Bambini tra le note classiche nel concerto fatto di «Acqua»

I piccoli protagonisti di «Sound music!» è l'epilogo dei laboratori didattici della Filarmonica della Scala

Sono acqua. Sono puri. Sono leggeri. Sono musica. Sinfonica. Sono i bambini delle scuole milanesi coinvolti dall'orchestra di 50 elementi – che mette sempre i brividi – della Filarmonica della Scala. Sono tantissimi. Per i laboratori didattici ne vengono coinvolti mille all'anno e siamo alla quinta edizione consecutiva.

Sono i protagonisti di un evento che va in scena sabato alle 15,30 alla Fabbrica del Vapore di Milano. Un po' scienziati, un po' anime danzanti, un po' attori guidati, ammaliati, catalizzati da un bravissimo regista-voce narrante Francesco Micheli sono loro «Sound, Music!» edizione 2015.

Il direttore artistico della Fondazione Donizetti di Bergamo domina la scena dall'alto del palco sulle teste dei musicisti e dei bambini, Micheli conduce in un accordo unico, fatto di piacere nel ritrovarsi nella musica classica degli strumenti della piccola Filarmonica della Scala, diretta dal violino di fila Alessandro Ferrari, forgiato dal Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano.

Questi mini-discepoli sono anche un po' musicisti, fra le righe dello spartito disegnato e narrato come una favola: suonano infatti una bottiglia di plastica riempita per metà di acqua e con qualche sassolino che si muove qua e là. Solo quando e come la bacchetta narrante lo vuole. Restano inchiodati da un gioco musicale che potrebbe farli diventare Strauss, Vivaldi, Rossini, Verdi, Debussy...

Sono loro i protagonisti attesi del «Sound, Music!» che va in scena sabato. Il progetto è un successo a prescindere dal concerto epilogo dei laboratori didattici, sviluppati dalla Filarmonica della Scala insieme con UniCredit e il Comune di Milano.

Hanno riempito di sogni leggeri e di musica classica i grandi spazi della Fabbrica del Vapore e lo spettacolo «curiosamente» chiamato H2dO, con gli alunni delle classi III, IV e V delle scuole primarie di primo grado di Milano.

Il progetto risponde al bisogno di musica per i più piccoli ed è un omaggio alla loro grande capacità di apprendere. Qui si viaggia con la fantasia. E «Sul bel Danubio Blu» di Strauss i musini all'insù sorridono e battono il tempo di un'aria che conoscono già bene e li porta in un walzer di racconti fra natura e animali ispirati alla fonte primaria di nutrimento e vita.

Il programma è fatto di capolavori musicali: da La Moldava di Smetana fino a La Mer di Debussy, passando da Il valzer dei fiocchi di neve , da Lo schiaccianoci di Cajkovskij, a Le quattro stagioni di Vivaldi, alla Sesta sinfonia Pastorale di Beethoven, a Strauss jr., al Watermusic di Händel, ad Amnios di Ferrari, a La Cenerentola di Rossini, all' Aida di Giuseppe Verdi.

«Sound, Music!» è un capolavoro per grandi e piccini. Per muovere la musica classica di Milano, restando a Milano, perché tutti ma proprio tutti possano fruire della grande musica sinfonica.