"L'Ultima Cena dopo Leonardo", sei artisti contemporanei alle Stelline

Miano Art Week: fino al 30 giugno mostra con opere internazionali che reinterpretano il capolavoro del Maestro rinascimentale

Iconica, coinvolgente per le visioni delle opere esposte e del modello che le ha ispirate: quello dell’Ultima Cena di Leonardo. È la mostra internazionale “L’Ultima Cena dopo Leonardo” allestita fino al 30 giugno 2019 a Palazzo delle Stelline a due passi da Santa Maria delle Grazie dove è custodito il Cenacolo, che segna l’inizio della Milano Art Week dedicata all’arte moderna e contemporanea e si inserisce nel contesto delle celebrazioni Milano e Leonardo 500.

Grande operazione culturale ideata, prodotta e realizzata dalla Fondazione Stelline e curata da Demetrio Paparoni, la mostra propone alla riflessione del pubblico lavori di sei figure chiave di artisti contemporanei con il polittico di 16 metri, formato da otto tele, esposto per la prima volta in Italia e in Occidente “The Last Supper” dell’artista cinese Wang Guangyi, assieme a opere realizzate per questo evento da Robert Longo, Nicola Samorì e da Yue Minjun oltre a un video di Masbedo incentrato sulle mani che hanno restaurato l'opera e un omaggio di Anish Kapoor all'opera di Leonardo da Vinci.

“Questa mostra si inserisce nel percorso iniziato con il road show internazionale dedicato al Genio del Rinascimento che la Fondazione porta avanti dal 2015 quando, proprio nel Palazzo sede della Fondazione e di fronte al Cenacolo, si è costituito l'Hub Leonardo con i suoi progetti e le sue iniziative a Milano e nel mondo - ha spiegato PierCarla Delpiano, presidente della Fondazione Stelline -. L’Ultima Cena dopo Leonardo è originale nella sua concezione che sottolinea la contemporaneità di Leonardo da Vinci icona mondiale di arte, bellezza e genialità. La Fondazione ha un forte legame con il Genio del Rinascimento anche grazie al lavoro di Andy Wharol, che ha realizzato la sua ultima serie The Last Supper proprio per le Stelline dove l’ha esposta nella famosa mostra del 1987. È sembrato, naturale rilanciare questa sfida, in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte del Genio, con un significativo omaggio alla contemporaneità di Leonardo, come dimostrano le opere esposte”. Concetto ripreso da Demetrio Paparoni che ha ricordato come dopo l’Ultima cena sia diventata anche un simbolo della contemporaneità e “la mostra, puntando su opere inedite crea un dialogo artistico e culturale fra Oriente e Occidente”.

Lo sguardo contemporaneo al futuro rappresenta il valore per nulla retorico di una mostra che è punto ideale di intersezione tra il palinsesto Milano e Leonardo 500, nel quale anche L'Ultima Cena dopo Leonardo si inserisce, e la "Milano Art Week", che in questa edizione ha chiesto agli artisti del presente di riflettere sulla storia della nostra città - ha detto l’assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno -. Quindi una rilettura contemporanea dell'arte che, appunto, la mostra alla Fondazione Stelline ha interpretato al meglio, rileggendo l'opera forse più rappresentativa della nostra città".

L’assessore alla Cultura di Regione Lombardia Stefano Bruno Galli ha ricordato come la regione abbia il primato di siti Patrimonio dell’umanità Unesco, tra i quali c’è il Cenacolo vinciano: “Di questa mostra mi piace sottolineare due aspetti su tutti: la vicinanza al Cenacolo e quanto essa riesca a mettere in luce l'indubbio valore del Leonardo artista, un aspetto questo che non sempre è valorizzato come si dovrebbe privilegiando invece l'opera scientifica del Genio del Rinascimento".

Da segnalare che l'associazione culturale Art-U propone per adulti, bambini e ragazzi visite guidate su prenotazione alla mostra (durata 1 ora) e quella alla mostra e poi alla adiacente Casa degli Atellani – Vigna di Leonardo, dimora privata dove si conserva traccia della vigna di Leonardo, un luogo sconosciuto ai più (durata 2 ore).

Trenord propone una speciale promozione per l’ingresso: gli abbonati e un loro eventuale accompagnatore, potranno accedere alla mostra con uno sconto sull’acquisto del biglietto di ingresso: 6 euro per gli adulti anziché 8 e 5 per ragazzi (fino ai 13 anni) anziché 6.

L’ULTIMA CENA DOPO LEONARDO
a cura di Demetrio Paparoni
2 aprile – 30 giugno 2019
Orario: martedì – domenica, h. 10.00-20.00 (chiuso il lunedì)
martedì – domenica, h. 10.00-20.00 (chiuso il lunedì)
Ingresso a pagamento: 8 euro intero; 6 euro ridotto
(ultimo ingresso un’ora prima della chiusura)
Biglietti online: http://bit.ly/vivaticketprevendita
Catalogo Skira: 29 euro
Fondazione Stelline, corsoso Magenta 61, Milano
Info: fondazione@stelline.it | www.stelline.it
ARTWEEK (1-7 aprile 2019)
Biglietto speciale 6 euro
Sabato 6 aprile ore 17 -19: 4 visite guidate gratuite (a parte il biglietto speciale Milano Art Week)