Domenica la prima delle otto giornate ecologiche. Tutte le iniziative

Dal «truccabimbi» alle passeggiate alla scoperta della città romana accompagnati dai volontari del Fai. Diversi modi per sopravvivere alla domenica senz'auto, la prima è anche la prima del 2013 ma sono già state fissate otto stop al traffico. «DomenicAspasso» dalle 10 alle 18 bolle di sapone giganti, dalle 14 alle 16 «truccabimbi» con maschere floreali e «Camper Clown» con sculture di palloncini. Al Museo di storia naturale invece (con ingresso gratuito) la possibilità di imparare a creare il proprio orto in terrazzo o sul balcone. Dalle 15 alle 17, presso l'Aula magna, in collaborazione con Cocolab e Bicieradici, si impara ad avviare un orto urbano. Iniziativa analoga a Villa Lonati, «SeMiniAmo», mentre al Centro Barrio's scatta il «Guerrilla gardening» per «liberare piccoli giardinieri in erba». Tra le iniziative in programma «Il tram delle sorprese» Atm, con un laboratorio-tram dedicato ai bimbi. Il mini tour della durata di trenta minuti circolerà dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18 con partenza da piazza Castello (angolo via Beltrami) alle 10.30, 11.30, 15, 16 e 17 e da piazza Fontana alle 11, 12, 15.30, 16,30 e 17.30.
Anche i bimbi possono partecipare alla Bicinfesta di primavera organizzata da Ciclobby, anzi l'iscrizione costa 3 euro invece di cinque e riceveranno in omaggio una borsa-zainetto con tanti gadget. Il ritrovo per la «pedalata del centenario» è alle 9 in via Dante. L'associazione ciclistica più antica di Milano, il «Genova 1013», festeggia appunto i 100 anni. Per i più grandi una giornata di skateboard in piazza Duca d'Aosta, dalle 11 alle 17 «Skate is all». A disposizione tavole, caschi e istruttori per ricevere lezioni gratuite.
E accanto al programma del Comune per i genitori con figli c'è la «DomenicAspasso» con il Touring Club Italiano. Un programma di attività gratuite per conoscere e scoprire tutti i luoghi della Milano precapitolina e tutti i luoghi milanesi di «Aperti per voi» resi accessibili grazie ai volontari. Due i percorsi proposti: la mattina «Forma Urbis Mediolani, l'impronta dell'antico», che partendo da piazza Mercanti (lato pozzo), ripercorre le antiche strade da via della Zecca, il cardo di via Nerino, i mosaici pavimentali di via Amedei, le mura di via Cornaggia e via Stampa per arrivare alla torre del Carrobbio. Nel pomeriggio «Forma Urbis Mediolani: nel cuore della città romana» che porterà i visitatori alla scoperta del decumano in via Santa Maria Fulcorina, fino ai resti del Teatro per terminare in Santa Maria alla Porta, antico sito di Porta Vercellina. Le visite guidate, tutte con partenza da piazza Mercanti (lato pozzo), sono gratuite e aperte a tutti fino a esaurimento posti. (Prenotazione obbligatoria entro venerdì 15 marzo alle 17 al numero 840.88.88.02).