I milanesi vogliono difendersi "È boom per il porto d'armi"

A Milano calano i reati, ma cresce chi vuole detenere un'arma legalmente. Il questore: "Non smetto di firmare dinieghi"

C'è voglia di difendersi da furti e malvivenza. Solo così si può spiegare il crescente boom di richieste di porto d'armi denunciato oggi dal questore di Milano, Marcello Cardona, che ha incontrato i giornalisti per fare il punto sulla sicurezza in città e esporre i dati tra il marzo 2016 e quello del 2017.

Secondo il questore sarebbero in netto calo rispetto all'anno scorso i reati nelle aree di Milano e Monza. Nonostante questo però è esponenziale l'aumento delle richieste di porto d'armi: "Da quando sono arrivato, non ho mai smesso di firmare dinieghi", ha spiegato lo stesso Cardona.

Pressoché raddoppiato invece il lavoro dell'Ufficio prevenzione generale, quello che coordina le "volanti": dai 56mila interventi si è passati ad oltre 122mila in un anno.

Diminuiscono i furti e le rapine in abitazione (-3,6%, -17,6%) e negli esercizi commerciali (-13%); di contro, aumentano quelle in banca (+11%), così come aumentano i furti con destrezza (+6,1%).

Fa ben sperare la diminuzione del 6% dei maltrattamenti in famiglia e dei reati di 'stalking' (-13%). Rimane stabile il dato degli omicidi volontari: 20 in entrambi gli anni.

Aumenta in città anche la droga: oltre 32 chili di eroina (contro i 28 dell'anno scorso) sono stati sequestrati dalla polizia. Si registra una nuova impennata della cocaina e della marijuana, mentre diminuisce l'hashish. In questo senso il questore si è detto "grato al sindaco per l'opera di riqualificazione progettata per zone come Rogoredo".

Carico di lavoro moltiplicato quello dell'ufficio immigrazione: solo le richieste di asilo politico hanno raggiunto quota 6mila in un anno, almeno 2mila in più rispetto all'anno precedente. In 12mesi sono aumentati da 404mila a 427mila gli stranieri che soggiornano nell'area di competenza della questura di Milano: per la maggior parte si tratta di egiziani (quasi 70mila) seguiti da filippini (48mila) e cinesi (46mila), quindi cittadini provenienti da Perù, Marocco, Albania, Ecuador (28mila), Ucraina (22mila) e Sri Lanka (24mila). Sono aumentati di circa 60mila unità i permessi di soggiorno rilasciati e rinnovati.

Impennata di stranieri accompagnati alla frontiera: erano 291, sono diventati 749 nel giro di pochi mesi. Proprio il tema dell'immigrazione e dell'integrazione è stato al centro della riflessione del questore: "Dobbiamo garantire diritti umani e sicurezza. In questo il prefetto Lucia Lamorgese sta facendo un lavoro straordinario. Ma se uno straniero non è in regola deve andare via, perché in questo Paese non teniamo chi commette reati", ha detto Cardona.

Commenti

19gig50

Sab, 08/04/2017 - 21:06

Facile per il questore firmare dinieghi, lui quando si muove è scortato.

Keplero17

Sab, 08/04/2017 - 21:19

Se uno abita isolato non ha altra scelta.

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 08/04/2017 - 21:36

Figuriamoci,il porto d'armi non lo danno più a nessuno,nemmeno ai medici e ai gioiellieri....al massimo concedono la detenzione in casa se si è "puliti".

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 08/04/2017 - 21:46

E ancora IMPENNATA degli stranieri accompagnati alla frontiera, mi piacerebbe sapere QUALE FRONTIERA!!!lol lol.

RAGE4EVER

Sab, 08/04/2017 - 21:52

E chi crede a questi dati farlocchi, i farlocconi di sx sicuramente

tRHC

Sab, 08/04/2017 - 23:15

Boom a Milano mah!! Penso che sia un boom in tutta l'Italia,proprio in risposta alla sordita' di questo governo farlocco che continua ad essere ambiguo in materia di legittima difesa

Reip

Dom, 09/04/2017 - 02:39

Ci si può anche armare ma siamo con le mani legate. Se ci si difende sparando da chi entra in casa nostra, magari di notte per rubare, stuprare, violentare o uccidere, il nostro fallito sistema giudiziario di sinistra ci sbatte in prigione per omicidio oltre a costringerci a pagare a vita eventuali danni al ladro rapinatore oppure alla sua famiglia. Che fare? Cambiare le leggi sulla leggitima difesa? Speriamo! Anche se i giudici le leggi le possono interpretare come vogliono! Noi cittadini italiani siamo soli contro tutti, soli e indifesi contro i delinquenti, soli e indifesi contro la magistratura. Paghiamo una marea di tasse per una giustizia e una sicurezza che non esiste, praticamente siamo fottuti...

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Dom, 09/04/2017 - 07:54

In questa situazione il cittadino è vittima, nel senso che lui subisce il reato. Poi, dopo, lo Stato, con comodo, se può, regola, a suo modo, i suoi conti con il colpevole. Leggo delle diminuzioni dei reati. Presentato nel vero si deve o dovrebbe dire che altri cittadini sono stati colpiti e vessati dai malviventi anche quest'anno. Uno solo è uno di troppo! Che senso ha parlare di variazioni? Ce lo spiegate? Non si ha notizia: di quanti colpevoli lo Stato ha condannato secondo legge, di quante vittime sono state risarcite del danno subito. Non cerchiamo vendetta, cerchiamo sicurezza! Non si ha notizia delle variazioni delle dotazioni delle forze dell'ordine. Non si ha notizia delle richieste delle forze dell'ordine. Dobbiamo tristissimamente ammettere lo stato di "vittima predestinata" del cittadino! Abbiamo però notizia di risarcimenti ai delinquenti! Libertà o cara

mariolino50

Dom, 09/04/2017 - 08:53

IL vero porto d'armi non lo danno quasi a nessuno, quel tipo li si chiama porto di fucile per uso sportivo, e serve solo per andare al tiro al piattello o al poligono, anche con pistola. Ma non ci puoi andare certo in giro dove ti pare come fa la polizia, l'arresto è immediato, se cè una cosa dove sono efficientissimi è il controllo delle armi dei cittadini. I veri porto d'armi per difesa personale sono poche migliaia in tutta Italia, e difficilissimi da ottenere, mi risulta che li stanno anche togliendo a chi ha avuto la fortuna di averlo negli anni passati, basta che non ti facciano il rinnovo. Costa anche dei bei soldi.

Giorgio Colomba

Dom, 09/04/2017 - 10:00

Il paradosso di quest'italietta nemica degli onesti, che se non fosse da tragedia sarebbe da operetta, sta tutto tra il titolo e l'occhiello del pezzo: "I milanesi vogliono difendersi, è boom per il porto d'armi". Il questore: "Non smetto di firmare dinieghi".

Atlantico

Dom, 09/04/2017 - 10:46

Io per impratichirmi mi sono abbonato a Tex Willer, uno che spara da dio !

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 09/04/2017 - 10:50

Ma tutti i Rambo da tastiera che qui inneggiano a chi si arma, sono anch'essi gia` armati o fanno i pistoleri con il...coraggio degli altri?

Cheyenne

Dom, 09/04/2017 - 11:02

bel questore in un paese civile non ci sarebbe nessun diniego, ma questo bel tomo vuole fare ulterore carriera. Chissà lo vedremo senatore del pd

tonipier

Dom, 09/04/2017 - 11:48

"TROPPO FACILE FIRMARE DINIEGHI?" Le disfunzioni e la crisi della "GIUSTIZIA" Il male esiste ed è evidente in tutta la sua gravità e, la finzione di ignorarlo o il tentativo di dissimularne la consistenza si risolvono nell'ausilio più valido alla sua esasperazione." (Con questi assurdi aperti dinieghi) si darà spazio al contrabbando anche delle armi"

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Dom, 09/04/2017 - 12:23

ok tutti rambo per un drogato con 2 coltelli. A Milano mai visto uno che si faceva una canna, scherziamo. Andate tutti da salvini vi da ruspe e mitra gratis.

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 09/04/2017 - 12:24

Finalmente gli Italiani si svegliano, ora speriamo che anche le Istituzioni risogano dal letargo decennale.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 09/04/2017 - 13:25

---il questore fa bene---con una massa di incapaci armati i pericoli di incolumità aumenterebbero in maniera esponenziale---swag ganja

Reip

Dom, 09/04/2017 - 13:31

Mah... Non dovrebbero esserre i tassatissimi cittadini italiani ad armarsi, ma lo Stato a garantire la sicurezza, con una massiccia presenza sul territorio, arresti veloci e certazza della pena. Di fatto se lo Stato non riesce per un qualunque motivo a garantire la sicurezza sul territorio nazionale i cittadini, includendo anche i più riluttanti idioti falliti falsi pacifisti ipocriti di sinistra, per disperazione e paura prima o poi, si armeranno, di pistole, fucili, accette, coltelli, bastoni, balestre pure, qualunque mezzo. Quando ti entra di notte qualcuno in casa, non c'è politica, non ci sono leggi, te ne fotti della magistratura e della polizia... "Mors tua vita mea".

nucciofasciolo

Dom, 09/04/2017 - 13:33

Firmare i dinieghi è molto più facile che disarmare i delinquenti.

Publio Sestio Baculo

Dom, 09/04/2017 - 13:52

Spero che il questore Marcello Cardona spieghi dettagliatamente ( caso per caso ) perchè dei cittadini incensurati dovrebbero accettare supinamente i suoi "dinieghi". In caso contrario si tratta di un arbitrio.

forbot

Dom, 09/04/2017 - 23:00

Un sistema certo e sicuro per ottenere il porto d'armi per difesa personale e dei propri beni? Assicurarsi alle prossime elezioni (se ci saranno) di votare tutti uniti per il partito che s'impegna per la difesa del cittadino. Con una Assicurazione seria, visita medica generale ed esperienza nell'uso delle armi.