Dormire bene: ecco come avere un sonno perfetto anche in estate

In estate, a causa delle alte temperature, si fa fatica a dormire e a prendere sonno: dalla camera da letto allo sport serale, i consigli e qualche piccolo trucco per addormentarsi senza fatica

Dormire non è sempre facile in estate a causa delle alte temperature e dell’afa tipica della stagione, con conseguenze che finiscono per ripercuotersi anche sul lavoro: ecco i consigli per prendere sonno facilmente e in maniera naturale, senza ricorrere a medicine o integratori.

La prima raccomandazione è non svolgere attività fisica prima di coricarsi. Anche se rappresenta un ottimo modo per scaricare le tensioni accumulate durante tutta la giornata, lo sport ha infatti un potere eccitante sull’organismo.

Se proprio non si può rinunciare a fare movimento, si consiglia di ritagliarsi un momento di pausa fisica piena senza alcuna attività, poco prima di abbandonarsi al sonno. Questa pratica, che in ambiente sportivo è nota come decompressione, aiuta a rilassarsi e a far sì che la stanchezza prenda finalmente il sopravvento.

Se invece dello sport, si ha in mente di trascorrere una serata di divertimento in compagnia degli amici, è meglio evitare il consumo di bevande alcoliche: i drink provocano sicuramente sonnolenza, ma a discapito della qualità del sonno, che diventa più disturbato e irregolare, con interruzioni durante tutta la notte. Per non correre questo rischio, si può bere molta acqua che rinfresca senza appesantire.

Come per l’attività fisica, se si fanno le ore piccole, non si dovrebbe andare a dormire subito, ma bisognerebbe per esempio fare una passeggiata rilassante per conciliare meglio il sonno. Una buona abitudine è anche quella di mettere i piedi in ammollo in una bacinella d’acqua e concedersi un pediluvio rinfrescante, che aiuta a combattere la sensazione di calore.

Per quanto riguarda invece la camera da letto, l’ambiente deve essere il più possibile buio e fresco; qualche ora di prima di andare a dormire, è consigliabile aerarlo aprendo le finestre con l’accortezza di chiudere leggermente le imposte in modo tale da non far entrare il calore nella stanza. Oltre alle fonti di luce, bisognerebbe eliminare le tentazioni come tv e smartphone.

Per un sonno sereno e ristoratore anche in estate, li apparecchi elettronici non dovrebbero essere lasciati in stand-by, ma spenti e lasciati preferibilmente fuori dalla camera da letto. Infine, contrariamente a ciò che si potrebbe pensare, è sbagliato dormire nudi: gli indumenti intimi così come il lenzuolo, meglio se in cotone o seta, favoriscono l’assorbimento del sudore prodotto durante la notte.