L'impresa di 4 "pope": in gondola a New York

Quattro gondolieri veneziani tenteranno la circumnavigazione dell'isola di Staten Island. Un'impresa per ricordare le vittime degli attentati dell'11 settembre

Circumnavigare l'isola newyorchese di Staten Island in gondola. Una stana impresa, che tenteranno il 6 e 7 ottobre quattro gondolieri veneziani, in onore delle vittime degli attentati terroristici dell'11 settembre 2001.

Un'impresa non di certo facile, né probabilmente mai tentata, che porterà i quattro temerari a vogare per circa 80 chilometri, trenta dei quali in pieno Oceano Atlantico, in un tratto di oceano decisamente ostile alla piccola imbarcazione su cui tenteranno il tragitto, ma alla base della quale sta un proposito nobile, quello di ricordare e celebrare tutte le vittime degli attentati dell'11 settembre.

Un'idea che a Vittorio Orio, che capeggia l’impresa, Bepi Rossi "Suste", Enzo Liska e Tino Fongher è venuta anche per ricordare gli sforzi di chi ha lavorato duramente poco dopo gli attentati. I quattro veneziani sono infatti amici di Daniel Nigro, il comandante dei vigili del fuoco che diresse le operazioni di salvataggio sotto il World Trade Center e di Vincent Tummino, uno dei pompieri presenti quel giorno, ora presidente dell'International Columbia Association di New York, fondazione nata dopo l'11 settembre, che si preoccupa di supportare le famiglie dei vigili del fuoco e promuovere il legame tra gli Stati Uniti e l'Italia.

I quattro "pope", che hanno lasciato oggi Venezia per gli States, tenteranno l'impresa il 6 e 7 ottobre, percorrendo il tragitto in due tappe. L'imbarcazione si trova invece già in America, trasportata là dalla MSC.