25 aprile, preparano l'aggressione

I centri sociali: "Sionisti fuori dal corteo". Ma arriva un presidio: "Basta antisemiti"

Preparano la contestazione. L'incredibile paradosso degli ebrei insultati il 25 aprile sta per ripetersi. Come ogni anno o peggio degli anni scorsi, a giudicare dalla mobilitazione che fermenta negli ambienti antagonisti di Milano.

Centri sociali, estremisti e filo islamisti si danno appuntamento in piazza San Babila, il 25 aprile. In genere, teatro della grottesca rappresentazione è un angolo della piazza in cui sventolano bandiere palestinesi, rosse o degli hezbollah (il «Partito di Dio» libanese ispirato al Khomeinismo) ed è vietato invece portare bandiere americane. In San Babila, una minoranza rumorosa e rancorosa trasforma la giornata celebrativa della Liberazione in una sfilata dell'odio. Le ragioni della contestazione sono un delirio di farneticazioni ideologiche. Obiettivo dichiarato è «impedire che i sionisti siano presenti nel corteo», lo si legge in una delle pagine aperte per promuovere la contestazione: «Prepariamo un presidio che sia adeguato all'obiettivo». L'«obiettivo», negli ultimi anni, si è tradotto in urla, spintoni e sputi. Ma d'altra parte, i protagonisti di queste prodezze sono gli stessi che alcuni anni fa sono arrivati al punto di contestate perfino i reduci dei campi di sterminio. Tragicamente normale, per loro, un'aggressione allo striscione della Brigata ebraica e agli esponenti della Comunità ebraica. Ed è solo grazie alle forze dell'ordine, e ai cordoni dell'organizzazione, se l'aggressione - finora - è stata solo verbale. L'Anpi milanese, grazie al presidente Roberto Cenati, ha sempre tenuto il punto e anche quest'anno ha confermato la sua lettura: la Brigata ebraica fa parte della storia della Liberazione.

Quest'anno, però, al presidio di protesta risponderà un contro-presidio. L'idea è dell'eurodeputato di Forza Italia Stefano Maullu, che vuole «stroncare una volta per tutte la sterile retorica degli anti-sionisti, di tutti coloro che calpestano la dignità dello Stato di Israele e del suo popolo», ma anche «sottolineare la necessità di contrastare efficacemente l'antisemitismo e ogni forma d'odio verso gli ebrei». L'iniziativa sarà «aperta ai rappresentanti di Forza Italia, alle forze politiche del centrodestra e di tutti i partiti che si riconoscono nella lotta all'antisemitismo, ma anche al mondo dell'associazionismo e della cultura, in particolare agli amici della Comunità ebraica». «Il presidio di protesta - dice Maullu - deve essere contrastato con ogni mezzo, perché la probabilità che gli antagonisti possano offendere gravemente la dignità del popolo ebraico, con insulti e canti inneggianti al massacro degli ebrei, è davvero molto alta, più alta che mai». «Questi individui devono essere fermati - prosegue - perché non si può accettare che una città come Milano possa concedere spazi ai violenti, a chi alimenta l'odio antisemita e anti-ebraico». Il contro-presidio sarà organizzato con tre giorni di anticipo, nel pomeriggio di domenica 22 aprile, sempre in San Babila. «Oggi - l'appello di Maullu - sulla difesa di Israele e sulla lotta all'antisemitismo si gioca una partita fondamentale. O si è da una parte o si è dall'altra».

Commenti

Mefisto

Dom, 15/04/2018 - 11:08

Questi pidocchi periodicamente consultano il calendario: dunque... 25 aprile... primo maggio...

Ritratto di ateius

ateius

Dom, 15/04/2018 - 11:27

quando i conflitti psichici si proiettano nel reale la piazza diventa il nuovo campo di battaglia tra l'istinto e la ragione. la mediazione dell'io si interrompe favorendo una regressione a fasi precivili della nostra evoluzione. ringraziamo di ciò i centri sociali.

Una-mattina-mi-...

Dom, 15/04/2018 - 11:34

BENE, BASTA FROLLARLI CON TANTE BELLE BASTONATE

DRAGONI

Dom, 15/04/2018 - 11:54

UN FESTEGGIAMENTO NELLE MIGLIORI TRADIZIONI DELLE SINISTRE NOSTRANE.

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 15/04/2018 - 12:13

Tenete le Forze di Polizia in caserma "altrimenti saranno loro ad essere accusati di violenze"

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 15/04/2018 - 12:41

Gente inutile. Anzi, parassiti.

settemillo

Dom, 15/04/2018 - 14:25

Perché continuiamo a chiamarli centri sociali mentre sono semplicemente centri ASOCIALI?

VittorioMar

Dom, 15/04/2018 - 16:55

..E' IL LORO GIORNO DELLA "RICREAZIONE" !!...IL POPOLO ?..BASTA CHE LO FAI GIOCARE !!

maurizio50

Dom, 15/04/2018 - 17:18

I cialtroni rossi si son fatti sempre più prepotenti e delinquenti non a caso da quando l'Italia è stata (s)governata dai pidocchi targati Partito pseudo Democratico. Chi sa mai perchè!!!

umberto1964

Dom, 15/04/2018 - 17:42

non per niente sinistrati , pacifinti e cattocomunisti sono sempre andati a braccetto con terroristi palestinesi. Forse fanno finta di non sapere che durante la seconda guerra mondiale militarono diversi battaglioni bosniaci musulmani ,inoltre ci sono pure le foto del' incontro di Hitler con il gran Muftì di Gerusalemme , altissima carica del clero islamico .

Ritratto di moshe

moshe

Dom, 15/04/2018 - 18:12

25 aprile, preparano l'aggressione ... ... ... fate pure, con questo inutile e dannoso governo di mer.a, ai delinquenti è tutto permesso !!!

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 15/04/2018 - 18:57

25 aprile la giornata delle zecche

nopolcorrect

Dom, 15/04/2018 - 19:22

Questi centri sociali sono ormai in gran parte un covo di delinquenti comunisti. I membri vanno tutti schedati e i centri che organizzano dimostrazioni violente cosiddette "antifasciste" vanno chiusi e i violenti vanno arrestati e denunciati.

killkoms

Dom, 15/04/2018 - 19:38

non hanno mai un c()o da fare?

QuebecAlfa

Dom, 15/04/2018 - 20:16

Il 25 aprile si festeggia unicamente la ricorrenza della nascita del sig. GUGLIELMO MARCONI ! E' scandaloso che gli italiani abbiano totalmente dimenticato il sig. Marconi e ogni anno quell'inutile ricorrenza politica politica porta solamente divisioni. Il 25 aprile, festeggiate il sig. Marconi e niente altro !

seccatissimo

Dom, 15/04/2018 - 23:10

Ogni iniziativa dei centri asociali va bloccata e vanificata !