Un asilo per i cani a 6 euro all'ora

Un vero e proprio asilo, suddiviso in classi, solo con spazi verdi e qualche recinto al posto di sedie e banchi. Perché questa nuova struttura (nata appena un mese fa) non ospita bambini, ma cani.
Ad aprirla, in un ex laboratorio in zona Certosa, è stato Alessandro Carenza, da sei anni istruttore cinofilo e addestratore certificato dall'Enci (Ente nazionale cinofilia italiana) assieme a Giulia e Francesca Cappelletti, esperta di pet terapy la prima e responsabile dei gruppi la seconda. I cani, spiega Carenza, vengono suddivisi per taglia e compatibilità, «in base al sesso e al tipo di socialità del singolo animale, perché l'obiettivo è tenerli insieme e farli divertire». Se l'amico a quattro zampe si dimostra un po' difficile, invece, «preferiamo mandare una persona dello staff a casa. È successo proprio ieri con un rottweiler: già ad una prima prova si vedeva che non era abituato a stare con gli altri, bisogna arrivarci per gradi».
L'asilo canino - «l'unico di Milano dotati di spazi verdi ad uso proprio», sottolinea orgogliosamente Carenza - offre anche una varietà di servizi aggiuntivi: dalla convenzione con un vicino centro di toelettatura (con sconti tra il dieci e il venti per cento per i tesserati dell'asilo) a corsi di socializzazione concepiti per «lavorare sulla relazione tra il cane e il proprietario più che sui comandi meccanici in sé, come si faceva in passato». Fino alle «puppy class», per insegnare al proprietario come «gestire il proprio cucciolo nella vita quotidiana» (29 euro a seduta).
E se si abita dall'altra parte della città e non si ha molto tempo tra la corsa in ufficio e quella al supermercato c'è il servizio navetta. Sì, proprio una sorta di autista: su richiesta il cane viene prelevato e poi riportato a casa. «Per questo servizio chiediamo solo due o tre euro di rimborso della benzina, senza guardare neanche alla distanza o al tempo impiegato. Non intendiamo lucrarci su», dichiara Carenza. Già, e tutto il resto, quanto costa? La tariffa oraria è di sei euro, il prezzo della mezza giornata 17 euro, 25 per quella intera (fino alle 19). Acquistando carnet da dieci ingressi o abbonamenti mensili i costi scendono un po', variando da un minimo di 150 a un massimo di 330 euro. Il cliente tipo? Se immaginate che sia solo la ricca ereditiera con il pet di razza «da borsetta», vezzeggiato, coccolato e imbellettato come un vip, vi sbagliate. «Considerando che un'ora di passeggiata con un dog sitter costa tra i 10 e i 12 euro, in realtà i nostri sevizi hanno un rapporto qualità -prezzo conveniente. E il target non è poi così alto: ci sono anche impiegati che lavorano tutto il giorno o durante la mattinata». Resta da capire che senso ha prendere un cane se poi si ha così poco tempo da trascorrervi insieme. Ma il responsabile dell'asilo ha una risposta anche per questo: «Il mondo in cui viviamo è fatto così, ma il cane ormai è un membro della famiglia a tutti gli effetti, con cui trascorrere magari la serata o il weekend fuori. Ed è anche un pretesto per spazi di aggregazione sul territorio: rispondiamo a un bisogno di comunità».