Vent'anni di assedio giudiziario nei confronti di Berlusconi

Sono 33 i processi che hanno investito l'ex premier

Un assalto giudiziario durato un ventennio. La lista dei processi riguardanti Silvio Berlusconi è lunga.
Sono 33 in tutto i reati ascritti all'ex premier.

- Processo "Viganò Verzellesi: Berlusconi è stato iscritto nel registro degli indagati il 28 gennaio 1995 per corruzione. Il processo è stato archiviato nel 2000.

- Processo "Falso in bilancio Fininvest libretti al portatore": contestato il reato di falso in bilancio. Processo archiviato nel 2004.

- Processo "Edilnord Commerciale": contestato il reato di falso in bilancio. Processo archiviato nel 2004

- Processo "Palermo riciclaggio": contestato il reato di concorso esterno in associazione mafiosa (archiviato nel 1997) e di riciclaggio (archiviato nel 1998).

- Processo sulle "Stragi di Caltanissetta": contestato il concorso in stragi. Processo archiviato nel 2002

- Processo sulle "Stragi di Firenze": contestato il concorso in stragi. Processo archiviato nel 1998

- Processo "Progetto Botticelli": contestato il reato di falso in bilancio – frode fiscale. Processo archiviato nel 1998

- Processo "Lodo Mondadori". Reato contestato: corruzione giudiziaria. La sentenza della Corte d’Appello del 2001 ha dichiarato di “non doversi procedere perché il reato si è estinto per intervenuta prescrizione” (concesse le attenuanti generiche), sentenza confermata in Cassazione.

- Processo "Tangenti Gdf". Reato contestato: corruzione. La Cassazione, nel 2001, ha “assolto in ordine a tutti i capi di imputazione per non aver commesso il fatto”.

- Processo "All Iberian1). Reato contestato: finanziamento illecito ai partiti. La sentenza della Corte d’Appello del 26/10/1999 ha dichiarato di “non doversi procedere perché i reati si sono estinti per prescrizione”. Sentenza confermata in Cassazione.

- Processo "Medusa". Reato contestato: falso in bilancio – appropriazione indebita. La sentenza della Corte d’Appello del 13/06/2000 ha “assolto dal reato ascritto per non aver commesso il fatto”. Sentenza confermata in Cassazione.

- Processo "Macherio". Reati contestati: falso in bilancio – appropriazione indebita – frode fiscale. La sentenza della Corte d’Appello del 28/10/1999 (sentenza definitiva) ha “assolto dal reato di falso in bilancio perchè il fatto non sussiste, dichiarato non doversi procedere per il reato di appropriazione indebita per intervenuta amnistia e confermata la sentenza del Tribunale per la frode fiscale perché il fatto non sussiste”

- Processo "Corruzione Ariosto Sme". Reato contestato: corruzione. Assolto.

- Processo "Falso in bilancio Sme". Reato contestato: falso in bilancio. La sentenza del Tribunale del 30/01/2008 (sentenza definitiva) ha “dichiarato il non doversi procedere in ordine al reato ascrittogli perché il fatto non è previsto dalla legge come reato”.

- Processo "Consolidato". Reati contestati: falso in bilancio. Assolto.

- Processo "All Iberian 2". Reato contestato: falso in bilancio. La sentenza del Tribunale del 26/09/2005 ha “assolto perché il fatto non è più previsto dalla legge come reato”.

- Processo "Lentini". Reato contestato: falso in bilancio. Assolto, reato estinto per prescrizione.

- Processo "Telecinco", tribunale di Madrid. Reati contestati: reati societari – reati contro la Pubblica Amministrazione (diritto spagnolo). Archiviato il 13/10/2008.

- Processo "Diritti". Reati contestati: falso in bilancio – appropriazione indebita – frode fiscale. Per i primi due, il tribunale di Milano ha dichiarato il non doversi procedere in quanto estinti per prescrizione.

- Processo "Mills". Reati contestati: corruzione giudiziaria. Assolto.

- Processo "Mediatrade Milano". Reati contestati: appropriazione indebita – frode fiscale. Prosciolto.

- Processo "Mediatrade Roma". Reati contestati: frode fiscale. Processo in corso.

- Processo "Santa Margherita Alitalia". Reati contestati: aggiotaggio e insider trading. Archiviato.

- Processo "Intercettazioni Saccà". Reati contestati: corruzione. Archiviato.

- Processo "Corruzione Senatori". Reati contestati: corruzione. Archiviato.

- Processo al tribunale dei ministri "Saint Just". Archiviato nel 2009.

- Processo al tribunale dei ministri "Voli di Stato". Archiviato nel 2009.

- Processo "Unipol. intercettazioni Fassino-Consorte". Reati contestati: rivelazioni di segreto d’ufficio. Disposto il rinvio a giudizio il 7/02/2012.

- Processo "Ruby". Reati contestati: concussione – favoreggiamento prostituzione minorile. Disposto il giudizio immediato.

- Processo "Innocenzi-Anno Zero". Reati contestati: abuso d’ufficio. Chiesta l’archiviazione.

- Processo "Minzolini-De Scalzi". Reati contestati: abuso d’ufficio. In corso le indagini preliminari.

- Processo "Vilipendio alla magistratura". Reati contestati: vilipendio all’ordine giudiziario. In corso le indagini preliminari.

- Processo al Tribunale di Bari. Reati contestati: induzione a rendere false dichiarazioni all’Autorità Giudiziaria. In corso le indagini preliminari.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 26/10/2012 - 17:56

In altro articolo di questo giornale leggo quanto segue: "Su quei soldi - aveva sostenuto De Pasquale nella sua requisitoria - ci sono le impronte digitali di Berlusconi". In altri termini non c’è alcuna prova che il reato, sempre che sia stato effettivamente commesso, sia stato commesso da Berlusconi, che in quel periodo non aveva ruolo nella gestione della società, però è comunque da attribuire a Silvio per il fatto lui si chiama Berlusconi: non può non essere colpevole. Una sentenza che fa il paio con quella che ha condannato gli scienziati che non avevano previsto che all’Aquila ci sarebbe stata una scossa di terremoto distruttiva. Ormai siamo alle sentenze ideologiche che stanno trasformando la giustizia italiana in una farsa: all’estero ormai di queste cose ridono.

Debertolis Piermarco

Ven, 26/10/2012 - 18:47

Al peggio non c'è mai fine. Questi giudici ci metteranno tutti in galera per far vincere i comunisti.

baio1969@libero.it

Sab, 27/10/2012 - 14:28

Non quali fossero gli intendimenti del sig. Romano, quando ha scritto questo articolo, elencando i processi ai quali è stato sottoposto B., parte dei quali terminati con sentenza definitiva di condanna e, solo successivamente, amnistiati o prescritti. A mio parere, più che una difesa, questo articolo dimostra solo che ci troviamo di fronte ad una delinquente incallito con una "spiccata propensione a delinquere", come dichiarato dai giudici. In ogni caso se, un curriculm del genere, ce l'avesse una persona qualsiasi credo che chiunque, voi bananas compresi, gli togliereste anche il saluto, e vi augurereste che venissero buttate le chiavi. Già, ma questo lo fanno solo le persone normali.

bias77@libero.it

Sab, 27/10/2012 - 21:29

ho seguito la conferenza stampa: penosa.