Giusy Versace: «Così è cambiata la mia vita»

Sylos Labini incontra l'atleta paralimpica che presenta la Domenica sportiva

Sport e solidarietà si coniugano stasera nel nuovo appuntamento della rassegna Manzoni cultura. Edoardo Sylos Labini incontra Giusy Versace, plurititolata atleta paralimpica, che racconta al pubblico come ce l'ha fatta. Una storia di handicap dovuto a un terribile incidente stradale conclusosi con l'amputazione di entrambe le gambe. La sciagura però non ha frenato l'ambizione di realizzare il sogno di una vita e oggi la Versace - figlia di Alfredo Versace, cugino dei noti stilisti Donatella, Gianni e Santo - è una velocista affermata nella categoria riservata ai diversamente abili, la vincitrice di Ballando sotto le stelle e il volto ufficiale della Domenica sportiva.«Sport e solidarietà fanno parte della nostra cultura - spiega Sylos Labini - e Giusy Versace è una donna coraggiosa che ha fatto della sua vita un esempio, aiutando i portatori di handicap». Non a caso, la serata - in programma alle 21 - ha un lato benefico a favore della Onlus «Disabili no limits», cui sarà devoluto parte dell'incasso derivante dalla vendita dei biglietti, fissati a 10 euro. «Un prezzo simbolico - aggiunge Sylos - per invitare più persone possibile. Si tratterà di un'opportunità per fare del bene aiutando chi quotidianamente si occupa di chi è meno fortunato». Per prenotare ci si può servire del numero verde 800 914 350 aperto durante gli orari di cassa, oppure attraverso il call center che risponde allo 02 00634555 dalle 10 alle 21. Per informazioni invece si può contattare lo 02 7636901.Quello tra Sylos Labini e Giusy Versace non sarà certo un colloquio dal sapore triste e nostalgico. La anchor woman è autrice di un'autobiografia dal titolo Con la testa e con il cuore si va ovunque, edito da Mondadori nel 2013, dove racconta la propria esperienza alle prese con questa disgrazia con lo stesso disincanto con cui spiega com'è cambiata la sua vita dopo quel terribile incidente. «La Versace gioca con autoironia su questa limitazione, facendola diventare quasi normalità assoluta. Anche per questo la sua testimonianza appare decisamente utile sia a chi vive l'handicap sia a chi ne è rimasto fortunatamente al di fuori». Ne è dimostrazione il fatto che, stasera al Manzoni, Giusy Versace presenterà una sfilata di gambe, diciamo così «adottive». Quelle grazie alle quali oggi si muove e si concede soddisfazioni. Tra i prossimi appuntamenti del Manzoni cultura ci saranno Luca Ward, Philippe Daverio e Luciana Savignano.