"Torna An per riunificare la destra"

L'ex ministro: "Ora che il simbolo è di Fdi, alle Europee vorrei con noi Storace, Poli Bortone e gli altri"

Giorgia Meloni e Ignazio La Russa a Montecitorio

Roma - Onorevole Giorgia Meloni, quale significato ha il voto che sabato ha sancito la possibilità per Fratelli d'Italia di usare il simbolo di An?
«Vuol dire che la destra italiana si rimette in cammino e si carica della responsabilità di riunificare una comunità».

Si tratta di una operazione nostalgia?
«Tutt'altro. Si tratta piuttosto del ritorno alla vera vocazione di An come partito-polo, quella vocazione espressa con chiarezza dal congresso di Fiuggi che consentì di acquisire le esperienze di personalità provenienti dalla cultura cattolica, liberale e riformista. La stessa operazione che stiamo cercando di fare con Fratelli d'Italia e l'Officina per l'Italia, con figure come Crosetto, Ciocchetti e Guidi».

Lei inizialmente appariva perplessa rispetto al recupero del vecchio simbolo.
«Temevo una operazione utile solo a creare poltrone per la vecchia classe dirigente. Le modalità che abbiamo trovato sono, però, quelle giuste: nessuna esclusione ma anche nessuna rendita. Il ritorno ad An si coniugherà con l'uso di strumenti innovativi e con una grande apertura verso il nostro popolo».

Convocherete le primarie?
«Sì, a fine gennaio sceglieremo il simbolo per le Europee e il presidente del movimento. Un mese dopo ricorreremo allo stesso strumento per i dirigenti regionali e provinciali».

Si tratta di uno schema che potrebbe convincere chi come Storace, Poli Bortone e Menia non ha aderito?
«Le Europee prevedono le preferenze. Chiedo a tutti di mettersi in gioco e candidarsi».

Lei fu tra i dirigenti che un anno fa più si battè per le primarie del centrodestra.
«Sì, e proprio oggi ricorre un anno da quelle primarie poi abortite. Se allora Alfano avesse avuto il coraggio di tenere il punto e andare fino in fondo forse oggi si troverebbe ancora nel campo del centrodestra e non in trincea a difendere un governo di centrosinistra».

Come immagina le future primarie di coalizione?
«Più aperte possibili perché è il nostro popolo che ce le chiede. Bisogna avere l'umiltà di tornare per le strade. Lo stesso popolo dei Forconi è fatto di persone che hanno creduto nella fine dell'oppressione fiscale. Agricoltori, commercianti, piccoli produttori: gente che un tempo guardava verso di noi».

A quali forze vorrebbe aprirle?
«Bisognerà valutare idee e programmi perché non basta chiamarsi Nuovo Centrodestra per farne davvero parte. Soprattutto se poi voti la tassazione sulla prima casa; se togli i fondi per i rimpatri e le vittime della mafia per indirizzarli all'accoglienza degli immigrati; se tolleri situazioni come quella dei marò o dei tifosi italiani detenuti in Polonia per una retata preventiva».

Teme di ritrovarsi alle Europee con due partiti che facciano riferimento ad An?
«Spero di no. Faccio notare che coloro che ora polemizzano sono gli stessi che mi hanno rivolto più volte l'invito a promuovere un movimento per riunificare la destra italiana. Gli stessi che ho incontrato venerdì per illustrare la mozione».

Riuscirete a superare il 4%?
«Ero sicura che quel traguardo fosse già alla portata di Fdi. Tanto più lo è dopo il voto di sabato che ha messo in circolo tanto entusiasmo. Un entusiasmo che ora sta a noi, a tutti noi, non disperdere in piccole liti».

Commenti

xgerico

Lun, 16/12/2013 - 09:15

Hummmmm questi se non si accodano a qualcuno, mi sa che fanno la fine di Fini!

berserker2

Lun, 16/12/2013 - 09:24

Ah ma allora non lo vogliono capire!!!! Devono andarsene tutti a casa. Tutti i cialtroni che hanno contribuito a distruggere il MSI e poi affossare AN, DEVONO andarsene a casa! Poi se ne potrà parlare. Avevo stima di Storace, ma se i nomi che leggo sono questi, ovvero Poli Sborroni e Nenia due traditori che La Destra ha accolto e che magari vuole anche candidare allora non ci siamo. Il mio voto non lo prenderete MAI! Questo rimasuglio di destra è intangibile elettoralmente parlando proprio grazie a questi "signori" che l'hanno distrutta. E i veri militanti, gli elettori lo sanno. Per non parlare della giorgia cocomeri, una delle più servili con Berlusconi cui leccava la mano per pietire un ministero e che adesso fa la pasionaria ricordandosi di essere di destra, la Le Pen italiana, quella capace e in gamba.....giorgia, potrai abbindolare qualche moderato, qualche pensionato, qualche ex democristiano deluso da alfano.... ma i voti nostri, i veri voti te li puoi scordare da subito e lo vedremo alle europee. Pure il simbolo vi sieti rubati, non solo lo stipendio, pure il simbolo che NON VI APPARTIENE! E pensate che sia vostro con appena un terzo dei votanti (ma votanti de che poi....il simbolo è di tutti, fate casomai le primarie per il simbolo e vedete se gli elettori ve lo concedono in comodato gratuito o prestito modale). Cialtroni.

peter46

Lun, 16/12/2013 - 09:30

Certi nomi,Giorgia...rimangono indigeribili.Daccordo che con le preferenze possono anche essere 'trombati',ma...se costoro non 'motivano' la partecipazione,anzi...certo è passato il tempo delle 'amiche' da sistemare perchè sono "nate a pane e politica",ma il ricordo è uguale alla casa di Montecarlo.E se ad uno è preclusa la partecipazione(giustamente),perchè non deve essere preclusa anche agli altri...meglio le truppe con i capitani che con i colonnelli:purtroppo la 'presunzione' dell'età è dura a "convincersi"e dimenticare.Forse...continueremo a non esserci.E per vostra consolazione,e nostra,vi assicuriamo che non ci pensiamo minimamente di scegliere(ai bananas quella gli toccherà votare)la 'coppia' Bondi-Repetti in sostituzione...

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 16/12/2013 - 09:39

peccato che gasparri non vuole e stia bloccando tutto con i ricorsi....omuncolo come sempre.

Ritratto di mina2612

mina2612

Lun, 16/12/2013 - 09:43

L'ambizione di un modesto partito come era AN è quello di frantumarsi sempre di più e di misurarsi con coloro che prima erano loro colleghi: ""io ho preso uno 0,2% in più del tuo 0,08%!"" Ma con questo sistema dove sperano di arrivare? Dapprima di alleeranno con Forza Italia per avere credibilità tra gli elettori e poi faranno come ha fatto la Lega che si sono chiamati fuori perchè il programma non era di loro gradimento.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 16/12/2013 - 10:14

Esiste ancora una destra? Con Almirante era piccola, ma viva. Poi è stata distrutta da Fini per invidia verso Berlusconi e da Silvio per altri e svariati motivi, non tutti a lui addebitabili, come sappiamo bene. Resta, per ora, un diffuso "berlusconismo", ma è una pianta senza radici: purtroppo si piegherà su se stessa e poi finirà. Questa, in fondo, è la forza di Renzi, sopportato malvolentieri dall'estrema sinistra, ma guardato con interesse dall'elettorato in fuga da destra. Comunque il futuro non è ipotizzabile, dato che è legato alla traballante economia del Paese. Però, con gente come La Russa e Meloni, a destra non c’è un grande futuro: nella migliore delle ipotesi vivacchierà senza poter incidere.

peter46

Lun, 16/12/2013 - 14:57

mina2612...speriamo che quel 2612 non sia l'aspettativa di vita,altrimenti qualche maleducato ti direbbe"ma quanta pensione dobbiamo pagarti"...il problema è che,senza precisazione di "appartenenza",non possiamo commentarti..e l'appiglio è un po' vago,per cui lo rimandiamo a 'più avanti'.Solo una cosa,però nel frattempo:quel modesto partito ha "sdoganato" il cdx Berlusconiano e la lega portandoli al governo,altrimenti...sai già quanto,anticipatamente ,sarebbe successo "quel che è successo"ieri l'altro.Tu/Lei chiamalo pure modesto...ma se alcuno pensa che il cdx ha governato decentemente negli anni che in questo ventennio ha vinto nelle elezioni...le chiese son sempre aperte,anche di notte.

Ritratto di mina2612

mina2612

Lun, 16/12/2013 - 17:25

@Peter46... quel 2612 sta per il 26 dicembre, il giorno del mio compleanno. Io, essendo un'anticomunista convinta, ho da subito seguito il movimento Forza Italia di Silvio Berlusconi, con tutte le sue vicissitudini. Sono una convinta assertrice del bipolarismo, l'unico modo per avere un governo forte. Ma l'Italia è ancora immatura per un questo grande passo: da qui la mia amarezza nel vedere il ritorno alla prima repubblica quando i governi pentapartiti stavano in carica per un solo anno portando l'Italia nelle attuali condizioni economiche e morali. Ho sempre simpatizzato per il MSI e AN. Prima confidavo in Fini, ma si è dimostrato il più abbietto e indegno successore del grande Almirante... e ora anche Alfano.. Per 'modesto' intendevo dire che da solo non avrebbe mai potuto governare, ma oggi, con tutto questo spezzettamento inutile, si sta autodistruggendo da solo: e i primi risultati li abbiamo visti don Fratelli d'Italia. Era questo che volevi sentire?

peter46

Mar, 17/12/2013 - 00:17

mina2612...era una battuta il riferimento al numero,carissima,ed auguri anticipati...per domani 17 me li faccio da solo,anche se ancora qualcuno....ci sarà a ricordarsi.Sì,era questo che volevo sentir dire...non mi bastava la sola intuizione:e per questo ribadisco ciò che da tanto tempo(ogni sempre...)nei commenti(a centinaia su questo giornale)che la Destra Missina o AN ha sdoganato Berlusconi e le sue componenti socialiste e democristiane(mani pulite c'era stata per loro e davanti ai giudici ci sono stati loro)e la lega che nessuno voleva 'appiopparsi'.Con meno di quelle percentuali tanti (Craxi,Spadolini)sono diventati PDC...ma non c'era ancora candidato 'l'ultimo imperatore',anche se i metodi "lavitoliani"erano in uso anche allora.Non avrebbe,la Destra Nazionale, potuto governare da sola?Certamente,per come sono andate le cose(o forse non si può sapere),ma non avrebbe neanche potuto governare da solo Berlusconi(degli 'slinguatori' è inutile parlarne)...e senza la "bausciaggine"avrebbe dovuto intuire che,in virtù proprio di questo,non avrebbe dovuto permettersi di voler governare da solo,come ha fatto.Prima o poi una schiena dritta la si trova...e sembra che ci siano altre.E avrebbe dovuto intuire che i "soldi"non sempre possono tutto su tutti.E avrebbe dovuto provvedere lui in persona per i tempi'bui' a venire(e che sono arrivati)E poi,può essere stato un problema per Lei:noi non 'eravamo' "fatti studiare per diventare ministri di questo Paese",ci bastava,nel MSI-DN essere anti degli anti,anti-antifascisti...che,forse,non includeva l'esserlo fascisti,ma solo anticomunisti o il sentirsi presenti nelle strade per quel diritto che si chiama 'democrazia'.Certo c'era anche chi 'era stato fatto studiare da ministro'...ma gli esami glieli avevamo fatti Noi,lo abbiamo promosso(a tutti deve essere data una possibilità)ma abbiamo da subito preso strade diverse,senza,però,sbocchi 'anormali':solo il diritto all'astensionismo,che dura...e quelle'continue'presenze nello spezzettamento di cui Lei accenna non aiutano ad uscirne(dal diritto all'astensionismo).Sempre ricordando che la dx non è il cdx,anche se può esserci "concomitanza d'interessi'.E' stato un piacere....

Ritratto di mina2612

mina2612

Mar, 17/12/2013 - 10:46

@Peter46. Grazie per gli auguri, che ricambio cordialmente. La continuerò a seguire... nel limite del mio tempo. Gli auguri di Buon Natale glieli farò più avanti. Mina