Lavorare non stanca Tecniche antistress da fare alla scrivania

Il benessere entra in ufficio: c’è anche la cassettiera con l’aromaterapia

Serena Coppetti

Ore 8. Vesti i bambini. Corri in auto. Portali a scuola. Riparti a razzo. Traffico. Primo giro dell’isolato per trovare il parcheggio. Prima parolaccia della giornata. Secondo, terzo, quarto giro. Ecco il posto. Corsa. Ore 8.35: conquistato il posto di lavoro. Lì, sotto la scrivania la cassettiera. Ma non una qualsiasi. La apri e voilà, nell’aria si diffonde un profumo. Un odore «terapeutico», roba da aromaterapia che in un attimo potrebbe contribuire a dissolvere lo stress d’avvio della giornata. Non è fanta-work.
È la nuova sfida di chi produce mobili da ufficio. Già. Quest’anno sotto la fredda dicitura «Eimu» che sta per una poco invitante «Esposizione internazionale dei mobili per ufficio» c’è un allettante invito o, meglio, una nuova sfida: legare l’ufficio al wellness, si dice così.
Per dirla in parole semplici l’ambiente di lavoro è rivisto e corretto pensando al benessere di chi ci lavora. E così ecco la cassettiera che profuma con l’aromaterapia, ma ecco anche le pareti che hanno inserito un microcomputer dove si può controllare luce, suoni e temperatura a seconda delle esigenze. Le aziende propongono tavoli e sedie super ergonomiche, novità che strizzano l’occhio all’insegna dell’idea che «spendere un po’ di più in questo settore significa salvaguardare un bene prezioso e cioè il lavoratore», come dice Paolo Borsani, presidente dell’Assoufficio.
Ma nei giorni della Fiera non ci sarà solo da guardare. C’è anche da «fare». Ad esempio sabato 8 aprile al grido di sfida che «lavorare non stanca» ogni 15 minuti si potrà partecipare a un breve corso sulle tecniche di relax e antistress per l’ufficio da mettere in pratica tra una riunione e l’altra. D’altronde pare che sia scientificamente riconosciuto che «la miglior terapia di rilassamento - come ricorda Borsani - sia fare una pausa ogni mezz’ora». Se però si può aggiungere qualche esercizietto stando seduti, il tempo della passeggiata è tutto di guadagno, insomma. Domenica tra i mobili d’ufficio della Fiera si parlerà di flessibilità. Ma stavolta è tutta un’altra cosa. Qui l’appuntamento è con lo stretching, quello che si può fare anche in orario di lavoro. D’altronde il detto «mens sana in corpore sano» non è una scoperta del Duemila.