Belen batte il Fisco "Sconto sulle tasse per mobili e vestiti"

La Commissione tributaria dà ragione alla soubrette: gli abiti sono strumenti di lavoro

I vestiti griffati e le scarpe di alta moda? La soubrette televisiva può dedurli dalle tasse e farsi rimborsare una parte della spesa sostenuta. Il principio viene fissato dai giudici tributari grazie a un ricorso - vinto - da Belen Rodriguez. E d'ora in poi veline e letterine potranno farsi detrarre dalle imposte il denaro impiegato per abiti, cosmetici, accessori, se dimostreranno che li hanno utilizzati per svolgere il proprio lavoro. Esattamente come fanno ad esempio gli avvocati con la toga e - in misura parziale - i direttori d'orchestra con il frac.

La sentenza, la numero 6443 emessa dalla Sezione 40 della Commissione tributaria provinciale di Milano e depositata lo scorso 22 luglio, è riportata da Italia Oggi. Belen è riuscita a documentare che, come libera professionista e imprenditrice di sé stessa, gli abiti le sono indispensabili per il suo mestiere. Non solo. Anche i mobili utilizzati per arredare casa sua vengono riconosciuti come «strumenti» professionali.

La vicenda è nata da un avviso di accertamento emesso dall'Agenzia delle entrate a carico della contribuente Rodriguez. I controllori tributari le contestavano una serie di spese riportata nella casella delle detrazioni della dichiarazione dei redditi. In particolare i rilievi riguardavano appunto l'acquisto di vestiario e mobili. Ma l'artista argentina ha impugnato l'accertamento e la Commissione tributaria le ha dato ragione. Nella sentenza lunga cinque pagine i giudici spiegano che tali costi possono essere scontati dalla tasse nella misura del 50 per cento in base all'articolo 54 comma 3 del Tuir (Testo unico delle imposte sui redditi, dpr numero 917/86). Belen ha infatti sostenuto e dimostrato di aver indossato gli abiti acquistati a proprie spese per registrare trasmissioni televisive. Come prevedevano i contratti di ingaggio, che richiedevano all'artista di presentarsi già munita di vestiario di sua proprietà. Per la Commissione, la deducibilità di un costo non dipende affatto dal tipo di bene acquistato ma dallo scopo per cui si compra e dal rapporto con l'attività professionale. Basta che le spese sostenute siano proporzionali al fatturato dichiarato.

La detraibilità è parziale e non totale solo perché un vestito può essere usato in modo «promiscuo» dalla professionista. Vale a dire, sia per svolgere il proprio lavoro sia in un contesto privato. Può essere riciclato per altri scopi insomma. Lo stesso vale per i mobili che arredano l'abitazione della showgirl. Che hanno sì un uso privato ma anche, sempre come documentato dalla contribuente, professionale. La casa è stata infatti impiegata come set per rilasciare interviste, realizzare servizi fotografici e girare video clip. Lo sconto quindi è legittimo.

Commenti

montenotte

Gio, 11/08/2016 - 19:03

E' riuscita a prendere per il C..o anche la Commissione Tributaria. Spero che avvocati, medici e liberi professionisti in genere traggano spunto da questa sentenza per detrarsi tutti gli arredamenti dei loro studi professionali. A proposito Belen che "professione" fà?

ziobeppe1951

Gio, 11/08/2016 - 19:06

Ma che pirlata è mai questa....forse che un povero cristo può detrarre dalle tasse i biglietti dei mezzi pubblici per andare a lavorare o il deperimento macchina e la benzina che consuma? È proprio vero che le zecche rosse danno il cappone al ricco e l'appetito al povero

Anonimo (non verificato)

un_infiltrato

Ven, 12/08/2016 - 06:24

Invece di prendervela con i migranti che "qualche"... ragione avranno per venire a "vivere" in un letamaio come questo, invitate la signorina Belenni a tornare lì da dove è venuta. Io non l'ho chiamata e neppure tu. Da noi ci sono fior di belle ragazze che questa ragazzotta di borgata se la mettono in saccoccia.

malgamax

Ven, 12/08/2016 - 08:15

L'ho sempre sostenuto,oltre che gran Gnocca è anche intelligente e furba !

roseg

Ven, 12/08/2016 - 09:08

montenotte A proposito Belen che "professione" fà? è meglio lasciar perdere ahahahah.

Ritratto di alex274

alex274

Ven, 12/08/2016 - 09:56

Bene. Io faccio il dirigente d'azienda freelance, ed è noto che per il mio lavoro devo intessere relazioni personali ad alto livello, per il bene delle aziende che gestisco. Per cui: skipass stagionale, soggiorni in località sciistiche, auto adeguata, soggiorni a Miami Beach e a Porto Cervo. Nonché tutti i vestiti eleganti.

gigggi

Ven, 12/08/2016 - 10:35

Compra i vestiti per lavorare???Facciamo una colletta e regaliamola alla commissione tributaria per vedere le schifezza di costei che è sempre è costantemente nuda o a "far arte" coi maschioni.Questa l'America la trovata qua e non da dove viene.

montenotte

Ven, 12/08/2016 - 11:32

Grazie "roseg". Ma non avevo dubbi. Pensare che ha fatto carriera e soldi facendo vedere il fondo schiena dentro una piscina, mi vengono i brividi da dove sono nate le sue "capacità artistiche". Tante nostre belle e brave ragazze sono lasciate alla berlina perché hanno studiato canto e recitazione. Già hanno studiato.

un_infiltrato

Ven, 12/08/2016 - 13:41

Che bello il canotto nuovo della signorina Belenni.