E il running viene servito anche a colazione

Arriva la Breakfast run, una gara in città alle 5.45 del mattino

Puntare la sveglia alla 5 e tre quarti per correre? Può sembrare una follia, ma lo fanno in molti. Perchè dopo una corsa la giornata comincia meglio, perchè correre all'alba permette di scoprire angoli silenziosi della città e perchè dal prossimo 10 giugno la «Rds Breakfast run» diventa un vero e proprio circuito di gare. Il nuovo format partirà alle 5.45 da Reggio Emilia per poi diventare appuntamento fisso di ogni venerdì a Milano il 17 giugno, a Trento il 24, a Torino il 1° luglio, a Verona l'8 luglio e infine a Padova il 15 luglio. Una «levataccia» che dopo la corsa verrà premiata da una bella colazione che sarà il ristoro finale: «Dal 10 giugno oggi la colazione avrà ha una sfumatura in più- spiegano gli organizzatori- ed è quella sana del movimento, dello scoprire le città di corsa, del piacere di condividere un traguardo che può diventare percorso di vita».

Un bello sforzo di volontà che è anche un messaggio di benessere che si fonda sulle indicazioni della Scuola di nutrizione e di integrazione nello sport ( Sanis) con cui la Breakfast run ha stretto un accordo e che permetterà di fornire in ogni tappa una serie di consigli preziosi sulla corretta alimentazione». Così anche un percorso breve di 5 chilometri diventa l'occasione per fare un po' di movimento in compagnia, vincendo a pigrizia. «Vogliamo mettere insieme chi abitualmente corre al mattino presto nelle città- spiega Andrea Trabuio, responsabile Area Mass Events di Rcs- e chi ha sempre pensato di farlo ma non ha mai traovato lo stimolo e il coraggio. Questa è l'occasione giusta e questo sarà un modo nuovo di vivere il venerdì e cominciare il week end»