Caldo torrido fino a 40 gradi Poi domenica i temporali

Elena Gaiardoni

Non saranno proprio 40 gradi, ma Milano ci va molto vicina nei giorni fino a domenica. «Si parla di 35 o 36 gradi - spiega la meteorologa Serena Giacomin della Epson - ma l'afa alza la percezione del calore. Siamo in mezzo a folate di aria bollente che provengono dall'Africa, che alzano la temperatura media stagionale».

Per fortuna, grazie ai temporali appena passati, per Milano non si può parlare di siccità; e di temporali se ne parlerà ancora, e ancora per fortuna, a partire da domenica, perché porteranno un'atmosfera più vivibile e respirabile.

Saranno rovesci che interesseranno più la montagna che la pianura, più le Alpi che la città, ma apporteranno ugualmente una frescura rilassante anche per le strade di Milano, surriscaldate da questa settimana in cui l'Africa sbarca con la sua aria «nera».

«La città più calda durante il giorno sarà Bologna; di Milano vanno segnalate le notti, soprattutto quella tra giovedì e venerdì in cui la minima non scenderà al di sotto dei 22 gradi, livello alto per essere una temperatura notturna».

Giugno comunque rimane ancora il mese più caldo fino ad ora trascorso, anche se i picchi di calore registrati quest'anno non hanno ancora mai superato l'estate del 2003. La «bella» stagione del 2017 potrebbe essere contrassegnata da questo andamento: giorni con folate di aria bollente, poi interrotte da benefici temporali che mitigano la calura e ci riportano un po' a una primavera mancata.