La vera strategia di Berlusconi: rinviare il voto sulla decadenza

Preoccupa la possibile esclusione dal Senato. Si lavora per rimandare a novembre. E riprende quota il lodo Sallusti

«Il giorno dopo che avrò lasciato il Senato le procure di mezza Italia si scateneranno». Berlusconi di dubbi ne ha ben pochi. E quando parla al telefono con parlamentari e amici di lungo corso guarda oltre il dibattito sulla grazia che ha seguito l'intervento di Napolitano. Il Cavaliere pubblicamente ha deciso di non esporsi e fino a oggi ha tenuto fede alla linea della discrezione consigliata da Letta. In privato, però, non nasconde le sue perplessità per una soluzione - quella in qualche modo prospettata dal Quirinale - che non risolve le due questioni chiave: il voto sulla decadenza da parlamentare (in programma il 9 settembre nella Giunta per le elezioni) e l'applicazione della pena (con l'ex premier che entro il 15 ottobre deve scegliere tra affido ai servizi sociali e arresti domiciliari).

Ecco perché chi ha occasione di sentire Berlusconi per gli auguri di Ferragosto lo trova non propriamente di ottimo umore, convinto che l'unica strada sia quella di trovare «una soluzione politica di cui tutti devono farsi carico». Non solo il Colle, dunque, ma anche il Pd. Un concetto che il leader del Pdl ha ripetuto anche ieri ad Arcore, durante un lungo incontro pomeridiano con gli avvocati Ghedini e Coppi.

Se per alcuni versi, infatti, è vero che il nodo dell'esecuzione della pena ha un risvolto più umano visto che il Cavaliere considera un'ingiusta violenza sia i servizi sociali che i domiciliari, il punto centrale resta quello della decadenza. La perdita dello status di senatore, infatti, farebbe venire meno l'immunità parlamentare. E - ragiona Berlusconi con i suoi - questo significherebbe che qualunque pm potrebbe aprire la più improbabile delle inchieste solo per qualche giorno di celebrità.

Senza contare, aggiunge l'ex premier, che a quel punto le procure «avrebbero gioco facile nel portare a termine quella persecuzione giudiziaria che dura da vent'anni».

Così, è sul nodo decadenza che si sta lavorando in queste ore. La Giunta per le elezioni del Senato è convocata per il 9 settembre, quando la relazione sul caso affidata al pdl Augello dovrebbe essere bocciata. A quel punto inizierebbe una procedura di contestazione che dovrebbe allungare i tempi fino a novembre, vera dead line per una soluzione «politica» visto che il voto di Sel, M5S e Pd contro Berlusconi è dato per scontato.

E un'ipotesi a cui si guarda con un certo interesse ad Arcore è quella del lodo Sallusti. La commutazione della pena a pecuniaria, infatti, risolverebbe la questione della detenzione e, secondo alcune interpretazioni, anche quella della decadenza perché a quel punto la Severino non sarebbe applicabile. Senza contare che si affievolirebbe molto l'argomento di chi sostiene che una clemenza equivarrebbe a mandare il messaggio che gli evasori non pagano visto che la pena, seppur pecuniaria, sarebbe comunque erogata ed espiata. Anche se su questo fronte ogni decisione è nelle mani di Napolitano.

Un capo dello Stato che in questi ultimi giorni sta incontrando le perplessità di molti esponenti del Pdl. Non solo i cosiddetti falchi, che non farebbe notizia, ma pure di molte colombe. Chi si aspettava decisamente di più dal Colle è Schifani. Il capogruppo del Pdl al Senato si è guardato bene dal commentare solo per bon ton istituzionale, ma è evidente che nelle parole di Napolitano vede più ombre che luci. Non entra invece nel merito Quagliariello che però lancia un segnale forte. L'uscita del Colle, dice il ministro per le Riforme auspicando la «fine del conflitto istituzionale», «non basta a blindare l'esecutivo». Un modo per invitare anche il Pd a farsi carico del problema. «Ora tocca a tutti gli attori politici e istituzionali evitare ferite irrimediabili», spiega Capezzone. Poca fiducia nel Colle sembra averla Minzolini: «Più passano le ore e più si arguisce che la dichiarazione di Napolitano è una fotografia in belle parole della situazione: non toglie e non dà. Non un gesto, non una soluzione».

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 17/08/2013 - 08:38

noi faremo il quadrato intorno a Berlusconi, non difendiamo lui perché si chiama Berlusconi, ma perché incarna le nostre idee, e cioè: riforma della giustizia, riforma della costituzione, riforma del sistema elettorale, riforma del fisco, riforma del parlamento, ecc. sono tutte le riforme che i comunisti NON li vogliono fare!!!! e se non li fanno, i loro motivi sono molto chiari: loro antepongono gli interessi personali a quelli collettivi, di tutto il paese!!! COMUNISTI QUESTO VUOL DIRE CHE SIETE DEI MAFIOSI!!!!

michetta

Sab, 17/08/2013 - 08:43

Probabilmente, come già e' accaduto più volte, non pubblicherete questo scritto, ma io lo dico ugualmente. Napolitano, attuale Presidente della Repubblica (ma non certo mio padre) fin dai primi giorni del suo primo insediamento, ha sempre dimostrato il suo ponziopilatismo. Certo, di dovere "qualcosa" anche a quelli del centrodestra, nelle sua esternazioni, ha manifestato sempre una certa "comprensione" sui fatti esposti da loro, ma mai con piena ragione. Ergo, ha sempre difeso a spada tratta le ragioni della sua parte politica sinistroide, pur elargendo una carezza agli altri, che comunque, avevano torto! Oggi, con questo lavarsi le mani, del caso di Berlusconi e della giustizia, che ricordiamolo, e' presieduta proprio da lui, ha dimostrato ancora una volta, che gli emuli di Ponzio Pilato, ancora esistono, dopo duemila anni circa. Da uno così, Berlusconi e non solo, quelli che non sono di sinistra, NON potranno mai attendersi attestazioni favorevoli. Lui, era, e' e rimarrà comunista fino alla morte, perché questa ideologia gli ha permesso di vivere come ha vissuto, arricchendo si come si è arricchito.

Atlantico

Sab, 17/08/2013 - 09:07

E questo costituirebbe una 'strategia' ?

Lucius Iunius Brutus

Sab, 17/08/2013 - 09:07

Ormai é chiara la situazione. Il movimento politico ha solo uno scopo e si disinteressa dei milioni di elettori che soffrono e sputano sangue. La rappresentanza politica di milioni di liberali e democratici é finita. Nessuna delle istanze, o anche solo delle basi etiche, di quelli che non sono demagoghi comunistoidi trinariciuti, viene difesa in parlamento. Ora fate anche l'assurda legge sul femminicidio boldriniano e quella sulla supremazia gay e avrete quadrato il cerchio. Manca solo l'introduzione dell'educazione omosessuale nelle scuole elementari. Provvedete.

Atlantico

Sab, 17/08/2013 - 09:12

Mah ... Io ricordo che un paio di giorni fa su questo blog si esaltava la nota di Napolitano mentre il sottoscritto e qualche altro noto 'comunista' affermavano il contrario ... Meglio tardi che mai. Comunque, benvenuti nella realtà.

cicero08

Sab, 17/08/2013 - 09:15

La solita strategia. Quella, per intenderci, che lo ha condotto fin qua a furia di inasprire i rapporti con chi non aveva certo la bramosia di giudicarlo. Stavolta, però, i cavilli sono depotenziati dalla forza dei numeri...

tartavit

Sab, 17/08/2013 - 09:18

Se il Cavaliere vuole risparmiarsi una figuraccia, l'unica vera strategia che può adottare, vista la posizione di tutti i partiti, è quella di dimettersi e di andare definitivamente in pensione. Altra via per uscire a testa alta dalla politica non c'è. Inutile tirare il Presidente della Repubblica per la giacca come fanno i suoi leccapiedi con continue minacce e con chiare allusioni alla caduta del governo. il Vecchio non concederà mai la grazia, semplicemente perché non può, a meno che non voglia buttare alle ortiche la stima di uomo retto e di difensore della legalità che si è conquistata in questi ultimi travagliatissimi tempi. Gli Italiani non lo capirebbero. E poi alle elezioni anticipate non si può andare per una infinita serie di motivi a partire da quello politico (la legge elettorale è sempre la stessa) a quello economico ( i mercati reagirebbero negativamente e verrebbe vanificato questo lieve tentativo di ripresa), per non parlare dei motivi di ordine morale e sociale. Come si vede il Cavaliere, che solitamente è un ragionatore, saprà fare l’unica scelta decente che gli rimane. Ai suoi tirapiedi dovrà solo dire di trovarsi un altro santo in paradiso, perché la cuccagna è finita. E probabilmente moltissimi di quelli che adesso lo seguono saranno costretti ad abbandonare la politica per incapacità manifesta. Staremo tutti meglio!

oreste__

Sab, 17/08/2013 - 09:54

Alla fine della fiera, dopo 20 anni, la nostra Santa Magistratura è riuscita a piazzare il colpo su Berlusconi. Bene, bisogna considerare che questa nostra disgraziata Italia è l'unica nazione europea dove il comunismo, il socialismo reale, cancellato senza se e senza ma dalla storia, è riuscito a sopravvivere permettendo ai suoi fautori iniziali di riciclarsi come democratici, di arricchirsi con aziende agricole, pensioni dorate, emolumenti e vitalizi diversi. Berlusconi alla fine della prima repubblica (sempre ad opera di magistratura) riuscì ad intercettare il voto di tutta la maggioranza moderata e anticomunista italiana, nonché della destra, e riuscì ad ostacolare la presa del governo da parte dell'ex-pci. Tutti i nostri radical-scic da operetta, giornalisti, presentatori, comici e giullari vari, hanno avuto modo di proliferare in questi ultimi 20 anni con un antiberlusconismo feroce, e adesso tutti, i più famosi e i più patetici, stanno lì a ergersi paladini della giustizia e a negare ogni forma di grazia. Berlusconi non ha chiesto alcuna grazia né la deve chiedere, con il cappello in mano ad un ex-comunista, niente il centro destra italiano deve andare avanti, l'attuale compagine del pdl deve lasciare il governo, facessero pure altra maggioranza, se ne sono capaci. Poi al voto si vedrà che succede.

LAMBRO

Sab, 17/08/2013 - 09:54

Anche il PD deve pensare bene a quello che fa!! Saltando il Governo si mette nelle mani di Grillo e non risolve il problema elettorale!! Eliminerebbe Berlusconi ma si prenderebbe una gatta da pelare PERICOLOSISSIMA: GRILLO !!! che giocherebbe allo SFASCIO!!!

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Sab, 17/08/2013 - 10:08

"si affievolirebbe l'argomento ... che gli evasori non pagano visto che la pena, seppur pecuniaria, sarebbe comunque erogata ed espiata". Già, ma si rafforzerebbe l'argomento per cui chi ha quattrini la fa franca.

vkaspar

Sab, 17/08/2013 - 10:30

La storia insegna che ci sono Organizzazioni che da millenni prosperano al motto: "Morto un Papa se ne fa un altro"...Allora, se il Centro-dx ha davvero solide basi di idee/programmi e persone per portarle avanti, perché tanta ostinazione nell'aggrapparsi ad una figura che,per quanto importante e carismatica, ha comunque già fatto un suo percorso? Dove sarebbe la continuità dialettica politico-sociale del Movimento?

J.J.R

Sab, 17/08/2013 - 10:30

La soluzione ci sarebbe: TOGLITI DAI COGLIONI!

Giorgio1952

Sab, 17/08/2013 - 10:36

Se e' innocente perche' ha paura di perdere l'immunita' parlamentare? Vada in aula e si difenda avendo tutto il tempo necessario se decade dal Senato, porti le prove a difesa della persecuzione, ricordo che nel diritto degli Usa valgono anche le prove indiziarie di colpevolezza per condannare l'imputato!

odifrep

Sab, 17/08/2013 - 10:38

tartavit 9:18 - Impeccabile ragionamento. L'unica domanda che il Cavaliere potrebbe formularle è questa:"sarebbe lei disposto a sostituirlo a capo dello schieramento politico?" Solo per avere la sicurezza di stare tutti meglio!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 17/08/2013 - 10:44

Il titolo non necessita di ulteriori commenti. Siete ormai maturi per pubblicare sul "Corriere dei piccoli". Questo spiega l'acquiescenza su leggi più o meno demenziali spinte a furor di sinistra. Gli Italiani possono attendere. Da parte mia mi ripropongo di non recarmi mai più al seggio elettorale. Quantomeno sino all'auspicabile arrivo di una destra decente.

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Sab, 17/08/2013 - 10:44

Le dichiarazioni di Zanda & C. dicono chiare le loro intenzioni cacciare Silvio dal Senato. Sanno bene che così facendo il governo cadrà, malgrado i grandi sacrifici che la destra sta applicando al solo scopo di aiutare questo Paese a risollevarsi dalla crisi. Tutto ciò ai sinistroidi poco interessa. Il loro odio contro Silvio è contro 1/3 degli italiani supera tutto. Male estremo, estremo rimedio. Gli italiani non dimenticheranno tutto questo. Nel prossimo turno elettorale non ci saranno i loro compari giudici a difenderli.

bruna.amorosi

Sab, 17/08/2013 - 10:44

IL CAVALIERE è uomo onesto e non credo che sia capace di far del male al suo STATO ITALIANO ma a questo punto se proprio volessero la guerra allora sia ...distruggere l'economia e poi vedere quello che i rossi insieme ai Grilli cosa è che sono capaci di fare . AUGURI ITALIANI .

Giuseppe Borroni

Sab, 17/08/2013 - 10:50

Dai Berlusca!!! pensa, pensa ad una nuova strategia per stare in politica! vosi' poi la racconti anche al tuo amichetto Fitto che si e' beccato anche lui 4 annetti etc etc. Il gruppo dei pregiudicati nel Pd aumenta ogni giorno. Chi sara' il prossimo? facciamo una bella riffa

rino biricchino

Sab, 17/08/2013 - 10:57

Strategia? Lodo Sallusti?? Senti che scoppole che arriveranno ancora dal processo ruby,ruby 2,de gregorio,unipol,e forse ancora per il caso tarantini-lavitola....il bello deve ancora venire!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 17/08/2013 - 11:05

Berlusconi è innocente, non accetterà la grazia, e poi napolitano ha fatto un grosso errore: la grazia può essere concessa su domanda, ma anche d'ufficio, di propria iniziativa . quest'ultima cosa però non l'ha voluto specificare. chissà perché.... :-) DELINQUENTI COMUNISTI MAFIOSI!!

gionaelabalena

Sab, 17/08/2013 - 11:05

Maledetto Gianni Letta, consigliere infausto. Ancora e sempre sulla difensiva. Berlusconi che teme, che trema dinanzi la magistratura; Berlusconi pavido che elemosina qualche scorciatoia. In buona sostanza,ci viene propinato un Berlusconi rintrucillito, bastonato dai rossi e vigliacco. Cavaliere, sii uomo, un po' di palle...Solo buttando sul piatto della bilancia il tuo eroico martirio potrai vincere la partita della Storia che, per un quasi ottuagenario dovrebbe essere l'unica partita che conti veramente.

Renatino-DePedis

Sab, 17/08/2013 - 11:08

mortimermouse sei veramente un demente. dimmi, caro demente belusconiano, caro elettore di un delinquente abituale, delle riforme da te elencate, quante sono state fatte? mi sembra di ricordare che al governo c'è stato, il nano, per svariati anni e con una maggioranza schiacciante. e infatti di leggine per salvarsi il culo ne ha fatte a iosa... SCEMO!

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 17/08/2013 - 11:12

Ho mandato due volte il riassunto di quanto assodato dalla giustizia italiana in tre gradi di giudizio e non è stato pubblicato. Riassumo: 1) Berlusconi ha creato, tramite Mills, 64 società off shore; 2) Berlusconi ha creato fondi neri per centinaia di milioni di euro all'estero, truffando in questo modo gli azionisti Mediaset; 3) Berlusconi, con l'evasione fiscale di 50 milioni di euro (considerando gli anni prescritti) ha truffato 59 milioni di italiani, compresi gli 8 milioni che lo hanno votato. Questi sono dati di fatto assodati in tre gradi di giudizio diversi.

xgerico

Sab, 17/08/2013 - 11:14

Che bello, che bello, uno che ha soldi praticamente se viene condannato a pene "detentive" basta che và alla cassa e chiede quant'è?! e se la passa liscia?!

Ritratto di StefOmega

StefOmega

Sab, 17/08/2013 - 11:15

Ormai lo dice esplicitamente, non ha più bisogno di mentire: non vuole uscire dalla politica perché così finirebbe in carcere. Niente male per l'uomo che voleva salvare l'Italia dai comunisti!

Ritratto di StefOmega

StefOmega

Sab, 17/08/2013 - 11:24

Ormai lo dice esplicitamente, non ha più bisogno di mentire: non vuole uscire dalla politica perché così finirebbe in carcere. Niente male per l'uomo che voleva salvare l'Italia dai comunisti!

Ritratto di combirio

combirio

Sab, 17/08/2013 - 11:26

Per Tartavit: è per capacità manifesta chi mettiamo? Bersani! La Bindi? Mussari ? Penati? Renzi è una faccia pulita che dice anche belle cose ma le capacità sono tutte da dimostrare. Anche Monti era una faccia pulita, ma guarda quanto ci è costata la scelta scellerata, soprattutto alle aziende che hanno chiuso e a chi a perso il lavoro e non è finita.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Sab, 17/08/2013 - 11:29

Si lavora per rimandare a novembre. Potreste miei cari Bananas tirar fuori il legittimo impedimento.

Nick57

Sab, 17/08/2013 - 11:30

...ho la sensazione che le dichiarazioni del Presidente Napolitano anzichè cacciare Berlusconi dal Parlamento lo "accompagnano" non solo all'uscita ma anche messo all'angolo in balia di possibili, ma incerti, percorsi!!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 17/08/2013 - 11:34

Non mi sembra una buona idea lasciare il Paese in mano a scorie come Jagoda, Ezov e Beria, libere di inventarsi ogni pretesto per scatenare la violenza che solo vuole eliminare qualunque dissidenza allo stato mafioso e parassita sopra la pelle dei Lavoratori... Sono 23 anni che dura la repressione poliziesca. Ma non ci saranno vie di uscita, o con il coraggio di scelte razionali o con la violenza del default anche in Italia sará abbattuto il Muro di Berlino dello stato burocratico totalitario mafioso e parassita sopra la pelle dei Lavoratori, caduto con la sua ottusa e feroce menzogna "comunista" in tutto il mondo, anche nella ex Cina di Mao.

titina

Sab, 17/08/2013 - 11:35

x tartavit. Condivido: l'unica soluzione per uscire a testa alta sono le dimissioni.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 17/08/2013 - 11:35

Non mi sembra una buona idea lasciare il Paese in mano a scorie come Jagoda, Ezov e Beria, libere di inventarsi ogni pretesto per scatenare la violenza che solo vuole eliminare qualunque dissidenza allo stato mafioso e parassita sopra la pelle dei Lavoratori... Sono 23 anni che dura la repressione poliziesca. Ma non ci saranno vie di uscita, o con il coraggio di scelte razionali o con la violenza del default anche in Italia sará abbattuto il Muro di Berlino dello stato burocratico totalitario mafioso e parassita sopra la pelle dei Lavoratori, caduto con la sua ottusa e feroce menzogna "comunista" in tutto il mondo, anche nella ex Cina di Mao.

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Sab, 17/08/2013 - 11:39

xmortimer.Strano però che in 11 anni di governo con la maggioranza assoluta non le ha fatte queste riforme. Ha solo pensato a fare il Lodo Alfano,Schifani, il processo breve - lungo, la prescrizione breve-lunga. Sarà mica colpa dei comunisti? Strano anche che si continui a parlare di B. e del giudice Esposito e non dei problemi degli italiani. Guarda poi che gli amici dei mafiosi li avete nel Pdl. Dell'Utri (innocente sino a prova contraria) è stato condannato in due gradi di giudizio. Schifani ed Alfano (il fatto non costituisce reato) sembra si siano fatti pagare le vacanze dal patron di Valtur ritenuto prestanome di M.Messina Denaro.

ElioT

Sab, 17/08/2013 - 11:46

Il vero problema della sconfitta di Berlusconi, indipendentemente dalle valutazioni di innocenza o colpevolezza, è: quale persona capace oserà mai più mettersi in politica dopo questa esibizione forcaiola se persino lui è stato sconfitto?? Tra quante generazioni di politicanti incapaci apparirà una persona valida?? Per questo bisogna battersi per lui.

edoardo55

Sab, 17/08/2013 - 11:49

Che situazione penosa: da un lato assistiamo alla demolizione giudiziaria, da parte della sinistra, dell'avversario politico, tipico delle dittature comuniste. Dall'altra siamo allo stallo politico conseguenza della posizione di Berlusconi: colpevole non colpevole, grazia sì grazia no. Intento le decisioni politiche, monetarie ed istituzionali sono messe nell'angolo. La disoccupazione aumenta, la produzione industriale cala per effetto di una moneta forte che nessuno si assume la responsabilità di modificare, ed un'Europa che ci guarda come un malato terminale imponendoci parametri assurdi. Fino a quando può durare?! L'Egitto è al di là del mediterraneo.

Ritratto di randel

randel

Sab, 17/08/2013 - 12:08

@mortimermouse.........ha pefettamente ragione. Diamo fiducia a questa nuova promessa della Politica Italiana. Il nuovo che avanza.....(e dimentichiamoci di 15 anni di politica fallimentare e clientelare).

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 17/08/2013 - 12:13

Mai fare la vittima o del vittimismo con i compagni. Darebbe loro una grande soddisfazione. Vada dentro da perseguitato e da martirizzato. Solo così potrè sconfiggere le eine rosse all a prossima tornata elettorale. Poi si dovranno dare colpi di grazia senza fare prigionieri. Nel frattempo Berlusconi si faccia dare dal suo amico Putin tutte le informazioni possibili e immaginabili raccolte dal KGB sui compagni italioti da poterli cucinare poi a dovere dal primo all'ultimo come si conviene.

Accademico

Sab, 17/08/2013 - 12:33

Nella mia ignoranza, fin d subito, avevo suggerito d'istinto al Presidente Berlusconi di non avanzare istanza (?) di grazia.. e perchè non c'era un cappero da.. istare.. e perchè non mi fidavo dell'apertura.. offertagli. Si chiuda questa ridicola parentesi con il versamento di una qualsivoglia cauzione e li si mandi tutti a fare un giro!

eso71

Sab, 17/08/2013 - 12:44

Una buona strategia sarebbe scontare la pena....DIMOSTRAZIONE DI SERIETA'

forbot

Sab, 17/08/2013 - 13:10

Adesso ho la piena certezza che il comunismo in Italia stà facendo un gioco molto pericoloso per tutti gli italiani. Finiremo, nè più nè meno, come è finita la Russia, solo che noi non abbiamo le risorse naturali della Russia per poterci riprendere. Anzi sarà molto peggio, perchè ci ritroviamo, grazie a loro, anche tanti extra-comunitari in casa, a cui non par vero che tanti di noi lascino le loro case per espatriare e far man bassa, senza fatica, delle nostre cose. La Polonia si è salvata per vero miracolo, moltissimi l'ho sanno . Quindi eliminare i benestanti, espropriare i ricchi, via le industrie e gli imprenditori, come in parte è già avvenuto, grazie al loro sindacato, eliminare il ceto medio e passare tutto allo Stato. Per donare a tutti tanta povertà. Perchè se è vero, come è vero, il detto antico mai smentito: Raccogli ricchezza, distribuisci povertà. Non tutti ricchi, perchè impossibile, come non nasciamo tutti intraprendenti come De Benedetti, ma tutti più poveri si, grazie a loro. Berlusconi, con tutti i difetti che gli hanno appiccicato addosso, a cui non credo, sarebbe sempre meglio di tutti loro messi insieme che non capiscono un cazzo di come si dirige una, non dico Nazione, ma neanche una fabbrichetta.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Sab, 17/08/2013 - 14:29

Per AMORE del CIELO, Berlusconi NON FIDARTI di regiorgio. Non fidarti, non fidarti, non fidarti !! Non dare ascolto a chi ti consiglia (male) di trattare. Regiorgio era, è e sempre sarà un comunista. Con questa gente non si può ragionare. Giù subito il governo, tutti in piazza, fuori dall'europa e MURO CONTRO MURO.

TANDOLON

Sab, 17/08/2013 - 14:49

Il cav,suo malgrado non può richiedere la grazia,sarebbe come ammettere la sua colpevolezza,un bel guaio!

angelovf

Sab, 17/08/2013 - 17:01

Questa condanna sembra la fine del mondo, anche gli umani possono sbagliare, anche se non è scritto in nessun codice che dopo i tre gradi di giudizio e dopo una condanna, una persona non risultare innocente e riaprire il caso? Non dimentichiamo le persone sfuggite alla pena di morte agli ultimi minuti perché avevano sbagliato il processo, se poi questa condanna e di proposito inutile parlare. Comunque una persona innocente non chiede la grazia e va alla corte europea. Colgo l'occasione per dire che senza gazebo le 500.000 mila firme non si raccolgono. PS. Stamattina avevo scritto un commento simile ma non è stato pubblicato, non era offensivo perché io mi metto sempre nej vostri panni. Saluti.

melamarzia

Sab, 17/08/2013 - 18:17

@bruna.amorosi: distruggere l'economia? Piu di quanto non abbia gia fatto quando era al governo?

Klotz1960

Sab, 17/08/2013 - 18:35

Ma come fa ancora ad esserci gente che non capisce che le sentenze sul caso Ruby e su Mediaset sono solo l'inizio della partita finale? Quasi 20 anni di continui attacchi non sono bastati? La sinistra giudiziaria politica e mediatica sta finalmente coronando il suo sogno! Non si fermera' mai, fino a quando SB non sara' totalmente incapacitato, in galera o esiliato!!! Ma e' possibile che anche a destra molti non lo capiscano? Il passo successivo sara' l'entrata in politica IN MASSA dei magistrati. Bisogna far saltare il Governo ed andare alle elezioni a ottobre o novembre, DOPO quelle tedesche. Ed il Pdl, qualora vinca le elezioni, deve reimpostare il rapporto dell'Italia con Bruxelles.

Ritratto di Markos

Markos

Sab, 17/08/2013 - 19:05

Renatino-DePedis-RASTA , NEGLI ULTIMI 8 ANNI HANNO GOVERNATO BERLUSCONI-DALEMA-MONTI-PRODI QUINDI LA COLPA E SOLO DI UNO ? OVVIO.. SOLITA TATTICA DEI COMUNISTI DEL BUCO DEL C...

Ritratto di marystip

marystip

Sab, 17/08/2013 - 19:50

Berlusconi faccia una visita all'ambasciata di Russia. Non è difficile capire perché; quindi si procuri un bel fucile da caccia e faccia strage di "colombe"

elpaso21

Sab, 17/08/2013 - 20:10

Ma perchè Berlusconi si lamenta adesso che la Giustizia funziona male ?? Non la poteva riformare quando governava lui ???

Silvio B Parodi

Dom, 18/08/2013 - 02:51

renatino de pedes mi puoi elencare qualche leggina che il cav si e' fatto??? e qualche altra che il csm gli ha bocciato?

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 18/08/2013 - 06:52

Se il PD vota per la decadenza parlamentare di Berlusconi contemporaneamente il PdL deve togliere l'appoggio al Governo Letta e farlo cadere. E' l'unica soluzione.

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 18/08/2013 - 06:54

Attenzione a non fare il pesce in barile. Se il PD vota contro Berlusconi (cioè per la decadenza da senatore) allora sarà colpa del PD se il Governo Letta cade. Mi sembra ovvio!

NINO.RODO

Dom, 18/08/2013 - 10:55

Attenzione all'esempio dell'Egitto. I Fratelli Comunisti potrebbero avere qualche problemino. Il P.d.R anche. Anche gli Italiani, anche l'economia, anche l'Europa e l'Euro a quel punto. Ci vorrebbe qualcuno che fermasse questa escalation tragica. Possibile che con tanti politici così ben pagati con il nostro sangue nessuno si renda conto che S.B. è solo l'inizio di una tragica fine? Resterà solo un grillo a cantare...