La buona notizia

Nasce in sala del Grechetto della Sormani «Il parco delle lettere»: attrezziamo i giardini delle biblioteche e i parchi pubblici affinché diventino luoghi di lettura e di presentazioni di libri. L'assessorato alla Cultura, l'assessorato all'Urbanistica, l'associazione Quarto Paesaggio, il Forum della Cooperazione e della tecnologia, Milano Makers, la Fondazione Cariplo aprono un capitolo nuovo nella storia del libro, a cui hanno già aderito i Municipi 1, 4 e 7. Sei le biblioteche comunali interessate: la Affori, la Baggio, la Chiesa Rossa, l'Harar, la Parco Sempione e la Valvassori Peroni.

«Puntiamo ad avere nel 2017 luoghi di lettura in mezzo al verde. Tre le culture interessate: la scrittura, il designer e il green, inteso non come giardinaggio ma come nuovo scenario di fruizione culturale» ha detto l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno. La carta nasce dagli alberi e gli alberi milanesi si apprestano ad essere palcoscenici della carta. Il «Parco delle lettere» apre un concorso: da ieri fino al 30 novembre i designer che hanno più di 18 anni potranno iscriversi per presentare progetti di elementi da esterno, che favoriscano la fruizioni dei libri nel green. Tavoli, piccole librerie, panchine per leggere e scrivere sull'erba o tra i viali fioriti.

«Il verde è la nostra origine - ha spiegato Giorgio Tacconi, presidente di Quarto Paesaggio - siamo nati in un giardino: ritorniamoci per creare». Gli elementi d'arredo del concorso saranno esposti al Fuori Salone del Mobile.