Ultima moda per giovanissime: scarpe Candy color pastello dai tacchi altissimi

Il brand "Isolemaestre" presenta la collezione primavera-estate ispirata agli anni '70 e inaugura sabato a Roma la prima maison monomarca

Ogni modello delle «Candy shoes» del brand «Isolemestre» ha un nome di donna. Nora ha la zeppa tagliata ed è senza punta; Rosaline, Malvina e Mia sono sandali tricolori con il cinturino alla caviglia e il tacco sottile; Rosemary, April e Chelsea reinterpretano gli zatteroni anni '70 in colori pastello, camoscio e pelle stampata a lucertola; Phoebe è uno stivaletto estivo senza punta, con tacco sottile e Summer si apre anche di lato; Heidi s'ispira ai sandaletti Superga da bambino, in bianco bordato di blu o rosso e una zeppa leggera; come Georgina, che ha tante fascette a strapp; e poi c'è Paulene, imponente come il tacco e tutta chiusa tranne che in punta e Doroty, col decolletè dal tacco sottile e i colori accesi sulla stampa animalier. La collezione primavera-estate del marchio «Isolemaestre» è tutta spumeggiante di allegria, gioventù e candore anni '70 o ancora più indietro nel tempo, fino agli anni '50. Le scarpe le disegna la trentenne stilista-architetto Claudia Ponti e il giovane manager Carlo della Porta, che ha solo un anno di più, cura la gestione della piccola azienda di qualità che produce nelle Marche. Sfidando la crisi, in meno di 3 anni è riuscita a farsi conoscere, anche tramite un forsennato passaparola su internet, in gran parte d'Italia, ad affacciarsi negli Usa e in Russia.

Si è conquistata fans anche tra personaggi del mondo dello spettacolo, come Elisabetta Canalis, una delle prime a innamorarsi delle scarpe e a farsele spedire a Los Angeles, la showgirl e ballerina Rossella Brescia, Cristiana Capotondi che ha sfoggiato le «Isolemaestre» nella serie fiction «Purchè finisca bene» che partirà su Rai1 ad aprile, Francesca Fialdini conduttrice con Tiberio Timperi di «Uno mattina in famiglia» e Francesca Inaudi che avrà al piede i modelli del marchio nella fiction «Ora tocca a me(Cuore matto)», con Gigi Proietti, di prossima uscita sulla Rai. Quasi tutte queste «testimonial», insieme a stilisti, imprenditori e giornalisti, saranno sabato alla festa d'inaugurazione a Roma del primo monomarca della maison «Isolemaestre», nel quartiere Prati. In quest'occasione sarà presentata, appunto, la nuova linea primavera-estate dal nome caramelloso come i colori dei 18 modelli «Candy Shoes».

Il negozio è arredato con una concezione d'avanguardia, tutto in bianco e rivestito nel materiale ecologico Corian, metà in alluminio e metà in resina, che rende invisibili le giunture e permette effetti speciali per la sua duttilità. «É un passo importante per noi - spiega Carlo della Porta-.Dal 2011 vendiamo in diversi negozi della capitale e di altre città italiane e attraverso il web ci stiamo facendo conoscere anche all'estero. Le nostre scarpe conquistano soprattutto le giovanissime, ma ci sono modelli non troppo arditi che sono adatti a tutti i tipi di clienti». Sono tutte in colori pastello le «Candy Shoes», con tacchi altissimi, dagli 11,5 centimetri ai 15. Simili a «grattacieli» e molto trendy, spiega Claudia Ponti. Hanno spiritose zeppe robuste o sottili, sono rivisitazioni di sabot e zatteroni boho chic, sfoggiano qualche plateau e molti cinturini, scoprono il piede con sandali retrò in tre colori e lo coprono con eleganti décolleté dalla punta sottile o accollati e grintosi stivaletti estivi. Sono rosse come fragola o ciliegia, verdi come menta o mela, giallo-limone o azzurro-mirtillo. Giovani, allegre come zuccherini arcobaleno, ma grintose. E sono fatte in materiali di alta qualità, dal camoscio, anche stampato animalier con effetto lucertola o pitone, al vitello. «Da quest'anno - spiega Claudia- abbiamo incominciato a fare anche borse, jeans a zampa o skinny in 6 colori accesi e bracciali rigidi di pelle, per offrire nello show-room un look completo. Abbiamo un secchiello che ricorda quelli degli anni '70 ma è in pelle morbida, anche stampata cocco e bicolore, con accostamenti particolari come lampone con interno verde-mela o tortora con interno arancio. Le pochette, invece, sono rigide e sempre coloratissime».