Costume da bagno: come fare l'acquisto giusto

Il costume da bagno va scelto in base alla propria fisicità: pregi e caratteristiche di ogni modello di beachwear per individuare quello adatto a sé

Siamo ormai in piena estate ed è tempo di vacanze. Se la destinazione prescelta è il mare, si può sfruttare il periodo di saldi per rinnovare il guardaroba a cominciare proprio dal beachwear da sfoggiare in spiaggia. Ma come orientarsi nella scelta del modello di costume da bagno più adatto a sé e alla propria fisicità? Ecco alcuni utili consigli per fare l’acquisto giusto.

Tanto per cominciare è consigliabile provare diversi modelli di costume da bagno senza preconcetti di partenza e individuare così lo stile che più si addice alla propria silhouette. Per quanto riguarda la taglia, se non si è sicuri è meglio prendere quella inferiore perché, con i lavaggi, i tessuti dei costumi tendono a lasciarsi andare e ad allargarsi. Il rischio di acquistare una taglia troppo grande è che i tessuti elasticizzati così come i laccetti ove presenti non tengano abbastanza e non offrano il supporto adeguato.

Dopo questi consigli generali, analizziamo pregi e caratteristiche di ciascun modello. Come abbiamo già avuto modo di vedere, il bikini non è per tutte. Se per esempio avete un fisico a pera, sarebbe meglio puntare sui costumi che mettono in risalto altre parti del corpo come ad esempio le spalle o che hanno scollature strategiche sul décolleté. Anche i colori e le fantasia possono aiutare a spostare l’attenzione e persino ad assottigliare la silhouette, facendola apparire più snella e magra.

Se avete il busto largo, il segreto è scegliere un modello con la parte superiore a coppa per sostenere e reggere bene il seno. Per la mutanda sarebbe meglio invece scegliere quelle a vita alta, che tra l’altro sono ritornate di moda.

Passiamo ora ai costumi da bagno pensati per le donne con il busto piccolo. In questo caso, gli esperti di stile consigliano i modelli a triangolo, preferibilmente push-up per la parte superiore, e quelli caratterizzati da volant all’altezza del seno o sulla mutanda per creare l’illusione delle curve. Se al contrario avete un fisico atletico e sportivo ma con poche curve, sarebbe meglio scegliere un costume da bagno caratterizzato da pattern colorati e da altri orpelli pensati per dare un’aria più femminile. In alternativa, potete optare per un pratico monokini che modella la silhouette con aperture e oblò lungo i fianchi.

Chi l’ha detto che le curvy devono necessariamente indossare l’intero? Con le giuste raccomandazioni, anche le donne formose possono mostrare orgogliosamente il proprio corpo. L’importante è mettere in risalto le curve generose, offrendo adeguato supporto e copertura. In che modo? Optando per i modelli vintage dai colori a contrasto oppure su quelli asimmetrici che hanno per esempio i laccetti da allacciare dietro al collo.