"Aggressioni e portoghesi, il bigliettaio torni sui mezzi"

Il Municipio 3 del Comune di Milano chiede un test sulle linee più a rischio. Denuncia il sindacato: "Senza ticket il 40% degli utenti"

Un ordine del giorno dal Municipio 3 per chiedere il ripristino della figura del bigliettaio/controllore sui mezzi pubblici. A presentarlo la consigliera della Lega Rita Cosenza che ha ottenuto anche i voti della maggioranza di centrosinistra. Non solo, domani il capogruppo della Lega in Comune Alessandro Morelli presenterà una mozione in consiglio comunale sullo stesso tema.

Il documento approvato dal municipio 3 impegna «la giunta comunale ad analizzare e valutare il ripristino della figura del bigliettaio/controllore per lo meno in via sperimentale sulle linee considerate più a rischio quali ad esempio la circolare 90/91». Il tema è stato sollevato a seguito della presentazione del «Piano di miglioramento del trasporto pubblico» che l'assessore alla Mobilità del Comune Marco Granelli sta portando in tutte le zone. Diversi i vantaggi della figura del bigliettaio: innanzitutto la «creazione di nuovi posti di lavoro, notevoli vantaggi pratici sia per Atm che potrebbe contrastare meglio e con maggiore efficacia il fenomeno dell'evasione tariffaria sia per l'utenza e i conducenti che si sentirebbero più protetti e tutelati. Non solo - si legge nel documento - il bigliettaio a bordo potrebbe facilitare gli utenti e i turisti che soprattutto durante i fine settimana trovano difficoltà a trovare punti vendita aperti o emettitrici automatiche funzionanti».

Favorevole anche l'assessore alla Mobilità e vicepresidente del Municipio 3 Antonella Bruzzese (Sinistra per Milano): «Penso che vadano prese tutte le misure che favoriscono l'uso dei mezzi pubblici e che l'evasione tariffaria è un problema che va affrontato. Poi bisogna fare un ragionamento complessivo ma certamente la figura del bigliettaio a bordo potrebbe essere utile per agevolare l'acquisto dei biglietti, soprattutto per chi non ha dimestichezza con app e smartphone, e anche nella sua funzione di deterrenza per comportamenti molesti o vandalici».

Il problema dei cosiddetti portoghesi è una piaga per Atm, «tanto da arrivare al 40 per cento - come spiega Aldo Pignataro dell'esecutivo regionale Usb trasporti - in particolare sulle linee di superficie e nelle ore serali e notturne, e la 90-91 per esempio è una linea che viaggia fino alle 4 del mattino. Ma chi controlla i passeggeri?». «Prima di salire su un mezzo senza biglietto, invece, i passeggeri ci penserebbero due volte». Per quanto riguarda la sicurezza se è vero che le guardie giurate girano sulle linee di superficie considerate più a rischio, «non sono sempre presenti sui mezzi, a differenza del bigliettaio a bordo. Diverse, dunque, le ricadute positive della proposta - continua Pignataro -: più posti di lavoro, più sicurezza e contrasto al fenomeno dell'evasione tariffaria». Se l'obiezione principale è l'eccessivo costo del servizio - conclude Cosenza - non si tiene conto del fatto che il recupero dell'evasione permetterebbe di ammortizzare il costo del bigliettaio a bordo».

Commenti

cecco61

Dom, 19/03/2017 - 10:08

In tutto il mondo a bordo c'è il bigliettaio (spesso è lo stesso autista) e si può pagare con tessere prepagate o coi contanti. A Bergamo hanno finalmente deciso di mettere le emettitrici anche a bordo, visto che in determinate fasce orarie è impossibile procurarsi un biglietto, ma, piccolo problema, il biglietto ha una maggiorazione di 30 centesimi (23% in più) e la macchinetta non dà resto. In Italia si spennano gli onesti e si lasciano stare i delinquenti. Poi, qualche mente presunta illuminata, si chiede perché usiamo poco i mezzi pubblici. Aggiungiamo che se gli autisti dovessero fare pure i bligliettai i sindacati scatenerebbero un putiferio.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 19/03/2017 - 10:21

Un certo gruppo ha la totale percentuale di essere portoghesi. Indovinate chi sono. Magari gli stessi che fanno pure le aggressioni.

pilandi

Dom, 19/03/2017 - 10:40

che sappia io tutti i parchimetri e le stazioni metro emettono biglietti per i mezzi pubblici, molti bar li vendono e tutti i tabaccai, se viaggi senza è per scelta.

Martinico

Dom, 19/03/2017 - 11:11

Pilandi purtroppo non è così... vi sono periferie e comuni limitrofi alle grandi città dove per trovare un rivenditore devi fare dei veri chilometri a piedi. Ovvio che monti sull'autobus nella speranza di poter regolarizzare il servizio direttamente sul mezzo.

Ritratto di Enrico1949

Enrico1949

Dom, 19/03/2017 - 11:39

nel 1978 ho iniziato la mia carriera di tranviere proprio come bigliettario . Durò poco perchè la vulgata dell'epoca era che il servizio pubblico doveva essere gratuito ed un controllo era una cosa " fascista "così ho potuto constatare di persona come il passeggero medio, se lasciato alla sua coscienza tende sempre all'anarchia

antonio54

Dom, 19/03/2017 - 11:54

Provate in Spagna a salire senza biglietto su un mezzo pubblico, e poi vedete cosa vi succede. Tanto qui da noi, se non pagano i cosiddetti portoghesi, pagano i cittadini con l'aumento delle tasse. Dov'è il problema....

Zizzigo

Dom, 19/03/2017 - 12:25

Il ritorno del bigliettaio a bordo sarebbe molto utile anche per tutti quegli utenti, più o meno occasionali, che non riescono a reperire i biglietti nei pressi delle fermate. In provincia di Milano le rivendite, alle volte, funzionano a singhiozzo, alle volte sono addirittura sprovviste delle tipologie di biglietto più richieste.

aredo

Dom, 19/03/2017 - 12:49

Due militari armati in ogni mezzo pubblico con libertà di arrestare, ferire e se in situazioni di estremo pericolo dovute a criminali, drogati e terroristi libertà di uccidere. Poi vediamo chi prova a non pagare il biglietto!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 19/03/2017 - 14:26

Nella mia città i pochi controlli che salgono a bordo dei mezzi evitano accuratamente di controllare i diversamente bianchi. Ovvero: la quasi totalità dei passeggeri.

Blueray

Dom, 19/03/2017 - 14:34

Più che un bigliettaio servirebbe un buttafuori. Non hanno visto cosa succede al personale viaggiante dei treni?

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 19/03/2017 - 16:36

far timbrare il biglietto alle risorse della sboldrina è razzismo. controllate solo gli italiani

sparviero51

Dom, 19/03/2017 - 18:16

Aredo : D'ACCORDO AL 100% !!!!!!!