"Asili, sosta, ticket e welfare. Sala fa cassa con i più deboli"

Il capogruppo di Forza Italia a Palazzo Marino, Gianluca Comazzi, analizza il bilancio del sindaco: "Stangate e aumenti. Già rinnegato il programma"

«Francamente non pensavo che già nel primo Bilancio di previsione firmato da Beppe Sala ci fosse una negazione totale del suo programma elettorale».

Gianluca Comazzi, capogruppo di Forza Italia in Comune, cosa intende?

«Sala non aveva promesso un alleggerimento della spesa per la macchina comunale, intesa come minore burocrazia? Non vedo alcun risparmio per il 2017. E nel suo programma si parlava di riduzione selettiva delle imposte locali».

Invece?

«Nel giorno in cui la giunta ha approvato il Bilancio ha votato pure la revisione del sistema della sosta, con aumenti anche del 50% per il parcheggio sulle strisce blu. E dal 13 febbraio dovranno pagare Area C anche le auto a gpl e metano, una manovra che serve a compensare la riduzione degli incassi dalle multe. Vado avanti?»

Prego.

«Il sindaco ha avviato uno studio per l'aggiornamento dello schema tariffario regolato con le fasce Isee: andrà ad aumentare mense scolastiche, il costo per il pre e dopo scuola, per i centri estivi e le colonie a cui ricorrono generalmente le famiglie meno facoltose, quelle che non possono permettersi di portare i figli in villeggiatura. E giorni fa abbiamo scoperto che scatterà una tassa d'iscrizione pari a 52 euro per le materne. É assurdo che in una città in cui la natalità si sta riducendo clamorosamente si colpiscano così le famiglie con figli piccoli».

Persino consiglieri di sinistra hanno sgranato gli occhi in Commissione quando si è parlato della nuova tassa e del taglio di 250 posti nei nidi.

«Da una parte il sindaco è ancora ostaggio della vecchia sinistra radicale e dirigista, si vede dalle misure su Area C e sulla sosta che puntano a stangare chi si muove in auto, in continuità con la giunta Pisapia. Dall'altra, l'assessore al Bilancio Roberto Tasca ha affrontato la manovra economica in maniera algida e fredda, senza alcuna sensibilità politica rispetto ai problemi dei milanesi. Sui servizi sociali e per l'infanzia sono previsti aumenti pesanti, che colpiranno le fasce più deboli dei milanesi. Capisco che anche la maggioranza sia spaccata, ma i conti peraltro non sono il primo tema su cui sbandano. Ai milanesi toccheranno più sacrifici, senza che i costi sia giustificati da un miglioramento della qualità dei servizi».

Farete una battaglia a colpi di emendamenti quando il Bila ncio arriverà in aula?

«Domani riunirò il gruppo di Forza Italia per raccogliere tutte le proposte sulle modifiche al Bilancio da parte dei consiglieri azzurri, in base alle singole sensibilità, e da lì usciranno le nostre proposte di correzione alla spesa».

Ma avrà già qualche idea?

«Le proposte ovviamente saranno in linea con il nostro programma elettorale: niente tassa d'iscrizione alla materna, riproporremo l'innalzamento della soglia Irpef almeno a 28mila euro, anche se è già stata bocciata dal Pd a luglio. E per noi in un periodo storico come quello attuale non è possibile diminuire la spesa sul Welfare (da 378 milioni del bilancio di previsione 2016 a 358) e il capitolo Sicurezza, chiederemo di dotare i vigili di strumenti che scarseggiano e giubbotti antiproiettile. Sulle periferie, un tema che sta molto a cuore alla coordinatrice regionale di Fi Mariastella Gelmini, il piano presentato da Sala per ora è solo sulla carta. Chiederemo investimenti subito per riqualificare e assegnare alle famiglie in graduatoria 2.200 alloggi Mm sfitti».

E sul tema traffico e ambiente?

«Sostegni ai commercianti e artigiani che hanno rinnovato il parco auto comprando mezzi Gpl e a metano e ora si ritroveranno a pagare il ticket d'ingresso in centro. E faremo un emendamento per destinare parte degli introiti da Area C a incentivi per sostituire le caldaie più inquinanti, visto che sono i riscaldamenti e non il traffico la prima causa di inquinamento».

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 22/01/2017 - 10:41

Sono sempre i soliti, promettono tanto, poi ne fanno peggio di Bertoldo. Ma strano, non tagliano mai ai loro amici e amici degli amici. Sempre ai soliti, a coloro che dicevano di difendere ed aiutare. Vediamo bene!

cesrosan

Dom, 22/01/2017 - 11:10

Come sempre, questi del PD sono solo capaci di aumentare le TASSE, non hanno un briciolo di "fantasia", per risolvere qualsiasi problema sanno fare solo una cosa, chiedere soldi. Loro i problemi li risolvono così. Cesare da Biella

CesareGiulio

Dom, 22/01/2017 - 11:15

Continuino pure a votare la sinistra ..ma che non si lamentino poi.....

treumann

Dom, 22/01/2017 - 12:20

E meno male che è un sindaco di sinistra! Ma già: la sinistra è sempre più una elite sociale, altro che rappresentare i ceti bassi della popolazione.....

Duka

Dom, 22/01/2017 - 14:22

Inutile girarci attorno è un komunista e non sa fare altro. O no sa anche dimenticare d'avere una villa a S.Moritz.

istituto

Dom, 22/01/2017 - 15:14

M sicuramente le TASSE per le MENSE SCOLASTICHE vedranno di non farle pagare alle RISORSE specie quelle. ISLAMICHE. E per quanto riguarda invece la disponibilità di posti negli asili nido ci sarà SEMPRE per i figli delle RISORSE. Mio fratello a Bolzano,ha dovuto iscrivere il figlio ad un asilo nido lontanissimo dalla sua abitazione in quanto l'asilo nido più vicino era STRAPIENO di BIMBI ISLAMICI.

istituto

Dom, 22/01/2017 - 15:16

E per i bimbi italiani non c'èra posto.

Ritratto di navigatore

navigatore

Dom, 22/01/2017 - 15:25

ma che cosa vi meravigliate, e´classico del PD/SALA sfruttare i poveri per avre piu´poveri ,che coglionamente continueranno a votare a sinistra (SINISTRA -sinonimo di disgrazia ,incidente, fatto negativo )

leopard73

Dom, 22/01/2017 - 17:54

STA TIRANDO FUORI IL DNA KOMUNISTA SEMPRE LA SOLITA MUSICA TASSE, TASSE ED ANCORA TASSE QUESTO E IL LORO LINGUAGGIO ED E SOLO ALL'INIZIO RIMANGONO ANCORA 4 ANNI PER TROVARE ALTRI ESCAMOTAGE POVERI MILANESI!!!

leopard73

Dom, 22/01/2017 - 17:56

A SALA GLI PIACCIONO TALMENTE TANTO I POVERI CHE NE VUOLE VEDERE SEMPRE DI Più...che dire!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 22/01/2017 - 18:33

Finiti i tempi della Milano da BERE, ora sono i tempi della Milano da PAGARE!!!!lol lol.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 22/01/2017 - 18:44

Beh non si discosta dal credo komunista.

Ritratto di Laura51

Laura51

Dom, 22/01/2017 - 22:08

Cari Milanesi, avete voluto (votato) la bicicletta? ora pedalate! e non dite poi che siete stanchi!

killkoms

Dom, 22/01/2017 - 22:28

grazie agli imbelli che votano piddì e ai grullini astenuti!

il sorpasso

Lun, 23/01/2017 - 07:54

Lo hanno votato? Ben gli sta!