Il flauto magico per bambini, la Scala torna a Malpensa sulle ali delle note di Mozart

Giovedì in scena fra i check-in del Terminal 1 dello scalo gestito da Sea la celebre opera di Mozart nella versione dell'Accademia per i più piccoli. Lo spettacolo è gratuito e aperto a tutti

Opera classica "live" all'aeroporto di Milano Malpensa con un evento particolare, Il flauto magico per i bambini che sarà rappresentato giovedì 16 giugno alle 14.30 dai cantanti e dall'orchestra dell'Accademia alla Scala con ingresso libero. Location d'eccezione: il check-in area 17 del piano partenze al Terminal 1.

Così dopo la "prima" della lirica con L'elisir d'amore di Donizetti, messo in scena dal Teatro alla Scala il 17 settembre scorso nello scalo intercontinentale gestito da Sea, è la volta dell'ultimo lavoro di Mozart composto nel 1791. Rappresentazione fiabesca proposta in una versione adatta a introdurre bambini e ragazzi nel mondo del teatro musicale. Personaggi curiosi, segreti, misteri, costumi di scena colorati e un finale a sorpresa caratterizzano questa produzione firmata da Ulrich Peter nella riduzione di Alexander Krampe e affidata alla direzione musicale di Paolo Spadaro Munitto che nella stagione scaligera ha già appassionato più di 40mila bambini e ragazzi. Ad affascinare e coinvolgere i bambini fra musica e dialoghi, saranno ancora personaggi come Papageno con i campanelli magici, Tamino con il flauto magico, Pamina, Sarastro e la Regina della Notte.

Ma non solo, perché Il flauto magico viene rappresentato con l'aeroporto e il terminal nel pieno della loro operatività e coinvolgerà il passeggeri in transito, con palco e orchestra - oltre ai 500 posti a sedere per gli spettatori - sistemati davanti ai check-in della compagnia Emirates che proprio durante la rappresentazione imbarcherà i viaggiatori su un gigante dei cielo come l'Airbus A-380 diretto negli Stati Uniti. Si vola sulle ali della musica di Mozart.

"Ospitare nuovamente il Teatro alla Scala a Malpensa è un'occasione che non potevamo perdere, la messa in scena dell'Elisir d'amore ha rappresentato il momento più originale e sorprendente nella vita dell'aeroporto dello scorso anno - dice il presidente di Sea Pietro Modiano -. Ora vorremmo cogliere lo stesso stupore che abbiamo visto fra i nostri passeggeri per l'Elisir d'Amore anche fra i passeggeri più piccoli, fra chi porterà i bambini a vederlo anche se non è un viaggiatore, ai figli dei dipendenti Sea e fra chi verrà a Malpensa proprio per assistere a questo evento. E soprattutto ci auguriamo che Malpensa possa essere anche in futuro il palcoscenico per nuove iniziative della Scala, un modo per far conoscere sempre di più le eccellenze culturali di Milano".

"Tornare a Malpensa con un progetto per i bambini - spiega il sovrintendente scaligero Alexander Pereira - è per noi la conferma di un percorso di apertura a un pubblico nuovo, ma anche del radicamento del Teatro alla Scala nel territorio lombardo: l'esperienza dell'Elisir d'amore dell'anno scorso non è un evento isolato, ma si colloca nel progetto che da un lato ha portato decine di migliaia di bambini alla Scala e dall'altro ha portato la Scala fuori dalle sua mura: a Malpensa grazie alla collaborazione con Sea, ma anche nelle chiese lombarde e sul sito di Expo. Portiamo la Scala vicino alla gente".

PER SEGUIRE IL FLAUTO MAGICO PER BAMBINI

Quando: giovedì 16 giugno, ore 14.30
Dove: check-in area 17 piano partenze Terminal 1
Ingresso: gratuito e aperto a tutti conentito entro le ore 14
Durata dello spettacolo: 75 minuti
Al termine per tutti bambini merenda offerta da Sea

MUSICA E CULTURA IN AEROPORTO

Sea da tempo organizza e investe in iniziative culturali negli aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate. Tutto ebbe inizio nel giugno 2007 quando fu inaugurato lo spazio ExhibAir con il capolavoro la femme nue di Pablo Picasso. A Malpensa ha dedicato lo spazio la Porta di Milano, per ospitare opere e installazioni artistiche, inaugurato coi I 7 Savi di Fausto Melotti. Poi è stata la volta delle opere di Marino Marini e Gio Ponti, per celebrare l' Expo, i capolavori de Il Quarto Stato di Pellizza da Volpedo, e l'Ultima Cena di Leonardo, rispettivamente con Arte per l'umanità di Max Dorigo e Everlasting di Helidon Xhixha per arrivare all'installazione che si può ammirare oggi Dimensioni invisibili con la quale Bernardini gioca nello spazio con la luce.

Sea continua anche la collaborazione con il Museo del Novecento di Milano e il museo MaGa di Gallarate, e dialoga per future partnership con il Castello Sforzesco, Palazzo Reale e l'Accademia di Brera. Di recente ha firmato l'accordo pluriennale con la Triennale di Milano che, in occasione della XXI° Edizione Internazionale, vedrà l'esposizione in aeroporto di un'installazione collegata ai temi della mostra. E anche la musica trova sempre più spazio in aeroporto, grazie all'esibizione di giovani concertisti che negli anni continuano a suonare davanti a migliaia di passeggeri e al circuito di Piano City Milano.