Corsa Strong tra fango e muri

Nel tempio della 5 Mulini la gara a ostacoli più dura: 10 km con 18 «asperità»

Balle di fieno da scalare, gomme da saltare, muri, corde e fango. E poi chi ce la fa corre. Corre o striscia come un marine, perchè alla StrngmanRun capita anche questo. Tutto a San Vittore Olona per dare vita alla seconda tappa «Sprint» di Fisherman's Friend StrongmanRun. Si torna a correre nel tempio della corsa campestre, dove si è abituati al fango, dove ogni anno si rinnova il rito della «Cinque Mulini». Così dopo il successo della tappa inaugurale di Bibione del 21 maggio scorso con Ambassador la campionessa mondiale di karate, Sara Cardin, continua il filone delle StrongWoman con due azzurre della Federazione Italiana Rugby che parteciperanno mascherate, in pieno stile «Strong» alla gara di domani: Melissa Bettoni ed Ilaria Arrighetti. Al loro fianco anche il campione del mondo di braccio di ferro, categoria Master 90 kg, Ermes Paganin. Sarà possibile iscriversi online alla seconda tappa della «corsa più forte di tutti i tempi» fino ad oggi tramite il sito ufficiale www.strongmanrun.it e sul posto, la mattina dell'evento a partire dalle ore 10, allo StrongVillage situato in via XXIV Maggio, 34 al Centro Sportivo Malerba. La StrongmanRun partirà domani pomeriggio alle 16 da via Achille Grandi con arrivo sulla pista del centro sportivo. I partecipanti dovranno terminare i 10km del percorso entro le 2 ore di tempo massimo fissate dagli organizzatori. Oltre a partenza e arrivo, la novità di quest'anno sarà anche l'inserimento di un ostacolo in più rispetto alla scorsa edizione: 9 per ogni giro da 5km per un totale di 18 ostacoli, con 100 balle di fieno, 4 container e tanto fango da evento «mud run» che si rispetti. C'erano una volta i milni di San Vittore e ci saranno per sempre, domani però sarà forse un po' più dura.

ARuz