Ma Cattaneo chiede più rispetto per Formigoni Il presidente dell'aula ed ex assessore

«Sono contento che la giunta abbia presentato il lavoro dei primi 100 giorni, ma mi sembra fuori luogo invocare risultati senza precedenti». Il presidente del consiglio regionale ed ex assessore nella giunta Formigoni Raffaele Cattaneo non ha gradito le parole con cui il governatore Roberto Maroni ha presentato il suo lavoro. E facendo un confronto con l'analogo periodo del 2012, «il numero di delibere approvate dalla giunta è sceso da 598 a 340 e le risorse messe a disposizione con fondi regionali sono di gran lunga inferiori alla metà. E non essendo ancora stato fatto alcun assestamento di bilancio, tutto ciò che la giunta Maroni può spendere è stato previsto nel bilancio del governo regionale precedente». Concludendo che «l'eredità di concretezza e di amministrazione efficiente che Maroni ha ereditato, meriterebbe ben altra considerazione, soprattutto alla luce del fatto che la coalizione si regge sui voti del Pdl oltre che sulla Lega. È questa la prima verifica di maggioranza da fare. In sintesi: meno psicanalisi e più realismo».