"Le amiche dicono che" I negozi più chic delle "sciure" milanesi

Sono 500 le "dritte" di 51 signore della Milano-bene, dall'orafo che modernizza i gioielli al bravo calzolaio 

C'è l'artigiano che fa miracoli con la vecchia (ma preziosa) borsa, c'è l'orafo che trasforma le vecchie catenine in un gioiello cool, c'è la cake designer che ti fa una torta proprio come la vuoi tu, e la cuoca che apre casa sua. Sono più di 500 gli indirizzi segreti di Milano raccolti in «Le mie amiche dicono che... Gli indirizzi segreti delle milanesi» (Electa, 240 pagine, 40 euro, nelle librerie dal 4 giugno), un nuovo, utilissimo libro che ha chiamato a raccolta alcune delle signore più chic dei salotti milanesi, 51 per la precisione. Da Laura Morino Teso, che ha curato anche l'evento di lancio del libro (al Mercedes-Benz Center la scorsa settimana, un successone, 300 libri andati a ruba), a Ornella Vanoni, da Donatella Girombelli a Umberta Gnutti Beretta, da Paola Buratto Caovilla a Micol Sabbadini: nomi noti nel panorama social milanese, ma anche molto impegnati, perché l'intero ricavato del libro sarà devoluto alla fondazione «City of Joy Aid» fondata da Dominique Lapierre per aiutare i bimbi di Calcutta. Nato da un'idea di Nicoletta Poli Poggiaroni e Roberto Spada il libro è una miniera di numeri e indirizzi e idee. Eccone alcune.

Scarpe e accessori. Paola Bianchi svela che per avere un paio di scarpe proprio come le vuoi tu c'è Luisa di Lualdi Shoes (via Montebello 7, 02 6575924). Albertina Marzotto si fa arrivare il calzolaio direttamente a casa: «è un vate della riparazione» e «ritira e consegna anche a domicilio» (Alvisi, via Mameli 24, tel 02 740413). Ita Franchini Klinger consiglia l'orafo che trasforma il «rimasuglio della comunione» in un gioiello unico (Oreficeria Tassan, via Conca del Naviglio 18, tel 02 8322172). Paola Buratto Caovilla svela un indirizzo prezioso per riparare i gioielli: «Ti viene in casa, ritira i gioielli, li ripara, ti riporta le perle rinfilate» (Affri Boffi, via Orti 1, tel. 02 5512487).
Per la casa. Emanuela Bonomi Croce ha una chicca per le cornici: «Una sorta di bottega rinascimentale» dove trovare tutto, dalle cornici d'alta epoca ai pezzi ultramoderni (Italcornici, via Quadrio 12, 02 6595162). Giaele Bosio consiglia Cosentino, un mago della falegnameria: «Aggiusta o vi realizza qualunque cosa gli chiediate, dall'antina che non chiude più bene alla fattura di un armadio» (Michele Cosentino, via Puecher 10, Senago (Mi), 02 9986416). Betta Gancia Fontana dà una dritta per far tornare come nuovi i vecchi elettrodomestici: l'Elettro ricambio di Bricocoli Marcello (via Bartolini 49, 02 3270928).
Feste e cene. Alida Forte Catella consiglia un luogo segreto per festeggiare compleanni: una palazzina ristrutturata nel primo 900 nell'area verde di Porta Nuova (Fondazione Riccardo Catella, de Castillia 28, 02 45475195), mentre per i bambini c'è Bhu-m Milano Mamme (via Bianca di Savoia 7, tel 02 45546958). Poi c'è la chef a domicilio: «Viene lei da voi e cucina o andate voi da lei e cucina sempre lei» (Adriana Galli, via Belinzaghi 15/A, tel 333 3685260). Ita Franchini Klinger consiglia un catering che devolve i profitti in beneficenza: Amici Comunità Cenacolo (via Cuzzi 10, 02 39257909).
Libri e altro. Umberta Gnutti Beretta indica una libreria in cui «passare del tempo e trovare un regalo poco impegnativo» e riviste cult come «Toiletpaper» di Maurizio Cattelan. (Nuova Milano Libri, via Verdi 2, 02 875871). Da Laura Morino Teso, invece un luogo per le feste a tema, «lo showroom dove perdersi tra costumi di scena e abiti, scarpe, cappelli e accessori sia vintage che creati per il teatro», in vendita e a noleggio. (Co-Co Costumi & Co, via Giannone 4, 02 33606356).