Dieta, gli alimenti che fanno bene alla pelle in estate

Quando la cosmetica non basta: ecco gli alimenti amici della pelle da introdurre nella dieta dell’estate

A volte, per avere una pelle bella e luminosa, anche in estate, la cosmetica può non bastare: secondo diversi medici, la dieta gioca un ruolo fondamentale e proprio per questo è bene selezionare con cura gli alimenti da assumere durante i pasti.

Bisogna considerare la pelle come un organo, che come tutti gli altri richiede attenzioni e cure ad hoc in grado appunto di favorire il processo di rigenerazione cellulare. Grazie all’alimentazione è possibile nutrirla in profondità, fornendo le sostanze minerali necessarie per il suo corretto funzionamento.

Tra gli alimenti che non possono mancare in estate ci sono sicuramente i pomodori, ricchi di licopene, un antiossidante che offre protezione dai dannosi raggi UV. I pomodori non sono da intendersi come sostituti alle creme solari, ma possono comunque aiutare la pelle a mantenersi radiosa e in salute. Un altro ortaggio di stagione altamente consigliato dagli esperti è il peperone, preferibilmente giallo o verde, che secondo un recente studio medio rallenterebbe il naturale processo di invecchiamento, ritardando la comparsa di rughe e zampe di gallina. Entrambi gli alimenti si prestano a essere consumati come base per una fresca insalata estiva, da arricchire con verdure di stagione a foglia verde, contenenti antiossidanti e vitamine (A, C) preziosi per la pelle, e semi di girasoli, utili contro i brufoli da acne.

Con il caldo estivo, la pelle richiede una dose extra di idratazione per reintrodurre nell’organismo i liquidi persi con la sudorazione. In questi casi, il consiglio è sicuramente quello di bere più acqua, ma, se nonostante i buoni propositi, non si riesce nell’intento, si può ricorrere all’alimentazione. Le fragole, frutto di stagione, oltre a essere uno spuntino naturale e perfetto per la dieta contengono elevate quantità di acqua e di vitamina C, che stimola la produzione di collagene migliorando l’elasticità dell’epidermide.

Se invece si desidera nutrire la pelle e donarle sollievo in caso di scottature o irritazioni cutanee, si dovrebbe mangiare il salmone, un pesce grasso contenente Omega 3. Senza esagerare, va bene anche la carne di manzo e di maiale, fonti naturali di ferro e zinco. E, infine, per concludere in bellezza, sì alla polvere di cacao (massimo 4 grammi, nello yogurt o nella zuppa di avena), che, avendo alte concentrazioni di flavonoidi, aiuta a prevenire il fotoinvecchiamento cutaneo provocato dall’esposizione prolungata al sole.