L'assessore di Pisapia "legalizza" le occupazioni Invasi uffici del Comune

L'assessore Castellano aveva detto: &quot;Occupare per necessità non è reato&quot; e l'associazione <em>Giovane Italia</em> la prende in parola e occupa gli uffici del Comune. <a href="/video/i_ragazzi_giovane_italia_occupano_comune_milano/id=occupazione_milano?" target="_blank"><strong>Guarda il video</strong></a>

Milano - L'assessore della giunta Pisapia provoca: "Occupare per necessità non è reato" e l'associazione Giovane Italia la prende in parola e occupa gli uffici del comune di Milano che assegnano gli alloggi popolari. L'impresa è stata ripresa e il video diffuso sul web. Le uniche immagini non disponibili sono quelle dell'incontro tra i ragazzi dell'associazione e l'assessore alla Casa Lucia Castellano, che, accogliendo una delegazione nel suo ufficio, ha chiuso la porta in faccia alle telecamere.

Tra le altre cose, l'associazione studentesca ha chiesto all'assessore di istituire un "commissione che si occuperà di verificare caso per caso quali saranno gli appartamenti occupati da sgomberare e quali situazioni saranno sanate per necessità". Inoltre i ragazzi chiedono che siano "più stringenti i criteri in base ai quali si riconosce lo stato di necessità" e un piano di ristrutturazione "di tutti gli appartamenti inagibili e sfitti". L’assessore ha assicurato che verranno sistemati 500 appartamenti entro dicembre. 

Il gesto dei ragazzi del Pdl è stato apprezzato da Carlo Fidenza, vice coordinatore regionale ed europarlamentare del Pdl: "Pisapia deve chiarire una volta pertutte la posizione della sua giunta sulle occupazioni abusive: non si può un giorno sostenere che occupare è un diritto e il giorno dopo vantarsi degli sgomberi predisposti dall’Aler. La giunta ci dica chiaro e tondo se segue la linea della continuità con lapolitica degli sgomberi attuata dall’amministrazione precedente o se segue icentri sociali e i comitati di lotta degli occupanti abusivi".