Mamme rassicurate, non chiude la scuola comunale di via San Giusto

Nessuna chiusura, né alcuna sospensione. La scuola elementare paritaria di via San Giusto ad indirizzo sportivo e musicale continuerà il proprio percorso sperimentale e didattico. Lo ha assicurato l’assessore alle Politiche Sociali Mariolina Moioli ieri durante l’incontro a Palazzo Marino con le mamme dell’istituto, preoccupate che l’elementare, conclusa la sperimentazione, potesse chiudere i battenti. «Tutto prosegue normalmente - ha dichiarato l’assessore -. Non esistono dichiarazioni o documenti che possano indurre a dubbi su sospensioni o chiusure». Il problema quindi per la Moioli non esisteva e non esiste nemmeno ora. A scatenare la preoccupazione dei genitori era stata la mancata organizzazione dell’open day, giornata dedicata a raccogliere le preiscrizioni per il nuovo anno. «Attendevamo il regolamento del Ministero - precisa Mariolina Moioli - che verrà applicato. La scuola continuerà. Il Ministro ha detto che il 28 febbraio chiuderanno le iscrizioni ed entro quella data avremo svolto il nostro compito». Soddisfatte le mamme che ieri erano andate a Palazzo Marino insieme ai loro bambini per discutere sul destino della loro scuola. «Ringraziamo l’assessore Moioli per il chiarimento che ci ha dato - ha detto Lorenza Tigrati, presidente di circolo dei genitori della San Giusto -. Capiamo che c’è stato un malinteso e siamo fiduciose sul futuro del nostro istituto che già ora raggiunge ottimi livelli». E che potrebbero migliorare - aggiungono le mamme - con l’ampliamento dello studio delle lingue in vista dell’Expo. «Aspettiamo l’assessore a gennaio nella nostra scuola - ha concluso la Tigrati - per presentarle l’eccellente risultato che il Comune è riuscito ad avere».