Eleganti, belle e vere icone, tutte le italiane che sono diventate esempio di stile

È scomparsa Marella Caracciolo, vedova di Gianni Agnelli, vera icona di stile che, insieme alle altre "signore italiane" si è mostrata tra le donne più eleganti al mondo. Ecco chi sono

È scomparsa una donna simbolo di eleganza, Marella Caracciolo di Castagneto, la moglie di Gianni Agnelli. Le dame, le donne e le signore italiane sono, da sempre, tra le più eleganti del mondo.

L’appuntamento più mondano in assoluto era la prima del teatro della Scala. Qui un tempo si sono sempre sfoggiati soprattutto gioielli e pellicce e ovviamente gli abiti dei più famosi couturier” dice il Barone Ivan Drogo Inglese Presidente Assocastelli e profondo conoscitore del mondo dell'aristocraziA.

Dietro una donna elegante c’è sempre uno stilista in grado di coglierne l’essenza e trasformarla in una cornice in grado di valorizzarne la personalità”.

Sono tantissime le donne italiane tra le più eleganti del mondo, come Marella Caracciolo, vera icona di stile, o altre donne meravigliose che restano un esempio per tutte e che abbiamo occasione qui di ricordare

Lyda Borelli Cini

Lyda Borelli nacque in un paese vicino Genova, Rivarolo. La sua vita cambiò nel 1918, quando sposò il conte Vittorio Cini, considerato tra gli uomini più ricchi del paese. Da quel momento, per quasi quarant’anni, fu considerata una donna ricca, ma soprattutto elegante. Fino al giugno del 1959 quando si spense. Suo marito, il conte si risposò in seguito con la marchesa Maria Cristina Dal Pozzo di Annone.

Marella Caracciolo di Castagneto

Suo padre è il principe Filippo Caracciolo di Castagneto, appartiene ad una famiglia aristocratica napoletana ed è un diplomatico, sua madre è l’americana Margaret Clarke.

Nel 1953 Marella sposa Gianni Agnelli nel castello di Osthoffen, a Strasburgo, dove il padre era rappresentante diplomatico dell’Italia presso il Consiglio d’Europa.

È sempre stata una donna elegantissima.

Lloyd Dario de Blanck

Il nome dei Dario è legato al quattrocentesco palazzo affacciato sul Canal Grande. Il padre di Lloyd (il vero nome era Loide) era Enea mentre la madre la nobildonna Italia Girardi. Lloyd nel 1952 sposò l’ambasciatore di Cuba Guillermo de Blanck y Menocal. Da lui aveva avuto già due figli, Patrizia e Dario, che vennero riconosciuti con il matrimonio. Perfida quanto bella, si diceva a Roma di Lloyd. La sua eleganza portava la firma dello stilista napoletano Emilio Schuberth.

Elettra Marconi Giovanelli

Suo padre era Guglielmo Marconi e sua madre Maria Cristina Bezzi Scali che si erano sposati nel 1927 (per Guglielmo erano le seconde nozze). Nel 1966 sposò il principe Carlo Giovanelli. La sua è una eleganza classica.

Cristina Nannini di Casabianca

La baronessa Cristina Nannini di Casabianca. Nel 1959 sposò lo stilista e marchese Emilio Pucci di Barsento. Da quel momento diventò una protagonista del jet set oltrechè testimonial dello stile del marito. Ma Nel 1992 perse il marito e poi nel 1998 un altro duro colpo quando suo figlio Alessandro, 38, anni uscì di strada a Lastra a Signa con la sua Bmw e morì.

Marina Ricolfi Doria

Un fisico atletico quello di Marina che negli anni ’50 conquistò il titolo mondiale di sci nautico. Uno sport aristocratico ed esclusivo in voga negli anni del dopoguerra. Suo padre era Renè Ricolfi Doria, industriale dolciario. Nel 1970 sposò il principe Vittorio Emanuele di Savoia, figlio dell’ultimo re d’Italia Umberto II. Lo stile della principessa è curato da Andrea Odicini stilista genovese.

Marisa Allasio

Maria Luisa Allasio è l’indimenticabile interprete di "Poveri ma Belli" di Dino Risi al fianco di Maurizio Arena. Alla fine degli anni ’50 sposò il conte Pier Francesco Calvi di Bergolo figlio della principessa Jolanda di Savoia. Lo stilista preferito da Marisa era Sergio Soldano di Genova.

Marina Ripa di Meana

Agli inizi degli anni ’40, a Reggio Calabria, nacque Maria Elide Punturieri. Sarà destinata a diventare una donna elegantissima frequentatrice del bel mondo. Sposando prima (1964) il duca Alessandro Lante della Rovere e poi con il marchese Carlo Ripa di Meana (1982). Negli ultimi cinque anni Marina aveva deciso di affidarsi allo stilista marchigiano Vittorio Camaiani.

Emanuela di Castelbarco

Emanuela è figlia di Wally Toscanini, figlia del grande Arturo Toscanini, e di Emanuele Castelbarco. Emanuela sposò il duca luigi Filippo d’Acquarone. Emanuela di Castelbarco ha sempre vestito Christian Dior.

Paola Ruffo di Calabria

Nacque a Forte dei Marmi. Suo padre è l’asso dell’aviazione principe Fulco Ruffo di Calabria, sua madre la contessa Luisa Gazelli. Nel 1959 sposò il principe Alberto del Belgio che negli anni ’90 verrà incoronato re del Belgio.

Anche da regina il suo stilista preferito rimase Pino Lancetti.

Francesca Vacca Graffagni Agusta

Genovese di nascita. Nel 1974 sposò il conte Corradino Augusta, industriale del settore aeronautico. La villa di Portofino, nella quale trovò la morte nel 2001, e il loro yacht Mau Mau erano frequentati dal jet set dell’epoca. Francesca adorava farsi fare gli abiti dalla stilista Anna Cirio di Genova.

Isabella Orsini

Apprezzata attrice che nel 2009 si sposò con il principe Edouard de Ligne entrando in una delle più blasonate famiglie d’Europa. Da quel momento il suo stile fu firmato dal couturier belga Gerard Watelet.

Donatella Pecci Blunt

Donatella Zegna Baruffa, apparteneva ad una famiglia di ricchi industriali tessili. In seguitò sposò il conte Ferdinando “Dino” Pecci Blunt e si trasferì a Roma dove il palazzo Pecci Blunt diventò il salotto più ambito dall’alta società romana. Oggi vive a Fisher Island vicino a Miami.