Solidarietà alle Stelline, Cristina D'Avena canta con i bimbi di Casa Ronald

Inaugurata nel Chiostro della Magnolia la struttura della Fondazione per l'infanzia Ronald McDonald che resterà aperta fino al 18 dicembre. Presentate le iniziative per aiutare aiutare i bambini malati e in condizione di disagio e le loro famiglie

Una festa con i bambini per aiutare altri bambini malati e le loro famiglie, alla Fondazione Stelline dove, nel Chiostro della Magnolia è stata inaugurata la Casa Lontano da Casa della Fondazione per l'infanzia Ronald McDonald che resterà aperta fino al 18 dicembre. Taglio del nastro che ha visto, assieme al presidente della Fondazione Pierluigi Monteverdi, la partecipazione di Cristina D'Avena, la cantante più amata dai bambini, assieme alla presentatrice televisiva Manuela Folliero, a Dj Bryan di Radio 105 e all'artista Elena Borghi che ha tenuto un laboratorio creativo di paper craft per bambini e visitatori. Tutti testimonial della solidarietà per sostenere le attività della Fondazione in Italia. All'inaugurazione anche la presidente della Fondazione Stelline Piercarla Delpiano.

Per condividere al meglio un momento di gioia come quello dell’inaugurazione e rendere le famiglie ospitate partecipi dell’evento, anche se lontane, è stato organizzato un collegamento Skype con la Casa Ronald Roma Palidoro. I bambini di una scuola elementare milanese, in visita alla Casa colorata e accogliente, hanno salutato i bambini di Roma ed hanno cantato tutti insieme le sigle dei cartoni con una "maestra" d’eccezione come Cristina D’Avena.

“A tutti i bambini delle Case Ronald vorrei dire di non perdere mai la speranza e combattere, perché solo la serenità e il sorriso aiutano a superare i momenti più difficili. - ha commentato Cristina D’Avena -. Ho cantato con i bambini di Casa Ronald Bellosguardo, collegati via Skype, perché la musica è il primo strumento che riesce a far sorridere ed unire tutte le generazioni, mamme e bambini. Grazie all’amore, al calore e all’affetto che i bambini trovano nelle Case Ronald, possono continuare ad essere sereni. Sorridere è una parte importante della cura, la positività aiuta a reagire alla malattia. Ritrovare la normalità di un ambiente domestico, dà loro la possibilità di non sentirsi diversi dagli altri e li aiuta a superare meglio il momento difficile della malattia”.

La struttura è divisa in due spazi: uno espositivo, dedicato allo storytelling, con il racconto di tutti i momenti che scandiscono le giornate delle Case Ronald e uno ricreativo nel quale si può partecipare ad attività di gioco per bimbi e famiglie, spettacoli di magia e di burattini, attività a tema natalizio. Tutti i bambini in visita potranno creare la loro palla di neve da regalare ai bambini ospiti nelle Case Ronald e nel week-end potranno incontrare Babbo Natale, parlargli e consegnargli la letterina con i propri desideri.Durante le sei giornate, verranno anche realizzati collegamenti via Skype con le Case Ronald.

Domenica 18 dicembre, nel pomeriggio, la festa di chiusura di Casa lontano da Casa coinciderà con l’Open Day Stelline dedicato a tutta la famiglia con visite e laboratori gratuiti per celebrare il 30° anniversario della Fondazione Stelline e far conoscere l’affascinante storia della sua sede.

La Fondazione per l'Infanzia Ronald McDonald Italia è un'associazione senza fini di lucro nata nel 1974 negli Stati Uniti e nel 1999 in Italia, con l'obiettivo di aiutare i bambini malati e in condizione di disagio ad avere un futuro migliore. La sua attività principale è quella di aprire e gestire le Case Ronald vicino ai principali centri pediatrici in Italia e le Family Room all'interno dei padiglioni pediatrici dei principali ospedali italiani. Alloggi in cui sono ospitate le famiglie dei bambini malati, ricreando una Casa Lontano da Casa, con tutti i servizi necessari: non solo un letto in cui dormire, ma anche una lavatrice per fare il bucato, un computer per controllare la posta, un’area dove giocare con i propri piccoli e una grande cucina comune dove ritrovarsi e confrontarsi. Spesso i piccoli pazienti, soprattutto quelli cronici o affetti da patologie particolarmente gravi, devono allontanarsi da casa per avere accesso alle cure migliori. Dare loro un luogo “domestico”, dove poter essere famiglia nonostante le difficoltà della malattia e dell’ospedalizzazione, è la missione della Fondazione. Le Case sono 4: due a Roma, una a Brescia e una a Firenze, cui si aggiungono una Family Room all’Ospedale S. Orsola di Bologna e una all’Ospedale Infantile Cesare Arrigo di Alessandria. Dal 1999 a oggi, in Italia la Fondazione ha ospitato quasi 33.000 bambini, offrendo alle famiglie dei piccoli pazienti oltre 140.000 pernottamenti. L'obbiettivo è quello di sviluppare l'attività a Milano e Genova.

Casa Lontano da Casa
Aperta fino al 18 dicembre dalle 10 alle 9
Ingresso libero a gruppi a numero limitato (fino a esaurimento posti)
Palazzo delle Stelline – Chiostro della Magnolia
corso Magenta 61, Milano

Per maggiori informazioni sulla Fondazione, sulle sue attività e su come sostenerla: fondazioneronald.it