La Lady orchidea di Morosolo sbarca a New York


Una passione lunga tre generazioni, sulle sponde del lago di Varese, a Morosolo: è quella dei Pozzi, coltivatori di orchidee ma, anche, creatori, visto che da quindici anni gli esperti della famiglia si dedicano anche all’invenzione di ibridi, vere e proprie nuove specie, che puntualmente entrano a far parte dei registri della «Royal Horticultural society» di Londra, sigillo ufficiale del successo ottenuto. Finora, nell’«Orchid registrar» sono stati iscritti trentanove ibridi «Made in Morosolo». E ora la fantasia dei Pozzi è sbarcata anche a New York, con un’orchidea dal sapore «nobile», dedicata a lady Susana Walton.
Giancarlo Pozzi, che della famiglia rappresenta la seconda generazione, ma ha già tramandato ai suoi figli sapere ed entusiasmo per questi fiori preziosi e dalle forme strabilianti, ha infatti dato vita a un’orchidea tutta speciale, la «Miltassia Lady Susana Walton», in onore della vedova del musicista inglese William Walton, animatrice di uno dei giardini più famosi d’Europa, il parco «La Mortella» di Ischia.
Il legame fra Lady Walton e Giancarlo Pozzi è nato proprio grazie alle orchidee: è stato infatti il coltivatore-creatore di Morosolo a introdurre la nobildonna di origine argentina nel mondo di questi fiori, fragili solo all’apparenza, e capaci di sorprendere per la loro somiglianza agli animali, come quelle della specie «Ophris», quasi un incrocio fra un insetto e un vegetale, o «Phalaenopsis», che ricordano, come il nome suggerisce, incantevoli farfalle. Lady Walton, il cui giardino botanico è stato votato il migliore d’Italia, ha quindi deciso di dedicare una pagina del suo «Libro del giardino» proprio alle orchidee e, in particolare, a Pozzi, che «coltiva varietà emozionanti nelle sue serre a Morosolo». Di qui l’idea di Pozzi di «ricambiare» creando la «Miltassia Lady Susana Walton», incrocio fra la «Brassia Edvah Loo» e la «Miltonia clowesi»: un’orchidea con rami che portano, ciascuno, da sette a dieci fiori, grandi quindici centimetri. E ora la «Miltassia» è stata acquistata dal «New York Botanical Garden», una vera e propria istituzione del settore, per esporla nella sua serra: per le orchidee di Morosolo, una vetrina mondiale.
\