Un'isola di goduria in mezzo alla palude

Dopo la pau­ra, il sollievo: il Professore che ha rovinato l’Ita­lia non è di­ventato presidente della Repubblica

Anche nei momenti peggiori della politi­ca, succedono fatti che danno soddisfa­zione. La sonora trombatura di Roma­no Prodi è uno di questi. Dopo la pau­ra, il sollievo: il Professore che ha rovinato l’Ita­lia, trascinandola nel disastro dell’euro e nel trita­carne di una Ue burocratica e punitiva, non è di­ventato presidente della Repubblica, quindi non potrà più riprendere a creare problemi. Scampato pericolo.Quest’uomo,che si è attribu­ito meriti che in realtà sono demeriti, candidato al Quirinale dal partito di cui è stato cofondatore, il Pd, è riuscito nella difficile impresa di raccoglie­re oltre un centinaio di voti in meno di quanti, il giorno precedente, ne avesse presi Franco Mari­ni, scelto quale papabile sia da Pier Luigi Bersani sia da Silvio Berlusconi. Marini non ce l’aveva fatta per due motivi: il quorum dei due terzi (troppo alto) fissato dalle re­gole per i primi tre scrutini e un poderoso nume­ro di franchi tiratori che hanno impallinato l’ex sindacalista della Cisl. La bocciatura di Marini aveva poi consentito al Pd di presentare, senza accordi col Pdl, il personaggio che sulla carta go­deva dei maggiori favori del centrosinistra: ap­punto Prodi. Che già pregustava la vittoria o quantomeno sperava in una performance che gli permettesse di sostenere, oggi, una prova d’appello.E invece,sorpresa,il Professor Sciagu­ra è rimasto inchiodato sotto i 400 suffragi, una débâcle che lo elimina definitivamente dalla competizione. Stefano Rodotà, candidato  dei grillini, e Anna Maria Cancellie­ri, candidata dei centristi montiani, hanno avuto molti più consensi del pre­visto, con tanti saluti all’ex premier cicli­sta.

Il significato politico di questa ulterio­re disfatta è uno solo: Bersani ha fallito su tutti i fronti, ha sfasciato il partito, ha bruciato con un’operazione dissenna­ta la sua icona, Prodi; inevitabili le di­missioni. Se inoltre si tiene conto che il segretario, ricevuto da Giorgio Napoli­tano l’incarico cosiddetto esplorativo, non ha combinato nulla e, a quasi due mesi dalle elezioni di febbraio, il Paese non ha ancora lo straccio di un gover­no, il quadro complessivo architettato da Bersani è talmente catastrofico da imporre un immediato avvicendamen­to alla guida dei progressisti.
Intanto Berlusconi, che ieri ha prete­so l’uscita dall’aula del Pdl affinché si
astenesse dalla votazione, se la ride bea­tamente. Temeva l’ascesa al Colle di Prodi e ha raggiunto lo scopo di scongiu­rarla. Ma c’è un altro politico che se la ri­de, forse ancor di più del Cavaliere: Mat­teo Renzi. Il quale, boicottato alle pri­marie dall’apparato conservatore del Pd, addirittura escluso dalla pattuglia di grandi elettori, ha assistito alla bato­sta subita dal suo rivale Bersani, ormai fuori gioco. Nella sconfitta abbiamo la sensazione che non sia estranea la ma­nina del sindaco di Firenze. Probabil­mente l’astutissimo Renzi ora è l’unica risorsa del Pd.
Nei prossimi giorni il mesto spettaco­lo­della politica ci riserverà altre sorpre­se, mentre l’Italia, stavolta, rotola dav­vero verso il baratro. Una certezza c’è: a forza di dare addosso al rottamatore, ac­cusandolo di voler distruggere il parti­to, il partito è stato rottamato da chi si il­ludeva di difenderlo.
 

Commenti

losqualo

Sab, 20/04/2013 - 17:34

mi è stato detto che a Bamako in africa Prodi si è recato al cinema per vedere il film " LA CARICA DEI 101" con Crudelia De Mon.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 20/04/2013 - 17:36

Beh se si avvereranno le previsioni non avremo grandi discrepanze col prossimo presidente poichè ognuno rovina a modo suo.

MMARTILA

Sab, 20/04/2013 - 17:40

Resti pure nel Continente Nero a far del...Mali.

Franco60 Ferrara

Sab, 20/04/2013 - 17:46

ringraziamo Dio !!!!, scanzato pericolo.

cast49

Sab, 20/04/2013 - 18:03

è brutto da morire, non pubblicate più quella foto...

dinross

Sab, 20/04/2013 - 18:22

l'Africa è un continente stumendo, se ci rimanesse per sempre li, sarebbe ancora più bello

motofrera

Sab, 20/04/2013 - 18:41

mi pare di ricordare che dal lontano 1995, epoca di occhetto, ad oggi, siano sei i segretari del partito dai diversi nomi derivato dal glorioso quanto infausto PCI, che si sono scontrati con berlusconi ed hanno fatto una ingloriosa fine...secondo un antico detto latino che recita: se non puoi battere gli avversari, fateli amici, c'è da sperare che il prossimo, avendo capito l'antifona, non sim arrocchi sulla sua convinzione di superiorità, ma dialoghi anche col resto degli italiani.

Magic John

Sab, 20/04/2013 - 18:51

Come godo sull'isola della goduria!!!! Prodi, dopo aver rovinato l' Italia che se ne vada definitivamente e ci rimanga in Africa!!! E non si faccia piu' vedere. Vedere il Pd che si autodistrugge e una tale goduria che non speravo quasi piu' di vedere!!! Che bellissimo week end!!!

ESILIATO

Sab, 20/04/2013 - 18:52

Per domani Domenica 21 Aprile propongo che venga celebrato un "TE DEUM" in tutte le chiese italiane per lo scampato pericolo.Grazie Berlusconi e D'Alemma per la manovra

Ritratto di echowindy

echowindy

Sab, 20/04/2013 - 18:58

"UNWANTED" - QUEST'UOMO DI ALTO PROFILO POLITICO...PER I PERDENTI SINISTRATI-SINISTROIDI, DOVREBBERO ORA AIUTATARLO A METTERE SU CASA IN AFRICA PER SEMPRE!!

bonzi wells

Sab, 20/04/2013 - 19:02

grande Vittorio!!! Vittoriaaaaaaaaa!!! questo ebete ora sparisca per sempre!!!!!!!!!!!!!

giumaz

Sab, 20/04/2013 - 19:06

Caro Feltri, non sono completamente d'accordo con la sua analisi. La questione non è che Bersani ha bruciato la sua icona, Prodi. La realtà, è che una parte del P.D., direi in modo altamente responsabile, ha voluto rendere ulteriore omaggio all'icona Prodi, permettendogli di continuare a profondere la sua scienza a beneficio dell'Alta Missione ONU a favore dei paesi più disagiati. Come dire, che dopo Garibaldi anche il Professor Mortadella diverrà "eroe dei due mondi" per l'impegno profuso in Europa ed in Africa.

silverio.cerroni

Sab, 20/04/2013 - 19:06

@- Grazie Prodi! La sua "trombatura" alla candidatura di Presidente, ha fatto si che io possa rimanere tranquillamente nel mio bel Paese.

J.J.R

Sab, 20/04/2013 - 19:16

Mah...solito qualunquismo becero. Domanda: chi ha governato l'Italia negli ultimi 13 anni? Poveretti che siete, avete la memoria di due minuti...

giottin

Sab, 20/04/2013 - 19:17

Il mortadella ha sempre detto che lui non voleva andare al Colle, non ci si iscrive per essere eletti a presidente della repubblica diceva sempre il nostro, in realta ci sperava e come ci sperava, gli sarebbe piaciuto un sacco. Per fortuna qualcuno ci ha messo la manina e non ha reso possibile una simile sciagura.

Ritratto di italiota

italiota

Sab, 20/04/2013 - 19:17

l'italia non è stata rovinata solo da Prodi, anche Berlusconi ha contribuito ma, soprattutto, tutti gli italiani che li hanno votati in questi anni

giovanni PERINCIOLO

Sab, 20/04/2013 - 19:28

Beh, il gargamella dimissionario potrà sempre divertirsi, mancato il giaguaro, a smacchiare il mortadella scaduto! Quello si che é a portata delle sue brame!

tofani.graziano

Sab, 20/04/2013 - 19:38

Scampato pericolo,grazie a tutti coloro che hanno contribuito ad affossare questo figuro.Per fortuna posso ancora essere orgoglioso di sentirmi ITALIANO

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Sab, 20/04/2013 - 19:42

Più che una mortadella ora è una soppressata!

rennox60

Sab, 20/04/2013 - 19:45

DIO C'E'!!!

roseg

Sab, 20/04/2013 - 20:00

Mamma mia quanto è brutto, comunque grande sollievo ho disfatto la valigia.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Sab, 20/04/2013 - 20:10

No caro Feltri, Prodi non ha rovinato l'Italia anzi, è stato l'unico a ridurre anche se di poco il debito pubblico. Berlusconi invece ha fatto tante promesse di ridurre le tasse, in realtà le tasse le ha aumentate e peggio ancora, ha incrementato il debito pubblico di quasi il doppio. Se vogliamo dare la colpa per lItalia rovinata allora questa si può suddividere in 80% Berlusconi 15% Monti e 5% Prodi

vince50

Sab, 20/04/2013 - 20:22

Soddisfatto per lo scampato pericolo,ma occhio!!!!,non perdiamo di vista il futuro prossimo.Ci sono ancora dei personaggi da tenere alla larga,vedi il viscido Monti il ratto Amato e affini.

Acquila della notte

Sab, 20/04/2013 - 20:30

berlusconi li ha fatti fuori tutti!!

Ritratto di pinox

pinox

Sab, 20/04/2013 - 20:38

ci mancava anche di avere come presidente della repubblica lo svenditore seriale di aziende pubbliche!!!!

Ritratto di fioellino

fioellino

Sab, 20/04/2013 - 20:48

Il popolo ringrazia

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Sab, 20/04/2013 - 22:42

L'affabulatore mascellare barese nel suo incomprensibile sproloquiare dovrà rassegnarsi alla vittoria del Caimano e con lui tutta la canea schierata.In questi cinquanta giorni di disastro per il Paese,l'unico che non ha perso la trebisonda è il Cavaliere. Da qui lo scorno di vederlo ancora in trincea. Di fatto il clown preso in contropiede si sta precipitando a Roma per fomentare la piazza. Tempo perso. Gli Italiani sono stanchi dei giullari e degli occupatori di scranno. Avanti Cavaliere,da qui riparte l'Italia.

pietrom

Sab, 20/04/2013 - 22:55

Un'altro articolo, caro Feltri, da incorniciare!

Massimo.G

Sab, 20/04/2013 - 23:33

Non avrei mai pensato di vivere unangoscia del genere per un'elezione di un presidente della repubblica,poi per fortuna le cose si sono messe bene, ho aperto il frigo e mi sono imbottito un panino con la mortadella, l'ho mangiata in quattro morsi e ho stappato una boccia di quello buono,alla faccia dei comunisti.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 21/04/2013 - 00:10

E' arrivato il momento che questo signore se ne vada finalmente a quel paese.......in Mali.

benny.manocchia

Dom, 21/04/2013 - 02:17

I comunisti italiani non imparano mai.Comunque stanno scomparendo. Un italiano in USA

Triatec

Dom, 21/04/2013 - 02:23

L'Annunziata può constatare chi sono gli impresentabili.

Paolo Pastoretto

Dom, 21/04/2013 - 03:14

Referendum: mandiamo in India Romano, Gianluigi e Rosy - in cambio facciamo rientrare i nostri Marò che hanno dimostrato di avere coraggio e amore per il nostro paese.

Duka

Dom, 21/04/2013 - 07:18

Ma costui che cosa ci va a fare in Africa ( facendo sempre ritorno)? A distruggere altra povera gente? Oppure a truccare carte? Altro non sa fare v.di IRI, Cirio, Telekom Serbia, UNIPOL ec. ecc.

openeyes

Dom, 21/04/2013 - 08:39

Se la sinistra voleva farsi del male ci è riuscita pienamente appoggiando questo signore la cui unica abilità è quella di far credere di essere un grande e invece la sua carriera è carica di miserie. Grande Berlusca che in un colpo solo ne ha fatti fuori tre: Prodi, Bersani e la Bindi.

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 21/04/2013 - 08:57

se dobbiamo parlare dei cento franchi tiratori che hanno permesso alla maggioranza degli italiani di gioire per non dire godere di questa mancata elezione che di fatto ha comportato una regolare erezione in chi già aveva temuto il peggio, dovremo anche pensare ad un ringraziamento esemplare dato che ci hanno permesso con un tratto di spugna, di eliminare non solo Bersani, ma anche il suo staff con la passionaria (finocchiaro), la Bindi e tutti gli altri estremisti che ruotavano intorno a lui.

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 21/04/2013 - 08:58

via, via via: ma che sia veramente via!