Tutta la stampa sta con il direttore Sallusti

I giornali di sinistra si schierano contro l'eventualità dell'arresto e del carcere per il direttore. Pdl e Pd si impegnano a modificare le norme sui reati d'opinione

Roma - In Italia chi spaccia, ruba o truffa spesso non si fa nemmeno un giorno di carcere. E i pirati della strada che uccidono sotto effetto di alcol e droga sono fuori in un anno. Il direttore del Giornale, invece, rischia 14 mesi di detenzione per presunto omesso controllo su un corsivo pubblicato quando era alla guida di Libero. Un commento a firma Dreyfus (uno pseudonimo) che avrebbe diffamato un giudice tutelare nel 2007, ma che non è stato scritto da Alessandro Sallusti. Particolare che poco importa alla Corte d'Appello di Milano che pretende la sua detenzione e, se la Cassazione mercoledì confermerà questa sentenza, il direttore finirà in cella. Libertà di stampa e opinione, invece, sottoterra.

Il mondo politico e dell'informazione, però, non ci stanno perché l'Italia è l'unico paese occidentale dove un reato d'opinione può portare in galera. Il vicedirettore del Fatto, Marco Travaglio, nel suo editoriale di ieri si schiera con «il soldato Sallusti» per una questione di principio. «C'è un solo modo per evitare che diventi un detenuto, il buonsenso - spiega Travaglio -. Sallusti chieda scusa e rifonda il danno al giudice diffamato e questi ritiri la querela: dimostrerebbe che, con tutte le magagne, i magistrati sono ancora molto meglio dei politici». Claudio Sardo sulle colonne dell'Unità sostiene che l'idea che Sallusti finisca a San Vittore è inaccettabile. «Se ciò accadesse non sarebbe degno del nostro Paese e della sua civiltà giuridica - dichiara Sardo -. I giornalisti hanno molte responsabilità, ma il bavaglio alla stampa è incompatibile con una democrazia evoluta. La responsabilità non può essere trasferita sul direttore e sull'editore fino a comprimere lo spazio vitale della loro libertà». Giovanni Valentini di Repubblica scrive che solo una giustizia malata è in grado di produrre una tale mostruosità: «È una giustizia che contraddice e nega se stessa, la propria legittimazione democratica, la propria autorevolezza e credibilità». Pierluigi Battista sul Corriere della Sera, invece, parla di vendetta più che di giustizia: «Come si possa arrivare da 5mila euro a un anno e due mesi di prigione è un mistero e un indice della volubilità di giudizio di chi amministra la giustizia in Italia e che, necessariamente, genera sfiducia nell'equanimità e nella serenità di chi deve decidere su un argomento tanto delicato come la libertà altrui». Corrado Formigli, conduttore di Piazza pulita, su twitter: «Mandare un giornalista per omesso controllo di un articolo diffamatorio è assurdo. Sto con Sallusti».

Walter Veltroni, invece, chiede al governo di adoperarsi per evitare l'arresto: «Ne va della libertà di stampa e la giusta tutela di ogni cittadino dalla diffamazione non può in nessun caso significare la riduzione della libertà personale di un giornalista». Della stessa opinione la senatrice del Pdl Simona Vicari e l'ex ministro e parlamentare Gianfranco Rotondi (Pdl) che invocano un decreto di governo per evitare un atto di inciviltà. Passa all'attacco Gianni Plinio, vice coordinatore metropolitano Pdl, invitando i cittadini liguri a inviare una mail sul sito del Quirinale per sostenere Sallusti.

«La vicenda Sallusti è emblematica - dichiara il senatore del Pdl Antonio Gentile - un giornalista rischia di andare in galera in un Paese nel quale, di recente, uno spacciatore abituale è stato assolto dopo essere stato trovato con cinque grammi di cocaina addosso perché “dose personale”. È necessario che il Parlamento, in questo ultimo scorcio di legislatura, approvi una legge che depenalizzi molti reati minori come la diffamazione e l'ingiuria, derubricandoli come sanzione pecuniaria». Solidarietà a Sallusti anche dall'ex ministro Clemente Mastella: «Occorre far di tutto per scongiurare che un giornalista paghi di persona e oltremisura per aver svolto il proprio lavoro».

Commenti

ilfatto

Dom, 23/09/2012 - 11:25

Mi rivolgo a lei Sig. Direttore, la diffamazione è un reato molto grave, con la diffamazione si sono rovinate famiglie e carriere, il solo nome Boffo la dovrebbe far pensare; lei Dott. Sallusti è Direttore "Responsabile" e in quest'ultima parola sta tutto..è suo compito verificare che una notizia sia vera o diffamatoria...mi spiace per lei ma chi sbaglia paga, come succede a tutti i comuni MORTALI, senza dimenticare, nel suo caso la recidiva, come le ben sa se fosse stata la prima volta scattava in automatico la sospensione della pena. Ognuno Sig. Direttore deve assumersi le proprie responsabilità, specialmente chi ricopre un incarico di prestigio, probabilmente il Presidente Napolitano interverrà, ma non lo trovo giusto nei confronti delle decine di migliaia di persone che hanno infranto la legge e si trovano, giustamente, nelle patrie galere. Lei, che si erto spesso a paladino della certezza della pena, rifiuti un’eventuale grazia e paghi per i suoi errori, cordialmente.

martin99

Dom, 23/09/2012 - 11:35

massima solidarietà ad un ottima persona ma quanti casi simili esistono di persone meno famose che subiscono ingiustizie e il loro caso passa in tono minore da un sistema giudiziario che lascia basiti

Rita faletti

Dom, 23/09/2012 - 11:36

Ma come si cerca di nascondere la verità sui rapporti stato mafia, si comminano pene ridicole a chi ammazza, macella, stupra, ha fatto del furto la sua professione ( vedi un numero rilevante di politici e politicanti da strapazzo, consiglieri ed amministratori non solo di condominio ) e i magistrati, che dovrebbero difendere i cittadini onesti dai crimini di cui sopra, vogliono invece difenderci dal giornalista Sallusti che ha fatto il suo mestiere? Ma che razza di magistrati e' questa?

gibuizza

Dom, 23/09/2012 - 11:42

L'articolo di Battista sul Corriere è titolato "Sembra Vendetta più che atto di giustizia". Mi sembra esplicito il titolo, a cui però dovrebbe seguire una durissima condanna per i giudici d'appello in modo da impedire loro di amministrare la giustizia in questo modo. Altrimenti anche Battista in galera!

danieleru

Dom, 23/09/2012 - 11:43

Si può essere daccordo o non daccordo con quello che scrive Sallusti, ma TUTTE le opinioni vanno rispettate. La libertà di stampa, poi, è una conquista assoluta delle vere democrazie. Poi bisognerebbe fare una distinzione tra LEGGE e GIUSTIZIA. E' giusto che chi si mette al volante in preda all'alcool o alla droga e ammazza persone la passi SEMPRE liscia? Omicidio colposo! No, no, no! E' un omicidio premeditato. L'auto è un'arma! Per non parlare poi della copertura che le LEGGI danno alle ruberie cui stiamo assistendo in questi giorni (da anni, in verità). Non è morale che le leggi vengano redatte da chi poi ne usufruisce per coprire le proprie malefatte. E la magistratura? Troppa discrezionalità! Il risultato finale è che il parlamento (eletto) legifera, la magistratura applica con discrezionalità la legge, a volte stravolgendone lo spirito. Che votiamo a fare?

MEFEL68

Dom, 23/09/2012 - 11:44

Adesso, vista la vasta eco di questo incredibile fatto, tutti cercano di cimentarsi in una gara di solidarietà con Sallusti. Fino a qualche giorno fà non era così. Ancora una volta il criterio dei due pesi e due misure era la norma applicata. Se Sallusti fosse stato il Direttore di qualche altro giornale in odore sinistro, apriti cielo. Da subito avremmo avuto il televisore pieno di garanti della libertà, di costituzionalisti, politologici, Infedeli e Anni Zero a tema e così via. Diversi "forumisti" trinariciuti hanno gioito dell'esemplare provvedimento ai danni del Direttore. Dopo essersi abbeverati alla fonte rossa, non potevano pensarla diversamente. Spera che quanto sta accadendo serva almeno a far riflettere qualcuno. Auguri Dr. Sallusti.

Tany

Dom, 23/09/2012 - 11:44

Sig Direttore, che ci vuole fare? Qui siamo in Italia: in prigione deve andare Lei, l'on. Silvio Berlusconi, Vittorio Feltri e Emilio Fede. Gli altri (assassini, mafiosi e stupratori) possono uscire perchè è giusto che abbiano una seconda possibilità "poverini" ... Voi invece siete "socialmente pericolosi" ...

Bebele50

Dom, 23/09/2012 - 11:47

La vergogna non sta tanto nella legge, che io lascerei invariata. L'aspetto negativo è che venga applicata solo in questo caso. Tanti altri giornalisti dovrebbero essere condannati all'ergastolo e non faccio nomi tanto è evidente chi possano essere. Sono solidale con lei, dottor Sallusti.

bruna.amorosi

Dom, 23/09/2012 - 11:50

povero il FATTO con la diffamazione è finito in galera ENZO TORTORA e non mi sembra che nessun magistrato sia andato in galera POSTO DOVE ERA GIUSTO STESSE perciò la faccia finita di raccontare solo quello che fà comodo non siamo scemi sappiamo leggere e scrivere .e se poi dovessero andare in galera tutti i giornalisti che diffamano voi kompagni non avreste più dove indottrinarvi chiaro il concetto ?

mariuccia frigerio

Dom, 23/09/2012 - 11:52

caro Direttore voglio esprimerle tutta la stima che provo per Lei,le sono vicina e non condivido neppure una parola di chi,dimostrando di non aver letto nulla all'infuori dei titoli come ilfatto del primo commento delle 11,25 ,presenta invece la grassa ipocrisia di certa gente political correct, sempre superiore agli altri,capace di pontificare senza alcuna qualifica per farlo

bruna.amorosi

Dom, 23/09/2012 - 11:53

E' COMINCIATA LA GUERRA SONO RICOMINCIATI A FARSI VEDERE I MAGISTRATI DI SINISTRA .WW LA GIUSTIZIA IN ITALIA ,.

Willy Mz

Dom, 23/09/2012 - 11:57

caro direttore, sono contento che ci siano tutte queste manifestazioni di solidarietà, anche se non porteranno a niente. negli articoli precedenti si leggeva peraltro che il legale del giornale non si sarebbe mosso correttamente, cosa disdicevole che ha però portato alla sua richiesta di detenzione. forse si sarebbe potuto evitare questo ambaradan.

Ritratto di francia2

francia2

Dom, 23/09/2012 - 11:59

Direttore la mia solidarieta' piu' sincera.Come scrive Feltri,i magistrati seguono le leggi e questa legge e' veramente inadatta ai tempi.Complici i politici nessuna riforma viene fatta e cosi' assistiamo quasi ogni giorno a scandali nelle sentenze che fanno infuriare madri orfane dei figli uccisi da veri delinquenti che poi vengono subito liberati,vandali che alle manifestazioni tentano di ammazzare carabinieri e subito liberati,ecc,ecc.Non so piu' cosa pensare della ns civilta'.Auguri di cuore

Ritratto di Fuchida

Fuchida

Dom, 23/09/2012 - 12:03

@ilfatto. Arridaje con il caso Boffo. Allora andiamo a vedere quanti casi di indagini con rinvio a giudizio e successiva assoluzione ci sono stati, quanta gente è stata inutilmente sp....nata, che ha perso famiglia e lavoro, nonché esposta al pubblico ludibrio da magistrati che nulla hanno pagato! Eppure Lei dice che chi sbaglia paga: la responsabilità deve assumersela solo Sallusti?

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Dom, 23/09/2012 - 12:10

Sallusti non verrà arrestato. E' solo un avvertimento che la casta vuole inviare alla stampa, specie quella NON allineata. Questa è una campana a morto sulla libertà di esprimere le proprie idee, alla faccia della Costituzione. A proposito, questa legge vecchia di 60 anni, non è in contrasto alla costituzione?

nino47

Dom, 23/09/2012 - 12:15

Zitti tutti ed inchinatevi al VERO POTERE! il GIUDICE!è qui che si vede chi comanda davvero, altro che perder tempo a votare!

agosvac

Dom, 23/09/2012 - 12:17

E' vero, questa legge è illiberale. Ma è anche estremamente stupida l'interpretazione rigida che ne hanno fatta alcuni magistrati. Peraltro in altre circostanze la magistratura non si è limitata ad applicare le leggi, ma le ha interpretate, guarda caso, sempre ai propri scopi.Sorge spontanea una domanda: se invece di esserci di mezzo "l'onorabilità" di un magistrato si fosse trattato di un qualsiasi cittadino non protetto ci sarebbe stata la stessa rigidezza????? Temo di no!!!!!!

CALISESI MAURO

Dom, 23/09/2012 - 12:18

Ritorno sull'argomento:L'idea che mi sto facendo sulla situazione nella mia Nazione e' che si sta' sfaldando tutto anche il buon senso, probabilmente tutto e' organizzato in maniera perfetta per far implodere il sistema. Corruzione totale delle varie caste, incompetenze, tradimenti. Il problema maggiore e' dove aggregarsi per fare resistenza..... ma niente e' all'orizzonte il marciume e' totale e i padroni del vapore hanno comprato tutti i vari omuncoli con posizioni di potere. Chi sta ostico al sistema viene minacciato o ostacolato. Sallusti piaccia o non piaccia e' una persona ostica ( ma a me piace perche' sono uguale ) Chi gli sta commentando contro con argomenti da azzeccagarbugli non ha capito cosa c'e' in ballo, ha gia' portato la sua anima al cesso... questo e' il problema nazionale... la qualita' dei suoi componenti... per questo nessuno appare all'orizzonte

nino47

Dom, 23/09/2012 - 12:21

X ilfatto: Egregio signore, a parte la considerazione che il "caso Boffo" fu un caso apertamente provato con tanto di sentenze e testimonianze, parlando di "diffamazione" prima di rivolgersi a Sallusti, dovrebbe farlo con altri direttori che ben conoscerà, che in fatto di diffamazione effettiva non corroborata da prove o giudizi passati in giudicato ma solo per sentito dire o per fervida immaginazione, sono degli insuperabili maestri con in più la criminale adesione di certa magistratura che nei di loro confronti avrebbe dovuto sicuramente agire con altrettanta decisa ferocia...per cui adesso dovremmo scendere in politica, ed è meglio mi fermi qui!!!

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Dom, 23/09/2012 - 12:21

Necessita più che mai una drastica riforma sulla giustizia e sulle leggi sorpassate da quasi un secolo.

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Dom, 23/09/2012 - 12:21

Il problema è sempre la casta della magistratura. Il loro mantra per scusarsi è "noi applichiao solo la legge", scusa che fa ridere i polli. Quando è loro interesse, la legge la interpretano - o forse sarebbe meglio dire la piegano - in vari e colorite modi. Si possono cambiare tutte le leggi del codice, ma alla fine questi rigirano sempre la fritta come più gli fa comodo. E quando "interpretare" sarebbe difficile, ignorano proprio i reati, lasciano le denunce in fondo ad un cassetto, trovano capri espiatori perfetti. Quanti hanno insultato in maniera volgare "una certa parte politica" e nemmeno sono stati sfiorati da un'inchiesta? Quanti sono in galera perché "non potevano non sapere", mentre altri potevano anche ignorare ciò che era fatto sotto il loro naso? Quante vignette in cui la solita "certa parte politica" viene insultata apertamente passano in cavalleria? Per poi vedere forattini in croce per un d'alema che usa il bianchetto.

cipenso

Dom, 23/09/2012 - 12:22

Il Giornale attaccava i giudici invocando la loro "Responsabilità"; possibile che i giornalisti non debbano rispondere a nessuno?

fabio lomonaco

Dom, 23/09/2012 - 12:23

è un fatto di gravità inaudita non solo per i 14 mesi, che Sallusti sopportrebbe benissimo e ne uscirebbe rafforzato col sostegno di tanti, ma per l'intimidazione su tutta la categoria.

agosvac

Dom, 23/09/2012 - 12:24

Egregio "il fatto" , ma lei chi è? forse un magistrato, magari in pensione, che difende i suoi simili oppure un giornalista del giornale di cui porta il nomignolo e che spesso dalla magistratura è stato graziato per "fatti" molto più gravi di quelli di cui è imputato Sallusti????

Francesca Longhi

Dom, 23/09/2012 - 12:31

Attenzione pero': il giudizio in Cassazione e' di legittimita' e non di merito. E i giudici giudicano con il principio del libero convincimento, insindacabile, se risponde a criteri di non manifesta illogicità . Le galere sono piene di caso simili...solo che i poveri Cristi non scrivono sui giornali. Ha ragione Travaglio, in parte, perché sulla giustizia c'e anche da riflettere. Chiedete un bel rinvio, contattando controparte, andate in mediazione penale, ragionatevela, chiaritevela...e fateci sapere!!!!! In bocca al lupo:-)

ciannosecco

Dom, 23/09/2012 - 12:31

"ilfatto" Egregio,a lei sfugge la cosa più elementare,Boffo è stato condannato in un Tribunale ( tecnicamente è un pregiudicato)e lei me lo fa passare " rovinato" per aver pubblicato una velina della Questura.Suvvia,sia serio e s'informi di più,prima di commentare.

ciannosecco

Dom, 23/09/2012 - 12:32

" gibuizza " Mi hai tolto il commento dala bocca.L'unico editoriale ( se pur a scoppio ritatrdato) che ha segnalato la discrepanza tra le due sentenze.Saluti.

Francesca Longhi

Dom, 23/09/2012 - 12:33

Ps e poi i politici si fanno grandi con le parole ma mercoledì e' mercoledì e fino a prova contraria esiste la separazione dei poteri...mica possono suggerire...

Ritratto di Biancofiore

Biancofiore

Dom, 23/09/2012 - 12:41

Il Fatto - chi ha scritto questo post non ha capito nulla di quello che hanno detto, all'unanimità, tutti i giornalisti e tutti i politici di tutti i partiti. Lei vive ancora nell'ante guerra punica. Si faccia psicanalizzare, avrebbe bisogno di cure urgenti. Lei è indecente!!!

Ritratto di massacrato

massacrato

Dom, 23/09/2012 - 12:43

Non avendo letto l'articolo, non posso esprimermi nel merito. Mi ricordo che un certo card. Richelieu pare dicesse più o meno così: "Datemi sette righe scritte dall'uomo più probo di Francia e troverò almeno un buon motivo per farlo impiccare." Il tempo passò; ma, come sosteneva G.B. VICO, la storia è fatta di cicli, con corsi e ricorsi (ripetizioni similari di cicli già avvenuti)... Una cosa è certa, se non si modificano le regole con elasticità e buon senso, qualsiasi giornalista che non si limiti a parlar della VISPA TERESA è talmente vulnerabile, che si rischia di affossare informazioni, opinioni e critiche... nonostante i diritti sanciti dalla Costituzione.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Dom, 23/09/2012 - 12:48

Fra tutti i paesi di questo mondo, una condanna agli arresti di un direttore di un quotidiano per motivi simili al caso Sallusti potrebbe accadere solo in Italia, nella Corea del nord e a Cuba. Siamo allo stesso livello di paesi sotto dittatura comunista!.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Dom, 23/09/2012 - 12:49

Che VERGOGNA!!! Che SCHIFO!!! C'è da indignarsi come e più di prima per queste operazioni da ARISTOCRAZIA politico mediatica! Ma come? Noi comuni mortali dobbiamo fare lo slalom tra leggi, leggine, regolamentucoli e quant'altro e questi fanno come gli pare? Sbagliano, si lamentano, piangono due lacrime e subito la svangano? E ci credo che la sinistra, Repubblichella e compagnia sono d'accordo, cosi si salvano tutti insieme! E la gente è pure contenta!!! Si complimentano!! ECCO LA VERA CASTA!! I VERI CORROTTI!!

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Dom, 23/09/2012 - 12:55

Mi chiedo cosa c'entri il caso boffo con l'argomento in quetsione. Mi risulta che quanto detto dal giornale su boffo fosse vero, che nessuno abbia mai accusato il giornale di diffamazione (e tanto menp di nessun altro reato) e che il signor boffo abbia dato spontaneamente le dimissioni, dimissioni che sono state accettate di buon grado da chi le ha ricevute. Chi scrive su questo forum a nome di un'altra testata girnalistica, dovrebbe capire che i lettori qui non sono disinformati e non basta citare a sproposito casi vagamente simili per deviare l'attenzione dal problema in questione.

Alefast

Dom, 23/09/2012 - 12:56

Caro Sig. "Ilfatto" probabilmente il nome si riferisce allo stato di salute più che al sostantivo. Lei non sa di cosa sta parlando. Ha letto l'articolo incrimininato ? NO. E' talmente evidente che le conviene andare a leggerlo e poi chiedere scusa. Lo legga, si immagini se fosse stato lei a scriverlo e poi mi dica se le sembra giusto andare in galera per aver detto una cosa OVVIA , senza aver fatto nomi ne aver insultato qualcuno. Ma probabilmente non lo farà, perchè è così che fanno i "paladini della libertà di stampa" la sventolano solo se fa comodo. Per fortuna che c'è (almeno per ora ) libertà di pensiero.

valente.r1

Dom, 23/09/2012 - 13:01

Caro direttore,nel nostro bel paese, basta osservare solo alcune piccole regole. Non mettersi contro il sindaco, il maresciallo dei carabinieri,ed il prete, se mangi da un piatto non dimenticarti dove mangi, devi essere tifoso ma non troppo,le critiche vanno fatte a patto che il criticato le accetti, chi comanda ha sempre ragione a prescindere. Dette quete poche cose, Lei, dove ha sbagliato per ritrovarsi in questo casino? noi gente comune queste cose le sappiamo bene.La saluto esprimendo la mia solidarietà.

erminiamusolesi...

Dom, 23/09/2012 - 13:15

Xil fatto,tante parole senza nè capo,ne coda,visto come la pensa,mi dica...x una persona che fa il suo lavoro,indipendentemente dal fatto che piaccia o meno,14 mesi di galera,NOTI BENE ....HO DETTO GALERA......e chi investe,uccide,un anno con la condizionale?MI FACCIA IL PIACERE,GUARDI IN FACCIA LA REALTA'.....BERLUSCONI PARLA DI RICANDIDARSI E I SUOI AMICI MAGISTRATI COMINCIANO A ROMPERE I MARONI,PARTENDO DA COLORO CHE GLI SONO AMICI O HANNO LE STESSE IDEE.....MA IL VOSTRO PENATI,MARRAZZO CHE HANNO FATTO COSE BEN PIU' GRAVI DOVE SONO?Spero che re giorgio non pensi solo alle intercettazioni,e si dia da fare.......MA SARA' VERO?.....

Ritratto di jagomar

jagomar

Dom, 23/09/2012 - 13:17

Pena sproporzionata, ma diffamare non vuol dire esprimere un'opinione! Visti i precedenti dell'imputato, una pena pecuniaria rilevante e la radiazione dall'ordine dei giornalisti sarebbero il giusto modo di espiare.

ric42

Dom, 23/09/2012 - 13:18

Evviva la libertà di stampa, grazie alla Magistratura

paomoto

Dom, 23/09/2012 - 13:21

In bocca al lupo caro direttore; chi la critica o addirittura le da consigli in materia di morale dovrebbe spiegare perchè in Italia, spacciatori, truffatori e criminali in genere sono a piede libero e lei dovrebbe finire in galera. Mi chiedo se questi chiacchieroni abbiano contezza del reale contenuto degli articoli di cui cianciano dandole consigli. Ho ragione di ritenere di no, da quel che leggo. La spocchia e il solito odio lo animano. La sua condanna, per come si è svolto il processo è solo la vendetta di una casta - quella dei giudici - su di lei, che non si non si e mai aggiunto al coro dei "laudatores a prescindere" della magistratura.

ilfatto

Dom, 23/09/2012 - 13:32

@bruna.amorosi...confusa come sempre, il povero Tortora finì in galera per colpa di falsi pentiti di camorra che l coinvolsero...il DIFFAMATO era LUI...non poteva trovare esempio più peregrino, ma di lei non mi stupisco più..cordialmente

vivalavela

Dom, 23/09/2012 - 13:33

Il nostro stimatissimo presidente Napolitano lo potrebbe nominare senatore a vita con la stessa rapidità che ha nominato Monti, così il problema sarebbe risolto

ilfatto

Dom, 23/09/2012 - 13:35

@Fuchida..a lei basta dirle che i processi vengono intentati per stabilire se uno è colpevole o no..anche lei trovi un altro esempio questo centra con il problema in questione come i cavoli a merenda..poi c'è chi li mangia e su questo non ci piove...cordialmente

Anselmo Masala

Dom, 23/09/2012 - 13:41

a tutti quelli che fanno finta di nn capire per partito preso all'importanza della liberta' di stampa,dopo averla invocata in malafede, una sola parola.....BESTIE

Anselmo Masala

Dom, 23/09/2012 - 13:44

ilfatto: che pena che fai .... fai la stessa pena degli sciacalli... ma quelli mangiano ber bisogno!!!! NON PER ODIO!!! Penoso e patetico... lavati almeno la faccia!!!!!

Ritratto di lucianaza

lucianaza

Dom, 23/09/2012 - 14:33

qui a Firenze abbiamo avuto un caso di chiusura preventiva di una radiolibera, radiostudio54, storica per i suoi 35 anni di attività, il patron Guido Gheri, sceso in politica con un suo movimento "VOCE AL POPOLO", affrontava tutti i giorni i problemi dei cittadini meno abbienti, parlava delle spese pazze e delle scelte dubbie dell'amministrazione e di tante altre forme di vessazione verso i cittadini, non ultima quella degli autovelox che grazie all'avvocato Pierluigi Mobilio, erano stati messi in dubbio se a norma di legge o meno o altre battaglie come per le cauzioni portate avanti da professionisti che svolgevano attività nei palinsesto della radio. Radiostudio54 è stata chiusa completamente e noi ascoltatori non allineati siamo senza la nostra voce. Riconosco nelle iniziative contro il nostro grande direttore Sallusti, il modus operandi usato per chiudere la bocca al patron Guido Gheri, guarda caso uno dei primi a non essere d'accordo su come spendeva i soldi Matteo Renzi in qualità di presidente della provincia e stranamente viene zittito proprio in periodo in odore di primarie. Noi cittadini italiani dal pensiero on allineato dobbiamo mobilitarci affinchè non ci vengano zittite una ad una tutte le voci che ci rappresentano.

peter46

Dom, 23/09/2012 - 14:43

A tutti i giornalisti di dx e a tutti i giornalisti di centro,di centro-sinistra e di sinistra(e non fate ridere i polli dicendo che nessuno di Voi è schierato mentalmente,se non politicamente):per dimostrare che la solidarietà al Direttore Sallustri è sincera, d'interesse per la categoria e per l'Italia(e non pensate che a Voi non può mai succedere essendo di csx,dato che il branco "interpretante e giudicante" è sempre vario)anche per Voi c'è l'arma dello sciopero(finalmente uno per le idee e non per lo stipendio). Mercoledì niente giornali e giovedì edizioni straordinarie con solo servizi su questo caso e nessun'altra notizia.Diversamente sarete solo servi degl'editori e...tenete famiglia.Magari un pò di presenza solidale davanti il tribunale o Montecitorio si trova sempre.

Olga.Antonelli

Dom, 23/09/2012 - 15:09

Il Fatto sfodera i soliti bizantinismi per illuminarci - a suo modo - sulla giustizia "formato senso unico". Non c'è bisogno di tante parole per capire che quel magistrato sta operando una vera e propria vendetta che ha coinvolto a più riprese la Direzione de IL GIORNALE. Piena solidarietà al Dr. Sallusti !!!

Ritratto di marco1956

marco1956

Dom, 23/09/2012 - 15:15

Ti do del tu Alessandro per dirti che malgrado i nostri pensieri non collimino fino in fondo, sento molto forte l'ingiustizia che ti stanno perpetrando. La libertà di pensiero viene prima del pensiero stesso. La libertà di pensiero è quaal'accessorio NECESSARIO a renderci tutti partecipi. Tieni duro ed auguri fatti con il cuore e con la testa. Marco Maccaroni

bruna.amorosi

Dom, 23/09/2012 - 15:32

x il FATTO sai perchè ti rispondo ? perchè sei un poveraccio Poveraccio si che ti fai mettere in bocca parole da chi capisce meno di te .Personalmente non mi interessa se non mi rispondi tanto IOsono più tenace di te e quello che penso (e vedi su questi commenti)di te e di tutti quelli come te lo ho scritto nel primo commento Se ci riesci specchiati la mattina e vedi se non ti fai un pò di pietà perchè è quello che suscitano persone che come te mentono sapendo di mentire .

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 23/09/2012 - 15:35

#il fatto. Se, lei fosse una persona intelligente dovrebbe sapere che Sallusti non ha fatto niente di cui dovrebbe essere punito,l,articolo del giornale in cui lui é incriminato é stato scritto da un,altra persona della sua Redazione, e non é giusto che lui sia responsabile!. Ma, quello che lei scrive e molto riprorevole perche lei vorebbe che Sallusti andrebbe in Galera per un articolo che lui non ha scritto, lei un giorno dovra rispondere dei suoi atti ai suoi Figli é i sbagli che lei ha fatto saranno giudicati dai suoi Figli e Parenti, io spero che la giudicheranno con la stessa durezza con cui lei giudica gli altri oppure come io ho giudicato mio Padre, che ha fatto la guerra e servito la Patria sotto Mussolini, lei é un Comunista vero?, un elettore di una "ideologia che é la piu stupida che sia mai esistita parole di Benedetto XVI"!. PENSI, BENE COSA RISPONDERA LEI AI SUOI FIGLI QUANDO LE CHIEDERANNO COME É POSSIBILE CHE LEI HA CREDUTO AD UNA IDEOLOGIA CHE HA CAUSATO 140 MILIONI DI MORTI?!.

ilfatto

Dom, 23/09/2012 - 15:54

@nino47 RISPOSTA..caro Signore, i direttori che lei cita, rispondono, appunto perchè direttori, di quanto viene scritto sui LORO giornali, e specialmente uno, (che non è direttore anche se lei crede così!!) ha subito tante denunce per questo reato ed è stato sempre ASSOLTO per il fatto che quanto da lui scritto ho riportato era sempre suffragato e veritiero...si informi prima di scrivere..ne ha bisogno mi creda..bsti che usi internet in modo più intelligente..cordialmente

ilfatto

Dom, 23/09/2012 - 15:57

risposta @agosvac..la magistratura NON fa altro che applicare le leggi vigenti..rivolga altrove le sue contumelie cordialmente..ps(pensi lei che faccio l'inforamtico!!)

ilfatto

Dom, 23/09/2012 - 15:58

@nino47 RISPOSTA...caro lei il caso Boffo comprovato? si trattava di una falsa velina della questura..informarsi no eh?

AG485151

Dom, 23/09/2012 - 17:15

TUTTI I PARTITI DICONO CHE QUELLA LEGGE E' ILLIBERALE. E allora cosa hanno fatto fino ad ora ? Certo che stando a roma due giorni la settimana gli è mancato il tempo. Ma se non legiferano loro , chi deve legiferare ? E' mai possibile ? Amndremo a votare e allora rideremo un pò anche noi .

ilfatto

Dom, 23/09/2012 - 17:42

@erminiamusolesi RISPOSTA...Cara Signora ma lei sa cosa è la recidiva? ecco in questo caso significa che il Direttore Sallusti è già stato CONDANNATO in altre occasioni per questo reato..da qui la ragione per cui ora, APPLICANDO, la legge deve essere arrestato, come succede ad OGNI cittadino che infrange la legge e per il quale NON può più essere applicata la CONDIZIONALE niente più e niente meno, NON ne fate un martire ha sbagliato ha infranto la legge ripetutamente e ne deve pagare le conseguenze come succederebbe a me o a lei..cordialmente

ilfatto

Dom, 23/09/2012 - 17:42

@bruna.amorosi RISPOSTA...passare agli insulti non le fa onore ma la qualifica per quello che è, insultare è quello che fanno coloro che NON hanno argomenti per poter controbattere in maniera civile, mi spiace per lei....cordialmente

ilfatto

Dom, 23/09/2012 - 17:43

@pasquale.esposito RISPOSTA: caro Pasquale, i direttori rispondono PENALMENTE, appunto perchè direttori "RESPONSABILI" (si chiamano così!), di quanto viene scritto sui LORO giornali e il Direttore Sallusti è stato già condannato per questo stesso reato è quindi un recidivo..Pasquale ma perchè NON ti informi MAI??

ilfatto

Dom, 23/09/2012 - 18:37

@Anselmo Masala RISPOSTA...non ha argomenti? sa solo insultare? non dimostra avere una grande educazione! parlate, parlate di libertà di opinione ma vi scagliate come ossessi contro chi esprime un'opinione contraria alla vostra..il tutto senza rendervene minimamente conto, il che peggiora la vostra situazione..

antiom

Dom, 23/09/2012 - 21:28

Sig.Fatto, le voglio dire una cosa risolutiva a tutte le stronzate che scrive, per farla rodere il fegato: il Dottor Sallusti non verrà condannato, non perché i magistrati non hanno il coraggio e trovano il cavillo per farlo; ma semplicemente perché, rendendosi ridicoli, fanno una brutta figura verso l'Europa e il mondo civile.

antiom

Dom, 23/09/2012 - 21:46

Chi si mette in contrapposizione con i colleghi delle stampa che difendono Sallusti, anche quelli di riferimento politico ideologico affine al sig. fatto: vuol significare che lo stesso sia un emerito cretino,punto.

macemax

Lun, 24/09/2012 - 08:14

Il problema secondo me non è tanto se Sallusti debba essere condannato o meno ma a quanto e a cosa questo è il problema. Mandare in prigione un Direttore di un giornale solo per aver espresso delle opninioni quando un conducente d'auto ubriaco che ammazza una persona, sconta si e no qualche mese di prigione!! Quindi caro ILFATTO sei proprio fuori discorso.

tiptap

Lun, 24/09/2012 - 13:44

L'ennesima violenza di parte. Solo a chi combatte le sinistre capitano questi estremi violenti. In questo senso Sallusti e' un eroe e noi dobbiamo ammirarlo e sostenerlo. Certa gente, che ha gigantesche "travi" negli occhi, si straccia le vesti per una microscopioca pagliuzza nell'occhio altrui. Ipocrisia. Interessi di parte. Sepolcri imbiancati.

nino47

Lun, 24/09/2012 - 20:48

Xilfatto: Carissimo, informato sono informato.Sicuramente più di Lei. Non mi risulta che NESSUN DIRETTORE DI CERTA STAMPA ABBIA MAI RISPOSTO DI QUANTO SCRITTO A VANVERA /E VANVERA NON E' IL CASO DI SALLUSTI)ANZI,NE' SIA MAI INCORSO NELLE ATTENZIONI DI CERTA MAGISTRATURA ALTRIMENTI MOLTE TESTATE SIGNORINE GRANDIFIRME A QUESTORA SAREBBERO GIA' CHIUSE. MOLTISSIME SPUTTANATE MESSE IN PRIMA PAGINA ,QUANDO SMENTITE, SONO STATE SEGUITE DA UN ARTICOLETTO IN ULTIMA PAGINA CHE NESSUNO HA MAI LETTO SE NON DOTATO DI ECCEZIONALE ATTENZIONE!LE RARE VOLTE CHE SI E' AVUTA LA DECENZA DI PUBBLICARLO!Il disnformato, anzi il salume affettato, è Lei egregio signore mosso come tantissimi dall'odio ancestrale che fà vivere e giudicare e pensare a senso unico senza avere la minima percezione di quanto lo circonda. Cordialmente

EP

Mer, 26/09/2012 - 18:44

Poveri giornalisti. D'ora in poi con la spada di damocle sulla testa...