L’avvocato Montaldo e la storia di Giuditta

Dopo il successo del primo romanzo «Marietta», vincitore tra l'altro del premio letterario «S. Margherita Ligure - Franco Delpino» del 2008, e dopo «La scrivania del Federale» dell'anno successivo, altrettanto ben accolto dalla critica, Marcello Montaldo propone «Giulitta, La casa del Poeta». In questa nuova opera dell'avvocato bogliaschino, si intrecciano realtà e finzione in una riscoperta del poeta Camillo Sbarbaro, riscoperta fatta dalla protagonista, ma avvertita anche dal lettore, che, in certi passaggi del romanzo dove l'ambiente urbano contrasta con gli scorci della riviera, ritrova uno dei temi tanto cari al poeta ligure, che ne fu un sensibile ed inquieto interprete.
La gioventù di Giulitta è distrutta con l'inspiegabile scomparsa del padre, che improvvisamente lascia moglie e figlia senza apparenti motivi. Di questo Giulitta porterà il segno per tutta la vita, al punto di non sapersi innamorare e di farle dire «ho paura» e rifiutare a chi le avrebbe chiesto di sposarla. La vita di Giulitta è inizialmente una vita ordinaria, dopo il diploma un buon lavoro presso un notaio, gli amici, i bagni d'estate a Bogliasco, i primi amori, la passione per lo studio, per la poesia. Ma quando Giulitta scopre una lontana parentela con Camillo Sbarbaro, la sua unica ossessione diventa quella di conoscerlo. Riesce a trovare l'indirizzo, gli scrive una lettera dove dice di sentirsi una privilegiata, di sentirsi come «chi ha vinto il Giro d'Italia». Il poeta le risponde incuriosito da quella ragazza tanto forte e vitale; la invita a casa sua, si conoscono e nasce un rapporto di sincera amicizia, di affetto e di stima. E quest'amicizia si rafforza al punto che Sbarbaro rivela a Giulitta il nome di una donna e le vicende di un amore vissuto dal poeta a Nervi. Una donna per la quale Sbarbaro aveva scritto i «Versi a Dina», ma della quale nessuno era a conoscenza. Dopo la morte del poeta, Giulitta trova questa donna, Elena, sa farsi benvolere e ne raccoglie in un libro ogni confidenza. Ma è solo l’inizio.
Marcello Montaldo, Giulitta. La casa del poeta, Albatros, Roma, € 14,90