Vietare il fumo ai giovani

In Australia si pensa di vietare il fumo ai nati dal 2000 in avanti. Fin dove si spingerà la lotta al fumo? Botta e risposta tra i nostri editorialisti

Fin dove si spingerà la lotta al fumo? L'ultimo attacco choc arriva dall'Australia: nella regione della Tasmania è in discussione una norma che intende vietare il fumo ai nati dal 2000 in avanti. Ma non si tratta di un divieto per i minori: chi è nato da quell'anno in poi dovrà star lontano dalle sigarette anche una volta compiuta la maggiore età. Pochi giorni fa l'Australia aveva approvato la legge, all'esame anche dell'Unione europea, che impone pacchetti senza marchio per le sigarette. Ma se il mondo concorda sul fatto che il fumo faccia male, è giusto che sia uno Stato-papà a scoraggiare o a vietare le «bionde»? Ne discutono due editorialisti del Giornale

Il contrario / Lo Stato salutista fa soltanto cassa. E uccide la libertà di Carlo lottieri

Il favorevole / È l'estremo tentativo di salvare i ragazzi da un vizio mortale di Luca Doninelli

Commenti

pdoganieri

Ven, 24/08/2012 - 12:00

benissimo....

michele lascaro

Ven, 24/08/2012 - 16:25

Sì, è giusto, per evitare che un giorno questi poveri disgraziati camminino, se ci riescono, con l'erogatore di O2 sulle spalle, non per vivere, ma per sopravvivere in maniera non dignitosa per un Uomo. Sono medico e ne ho visti tanti di spettacoli simili!

clamor

Ven, 24/08/2012 - 16:33

Stiamo arrivando al paradosso dei paradossi: si vuole vietare il fumo perché fa male, bene, e poi si vogliono liberalizzare le droghe; sicuri che facciano molto meglio …. questa assurdità mi ricorda la barzelletta della sindachessa di Napoli, illustre donna Iervolino che vietò il fumo nei giardini pubblici per non appestare i bambini, quando in tutta la città si respiravano chili di diossina per l’olezzo della munnezza ! Per la serie: la vergogna , questa sconosciuta !

Ritratto di cokieIII

cokieIII

Ven, 24/08/2012 - 16:34

Scusate un attimo, ma io ai miei tempi non avevo ne' paghette, ne' potevo disponere liberamente dei quattrini che ricevevo per l'uscita settimanale in pizzeria (il resto andava reso al mittente). Basta semplicemante che i genitori passino contanti ai figli solo quando e' strettamente necessario, no?

Ritratto di manasse

manasse

Ven, 24/08/2012 - 16:41

il proebizionismo ha sempre avuto l'effetto contrario di ciò che si prefiggeva,l'unica strada è di educare i giovani ad odiare chi fuma(figurativamente parlando)l'esempio è qui,da quando si è ptoibito il fumo nei locali chiusi i maschi in buona parte hanno smesso e i più giovani neanche iniziano,il fenameno sono le donne che credendosi più emancipate fumano e bevono(pubblicamante mentre un tempo lo facevano di nascosto me se seguiranno l'esempio dei maschi del bere non so ma di fumare certamente la maggioranza smetterà da sola

MMARTILA

Ven, 24/08/2012 - 17:19

Non servirà a niente, casomai il fumatore dovrebbe pagarsi le spese relative ai danni provocati con certezza dalla sigaretta...ma ho l'impressione che non si possano stabilire con certezza, e allora...amen.

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 24/08/2012 - 17:24

Quante sigarette al giorno si fuma, un non fumatore, che abita a Milano, Torino, Napoli, ecc... Sono leggi che fanno ridere! Lo confesso, sono un fumatore ho 72 anni e finora, non ho mai conosciuto un medico. Tranne che il dentista, può darsi che io schiatti di colpo, ma posso dire di non avere mai avuto bisogno ne di cerusici ne di farmacie.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 24/08/2012 - 17:30

Più che giusto vietare. Quando avrete collezionato il macabro e miserevole repertorio di zombies enfisematosi e neoplastici terminali totalizzato dal sottoscritto nella sua carriera di internista ospedaliero....allora, e solo allora, potrete anche avere il diritto di esprimere una opinione dissenziente dalla mia...semprechè vi sia rimasto il coraggio per farlo.

equilibrista

Ven, 24/08/2012 - 17:37

Ridete...ridete,presto si avrà una società di zombie,mezze fighette e castrati.Io fumo da 50 anni(ne avevo 12)sono di bocca buona e faccio attività fisica(lavoro 14 ore al giorno)e sessualmente sono appagato.Il medico?-quello sconosciuto.Le medicine? mai usate. Saluti

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 24/08/2012 - 17:52

facendo seguito al mio post precedente...sono astemio, il mio mezzo preferito è la bicicletta che uso giornalmente e, per inciso, mio padre ha fumato fino a 91 anni, purtroppo è deceduto nel 2010 a99 anni... Perciò smettiamola di dare tutte le colpe al fumo! Pensiamo un pò a tutti quelli che defungono per cirrosi dovuta agli alcoolici, perchè non si fanno statistiche anche su quelli?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 24/08/2012 - 17:59

# Tomari ed equilibista. Malauguratamente la vostra esperienza personale non può essere estesa alla totalità dei fumatori.Il fatto che la vostra "qualità del legno" (Ovvero il genoma, perchè di questo, probabilmente, si tratta) vi renda relativamente impermeabili agli insulti tossici ambientali non può assurgere al rango di inconfutabile riprova dell'innocuità del fumo. Siete solo dei fortunelli...Cordialmente.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 24/08/2012 - 18:04

Ovviamente d'accordo con quelli che puntano l'indice anche contro le droghe e l'alcool. Anche se non mancherà, anche qui, l'intervento di chi si vanterà di vivere in perfetta salute strafacendosi di grappa e canne...

equilibrista

Ven, 24/08/2012 - 18:19

Caro Memphis35: sai quante volte mi sono toccato i co@@@oni,dopo aver letto le tue prigioni?

Massimo

Ven, 24/08/2012 - 18:26

La più grande corbelleria proibizionista. Ho l'impressione che i migliori propagandisti del tabacco, siano i talebani del divieto di fumare.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Ven, 24/08/2012 - 18:37

Memphis35: ma sì, vietiamo tutto, il fumo, l'alcool (in America però ci hanno già provato una volta ed è andata male, ricordi?), i cibi troppo grassi, le bevande gassate... per fortuna, se e quando questo tuo triste sogno si realizzerà, io sarò morto da un pezzo.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 24/08/2012 - 18:48

#equilibrista. Gesto molto umano e condivisibile...Ahahah!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 24/08/2012 - 19:03

#Fritz 1996.Mi hai forse scambiato per un talebano e grigio igienista. Ho fumato anch'io in gioventù ed ho smesso dopo i primi mesi della mia esperienza professionale. Non mi drogo, ma confesso che mi piace la salsiccia alla brace con le patatine fritte e non disdegno, ogni tanto, un buon bicchierino di grappa. L'importante, in medicina come nella vita, è il buon senso e la moderazione. Come dicevano i latini:"Est modus in rebus. Sunt denique fines quos ultra citraque nequit consistere rectum." Trad.libera "Deve esserci un criterio in tutto. Ci sono dei limiti al di là od al di qua dei quali non può esserci una ragionevole garanzia". Lunga, lunghissima vita a te ed alle tue contestazioni del mio "triste sogno". Cordialità.

Willy Mz

Ven, 24/08/2012 - 19:27

il fatto di fumare è solo personale; già ci sono tutti i governi che tentano di farci smettere, però con le sigarette ci guadagnano ed anche tanto! ogni volta che aumentano le sigarette fanno sempre più schifo; con questa mossa forse ci riusciranno...

Ritratto di _alb_

_alb_

Ven, 24/08/2012 - 19:57

È giusto quanto vietare l'eroina. Sulla cocaina e anfetamine, invece, avrei qualche dubbio, in alcune forme e situazioni potrebbero non essere così dannose. Ma soprattutto la cosa brutta del fumo è che si da fastidio agli altri.

Luigi Farinelli

Ven, 24/08/2012 - 20:27

Ma salvate invece i milioni di bambini innocenti barbaramente massacrati nei ventri materno ogni anno per seguire i pazzi criminali ultralaicisti e massoni che impongono dai palazzi dell'ONU e della CE l'aborto libero come "nuovo diritto" e cercano di mettere fuori legge i medici obiettori di coscienza. (7 milioni di assassinii in italia e centinaia di milioni nel mondo dall'introduzione della legge sulla "salute riproduttiva della donna"). Nonostante le campagne abortive si siano rivelate una colossale bufala in termini di donne "salvate" dagli aborti clandestini (erano una bufola truffaldina anche le cifre usate già all'inizio per imporre l'aborto, nel 1974, cifre relative alle donne che morivano di aborto clandestino). Altro che i morti da fumo: basta con le truffe ultralaiciste e le ideologie neo-gnostiche e neo-malthisiane. Basta coi lavaggi del cervello per imporre regole bestiali a soli fini mercantilisti e ideologici. Parlatene più spesso sui giornali e in TV, senza paura di pestare i piedi a quell'accozzaglia di drogati da "politicamente corretto" che pensa solo col cervello d'interposta persona "illuminata".

vince50

Ven, 24/08/2012 - 21:38

Proibire non significa affato far smettere,ma soltanto l'aumento della criminalità minori entrate per lo stato e conseguente aumento delle tasse.CHI PROIBISCE STIMOLA,questa è la realtà.

FrancescoCeC

Ven, 24/08/2012 - 21:44

@Tomari ed equilibista. Bene per voi e ne sono lieto ma a parte voi eccezioni il fumo alle persone normali fa male e pregiudica la qualità della vità. Se adesso state bene pensate come sareste stati senza il vizio del fumo, non ponete dei limiti al melgio perchè accontentarsi.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Ven, 24/08/2012 - 21:47

giusto! niente tabacco se non accompagnato da una giusta dose di thc!

Walter68

Ven, 24/08/2012 - 22:25

D'accordissimo!!! Le sigarette ci costano milioni di euro all'anno di SSN, oltretutto gli incivili fumatori gettano le cicche in terra e fanno diventare le ns spiagge dei posaceneri naturali.

Ritratto di nw33

nw33

Ven, 24/08/2012 - 22:49

Sono del parere che I soldi dei cittadini vadano spese per tutelare le vittime e non tutti. Per altri casi come la droga più pesante e le varie guerre nel mondo anche per il fumo, sempre che non procuri danni a qualcuno, lo Stato dovrebbe lasciare fare, tanto i soldi dei cittadini sono spesi senza migliorare la situazione ma peggiorandola. Bisogna solo avvertire.

Ritratto di sydneysider

sydneysider

Sab, 25/08/2012 - 00:44

vivo in australia e sono contrario. Se qualcosa fa male lo si applica a tutti, accade con le droghe, le medicine, la chimica nel cibo. E perche' allora non vietare i MacDonald's? o introdurre una tassa da 10eur/$ per kg di zucchero, cosi' la facciamo finita con i soft drinks (coca cola et sim) e lo zucchero nel pane? Poi in generale ormai lo stato e' sempre piu' invasivo nelle nostre decisioni; tra qualche anno per difenderci da noi stessi ci daranno le nostre razioni obbligatorie di cibo: un tot di frutta, un tot di verdura, vietati i fritti e troppi carbo?

bilancino

Sab, 25/08/2012 - 04:40

Sento puzza di bruciato: torna il proibizionismo e si riducono le libertà. Ognuno ha diritto a vivere la sua vita come vuole (senza ledere le libertà degli altri). Tra l'altro Berlusconi ha chiamato il partito, Popolo delle Libertà, giustamente. Se tu dici a un giovane di non fumare, di non bere, di non fare sesso guarda caso questo giovane fa l'opposto. L'educazione della famiglia(che non esiste più) è il luogo per confrontare le idee dei figli e dei genitori e raggiungere un accordo. Ma sto parlando di cose ormai definitivamente sepolte...

Ritratto di nw33

nw33

Sab, 25/08/2012 - 11:31

Questo è un problema antico come il mondo, anzi incomincia quando l’uomo si unisce in gruppi. Eppure, c’è l’ossessionato di turno, che, forse, riesce a trovare il problema e chissà la soluzione indicando una persona.