L’appartamento ideale è ecologico e high tech

Zunino e Foster presentano il primo dei seicento alloggi di pregio in costruzione a Santa Giulia

Soffitto alto, ingresso, salone, ampia cucina, due camere da letto, tre bagni, cabine armadio. High tech ed ecologico. Il tutto in 130 metri quadrati. A cui vanno aggiunti i 25 del terrazzo esterno ben protetto in modo da poter essere utilizzabile anche in caso di pioggia. Sir Norman Foster, baronetto e vero proprio mito dell’architettura contemporanea, presenta il primo dei 600 «appartamenti di pregio» che daranno vita a Santa Giulia, la «città nella città» voluta da Luigi Zunino per recuperare le aree di Montecity-Rogoredo. Un mega progetto (un milione e 200mila metri quadrati e 2 miliardi di euro di investimento per Risanamento Spa) in cui tra pochi anni abiteranno almeno 60mila persone. Tre anni di lavori per una nuova piccola città a quattro chilometri e 9 minuti di metropolitana da Piazza Duomo. «Milano sta letteralmente scoppiando - spiega Zunino, a cui fa capo Risanamento Spa -. Ogni giorno vi entrano 800mila auto e il centro storico è troppo piccolo per reggere a questo urto. C’è bisogno di un altro centro, vicino e completo di tutti i servizi». Vicino a Santa Giulia ci sono l’aeroporto di Linate, la tangenziale, la metropolitana, i tram, il passante e l’unica stazione dell’alta velocità della provincia. Residenze immerse in un parco di 350mila metri, scuole, uffici, alberghi, cinema, chiesa, campi da tennis, fitness center, 1.400 box auto sottoterra e un centro congressi da 8mila posti. E i murales di Sol LeWitt. «Stiamo creando - commenta Zunino - un nuovo ambiente urbano a misura d’uomo. Un nuovo modello di vita, un progetto che potrebbe diventare un brand da esportare in tutto il mondo».
«A Santa Giulia - le parole di Foster - ho cercato di riprodurre il Dna di Milano. Varietà, ma anche tradizione delle residenze. Ho cercato di offrire a chi ci abiterà il meglio della vita urbana, ma con i vantaggi dei sobborghi residenziali. Verde, tranquillità e sicurezza. Vivere qui significherà evitare lo stress e la frenesia della vita urbana, pur mantenendo vantaggi di una residenza in città». Ventuno le diverse tipologie e metrature degli appartamenti: su un unico piano, a piani sfalsati o su due piani. Dal monolocale all’attico i prezzi variano da 450mila euro del monolocale, agli oltre 3 milioni per l’attico con 4 camere da letto, 6 bagni, soffitti da 6 metri e ampia terrazza giardino con piscina privata. Per chi volesse toccare con mano, l’«appartamento ideale» è visitabile presso la splendida ex centrale elettrica in via Bonfadini 148 (dalle 10 alle 18 durante la settimana e il sabato dalle 10 alle 13).