"Ha il biglietto? Non si parte...". E gli ultras occupano il treno

I tifosi rossoneri in partenza per la trasferta di Parma avrebbero occupato i vagoni di un treno. Proteste dei passeggeri: "Non ci fanno partire"

Sono le 9 del mattino del sabato prima di Pasqua. Stazione Centrale è piena di persone. Il treno regionale delle 9.20, diretto a Bologna, è pronto al binario 21. Un importante dispiegamento di militari, polizia e carabinieri presidia la stazione, in particolare proprio quel binario. Chi non è un amante del calcio non sa che oggi, su quel treno, sono presenti centinaia di tifosi (ultras) del Milan. Sono tutti diretti a Parma, dove alle 12.30 si disputerà l’incontro tra le due squadre. Nonostante in tanti abbiano il biglietto, su quel treno non si può salire. Davanti a ogni ingresso ci sono uomini e donne delle forze dell’ordine, insieme al personale Trenitalia, che spiegano a chi ha comprato un biglietto per quel viaggio che quei vagoni sono occupati. Gli utenti non capiscono. Trenitalia fornisce versioni contraddittorie. “Provate a salire in fondo”, dice un dipendente. “No qui non si può più salire”, riferisce un altro.


Dai finestrini si affacciano i tifosi. Molti hanno un atteggiamento intimidatorio nei confronti di chi è sulla banchina e chiede informazioni per prendere il treno. Hanno megafoni e provocano. Di continuo. Diversi passeggeri si rivolgono al personale Trenitalia per chiedere come sia possibile che un pubblico servizio non preveda un “treno speciale” per i sostenitori di una squadra di calcio. Ma soprattutto tutti si chiedono il motivo per il quale un treno sia, di fatto, inaccessibile perché sui gradini di ingresso delle carrozze alcuni tifosi impediscono agli utenti di salire.
“Hai problemi perché io sono sul treno? Io ho pagato hai capito? Qui ci stiamo noi”, grida un ragazzo dal finestrino a una giovane che prova a capire se salire o no. “Quella è una figa, può salire se vuole”, urlano a una donna che, però, si allontana velocemente. “Qui non sale più nessuno”, dice un’altra voce. Gli agenti cercano di tenere la situazione sotto controllo. Una ragazza si avvicina e polemizza, ma le forze dell’ordine rispondono:”Se vi chiediamo di non salire è per la vostra incolumità”. Lei ribatte:”Quindi dobbiamo accettare un atteggiamento intimidatorio pur avendo pagato il biglietto? Questa è interruzione di pubblico servizio”. Un agente le dice:”Hai perfettamente ragione, ma non farti sentire, non li provocare, altrimenti questi scendono e finisce male. Ci riempiono tutti di botte”.

Si sentono parole offensive e un ragazzo chiede a un agente come siano possibili scene di questo tipo:”Ma vi rendete conto? Qui ci sono anche anziani, qualcuno può sentirsi male”. La risposta è emblematica:”Avete ragione e lo sappiamo”. Fuori dai vagoni ci sono persone con valigie, studenti, famiglie e disabili, con la carrozzina. Nessuno di questi è riuscito a partire. Il treno è come paralizzato. “È una situazione surreale”, dice arrabbiata una donna, rivolgendosi al capotreno. Lui le risponde:”Se il treno è pieno non potete più salire. E il treno è pieno”. Qualcuno chiede se sia possibile avere un rimborso del biglietto, ma la risposta è negativa. Alla fine, il convoglio è pronto a dirigersi verso il capoluogo Emiliano. A qualche minuto dalla partenza, gli agenti domandano alle persone di allontanarsi. Il treno parte. Ma decine di persone restano lì, sulla banchina. Perché un viaggio, che doveva essere “ordinario”, è diventato inaccessibile. Proibito.

Commenti

ale76

Sab, 20/04/2019 - 12:16

Lamentatevi con il vostro amichetto maroni, è stato lui ad abolire i treni speciali.

Ritratto di Civis

Civis

Sab, 20/04/2019 - 13:12

Prenotate i posti.

claudio faleri

Sab, 20/04/2019 - 13:53

solo da noi accade questo, in altri paesi la risposta sarebbe stata diversa

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 20/04/2019 - 13:55

classico esempio di democrazia proletaria, tanto amata dal PD. che dire ?il calcio droga economica e distruttiva

caren

Sab, 20/04/2019 - 14:06

Ditemi che non è vero, che sto sognando ad occhi aperti, non è possibile, non ci posso credere. Ognuno fa quello che gli pare e piace, e con la prepotenza, siamo allo sbando totale.

jenablindata

Sab, 20/04/2019 - 15:02

ooooohhhh!! ...ma che du' maroni con 'sti tifosi!!!! qualcuno faccia capire a questi dementi che il mondo NON è una fottuta partita di calcio, che ci sono anche gli altri.... e che è ora che la finiscano una buona volta,di rompere le scatole all'universo intero, con le loro psicosi maniacali. FS: ripristinate i carri bestiame e riservateli a loro.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 20/04/2019 - 15:38

Lo "stato sovrano" del "REGNO DI PULCINELLA",non si smentisce mai!

Alessio2012

Sab, 20/04/2019 - 15:46

L'UNICA COSA PER CUI COMBATTONO GLI ITA E' IL CALCIO...

Cheyenne

Sab, 20/04/2019 - 16:13

COSE CHE POSSONO SUCCEDERE SOLO IN QUESTO SVENTURATO PAESE SENZA PIU' LEGGE E SENZA PIU' DIGNITA'

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Sab, 20/04/2019 - 16:52

Se ci fosse stato al comando ancora LUI, certe schifezze non sarebbero mai successe!

Ernestinho

Sab, 20/04/2019 - 17:29

italia, paese dove comandano i prepotenti. Da milanista, mi compiaccio che il milan non abbia vinto per non dare soddisfazione a questi "tifosi"!

carpa1

Sab, 20/04/2019 - 17:55

I gas (non solo i nervini) quelli soporiferi sono disponibili da tempo. Fingere la partenza, bloccare le uscite, una bella gasata e da lì direttamente a San Vittore. Problema risolto.

Lorenzo1508

Sab, 20/04/2019 - 18:00

#giovinap non ti leggo più, brutta testa di napolicchio! non interessa questa roba vero? eh beh non riguarda la Juve!!! Comunicato: oggi la JuventusWomen ha conquistato il 2° scudetto consecutivo in due anni di permanenza in A.! 2...come il nabule! cojons!

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 20/04/2019 - 18:01

@ale76 12:16- E ha fatto bene ad abolirli! Da ex ferroviere, ti dico che dopo un viaggio di tifosi, le carrozze erano in condizioni da mandarle nelle OGR (officine grandi riparazioni)...anche a spese tue, con le tue tasse.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 20/04/2019 - 18:07

Strano che ancora nessuno qui abbia dato la colpa al Milanista Salvini!!!!jajajajajaja

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 20/04/2019 - 18:11

Eppure ci voleva poco a risolvere, bastava che aggiungessero qualche vagone in piu al convoglio O NO!!!!Forse troppo difficile quale soluzione per essere pensata dai dirigenti FS!!! jajajajaja

Censore71

Sab, 20/04/2019 - 18:39

Ma quello con la felpa che ne pensa di questa gestione? Ricordo che era il ministro dell'interno, cosa c'è di più importante che garantire la possibilità di spostarsi a chi paga regolarmente un biglietto

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 20/04/2019 - 18:40

@carpa1 17:55...Lo "stato sovrano" del "REGNO DI PULCINELLA",non sarà mai in grado di impedire queste "menate"!Quante spese(carrozze devastate,sporche,disagi per gli altri,personale di sicurezza,"disordine pubblico"etc.etc.),per degli "invasati"!

Ritratto di hardcock

hardcock

Sab, 20/04/2019 - 18:46

Siete pronti ad ammazzarvi per il calcio poi qualcuno ha detto ci siamo mangiati i vostri soldi quindi dovrete lavorare fino alla morte tutti a capo chino. Lurido paese e luridi abitanti. Luridi e codardi. Mao Li Ce Linyi Shandong China

Massimo Bernieri

Sab, 20/04/2019 - 19:11

Per chi scrive che avrebbero potuto aggiungere carrozze,i "regionali" sono composizioni bloccate ergo:non si possono aggiungere carrozze per motivi tecnici lunghi da spiegare e non con il treno già in stazione ma tutt'alpiù,quando è ancora in deposito sempre che la motrice possa trainarlo poi..essendo treni regionali di competenza della regione che paga Trenitalia per un tot di treni,Trenitalia non può di sua iniziativa mettere un treno in più di quelli a contratto.E' l'assurdità di aver dato alle regioni competenze sui treni.Oramai i regionali si fermano alla prima stazione della regione confinante e se vuoi proseguire,devi aspettare un altro treno.Vedere tutti i regionali che per il Veneto fermano a Brescia o Verona.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 20/04/2019 - 19:55

Bella "invenzione" questa dei Regionali che ovviamente non vivendo piu in Italia da 20 anni, non potevo conoscere caro Bernieri 19e11. Ma allora mi viene in mente cosi improvvisamente un vecchio detto che recitava cosi "SI STAVA MEGLIO QUANDO SI STAVA PEGIO"!!!!!jajajajajaja. Buenas noches Italianos. PS Dimenticavo chi ha modificato il TITOLO V della costituzione ce lo ricordiamo.

portuense

Dom, 21/04/2019 - 07:31

il treno non doveva partire......ha vinto l'arroganza, maroni ha eliminato i treni speciali perchè gli ultras li distruggevano...

seccatissimo

Lun, 22/04/2019 - 21:16

Detesto tutti i deficienti e per tanto anche i tifosi delle squadre di calcio ! I tifosi "ultras" poi li odio !