Veleni e ripescaggi in extremis Rivolta Pd per le primarie truffa

Alla faccia della trasparenza: nel partito si moltiplicano le proteste per le decisioni imposte dall'alto. E in Sel scoppia la grana Ulivieri, prima escluso e poi riammesso

Mentre Bersani è al lavoro per «selezionare» i candidati blindati del listino del segretario, il Pd è costretto a fare i conti con il pasticcio delle primarie. La chiamata alle urne del Partito democratico per scegliere i candidati al Parlamento ha aperto una serie di contenziosi da Nord a Sud. E nel mirino di chi è rimasto fuori finiscono in toto le «primarie-truffa»: sotto accusa le regole, le quote di genere, i conteggi, la stessa scelta dei candidati per le «parlamentarie». I casi sono tanti, troppi. Ci sono i tre consiglieri regionali pugliesi Amati, Pentassuglia e Mennea che alla vigilia del voto, tagliati fuori dai giochi, si sono autosospesi dal partito chiedendo ufficialmente a Bersani il motivo dell'esclusione dalle «primarie Porcellum». C'è la spaccatura nel Pd di Sanremo, con coda di dichiarazioni al veleno, dopo che una doppia candidatura ha danneggiato i due esponenti del partito nella città dei fiori, Faraldi e Gorlero, premiando Donatella Albano di Bordighera, unica a conquistare un posto sicuro per la Camera. C'è il caso clamoroso di Bologna, dove Sandra Zampa, portavoce dell'ex premier Romano Prodi, arrivata sesta, avrebbe dovuto essere esclusa a favore del presidente dell'associazione vittime della strage di Bologna, Paolo Bolognesi, ottavo, per via delle regole sull'alternanza di genere decise dal partito a Roma. Ma invece di applicarle, le regole, si è fatta un'eccezione, discriminando al contrario e premiando la Zampa, sponsorizzatissima da Flavia Prodi. Per Bolognesi l'ultimo salvagente è un incerto posto nel listino di Bersani.

Aria di brogli a Napoli, dove un esposto spedito al segretario nazionale denuncerebbe gravi ombre sul voto del 29 dicembre. Soprattutto l'esuberante affluenza, quasi tre volte più alta rispetto alla media nazionale. Con un'anomalia difficile da spiegare: alle 18 il segretario provinciale del Pd aveva comunicato che i votanti erano 30mila. Tre ore dopo, quel dato è raddoppiato.
Altra figuraccia (riparata in extremis) a Livorno, stavolta alle primarie di Sel per il Senato. Vince Alessia Petraglia, secondo arriva l'ex mister Renzo Ulivieri, e per entrambi sembra spalancarsi il portone di Palazzo Madama. Ma poi un diktat romano stravolge tutto, infilando in cima alla lista Pape Diaw e Ida Dominjanni, pescati dal partito di Vendola senza passare per le primarie. Ci vuole una settimana di tensioni prima che Vendola faccia indietro tutta: Diaw finisce capolista in Veneto, la Petraglia e Ulivieri tornano in testa.

Ora l'attenzione è tutta sul centinaio di caselle del listino di Bersani. Al netto dei fedelissimi del segretario e dei nomi della «società civile», una quindicina di posti, forse più, dovrebbero andare ai renziani, dopo il coinvolgimento in campagna elettorale del sindaco di Firenze, la cui pattuglia dopo le primarie ammonta già a 34 unità. Rischiano e tanto i montiani. Salvi Paolo Gentiloni e Giorgio Tonini, potrebbero restare fuori Stefano Ceccanti, Marco Follini, Enrico Morando e Alessandro Maran.
E rischia pure l'unica omosessuale dichiarata del Parlamento, Paola Concia. Il Pd pugliese non l'ha voluta alle primarie, e il suo posto nel listino è ancora in forse.

Commenti

cast49

Sab, 05/01/2013 - 08:06

democraticamente parlando, le primarie dei sinistrati sono state uno schifo, brogli e imbrogli hanno avuto la meglio, tutto come al solito; sono bravi solo a fottere e a prendere per il culo gli italiani elettori

Ritratto di toro seduto

toro seduto

Sab, 05/01/2013 - 10:30

Certo che le vostre annunciate primarie sono state un successo, le facciamo non le facciamo ma se si candida silvio se non si candita ma allora magari....

Charles buk

Sab, 05/01/2013 - 10:39

È tutto un magna magna

Ritratto di pinox

pinox

Sab, 05/01/2013 - 10:49

d'altra parte sono comunisti.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 05/01/2013 - 11:04

Ah... ci sono state le "primarie porcellum" e il "porcellone" cosa fa? Va con Renzi a fare il magna-magna, senza dire del branco di derogati. Alla faccia degli illusi boccaloni del PD.

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Sab, 05/01/2013 - 11:05

Se Berlusconi non si dovesse più candidare le,primarie del centro destra fatto tesoro dei difetti di quelle di centrosinistra dovrebbero riuscire meglio. Basta avere pazienza e vedremo.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Sab, 05/01/2013 - 11:40

Queste si che sono figure di meringhe.

Ritratto di elio2

elio2

Sab, 05/01/2013 - 11:43

Caro Toro seduto, è certo e incontrovertibile, il CDX non ha fatto le primarie e che la maggioranza degli elettori non ne ha di certo sentita la mancanza, ma non solo, abbiamo anche risparmiato i 2 euro che voi avete volenterosamente portato nelle casse del partito per far finta di dire la vostra, mentre è dimostrato ogni volta che prevale sempre la decisione del Comintern, veda la lista bloccata che servirà ad eleggere chi vogliono loro alla faccia di chi ancora crede che la sinistra possa essere democratica e rinnovatrice.

onurb

Sab, 05/01/2013 - 11:56

Le primarie del PD: effetti scenografici per raccattare qualche soldo e dare l'impressione di essere democratici.

Ritratto di barceman

barceman

Sab, 05/01/2013 - 12:07

I semprekomunisti incessantemente dichiarano e si vantano di essere i migliori; ed in assoluto la parte più onesta del paese . Pertanto non devono farsi un cruccio se ogni tanto vengono messi in discussione. Anzi devono ringraziare chi li avvisa che a volte stanno percorrendo strade non consone alla loro eccellente etica. Senza peraltro giustficarsi adducendo al fatto che altri hanno fatto di peggio. No, non è accettabile stante i principi etici che distinguono i Komunisti dagli altri. Quindi accettare le critiche come monito per ritornare sui saldi principi morali insiti nel loro DNA senza guardare cosa fanno o hanno fatto gli altri.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 05/01/2013 - 12:51

Toro seduto, che commento è, il suo? Cos'è, il bue che dà del cornuto all'asino? Dai, se ne faccia una ragione e guardi tra i suoi, che ne ha d'avanzo!

agosvac

Sab, 05/01/2013 - 13:42

Vedrete che rispunteranno anche d'alema e veltroni!!!!

agosvac

Sab, 05/01/2013 - 13:44

Egregio toro seduto, meglio non farle le primarie che farle fasulle!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 05/01/2013 - 14:19

E Bersani vola oltre il 30%....Com'è triste la destra!!!

Giorgio Rubiu

Sab, 05/01/2013 - 14:37

toro seduto - La solita faccenda: se Atene piange Sparta non ride. Magra consolazione di chi crede che due storti facciano un dritto. L'articolo fa una disamina di ciò che è accaduto alle primarie del PD ed al malcontento che esse hanno generato; non fa un confronto tra le primarie dell'uno e quelle dell'altro. Confronto peraltro impossibile visto che le primarie sono state fatte da una parte sola. Fossero state fatte anche nel PDL avrebbe potuto venire fuori del marcio anche da quella parte; ma non sono state fatte e, farle oppure no, è una scelta e non un obbligo.

ortensia

Sab, 05/01/2013 - 14:42

Le primarie pagliacciata: vanno avanti i soliti raccomandati a dispetto delle regole.

t5

Sab, 05/01/2013 - 15:17

ciao volevo ribadire che almeno il pd le ha fatte le primarie,dopo che non siano perfette ne possiamo discutere,e comunque almeno una parte dei deputati e senatori sono state scelti dal popolo,gli altri partiti le hanno scelti tutti gli apparati del partito,e basta con i 2 euro,se non le volevi pagare non andavi a votare lo sapevi già prima.................

Ritratto di lettore57

lettore57

Sab, 05/01/2013 - 15:25

L'illusione di democrazia, sapientemente gestita (bisogna darne atto al bureaux centrale) buttata in pasto al popolo che, solo perchè viene dal partito e senza pensare (anche perche per pensare ci vuole quelle "cosa" grigia), se la beve lodandola pure come acqua cristallina neppure fosse elisir di lunga vita.

marco46

Sab, 05/01/2013 - 15:27

Lo sapevamo già, primarie o non primerie le liste le fanno sempre i partiti. Allocchi pagate pure due euro per votare, tanto valete.

Ritratto di echowindy

echowindy

Sab, 05/01/2013 - 15:34

Bersani sei un uomo inutile come segretario del Pd. Passa la palla al giovane Renzi. Sarai ricordato sicuramente come un buon esempio di autorottamazione. Stesso consiglio vale anche per gli altri dinosauri del tuo partito. Fatelo presto!!

cameo44

Sab, 05/01/2013 - 16:11

Che le primarie del PD siano una buffonata è notorio visto che i risultati si sanno sempre prima e le proteste in diverse sedi ne danno conferma nonostante Bersani Letta e socci parlano delle primarie come un fiore all'occhiello dicono sempre che nel PD si discute e cè democrazia ma dai risultati si evince che a decide re sono sempre gli stessi e la nomenclatura è dura a morire non basta non candidare Dalema e Veltroni e pochi altri per parlare di rinnovamento quando vi sono ancora la Bindi la Finocchiaro Franceschini Marini e tanti altri ancora quidi siate meno ipo criti e bugiardi dite una volta per tutte noi siamo sepre gli stessi anche se cambiamo n ome al partito stesse persone stes se idee

reliforp

Sab, 05/01/2013 - 16:16

lettore57..Niente affatto caro , te lo dice uno che alle primarie ci è andato e continuerà ad andarci , non ho mai pensato di abbeverarmi in acque cristalline....ma perlomeno non grufolo in una putrida palude come voi bananans...( eccezion fatta per alcuni amici del forum che, seppur di dx, bananas non lo sono affatto)

marvit

Sab, 05/01/2013 - 16:28

Signori,per favore. Ai campioncini di sinistra piace essere presi per i fondelli nella convinzione che li facciano decidere per qualcosa.Se così va bene per loro....noi di cosa ci impicciamo??

antonixlog

Sab, 05/01/2013 - 16:46

Quelli della sinistra mi sembrano come quel contadino che presa una mela del suo campo ed aprendola si accorge che metà e guasta,si consola dicendo che l'altra metà e buona,ma sbucciandola si accorge che è tarlata una parte ma sorridendo pensa che un quarto e pur sempre buona. Ma anche quella parte ha un gusto orrendo.Ne prende un'altra ma anche questa è marcia ed anche tutta la cassetta, dopo si accorge che tutto il raccolto è tarlato. Così guarda il campo del vicino, vede che anche da lui ci sono alcune mele marce e sorridendo dice: Meno male anche dall'altra parte sono marce. La sua massima soddisfazione e vedere il marcio degli altri, e non sentire la puzza del suo marcio. Quando sento parlare di onestà mi vengono i brividi sulla schiena. Poveri illusi del PD se dovessero vincere vedranno quante sorprese da Bersani,Bindi ed altri furboni. Questi signori con Vendola non si governa perché non avete il numero sufficiente , altro governo Prodi, al primo momento critico scoppiate.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 05/01/2013 - 16:57

scrivo solo questo B A B B E I Bersani si allea con Monti per distruggere tute le libertà dei cittadini in nome dell'Europa governata dalla peggiore Massoneria e governo ombra della storia non credete alla TV e Giornali sono strumenti delle logge. VI CONTROLLANO I CELLULARI E CON ESSI SANNO SEMPRE DOVE SIETE, VI TRACCIANO I BANCOMAT E CARTE DI CREDITO E SANNO COSA COMPRATE E DA CHI, VI SPIANO I CONTI CORRENTI ETC IL TERRORISMO LO HANNO INVENTATO E PAGATO LORO PER GIUSTIFICARE LE LIBERTà RIDOTTE E NEGATE ALLE MASSE. APRITE GLI OCCHI E ORECCHIE

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 05/01/2013 - 17:06

SINISTRA NEL CAOS complimenti alla grande visione del paese

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 05/01/2013 - 17:06

Ueiii! ragassuoli, sono mica qui a pettinare il leopardo e a smacchiare le bambole! Le comicarie del PD...

Ritratto di lettore57

lettore57

Sab, 05/01/2013 - 17:08

@reliforp premesso che non mi sento un bananas (detesto tra l'altro Wody Allen) vorrei solo dire che, contento lei contenti tutti, lei ha dato i due euro lei ha votato e il comitato centrale si è messo di traverso e ha deciso che un tot di persone venivano calate dall'alto. Se per lei è democrazia son ben felice daltronde: chi si accontenta gode

Ritratto di lettore57

lettore57

Sab, 05/01/2013 - 17:12

Chiedo a chi è piu illuminato di me è ha fatto con ottimi risultati scuole umanistiche: perchè io quando mi rivolgo ad altri uso il lei mentre, quando questi altri si rivolgono a me, mi danno del tu? Solo perche siamo in un forum? Grazie

Angelo48

Sab, 05/01/2013 - 17:23

reliforp: esimio Francesco, rilevo felicemente che questa volta hai fatto un distinguo nel dare giudizi. Ed allora, rincuorato, provo a sollecitarti ulteriormente. Premesso che fai bene a recarti al seggio se lo ritieni giusto e doveroso, volevo ricordarti lo slogan profuso da Bersani alla vigilia delle "parlamentarie". Eccolo: "..massima trasparenza e spazio alla legalità.." Vogliamo vederle insieme queste concettualità? Bene. Tralascio la prima già molto nota e mi soffermo sull'altra non a tutti nota: LA LEGALITA!Ordunque si nota che nelle liste che avrebbero garantito l'assenza di "malfattori", han trovato spazio invece,condannati, prescritti e rinviati a giudizio; tutti costoro sono usciti vincenti dalle votazioni. Ecco i nomi e le loro storie giudiziarie che altri non hanno pubblicato. Cominciamo dalla tua Sicilia. Qui i nomi a rischio erano due: Francantonio Genovese e Vladimiro Crisafulli. Il primo, indagato per abuso d'ufficio e al centro di una polemica per una rete familiare piazzata negli enti di formazione regionale, si è piazzato primo a Messina con 19360 preferenze. Crisafulli ad Enna, indagato per abuso d'ufficio, è arrivato anche lui in pole position con 6348 voti. A Trapani grande prestazione per Antonio Papania che ha patteggiato una pena per abuso d'ufficio e si è preso il primo posto con 6165 voti. Un pò più su in Basilicata, troviamo Antonio Luongo, rinviato a giudizio per corruzione che passa senza problemi a Potenza il girone di qualificazione. All'Aquila Giovanni Lolli prende 2598 preferenze nonostante sia stato rinviato a giudizio per favoreggiamento, poi prescritto. Poi con 5160 voti arriva primo a Massa Carrara Andrea Rigoni condannato anche lui in primo grado per abuso edilizio, poi prescritto. Ora dimmi Francè, se questo rappresenta il vero cambiamento di rotta dichiarato da Bersani che giurava su liste "pulite". Ti aggiungo: se il cdx avesse fatto anch'esso le primarie, non sarei andato a votare perche' convinto che il risultato sarebbe stato speculare a quello su cui stiamo commentando. Con immutata stima, ti abbraccio!

Angelo48

Sab, 05/01/2013 - 17:41

reliforp: esimio Francesco, rilevo felicemente che questa volta hai fatto un distinguo nel dare giudizi. Ed allora, rincuorato, provo a sollecitarti ulteriormente. Premesso che fai bene a recarti al seggio se lo ritieni giusto e doveroso, volevo ricordarti lo slogan profuso da Bersani alla vigilia delle "parlamentarie". Eccolo: "..massima trasparenza e spazio alla legalità.." Vogliamo vederle insieme queste concettualità? Bene. Tralascio la prima già molto nota e mi soffermo sull'altra non a tutti nota: LA LEGALITA!Ordunque si nota che nelle liste che avrebbero garantito l'assenza di "malfattori", han trovato spazio invece,condannati, prescritti e rinviati a giudizio; tutti costoro sono usciti vincenti dalle votazioni. Ecco i nomi e le loro storie giudiziarie che altri non hanno pubblicato. Cominciamo dalla tua Sicilia. Qui i nomi a rischio erano due: Francantonio Genovese e Vladimiro Crisafulli. Il primo, indagato per abuso d'ufficio e al centro di una polemica per una rete familiare piazzata negli enti di formazione regionale, si è piazzato primo a Messina con 19360 preferenze. Crisafulli ad Enna, indagato per abuso d'ufficio, è arrivato anche lui in pole position con 6348 voti. A Trapani grande prestazione per Antonio Papania che ha patteggiato una pena per abuso d'ufficio e si è preso il primo posto con 6165 voti. Un pò più su in Basilicata, troviamo Antonio Luongo, rinviato a giudizio per corruzione che passa senza problemi a Potenza il girone di qualificazione. All'Aquila Giovanni Lolli prende 2598 preferenze nonostante sia stato rinviato a giudizio per favoreggiamento, poi prescritto. Poi con 5160 voti arriva primo a Massa Carrara Andrea Rigoni condannato anche lui in primo grado per abuso edilizio, poi prescritto. Ora dimmi Francè, se questo rappresenta il vero cambiamento di rotta dichiarato da Bersani che giurava su liste "pulite". Ti aggiungo: se il cdx avesse fatto anch'esso le primarie, non sarei andato a votare perche' convinto che il risultato sarebbe stato speculare a quello su cui stiamo commentando. Con immutata stima, ti abbraccio!

GENIUZZO

Sab, 05/01/2013 - 17:48

Sinistra piu' scaltra del centro destra. Bisogna ammetterlo! La sinistra sa fare politica piu' del centro destra. Riescono i dirigenti PD, Bersani in testa, ad essere piu' convincenti, bluffando bene. Abbiamo visto le recenti Primarie, fatte passare come pura democrazia( Le Primarie Americane al cospetto: una barzelletta-sic!), mentre tutti abbiamo assistito alla rappresentazione di una farsa, al pari di quelle, volutamente dimenticate, di Prodi prima e di Veltroni, a seguire. C'era qualcuno che aveva dei dubbi su chi doveva vincere dei suddetti politici? Penso che nessuno. Eppure gli elettori(ingenui), e non solo loro, sono corsi, pagando, a votare per il cambiamento della politica. Ma quando mai!La Bindi e la Finocchiaro, oltre che lo stesso Bersani sono sempre li', insieme ad altri professionisti ultra sessantenni( E allora!dov'e' la novita'?),pronti a difendere quell'ideologia anni 70 di cui L'Italia e l'Europa non hanno proprio bisogno. E gli ingenui militanti di sinistra, aspettando ancora il sol dell'avvenir.......continuano ad abboccare. Ma quando aprite gli occhi e la mente all'onesta' politica ed alla verita',così come hanno gia' fatto, in Europa, molta gente che PRIMA ragionava come voi. Wamos

paolomo

Sab, 05/01/2013 - 18:07

Se mi date 300.000 euro vi spiego che le primarie del PD sono le più balle del mondo

reliforp

Sab, 05/01/2013 - 18:07

lettore57...esatto. Così ottimi che mai avrei scritto " più illuminato di me "è" ha fatto etc ".... Comunque, puoi darmi del lei, io continuo a darti del tu.

cast49

Sab, 05/01/2013 - 18:15

toro seduto, è stato un bene non fare le primarie, vedi il casino che hanno combinato i sinistri? a parte che hanno fregato milioni di euro ai cittadini elettori, minimo 2 euro, ma c'è stato chi ha dato di più, evidentemente stanno bene economicamente, ma non è questo il motivo...

cast49

Sab, 05/01/2013 - 18:20

luigipiso, la destra è triste? ma quando mai!!! pensa che fino ad ora il pdl ha superato e di parecchio il 20%, quanto manca alle elezioni? aspetta a cantare vittoria...

Ritratto di barceman

barceman

Sab, 05/01/2013 - 18:42

I KOMUNSTI DI VECCHIO STAMPO. Quelli delle feste dell'unità che cuocendo salemelle e porchette consentivano alla raccola dei fondi quale UNICO(?) intrioto per il sostegno del loro inmmacolato partito(POVERI GONZI CHI CI CREDEVA) ; DEVONO RINGRAZIARE L'ODIATO GIORANLE, su cui possono scrivere. - IN QUANTO non lo possono fare con i giornali DeMaledetti-

vince50

Sab, 05/01/2013 - 18:55

E pensare che per votare hanno pure pagato.Ma è giusto così,gli ordini si eseguono in particolare quando vengono impartiti in modo subliminale.Altro che le sette religiose,non si paga il biglietto,si fa l'offerta.

Atlantico

Sab, 05/01/2013 - 19:59

Si, in effetti il centrosinistra è nel caso. Invece a destra, va tutto bene, tutti d'amore e d'accordo, Berlusconi, Maroni, Formigoni, Albertini ...

19gig50

Sab, 05/01/2013 - 20:28

e poi hanno il coraggio di parlare di moralità. Nepotismo e raccomandazioni è il motto dei diffusori di bracioline alle feste dell'unità e gli italiani abboccano. Moralità e guardate con si alleano!

Ritratto di Berluscotte

Berluscotte

Sab, 05/01/2013 - 21:29

@lettore57 Si è mai chiesto ANCHE perchè nel PDL non si fanno le primarie ?

pinocchioudine

Sab, 05/01/2013 - 21:42

come volevasi dimostrare...qualcuno aveva dei dubbi? eh, la nomenklatura...

pinocchioudine

Sab, 05/01/2013 - 22:03

volevo andare alle parlamentarie sinistre per votare silvio, ah ah, poi ho deciso che non ne valeva la pena!

AGRIPPA

Sab, 05/01/2013 - 23:05

QUESTI NON SBAGLIANO MAI. SONO NATI CHE GIA SANNO TUTTU. PERO NON SANNO GOVERNARE

Ritratto di richard_263

richard_263

Sab, 05/01/2013 - 23:54

he he le solite pagliacciate comuniste altro che primarie tutte barzellette e finta democrazia daltronde i comunisti o progressisti come amano farsi chiamare sono maestri in queste cose.

Ritratto di lettore57

lettore57

Dom, 06/01/2013 - 07:51

@reliforp complimenti gran bella risposta non c'e' che dire; dammi una risposta e ti diro chi sei (anche se qualche idea c'era già)

Ritratto di fulgenzio

fulgenzio

Dom, 06/01/2013 - 08:31

Caro Bersani, sono convinto che rappresenti il piano B (ma è l'A)del nostro amato Presidente Napolitano. Se fallisce il piano A (che è il B) nel quale: Monti si salva perchè pulito da imbarazzanti collocazioni di parte e va dritto a succedergli, Fini e Casini spariscono cadendo nel mare come razzi vettori con il carburante esaurito, resti tu. Evviva la sinistra! Poi che il cielo ci aiuti! Chi al tempo che fu è andato a scuola nell'Unione Sovietica, avava l'obbligo di frequentare le lezioni sul gioco degli scacchi....divenedo nominato Gran Maestro.

BENNY1936

Dom, 06/01/2013 - 08:47

Queste lotte al coltello per avere un posto...i listini blindati del Segretario...il tutto senza aver capito che ne abbiamo le tasche piene (anzi vuote) di questi maneggioni della politica che di cosa fare se andrano al governo ci hanno detto ben pocotranne le solite frittate piene di nulla. Ma questo vale per tutti i partiti ormai.

Gianfranco Rebesani

Dom, 06/01/2013 - 10:04

Mi sono letto i vari commenti lasciati da lettori come il sottoscritto.Non entro nel merito dei "soliti" che invece di commentare l'articolo,polemizzano su Roma e Toma. Lo sto facendo anch'io con queste righe penserà qualcuno ed in parte è vero, ma credo di poter essere giustificato. Il PD di oggi è rimasto il vecchio PCI di sempre.Immodestamente vorrei ricordare che il DNA è inalterabile,ergo, chi è stato comunista ben difficilmente cambia idea. Sarà più soft e con parvenza più democratica ,ma "l'idea" resta. Cosa si legge nell'articolo? Che la trasparenza e la legalità annunciate da Bersani sono rimaste assenti. Che alcuni personaggi sono a rischio elezione,altri saranno "ripescati" nel listino Bersani e via dicendo. Dov'è lo scandalo? Purtroppo la mia anagrafe è di molto avanzata e vorrei fare una domanda: Qualche altro si ricorda come i comunisti presero il potere in Polonia nell'immediato dopoguerra? Il Partito dei Contadini stravinse le elezioni, come la DC in Italia,ma con un gravissimo errore: al Governo chiamarono anche i comunisti; questi si "presero" il Ministero degli Interni e,democraticamente,ovvio, successe quello che successe.Conservarono una parvenza di democrazia con vari partitini vassalli,ma in sostanza fu una vera e propria dittatura.Tornando all'articolo. Pensate che gli ex-allievi delle Frattocchie abbiano cambiato idea? Forse sono cambiati (parzialmente )nel loro modo di far politica,ma erano e sono dei veri professionisti ,al contrario delle varie armate Brancaleone del centro-destra.Perchè meravigliarsi di queste primarie? Lo scandalo sono state le primarie Bersani vs. Renzi, dove,molto democraticamente, un concorrente aveva in mano tutto l'apparato oliato da decenni ed organizzato capillarmente,si potrebbe dire "porta a porta" (nessun riferimento a Bruno Vespa)mentre il povero Renzi era costretto a girare l'Italia in camper ( si fa per dire).Il risultato era già scontato in partenza e penso che in quei tre milioni di "elettori" quel circa 40% ottenuto da Renzi valga quattro volte i voti avuti dall'apparato guidato da Bersani.Lasciamo la sinistra nel suo brodo,ma non consoliamoci delle magagne altrui come, goiustamente, ricorda un commento di altro lettore, ovvero che anche il centrodestra ha le sue mele marce(purtroppo parecchie); non consoliamoci con le mele guaste del vicino.Questa dovrebbe essere la morale da trarre.

babofranco

Dom, 06/01/2013 - 10:45

E' un fatto che all' Italia manchino "partiti storici", che abbiano una identità precisa, una moralità trasparente a cui gli elettori possano affidarsi. La sinistra, con il seguito che ha, se avesse avuto un leader capace e di spessore, avrebbe una voce più convincente e potrebbe realmente rappresentare l' alternativa di governo; la destra, praticamente è assente, venuto a mancare Almirante, non c'è più stata proposta degna di essere menzionata. Il resto della nostra classe politica è lo specchio della situazione attuale, ricerca di "spazio", di "visibilità" per ottenere tutti i benefici possibili a livello personale. Siamo alla frutta da un pezzo, è ora dell'amaro, speriamo che non sia fiele.