Incidenti stradali, arriva il soccorso psicologico

All'ospedale di Niguarda apre il servizio ideato da fondazione Ania e università di Roma

Dopo l'avvio a Firenze, approda anche a Milano, all'ospedale Niguarda, il Pronto soccorso psicologico per le vittime di incidenti stradali e i loro familiari. Il progetto (aprirà anche a Campobasso e Roma) conta, in tutto, su cento psicologi a disposizione con turni che coprono le 24 ore e che garantiscono assistenza alle vittime d'incidenti stradali e ai loro familiari. «Un supporto qualificato gestito da professionisti formati grazie alla Fondazione Ania dai più illustri esperti mondiali di psicologia del trauma. Nella preparazione degli specialisti ha avuto ed avrà un ruolo centrale anche l'ospedale Niguarda, grazie all'impegno dei suoi neuropsicologi per la formazione teorica, mentre per quella pratica gli psicologi di Ania Cares avranno l'occasione di specializzarsi direttamente sul campo nel pronto soccorso dell'ospedale milanese, dove è alta l'expertise per questo tipo di casi», spiega la nota dell'ospedale.

«Al Niguarda, infatti - si legge -, da anni opera una équipe altamente specializzata per la gestione dell'emergenza-urgenza. Si tratta del «Trauma Team» diretto dal chirurgo Osvaldo Chiara, un pool multi specialistico di professionisti dell'emergenza che si attiva seguendo i modelli d'intervento sviluppati nei Trauma Center americani. Nel 2016 il team di Niguarda si è occupato di oltre 700 pazienti con traumi maggiori, di cui il 60% dovuti a un incidente stradale». Con Ania cares, si va a consolidare il pacchetto dei servizi da mettere in campo per la gestione di queste emergenze. Così alle più avanzate tecnich chirurgiche si affianca anche il supporto precoce, necessario per contrastare in maniera efficace le «cicatrici della psiche» che rischiano di lasciare conseguenze indelebili e di difficile gestione. «Anche questo tipo d'intervento deve essere condotto all'insegna della tempestività» sottolineala Responsabile del Centro di Neuropsicologia Cognitiva di Niguarda Gabriella Bottini, che ha preso parte alla formazione degli psicologi del servizio. Il servizio sarà attivabile dal 1 aprile, componendo il numero verde 800 893 510. La parte scientifica è stata elaborata, coordinata e supervisionata da Annamaria Giannini, ordinario di Psicologia giuridica e forense all'Università La Sapienza di Roma, che ha coinvolto due tra i massimi esperti mondiali di psicologia del trauma: Richard Mollica, titolare del Trauma Center for Refugees di Harvard, e Roger Solomon, consulente del Senato degli Stati Uniti, della Nasa e dell'Fbi, che ha seguito le vittime di tragedie come gli attacchi terroristici dell'11 settembre.

Commenti

Polgab

Mar, 28/03/2017 - 13:35

Farebbero meglio a fare delle strade e una segnaletica più moderna e meno incasinata, spesso siamo da terzo mondo. I camion sono oggi veri e propri bolidi, delle mine vaganti. Inoltre i controlli di polizia sono troppo rari, così le infrazioni si moltiplicano e le auto senza fari viaggiano tranquillamente anche di notte.

mstntn

Mar, 28/03/2017 - 18:05

Psicologia una laurea per chi ha bisogno di psicologo. Non sanno più come fare per sistemare figli e nipoti che pieni di problemi hanno studiato psicologia, non sapendo fare altro.