E la metropolitana apre con mezz'ora di anticipo

Da oggi corse anticipate dai capolinea di tutte le linee. Atm: «Sforzo per accontentare gli utenti».

La rete della metropolitana di Milano anticipa l'orario di apertura del mattino: da oggi le partenze dei treni dai capolinea seguiranno un nuovo orario, tutti i giorni dal lunedì al sabato, per rispondere alle esigenze di mobilità dei cittadini, soprattutto lavoratori.

In particolare sulla rossa, il primo tremo dal capolinea di Sesto FS partirà alle 5.40 invece che alle 6.15, da Bisceglie alle 5.50 invece che alle 6.20. Partenza alle 5.50 anche da Rho Fiera, alle 5.40 invece da Molino Dorino. Per quanto riguarda la verde il metro partirà oggi per la prima volta alle 5.50 invece che alle 6.05, da Gessate rimane invariato alle 5.55. Parte alle 5.40 da piazza Abbiategrasso e alle 5.50 da Assago, alle 5.45 da cascina Gobba. Anticipa di un quarto d'ora l'apertura della linea 3, che parte da Comasina alle 5.45 e da San Donato alle 5.40. Partenza alle 5.40 anche per la lilla da Bignami e da San Siro.

Il provvedimento nasce a seguito delle molte richieste dei clienti, nell'ambito di un progetto condiviso con il Comune, e consente di ampliare l'offerta del servizio favorendo anche gli spostamenti delle persone che raggiungono la città dall'hinterland e agevolando i flussi di interscambio tra i diversi mezzi di trasporto pubblico locale.

L'ampliamento dell'orario è reso possibile a seguito di una serie di verifiche e di azioni importanti sull'organizzazione dell'intera macchina dell'Atm, tra cui sono rientrate anche 20 assunzioni nell'ambito della direzione della metropolitana.

Sono stati affrontati e rivisti, con uno sforzo importante dal punto di vista gestionale e operativo i turni delle figure professionali coinvolte nell'esercizio - macchinisti, agenti di stazione, operai per la manutenzione dell'assistenza di linea, manutentori, assistenti alla clientela e controlleria. Passata sotto setaccio la sincronizzazione degli orari di servizio e la programmazione delle manutenzioni. Il tutto, orchestrando le partenze dai capolinea in modo da far coincidere gli arrivi alle stazioni di interscambio in maniera più armonica ed efficace per i clienti.

Il valore complessivo dell'operazione è di circa 6 milioni di euro su base annua.

Particolare importanza ha rivestito l'organizzazione dei processi di manutenzione che ogni notte iniziano quando le linee terminano il servizio. Anticipando l'orario di apertura delle linee al mattino si comprime ulteriormente il tempo a disposizione, che costringe quindi ad un superlavoro per garantire la massima sicurezza dei viaggiatori. Proprio per questo motivo saranno impiegati 15 operai in più.

MBr