Campagna elettorale, il primo derby

A pochi metri di distanza, Forza Italia e Pd aprono la battaglia per Palazzo Marino

Milano caput mundi, politicamente parlando. Dopo la rinuncia di Giuliano Pisapia a ricandidarsi per il bis nel 2016 gli schieramenti sono in fibrillazione. Un indizio? Questa mattina, più o meno nelle stesse ore ci sarà una concentrazione di appuntamenti con i big dei partiti. Forza Italia apre la «grande corsa» per le Comunali con un convengo a Palazzo Pirelli a partire dalle 10 a cui parteciperanno tutti i dirigenti locali azzurri, presente la coordinatrice regionale Mariastella Gelmini e l'eurodeputato Giovanni Toti. Atteso un intervento del leader Silvio Berlusconi, più probabile con una telefonata Si parlerà di contenuti e alleanze, più che di candidati. Anche se il toto-nomi è diventato il gioco preferito nei corridoi istituzionali. Ieri c'era chi riferiva che l'ex sindaco Gabriele Albertini stia ricevendo inviti a cena da politici del centrodestra che potrebbero sondare gli umori di un eventuale tris. E c'è chi cita tra i papabili outsider Massimo Doris, figlio del patron di Mediolanum. Alla stessa ora e breve distanza da Fi, i renziani del Pd si ritrovano questa mattina a Palazzo Lombardia, interviene anche il ministro Boschi. L'alibi dei civatiani: un altro convegno.

Era stato annunciato in pompa magna dal Pd di zona 6 con il vicesindaco Lucia de Cesaris e l'assessore ai Lavori pubblici (Pd) Carmela Rozza il progetto di riqualificazione di piazza Negrelli. Siamo alla periferia sud, lungo il Naviglio Grande. Peccato che l'area sia stata transennata otto mesi fa ma i lavori non siano mai partiti. Il motivo? Il piazzale acquistato dal Comune dopo vent'anni di contenzioso ha anche un altro proprietario, di cui il Comune non sapeva nulla.

Chiara Campo a pagina 2

Saranno 17mila gli appuntamenti che Milano dovrà gestire nei sei mesi di Expo. Mediamente, il ritmo è di cento al giorno. E ce ne saranno di tutti i tipi e di tutti i generi: concerti all'aperto, moda e design, mostre d'arte, show cooking, competizioni sportive.

Il gup ha condannato a 8 anni di carcere e 3 di casa di cura il ghanese Kabobo, processato per i due tentati omicidi del maggio 2013, quando aggredì due passanti che riuscirono a salvarsi. L'uomo è già stato condannato a 20 anni per aver ucciso tre persone a colpi di piccone.