Un anno di storie sul Secolo Breve

La cultura italiana in un palinsesto di 150 eventi. E il Museo finalmente si rinnova

È Novecento Italiano: Milano celebra il secolo breve e forse più denso della nostra storia, con un palinsesto che affianca pièce teatrali, concerti, mostre, performance, incontri (in calendario circa 150 eventi). Gli anniversari da celebrare non mancano: il centenario della vittoria nella Grande Guerra avrà una sua mostra a Palazzo Morando e l'inevitabile riflessione sul '68 alla Fondazione Feltrinelli. Milano ricorderà anche l'ottantesimo compleanno di quell'intelligente rivista che fu Corrente, fondata da Ernesto Treccani, mentre aspetta con pazienza che Palazzo Citterio apra le porte per accogliere la cosiddetta Modern Brera, con tutta l'arte novecentesca della collezione della Pinacoteca. «Ci rinnoviamo un po' anche noi: ce n'era bisogno», dice Anna Maria Montaldo, da quasi un anno alla guida del Polo museale di Milano, che comprende anche il Mudec in perenne ricerca d'identità, e il Museo del 900. Ed è su quest'ultimo che vale la pena concentrarsi, perché finalmente si muove qualcosa per migliorarne la fruizione e sanare i buchi sulla produzione degli ultimi decenni del secolo scorso. Da maggio il percorso sarà arricchito da una nuova sala dedicata a Carol Rama e da una alla Pop Art italiana e anglosassone. Iniezione poi di lavori di Mauri, Kiefer, Boetti degli anni '80 e '90 recuperati dai depositi, e maggior spazio alla fotografia. Il museo conquista poi gli spazi sovrastanti Palazzo Reale, che saranno dedicati solo alle mostre temporanee.