Mappa e smartphone Così la città prende vita

Riprendendo col telefono vie o monumenti appariranno informazioni, storia e curiosità

Antonio Ruzzo

Non è che esistono solo i Pokemon. Non è che ci sono solo squadre di adolescenti che si aggirano per la città con la speranza di catturare con il loro smartphone il più raro dei mostriciattoli da mettere in collezione. La realtà aumentata è una cosa seria, ammesso e non concesso che i Pokemon Go non lo siano. Una tecnologia che si presta a tante applicazioni, turismo compreso. Dove lo smartphone, interagendo con le classiche mappe cartacee, può indicare la strada, diventare una guida per un museo, oppure raccontarci la storia di una cattedrale, consigliare un ristorante o chiamare un taxi. Basta inquadrare un monumento, una piazza, un cartello con la webcam del telefonino e la realtà quasi per incanto si anima con «link», sconti e tasti per la prenotazione. Ed è Milano a tenere a battesimo la prima mappa in realtà aumentata, un concetto rivoluzionato dove la vecchia cartina e la tecnologia digitale si integrano. «Welc Map» è la prima mappa gratuita di Milano, realizzata dall'Agenzia creativa Spam, una delle prime a interpretare le possibili commistioni tra digitale e carta stampata attraverso l'innovazione della Realtà Aumentata con il patrocinio di Regione Lombardia e in partnership con il Comune di Milano. Sarà distribuita in 300mila esemplari stazioni, aeroporti, mezzi pubblici, info point comunali e locali più frequentati e dopo Milano arriverà a Roma, Torino e altre città italiane ed europee aumentando e moltiplicando le possibilità di esplorarle le città a 360°.

Due mondi che si incontrano. Da una parte la vecchia cartina che guida turisti e non solo alla scoperta di una città, dall'altra lo smartphone che integra e approfondisce le informazioni. La mappa è stampata in modo tradizionale ma basta inquadrarla per entrare in un'altra dimensione: grazie alla specifica app «Welc Map» che si scarica gratuitamente i luoghi d'interesse prendono vita e in un attimo si può approfondire ciò che più cattura l'attenzione. La nuova mappa raccoglie tutti i luoghi simbolo di Milano offrendo parallelamente ai contenuti di matrice culturale una serie di servizi utili a chi viaggia. In pochi passaggi si possono reperire informazioni su monumenti, chiese, musei, luoghi storici, vedere video, acquistare biglietti online, scoprire gli spettacoli in cartellone, prenotare ristoranti ed altro ancora. Inoltre l'«app» permette di geolocalizzarsi e, inquadrando con lo smartphone, lo spazio attorno a sé si possono ottenere informazioni aggiuntive digitali sovrapposte al mondo reale ma anche indicazioni utili per orientarsi e calcolare percorsi in modo da raggiungere comodamente i luoghi d'interesse più vicini. «La sfida è proprio questa - spiegano i responsabili dell'Agenzia Spam - offrire al turista un'esperienza davvero unica raccontando il nostro patrimonio storico, artistico, culturale ed enogastronomico in una modalità da vivere nel momento stesso in cui la si fruisce...».