PERINCIOLO

Sab, 27/10/2012 - 16:38

cast49. Per avere memoria il presupposto é avere un cervello funzionante. Ti risulta che i trinariciuti lo abbiano??

CAPOFERRI50

Sab, 27/10/2012 - 16:43

HAI DIMENTICATO IL SIG. MANCINO CON IL SUO COLLEGA CONSO

gedeone@libero.it

Sab, 27/10/2012 - 17:03

La Legge dice che nelle società di capitali (S.r.l., S.P.A. e S.A.P.A.)a rispondere dei danni patrimoniali arrecati a terzi è la società con il suo capitale, mentre, per le violazioni di carattere penale ne risponde l'Amministratore personalmente. Questa sentenza è assurda proprio perché l'Amministratore della S.p.A. Mediaset (Confalonieri)è stato assolto. Atteso che i sinistri non riusciranno comunque a capire tale assunto,mi rivolgo ai signori parlamentari del cdx e della Lega,dicendo loro che se hanno ancora un minimo di dignità, abbiano un sussulto ed approvino CON URGENZA la Legge sulla responsabilità delle toghe giacente in Senato!

meverix

Sab, 27/10/2012 - 17:28

E' chiaro che questa regola valga solo per lui. E' stata coniata "ad personam", come è possibile applicarla ad altri?

Ritratto di pischello

pischello

Sab, 27/10/2012 - 17:30

con berlusconi candidato non arrivano al 10%. saluti

MALEFICO59

Sab, 27/10/2012 - 17:37

Voglio fare una critica anche a Lei Caro Signor Presidente. Lei doveva fare quelle riforme che tanto ha decantato e promesso chi ci stava ci stava e sarebbe passato per un Presidente del Consiglio con le Palle, invece ha preferito andare appresso agli sciacalli e opportunisti che stanno a fianco a Lei impedole di muoversi come avrebbe voluto. Caro Presidente le riforme non si fanno a chiacchiere ma con i fatti senza guardare in faccia nessuno. E se lo faccia dire negli ultimi 20 anni tutto è stato pianificato dalla sinistra e da di pietro facendo modificare anche l'articolo 68 della Costituzione, dopo quello che era successo con tangentopoli colpendo solo una parte politica e facendo candidare di pietro nella zona più rossa d'Italia...Lei caro Presidente pensava ancora che questi farabutti avrebbero giocato entro le regole????????? Sono profondamente deluso.........

baio57

Sab, 27/10/2012 - 17:48

@ stan 75-Parli di fede ideologica?Proprio voi "sinistro-labili" parlate di fede ideologica . Un po' di pudore almeno .

acolombi

Sab, 27/10/2012 - 18:27

C'è un ragionamento più sottile da fare. Non possono non sapere tutti coloro che hanno cercato di far sì che i giudici rispondano a qualcuno di quello e fanno e non siano impunibili come adesso. Vi ricordate Craxi che voleva introdurre la responsabilità dei giudici e che è stato condannato perchè non poteva non sapere?

MEFEL68

Sab, 27/10/2012 - 18:29

Credo che la sinistra abbia una grandissima stima degli uomini di destra. A loro nulla sfugge. Tutto ciò che accade , loro non possono non saperlo. Anche i sismologi e la Protezione Civile, solo perchè operavano con la presenza di Berlusconi, non potevano non sapere che ci sarebbe stato un violento terremoto. Fosse questo un complesso d'inferiorità della sinistra?

Ritratto di elio2

elio2

Sab, 27/10/2012 - 18:56

Caro maxmello, i limiti del ridicolo sono tutti suoi e non è neppure in grado di rendersene conto, avendo un cervello totalmente assoggettato alla più fallimentare ideologia mai apparsa sulla faccia della terra. Di cosa avrebbe da gioire tanto, mi chiedo, una persona capace di intendere e volere, niente c'è solo stato una sentenza di 1°grado, chiaramente politica e assurda, esattamente come fu la condanna dei tecnici che non hanno previsto il terremoto, non ci sono prove se non quelle che nessuno vede, escluso chi applica le leggi di partito invece di quelle della repubblica Italiana. Ma poi lo sa lei che la nostra costituzione considera un cittadini innocente fino al terzo grado di giudizio, ne ha mai sentito parlare? Oppure visto che si tratta di Berlusconi facciamo un'eccezione?

lamwolf

Sab, 27/10/2012 - 19:07

Sono curioso di vedere ora come andrà a finire i fatti giudiziari, Bersani con Penati, Rutelli con Lusi passando per Di Pietro con Maruccio. La regola sarà la stessa? se non lo fosse sarebbe gravissimo e sarebbe la prova che la magistratura è politicizzata. Diciasette anni per un processo pensiamo a quanta gente deve vivere una vita, oltreun decennio con la spada di damocle sulla testa per sapere se è colpevole o meno. Quale vita fatevi signori giudici un esame di coscienza e se questa è giustizia allora meritiamo il 69° posto nel mondo. Avete creato un precedente ora condannate anche Bersani, Rutelli e Di Pietro.

antiom

Sab, 27/10/2012 - 20:01

maxmello, non voglio contestare le sue convinzioni e odio verso Berlusconi: ma solo dire che le persone intelligenti non dovrebbero giungere a fare una sorta di classifica fra le ruberie destra sinistra. Per dove siamo giunti, di quello che sempre più si scopre trasversalmente, le faccende di Berlusconi sono poca cosa: sopratutto se si considera che non l'unico, il solo, che sia ricorso a quest ipotetici imbrogli. Senza contare che lo stesso, ogni giorno, versa milioni di euro per mantenere, fra l'altro, giudici azzeccacarbugli che si dovrebbero vergognare dello stipendio che ritirano al 27 del mese.

xywzwyx

Dom, 28/10/2012 - 10:19

Articoli come questi non servono più a nulla. La gente è stanca delle classifiche su se sia più ladro fini, penati, casini o berlusconi. Oramai la gente i ladri li vuole in galera a prescindere dal colore politico con cui si dipingono e dell'ordine con cui si inizia. Se non capiamo questo non solo berlusconi ma anche il pdl sono il passato. Angelino, ti ha voluto segretario, allora scetati e fai la voce grossa se no, passi alla storia per il lacchè di berlusconi.

xywzwyx

Dom, 28/10/2012 - 10:19

Articoli come questi non servono più a nulla. La gente è stanca delle classifiche su se sia più ladro fini, penati, casini o berlusconi. Oramai la gente i ladri li vuole in galera a prescindere dal colore politico con cui si dipingono e dell'ordine con cui si inizia. Se non capiamo questo non solo berlusconi ma anche il pdl sono il passato. Angelino, ti ha voluto segretario, allora scetati e fai la voce grossa se no, passi alla storia per il lacchè di berlusconi.

Ritratto di Y93

Y93

Dom, 28/10/2012 - 12:12

VERGOGNA.....questi metodi mi ricordano il comportamento della dittatura stalinista e nazista che quando volevano eliminare un avversario più forte di loro usavano il DISCREDITO!!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 28/10/2012 - 13:00

Questa è la magistratura che ha condannato per omicidio un gruppo di scienziati perché all'Aquila, dopo mesi di scosse telluriche continue, è arrivata la botta finale. Per loro Silvio "non poteva non sapere", questo a loro basta e quindi lo hanno condannato. Le prove di colpevolezza nel nostro sistema giudiziario vigente, nell'interpretazione della casta specifica, non sono sempre indispensabili, basta che un fatto si sia verificato ed il "convincimento" del giudice al riguardo. Oltre a quella dell'Aquila, probabilmente ci sono altre discutibili condanne che vanno in quella direzione, basta leggere i giornali, solo che i "colpevoli" non sono scienziati, non si chiamano Berlusconi e quindi non fanno notizia.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 28/10/2012 - 14:44

Questa è la magistratura che ha condannato per omicidio un gruppo di scienziati perché all'Aquila, dopo mesi di scosse telluriche continue, è arrivata la botta finale. Per loro Silvio "non poteva non sapere", questo a loro basta e quindi lo hanno condannato. Le prove di colpevolezza nel nostro sistema giudiziario vigente, nell'interpretazione della casta specifica, non sono sempre indispensabili, basta che un fatto si sia verificato ed il "convincimento" del giudice al riguardo. Oltre a quella dell'Aquila, probabilmente ci sono altre discutibili condanne che vanno in quella direzione, basta leggere i giornali, solo che i "colpevoli" non sono scienziati, non si chiamano Berlusconi e quindi non fanno notizia.

Caiogracco

Dom, 28/10/2012 - 15:46

Sicuri sicuri che "non poteva non sapere" non è provato da nessuna testimonianza ?