Apre Eataly e Farinetti chiede scusa a Maroni

Farinetti si scusa con Roberto Maroni. Ad annunciarlo pubblicamente lo stesso imprenditore in occasione dell'apertura alla stampa del nuovo Eataly Smeraldo di Milano: «Avevo rilasciato un'intervista - ha ricordato - in cui dicevo che se avesse vinto la Lega in Lombardia qui non avrei aperto Eataly ma un Kebab. Ho sbagliato - ha aggiunto -, ho fatto una cavolata e ho deciso di chiedergli scusa. Per questo l'ho invitato martedì e gli farò uno scherzo: lo porterò in macelleria e farò un “manzobab“. Non vedo l'ora di diventare suo amico e suo simpatizzante». Martedì Eataly, lo store del gusto, apre a Milano. in una cornice unica: lo storico teatro Smeraldo di Milano interamente rinnovato, pur conservando le sue caratteristiche identitarie come il palcoscenico.
«E' un progetto dedicato alla musica e alla storia del teatro, ci sarà un palco dove tutti potranno esibirsi», racconta a LaPresse Francesco Farinetti, figlio di Oscar e amministratore delegato con il fratello Nicola e il socio Luca Baffigo Filangieri. Ormai è tutto pronto ma prima di arrivare all'apertura ci sono stati vari ritardi. «Abbiamo avuto - spiega Francesco Farinetti - diverse difficoltà legate alla ristrutturazione dello stabile. E' stata una vera e propria ricostruzione su tre piani, ma abbiamo dovuto tener conto di 54 appartamenti che ci sono sul teatro e che non dovevano essere danneggiati dall'intervento. Non abbiamo avuto problemi, invece, dal punto di vista burocratico. L'amministrazione milanese è molto rigida ma, una volta capite le norme e le cose necessarie, poi si viaggia spediti».

Commenti

CarloDei

Sab, 15/03/2014 - 08:39

Come dicono gli inglesi Business is Business. Io se fossi Renzi farei molta attenzione a Farinetti che essendo un imprenditore va con chi comanda e ora, siccome in Lombardia alla Regione c'è la lega grida Viva la Lega ma anche, visto che al Comune c'è la sinistra grida Viva Pisapia e un po' Viva Renzi. Le ideologie sono finite in un panino con la mortadella.