Finita la scuola, 300mila in oratorio

Sport, attività ludiche e solidarietà. Il Don: «È una palestra di vita»

Si incrociano le dita per gli scrutini ma, comunque vada, da qualche giorno la scuola è finita. Felici i ragazzi, forse un po' meno mamme e papà che si ritrovano con i figli a casa dalle prime ore della mattinata. E così è tutto un fiorire di «camp», «training» e iniziative che uniscono sport e ricreazione in attesa poi delle vacanze.

Ma come sempre una delle certezze di questo periodo restano gli oratori estivi. Una certezza che fa parte della formazione cattolica di generazioni di genitori che sono passati da questa esperienza che ovviamente si ispira a valori educativi che vanno coltivati sin da piccoli: «Gli oratori sono una palestra di relazioni, dove si impara a diventare grandi, aperta tutto l'anno- spiega don Samuele Marelli, direttore della Fondazione oratori milanesi- In particolar modo in estate, quando le scuole sono chiuse, offrono alle famiglie che lavorano un luogo educativo al quale affidare con serenità i propri figli. Ciò spiega il grande successo che riscontriamo ad ogni edizione».

Anche quest'anno gli oratori sono pronti ad accogliere i ragazzi. che, nella Diocesi di Milano saranno circa 300mila accompagnati fino a metà luglio da 50mila animatori e educatori, circa mille religiosi tra sacerdoti, suore e parroci.

Quest'anno il percorso educativo - riassunto nello slogan «Perdiqua! Si misero in cammino» - sarà incentrato sul tema del viaggio come metafora dell'esistenza umana. Gli educatori proporranno ai ragazzi animazioni, giochi, canti e preghiere, ispirati ai passaggi fondamentali della storia biblica dell'Esodo: la fuga dall' Egitto, l'attraversamento del mar Rosso, l'esperienza del deserto, la salita al monte Sinai, l'arrivo alla Terra promessa.Sempre al viaggio, quello forzato dei migranti che scappano da povertà e guerre, è legata l'iniziativa di solidarietà: le offerte raccolte al termine delle giornate saranno destinate a un centro di accoglienza per profughi ad Atene, la comunità «Neos Kosmos» nel quartiere omonimo della capitale greca.

Ma le attività formative non metteranno in ombra gli aspetti ludici che rimangono il cuore di questa esperienza molto radicata nella tradizione della Chiesa ambrosiana.

Tra i momenti di gioco più spensierati ci sarà l'oratorio sull'acqua: un giornata di animazione nello scenario del parco acquatico di Milano, l'Acquatica Park di via Gaetano Airaghi. Nel 2015, al debutto dell'iniziativa, avevano partecipato 70mila ragazzi e quest'anno si conta di superare quella quota di iscritti.

ARuz