Infopoint anche in Centrale

Dopo Giureconsulti in arrivo a Cadorna e Palazzo Reale

L'ufficio informazioni ai turisti che (specialmente nel glorioso 2015 dell'Expo che ha cambiato volta a Milano) per anni ha accolto stranieri da tutto il mondo in Galleria ha ceduto il passo. L'Urban Center è stato messo all'asta per 1,2 milioni e Moncler ha offerto addirittura il doppio, circa 2,4 milioni. Lo «sfratto» per la sede che ospitava mostre e incontri sulla città e l'Infopoint era segnato. Un nuovo punto informativo per i turisti è stato già allestito al Palazzo Giureconsulti, lanciato prima di Natale insieme alla nuova associazione per lo sviluppo del turismo a Milano «Smart City», sul modello della London & Partner che ha grandi colossi tra i suoi soci.

Qui per ora il progetto parte con Comune e Camera di Commercio, poi si aprirà ai privati. E ieri, rispondendo a un question time sollevato dal consigliere della lista Noi, Milano Franco D'Alfonso, l'assessore al Turismo Roberta Guaineri in consiglio comunale ha anticipato che molto presto gli Infopoint si «faranno in quattro». Dopo Giureconsulti c'è l'ipotesi di aprire un altro ufficio in centro, a Palazzo Reale. Altre due sedi invece dovrebbero essere inaugurate già entro l'anno, accoglieranno i turisti a caccia di mappe e consigli in stazione Centrale e a Cadorna. Un'operazione portata avanti d'intesa con la Regione.