Il Comune trova casa ai rom: saranno ospiti nelle caserme

Palazzo Marino vuole rendere la città presentabile durante il semestre Ue ed Expo. Via gli accampamenti, ai nomadi gli alloggi dell'esercito e il Cie di via Corelli

Era il mese di maggio quan­do la giunta lanciò l’appello al governo: «Dateci due caserme per ospitare i rom». Lo scorso di­cembre il sindaco è tornato alla carica, con il ministro alla Dife­sa Mario Mauro, e il 10 gennaio il Cdm ha approvato la dismis­sio­ne di una ventina di beni de­maniali in tutta Italia. Obiettivo dichiarato, alleggerire il peso di caserme e immobili vari inuti­lizzati sul bilancio dello Stato. A Milano ce ne sono due in palio: in vendita o permuta a privati oppure in cessione gratuita agli enti territoriali. La caserma Ma­meli di viale Suzzani (proprio una di quelle indicate la scorsa primavera dalla giunta) e la Piazza d’Armi di viale Forze Ar­mate. E ieri l’assessore alla Sicu­re­zza Marco Granelli ha confer­mato che «il Comune ha già pre­sentato i progetti per averle, ci hanno lavorato i tecnici del mio settore e dell’Urbanistica.In vi­sta di Expo 2015, ma ancora pri­ma quest’anno per il semestre Ue, non possiamo presentare ai visitatori una città con tutte le situazioni di campi abusivi sparsi che conosciamo, biso­gna trovare nuovi spazi anche per i senzatetto». Sembra otti­mista sull’esito. Le due caser­me spiega «potranno diventare centri di accoglienza, sul mo­dello di quello creato con i con­tainer in via Lombroso». Una struttura per i nomadi e una per i clochard? Non è ancora defini­to, «ci metteremo d’accordo con il mio collega al Welfare Pie­francesco Majorino». Ma c’è una terza struttura a cui guarda il Comune, il Cie di via Corelli, il centro di identificazione ed espulsione dei clandestini a due passi da Linate. Anche in questo caso riferisce Granelli «abbiamo già chiesto al prefet­to Paolo Tronca di fare pressing sul governo perchè lo trasformi in Centro di accoglienza». Una decisione che potrebbe arriva­re a breve, visto che dal primo gennaio il Cie è stato chiuso per lavori di ristrutturazione dopo una serie di incendi dolosi e do­vrebbe riaprire a febbraio. An­cora come Cie o il pressing an­drà a buon segno?

Di integrazione dei rom e sin­ti­si è discusso ieri a Palazzo Rea­le. Il Consiglio d’Europa ha pre­sen­tato due progetti per l’inclu­sione, sostenuti ciascuno da 100mila euro di fondi per 5 Pae­si. Presente il ministro dell’Inte­grazione Cecile Kyenge, «gra­ziata » questa volta dalla Lega che aveva annunciato un sit-in ma si è concentrata sulla prote­sta davanti a San Vittore contro svuota-carceri e ministro Can­cellieri. Tra i punti del piano si legge che «i cittadini rom deb­bono partecipare all’elabora­zione dei bilancio e al controllo della sua realizzazione». Entre­ranno anche in giunta per vota­re le delibere? In attesa che si passi dalla teoria alla pratica, Granelli torna a battere cassa, chiedendo «fondi da governo, Ue e Regione per alleggerire i campi e creare percorsi di acco­glienza ». Sulle polemiche per il campo di via Idro, dove giorni fa è scoppiata l’ennesima maxi­rissa, l’assessore conferma che «quel modello è stato fallimen­tare, stiamo collaborando con le forze dell’ordine perchè sia­no arrestati i criminali. Ma non devono tornare lì a scontare i domiciliari, l’ho fatto presente. Superata l’emergenza,via Idro­diventerà villaggio solidale». La Kyenge ha richiamato le Regioni, «solo un terzo ha già istituito un tavolo rom, necessa­rio per l’inclusione». Non c’è la Lombardia. E il governatore Ro­berto Maroni replica: «Noi ab­biamo istituito i tavoli per gli esodati lasciati in mutande dal governo». Idem il segretario lumbard Matteo Salvini: «Tavo­li rom? Espulsioni, come fatto in Francia dal ministro sociali­sta Valis».

Commenti

maubol@libero.it

Dom, 19/01/2014 - 10:20

Ma andremo a votare prima o poi!

maubol@libero.it

Dom, 19/01/2014 - 10:20

Ma andremo a votare prima o poi!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 19/01/2014 - 10:40

Suggerisco a pisapippa di dargli anche un vitalizio con i contributi versati dagli italiani. Le beffa e' che in questi giorni e' comparsa una polizia privata nelle stazioni per tenere lontano sta gentaglia. Quindi vanno pagati puree questi con i nostri soldi.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 19/01/2014 - 10:45

Ma questo sindaco sinistro e sostenuto da Vendola, il che è tutto dire, perchè non rimanda a casa loro questi nomadi che non sono perseguitati politici, non sono gente rincorsa da qualcuno, ma sono solo ed esclusivamente delinquenti che non lavorano e rubano nelle strade, nelle case dei residenti e, spesso, ubriuachi e privi di patente uccidono italiani. Non si capisce se questo sindaco è da manicomio o uno stupido provocatore.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 19/01/2014 - 10:54

Dopo il villaggio olimpico di Torino ora anche le caserme. Come trasformare in m.... il nostro patrimonio edilizio e vivere felici prendendo per il c... gli elettori.

Frasc1954

Dom, 19/01/2014 - 10:57

Ma no, no, no. Qua a Milano il termine pirla è molto usato. La definizione dice di una persona che continua a girare attorno, come diceva il buon Brera. pisapia continua a girare attorno a quel problema, ma io dico, che se li porti a casa i ROM, visto che li ama così tanto. Ma sapete cosa verrà fuori???? Che diventeranno dei ghetti, con naturalmente importanzione di altri ROM, intanto poi chi li cura più, malavita, prostituzione e poi altro che favelas, altro che!!!!!!!. NON si potrà poi più entrare in quelle caserme, più. No, no, quetso è proprio tarato!

carpa1

Dom, 19/01/2014 - 10:57

Come dire: nascondiamo la polvere sotto il tappeto. Non pensa che sarebbe meglio rispedire la polvere là da dove è venuta, in modo da risolvere il problema una volta per tutte?

Frasc1954

Dom, 19/01/2014 - 10:57

Ma no, no, no. Qua a Milano il termine pirla è molto usato. La definizione dice di una persona che continua a girare attorno, come diceva il buon Brera. pisapia continua a girare attorno a quel problema, ma io dico, che se li porti a casa i ROM, visto che li ama così tanto. Ma sapete cosa verrà fuori???? Che diventeranno dei ghetti, con naturalmente importanzione di altri ROM, intanto poi chi li cura più, malavita, prostituzione e poi altro che favelas, altro che!!!!!!!. NON si potrà poi più entrare in quelle caserme, più. No, no, quetso è proprio tarato!

Giorgio5819

Dom, 19/01/2014 - 11:02

Ammesso che in Italia ci saranno ancora possibilità di voto, voglio vrdere in faccia i dementi che avranno il coraggio di rivotare questo imbecille.

Ritratto di Izdubarino

Izdubarino

Dom, 19/01/2014 - 11:12

Pisapia hai trovato il modo di demolire le caserme?

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 19/01/2014 - 11:26

I rom mandiamoli al loro paese e che non ci rompano più i c......i!!!

moshe

Dom, 19/01/2014 - 11:29

Ai rom, delinquenti e parassiti cronici, bisognerebbe riservare un trattamento ben diverso, I LAVORI FORZATI !!! E chi li difende bisognerebbe mandarlo a fargli compagnia.

linoalo1

Dom, 19/01/2014 - 11:35

E i barboni Italiani,che sicuramente hanno più diritti,che fine faranno?Lino.

Andrea09

Dom, 19/01/2014 - 11:35

Ma quando si vota bisogna ponderare bene la scelta. Perché viene facile dire fare criticare. Questi sono solo alcuni risultati disastrosi del Sindaco. Ma sono troppo inccc !!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 19/01/2014 - 11:49

Trattateli bene ,questi sono una risorsa per l'Italia dei kompagni, magari non ci pagheranno le nostre pensioni come gli amici della kyenge, ma saranno sempre utili per i voti.

Raoul Pontalti

Dom, 19/01/2014 - 12:04

Il confratello mio Menabellenius è preoccupato per il patrimonio edilizio pubblico...Per lui è preferibile lasciare andare in malora gli edifici dismessi e costruire eventualmente per gli Zingari nuovi villaggi gestiti dalle cooperative amiche, come fece Alemanno a Roma: due piccioni con una fava, mediante appalti agli amici per la realizzazione delle strutture del campo (e prima ancora con gli espropri di terreni di nessun valore acquisiti come edificabili si sono aiutati altri amici...) ed altri appalti ad altri amici (o si dice camerati?) per la gestione dei "campi nomadi" (eufemismo per lager di zingari). Gli olgettin-leghisti sgovernano la Lombardia da un ventennio e hanno lasciato andare in malora un immenso patrimonio immobiliare pubblico e continuano, tramite gli amici, a malgestire gli alloggi pubblici ALER, lasciati in molti casi a marcire mentre la gente ha bisogno di case o addirittura sfitti ossia vuoti con il riscaldamento funzionante...

gigetto50

Dom, 19/01/2014 - 12:20

...ragiono:e tutte le roulotte ed i macchinoni degli zingari sfollato dove andranno? Saranno ovviamente, immagino, messe in custodia in qualche autoparco. A spese del Comune ovviamente.. Ed i campi andranno ripuliti per bene...altre spese. Poi le caserme andranno attrezzate...altra spesa. Ma gli zingari sciameranno comunque per Milanoe e dintorni per sfruttare (elemosina?) la unica e rara occasione grazie alla presenza degli espositori e visitatori dell'Expo. Infine al termine della manifestazione saranno riaccompagnati nei campi dove rientreranno in possesso dei loro mezzi. Scommetto che chissa' in quanti protesteranno per ammaccature etc "che prima non c'erano" e chiederanno di essere risarciti. Poi le caserme andranno ripulite... Spese su spese. Io li avrei semplicemente espulsi.

NON RASSEGNATO

Dom, 19/01/2014 - 12:52

Ottima soluzione , purchè ci siano anche guardie armate che li tengano dentro e ne tengano fuori altri

NON RASSEGNATO

Dom, 19/01/2014 - 12:54

I cinque paesi che hanno messo a disposizione i fondi si prendano i Rom, anche se è più comodo rifilarli ai coglioni italiani

odifrep

Dom, 19/01/2014 - 13:12

Quando si dice i pro ed i contro dell' EXPO 2015. Non ci fosse stato questo evento, il pisapippa non avrebbe avuto alcun problema. Capitò anche nel lontano 1980 a Napoli, sempre con giunta di sinistra, quando arrivò la Regina Elisabetta, il sindaco Valenzi fece asfaltare la via Marina, cioè, il tragitto che doveva percorrere la nobiltà inglese fino alla stazione marittima ove era attraccato il suo panfilo. Con la spending review in atto, perché non prova a spargere una pò di benzina per tutto il perimetro dei campi rom per disinfettarli quanto meno. Oppure, si potrebbe passare la patata bollente alla Regione Lombardia, nelle mani del Presidente Maroni che, potrebbe a sua volta incaricare il parlamentare Borghezio. Purché si pensi a risparmiare i leghisti sarebbero disposti a sacrificarsi ben volentieri.

torodamonta

Dom, 19/01/2014 - 14:02

In Italia per avere lavoro,casa,soldi ecc ecc,bisogna essere stranieri.Se poi sei di colore nero e non bianco,avrai molto ma molto di più.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 19/01/2014 - 14:39

QUANTA IGNORANZA!!!!! "Mandateli a casa loro!!!" Non sapete ripetere altro. ;a qualcuno di voi ha mai provato a capire quale fosse "casa loro"? il 70% dei Rom + Sinti è di NAZIONALITA' ITALIANA. Dove mai vorreste mandarli? E circa il 50% di quelle "tribù" sta in Italia da circa 700 anni!!! E l'altro 30% è composto QUASI TUTTO di cittadini comunitari (Rumeni, ungheresi e bulgari) e anche quelli pure se li mandi via (cosa difficilissima) poi rientrano come e quando vogliono!!! Ma di che parlate???

Giorgio5819

Dom, 19/01/2014 - 15:11

Caro Omar, te lo dico subito dove vorrei mandarli, tutti fuori dal nostro territorio, compresi i deficienti che li difendono.

uggla2011

Dom, 19/01/2014 - 15:13

Mandiamo a casa Omar El Mukhtar.I rom saranno anche comunitari in buona parte,questo Å vero.Allora li mettiamo nelle caserme dopo averle trasformate in prigioni oppure nelle prigioni esistenti liberate dai detenuti extracomunitari rispediti a casa a scontare la pena.Per rendere presentabile Milano per il 2015 un buon aiuto potrebbero essere le dimissioni di Pisapippa.

kayak65

Dom, 19/01/2014 - 15:22

facile per pisapippa! per l'expo non sara' piu' sindaco (a meno che i milanesi siano ancora contenti di riaverlo sindaco,dopo imu,tares,sicurezza,degrado...)e i problemi li lascera' al suo successore.tipico della sinistra:sfasciare e distruggere tutto per colpevolizzare i prossimi asserendo che hanno fallito.

kayak65

Dom, 19/01/2014 - 15:26

cominciamo a rispedire a casa omar el m...questo sicuramente non e' italiano. se ha ottenuto la nazionalita',invece, si sta comportando come un barbaro che vuole fare terra bruciata del paese che lo ospita.e' questa la nuova cultura di cui abbiamo bisogno?

Ritratto di navigatore

navigatore

Dom, 19/01/2014 - 15:31

vota counista e poi non lamentarti,il tovarc Pisapia, è l'emblema della idiozia di sinistra, fare poter sui poveri...e voi italioti continuate ad osannarlo, povera Milano

eglanthyne

Dom, 19/01/2014 - 15:49

POERA Milano!

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 19/01/2014 - 15:56

chissà non possa prendere fuoco

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 19/01/2014 - 16:17

Non fate i deficienti! Me lo spiegate come si potrebbe espellere dall'Italia un cittadino italiano???? Il fatto è che voi preferite ignorare la verità altrimenti come fareste a sparare tutte le cazzolate che sparate? Sarebbe come dire "cacciamo via dall'Italia quei tedeschi degli altoatesini" oppure gli albanesi di Calabria e Sicilia.

edvige

Dom, 19/01/2014 - 16:22

mi auguro che una delle caserme sia sotto casa dell'"amato" sindaco.....

Ritratto di thunder

thunder

Dom, 19/01/2014 - 16:24

MARCIUME!non riesco a dire altro.

bruno.amoroso

Dom, 19/01/2014 - 16:27

mandiamoli a casa loro? E quale sarebbe casa loro? Vediamo quanti bananas hanno studiato

moshe

Dom, 19/01/2014 - 16:39

Bravi milanesi, votatelo ancora il pisapippa che con i vostri soldi mantiene cani e porci!

killkoms

Dom, 19/01/2014 - 16:41

i meneghini(fessi)che l'hanno votato si saranno accorti che si sono calati nel ruolo di quello che per fare dispetto alla moglie si tagliò l'uccello!per i poveri e gli sfrattati italiani le ex caserme non si sono mai aperte!

maurizio50

Dom, 19/01/2014 - 17:26

Tra tre anni il Comune di Milano avrà una spesa straordinaria di qualche milione di Euro per risistemare gli immobili così gentilmente concessi agli zingari dal Sindaco Pisapia! Questo è il progresso come lo vogliono i compagni, cari cittadini di Milano!!!

moshe

Dom, 19/01/2014 - 17:27

Caro pisapippa, prova un po' a dire ai milanesi quanto costerà rendere "accoglienti" le strutture per ricevere i parassiti!

claudio faleri

Dom, 19/01/2014 - 17:29

stenos....bravo...pisapia è malato ...vada a farsi curare in una clinica psichiatrica.....gente come lui è per l'italia una cancrena

forbot

Dom, 19/01/2014 - 17:33

Visto che si è deciso questo, spero si provveda a tenerci anche qualche militare di guardia, come custode, per non ritrovarsi poi a dover demolire tutta la struttura perchè resa fatisciente da quei signori che non essendole costato niente, sia da buttar via dopo, quando decideranno di andare da qualche altra parte.

claudio faleri

Dom, 19/01/2014 - 17:37

moche...pisapia lo hanno votato i suoi schiavetti, gli adepti che magari speravano in qualche favore e quelli fanatici ottusi, più i furbi che lo hanno votato per il loro tornaconto

Abia68

Dom, 19/01/2014 - 17:59

Per bruno.amoroso I veri bananas siete voi che avete creduto di poter imporre la vostra utopia comunista al mondo, uscendone miseramente... trombati. Se, in quanto nomadi non s'identificassero in nessuno stato avranno almeno un documento (verosimilmente Rumeno) d'identità: ecco rimandiamoli nei Balcani, sempre che non vogliate condividere da buoni "compagni" il vostro tetto con queste risorse del paese...

killkoms

Dom, 19/01/2014 - 18:01

@brunoamoroso,saranno anche nomadi,ma da qualche parte saranno anche nati!è dal 1991(anno dell'inizio della guerra nella ex iugoslavia)che torme di zingari balcanici,spacciati come profughi si sono riversati in Italia!per non parlare di quando,appena entrò la romania nell'area ue,più di 10.000 zingari romeni si riversarono da noi,grazie al fatto che quell'altro sinistro buono a nulla,il rifondarolo valdese allora ministro,non volle che l'Italia si avvalesse della possibilità di chiedere il visto ai cittadini dei paesi neoammessi alla Ue!"chiunque deve essere libero di venire in Italia",disse il kompagno!tanto mica andavano a casa sua!

Miraldo

Dom, 19/01/2014 - 18:02

Se li porti a casa sua i rom e zingari il caro sindaco comunista, visto che le palanche non le mancano.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Dom, 19/01/2014 - 18:04

Idea due volte cretina, ecco perchè:1)se le caserme sono in disuso saranno anche da mettere a posto o si sbattono certi personaggi in una topaia con tutte le conseguenze del caso? Se i luoghi sono in condizioni accettabili o devono essere ristrutturati con denaro pubblico perchè non vengono utilizzati per le migliaia di sfrattati, disoccupati,falliti e indigenti ITALIANI che hanno sempre pagato le tasse, ma che ora, grazie alla crisi, non hanno più neanche la possibilità di mangiare?

roseg

Dom, 19/01/2014 - 18:52

Per fortuna me ne sono andato da Milano...poveri milanesi,chi è causa del suo mal pianga se stesso.

Nonmimandanessuno

Dom, 19/01/2014 - 18:55

Ve lo ricordate il film "Si ringrazia la regione Puglia per averci fornito i milanesi"? Ecco il risultato: laggiù Vendola e lassù Pisapia. Questo o quello per me pari sono.

piantagrassa

Dom, 19/01/2014 - 19:03

Al saputello bruno.amoroso rispondo che a noi non interessa quale sia casa loro, la cosa importante è che escano dall'Italia anche perché non è vero, come scrive Omar che la maggior parte sono italiani, non so che campi abbia visto, a Milano sono tutto tranne che italiani. Pisapia è il peggior sindaco che abbia governato Milano, seguono Granelli e Majorino, classici politici incapaci.

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 19/01/2014 - 19:36

PISAPIA GODE A VEDERE LA CITTA' INFESTATA DI ROM, PERCHE' NON LI OSPITA A CASA SUA SE E' CONTENTO DI AVERE DELLA PATTUMIERA IN CITTA'